Come fare un affare comprando la casa

Bastano alcuni accorgimenti per investire nel mattone senza sbagliare. Anche ai tempi della crisi

Bastano alcuni accorgimenti per investire nel mattone senza sbagliare. Negli ultimi cinque anni, complice l'alternanza di governi che hanno continuamente alzato le tasse sugli immobili, gli investimenti sulle case hanno continuato a calare. Anche il 2014, anno salutato da Matteo Renzi come l'inizio della ripresa, ha visto un'ulteriore perdita. Ad avviare questa stagione a dir poco negativa, che ha assistito a un crollo verticale dei prezzi delle case, è stato il governo Monti. Poi sia Enrico Letta sia Matteo Renzi ci hanno messo del loro.

Nel 2014, come ha stimato l'Istat, l'indice dei prezzi delle abitazioni è calato dello 0,7% su base annua per le abitazioni nuove e dell’1% per l’usato. Nel giro degli ultimi quattro anni l'usato hanno perso il 17,4% del loro valore nominale, mentre i prezzi del nuovo sono rimasti sostanzialmente stabili. Questo perché i costruttori non hanno grandi margini per rivedere al ribasso i listini. Come illustrato da Corriere della Sera, però, la rigidità sul prezzo ha fatto crescere l'invenduto bloccando di fatto le nuove costruzioni.

Quando andrete a comprare un immobile, dovrete tener presente la percentuale di sconto. Negli ultimi mesi la distanza tra il prezzo dell'immobile in vendita e la cifra sborsata al momento del rogito si è via via assottigliata. In media potrete spuntare circa il 15%. La diminuzione di questo coefficiente non è del tutto negativa: in parte è dipesa dal fatto che i prezzi sono sempre meno gonfiati e più aderenti al reale valore dell'immobile. Le case di nuova costruzione sono certamente più costose, ma vantano migliori prestazioni energetiche, spazi meglio distribuit, un posto auto garantito e l'assenza di spese straordinarie per riparare lo stabile. Tenete, però, presente che sulle case nuove l'Iva è calcolata sulla base del prezzo effettivo e non dell'imposta di registro sul valore catastale.

Una volta che vi sarete accordati sul prezzo, ci sono alcuni piccoli accorgimenti che gli esperti vi invitano a seguire per non cadere in spiacevoli sorprese al momento del rogito. Se la casa è nuova dovrete verificare il capitolato e la fideiussione a garanzia degli acconti, mentre se l'appartamento è usato assicuratevi che non vi siano ipoteche sulla casa e che il venditore abbia i titoli per cedere la casa.

Commenti
Ritratto di .itaglianomedio...

.itaglianomedio...

Dom, 05/04/2015 - 17:18

investire nel mattone? ormai in itaglia solo un matto può pensare di "investire" nel mattone

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 06/04/2015 - 06:50

Dopo le tasse criminali di Monti confermate dai suoi successori solo un idiota puù investire in immobili italiani!!! Inoltre l'edilizia riparte dopo tutte le altre attività e quindi la gente in crisi non ha soldi per pagare i prezzi che i proprietari credono di poter ottenere. Dal picco del 2007 i prezzi reali sono calati almeno del 30% !!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 06/04/2015 - 11:18

Se i prezzi del "mattone" calano cosa si può dire che se prima con 100 milioni di vecchio conio £it. ci si comprava un decoroso appartamento con l'avvento del n€uro ne bastavano, se andava bene, 100.000 €uri praticamente 100.000 x 1936,27 £it. Se poi si fanno altri conteggi tutto è raddoppiato meno che il potere di acquisto delle paghe ordinarie. Solo gli imbroglioni posso cantare a squarciagola che i prezzi del "mattone" sono diminuiti ... ovvero come l'oste che decanta le proprietà taumaturgiche del proprio vino in cantina.