Etruria & Co, Bankitalia ci rimette un miliardo

Il sistema bancario ha speso 1,8 miliardi per salvare gli istituti falliti. Che ora saranno svenduti a poco più di 700 milioni

L'ormai famigerato "salva-banche"? Ha fatto sì che il sistema bancario bruciasse oltre un miliardo di euro.

A fare i conti è il Fatto quotidiano, che ricorda come lo scorso 22 novembre Bankitalia ha speso 1,8 miliardi di euro per salvare i quattro istituti falliti (Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti). Entro il 30 settembre, però, lo stesso Fondo di risoluzione dovrà vendere (o meglio, "svendere") le nuove banche ricapitalizzate, ma difficilmente riuscirà a recuperare tutti i soldi investiti: gli analisti parlano di poco più di 700 milioni di euro. Sui quattro istituti, infatti, pesano 1,9 miliardi di sofferenze ceduti alla "bad bank" creata ad hoc, ma che non ha garanzie. Così gli eventuali acquirenti si accollerebbero un rischio teoricamente significativo. A questo si aggiunge la bassa redditività delle quattro banche che hanno perso 4 miliardi in sei mesi e le sofferenze non ancora risolte. Il tutto, unito al fatto che si vuole vendere le banche in blocco, fa precipitare il prezzo 0,3 o 0,4 euro per ogni euro di capitale.

Commenti

Rossana Rossi

Mar, 24/05/2016 - 11:09

E io pago............

unosolo

Mar, 24/05/2016 - 11:15

la galera a chi ha stilato e firmato quelle leggi o codicilli salva CDA e banche , la storia : il governo sapeva , la Consob sapeva , prima hanno sostituito i componenti dei CDA poi hanno fatto cambiare nome alle 4 banche e un codicillo salvava dalle responsabilità di risarcire direttamente come componenti del CDA i risparmiatori derubati , questa è una macchinazione ordita a favore di persone facendogli avere anche ricche liquidazioni , la galera , ma evidentemente chissà chi li copre , se lo avesse fatto un governo di CDX erano da anni in galera mentre un governo sx può e nessuno indaga visto che i fatti sono accaduti prima delle leggi quindi rei ,anche chi ha stilato la legge a copertura , altro che posti di lavoro,,,,,

PAOLINA2

Mar, 24/05/2016 - 12:19

@Rossana Rossi:come ha sempre pagato con gli scandali e fallimenti finanziari precedenti con altri governi.

agosvac

Mar, 24/05/2016 - 12:31

La cosa grave è che Bankitalia non è una banca come tutte le altre, è la nostra Banca Centrale pertanto appartiene a tutti gli italiani. Quando va in deficit sono gli italiani tutti a perderci bei soldini!!!

ziobeppe1951

Mar, 24/05/2016 - 13:37

PAOLINA2.....12.19...quali altri governi?

PAOLINA2

Mar, 24/05/2016 - 14:03

ziobeppe1951: memoria corta o bacata, banca credieuronord, Cirio, Parmalat, andiamo avanti? C'era Renzi al governo? Si rimetta presto perche' Lei mi preoccupa.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 24/05/2016 - 14:34

Io che ho seguito e seguo la vicenda da vicino (troppo vicino, purtroppo!) so benissimo che Bankitalia prima o poi dovrà spiegare come ha potuto permettere che BancaEtruria emettesse i famigerati titoli subordinati mentre era (Bankitalia) già presente all'interno della banca (Etruria) per controlli ed ispezioni...Anche la Consob potrà spiegare come abbia potuto permettere che quei titoli fossero venduti a clienti "retail"...

semprecontrario

Mar, 24/05/2016 - 15:34

il mi babbo è una persona onesta, aveva detto una bambolina

Libertà75

Mar, 24/05/2016 - 16:01

@paolina2, a parte che credieuronord non è stata salvata con i soldi dei contribuenti o di bankitalia... Gli altri esempi non si comprendono. Cirio e Parmalat non erano strettamente connessi alla politica come le 4 banche (+ MPS fanno 5) lo erano con il PD. Non è che nel cdx si pulluli di onestà, però possiamo dire che a sx si ruba meglio.

unosolo

Mar, 24/05/2016 - 16:18

Parmalat colpa del governo in carica di allora ? al fumo della pipa vi attaccate , imparate a rispettare le sentenze che chiedete , non esiste onore , dignità e lealtà , oggi si ruba a tutti . che fine , fortuna del governo oggi è che sono tutti compromessi e ricattabili . baratto e scambio di piaceri magari fermando la giustizia o non facendo pagare gettiti finanziari non pagati. ecco la sx oggi.

Duka

Mer, 25/05/2016 - 09:03

NON E' BANKITALIA CHE PAGA MA TUTTI NOI- LADRI E BUGIARDI.

Duka

Gio, 26/05/2016 - 06:54

@PAOLINA2 All'epoca di CIRIO, ENI, Telekom Serbia, UNIPOL, MPS, ANTONVENETO, ECC. NON c'era Renzi ma c'era Prodi e la banda comunista ( MPS in particolare era la banca del PCI)