Fastweb punta sul mobile e «aiuta» Tim contro Iliad

La società a banda ultralarga punta al 5% del mercato. E tra i nuovi gestori scoppia la guerra delle tariffe

Fastweb punta sul mobile per rilanciare il fisso. Potrebbe essere interpretata in questo modo la strategia dell'operatore a banda ultralarga che ieri ha presentato tariffe molto aggressive per i suoi utenti mobili. Ben inteso: Fastweb non ha una rete mobile ma è un operatore virtuale. Usa cioè la rete di un altro gestore, Tim.

Ma anche la società capitanata da Flavio Cattaneo ha degli obiettivi precisi. Fermare l'entrata sul mercato dei concorrenti: Enel Open Fiber nella rete a banda ultralarga e i francesi di Iliad nel mobile. E Fastweb è al suo fianco in entrambe le battaglie. Se nella rete le due società hanno già un accordo, nel mobile la mossa annunciata ieri da Fastweb potrebbe aiutare Telecom ha contenere l'arrivo di Iliad. La società guidata da Alberto Calcagno ieri ha dichiarato di voler raggiungere una quota di mercato nella telefonia mobile pari al 3-5% entro 2-3 anni. In pratica punta a far passare il numero delle sim dei suoi clienti da 800mila a 3milioni circa. Un obiettivo molto interessante se questi utenti non si limitassero solo al mobile ma diventassero anche clienti «fissi» facendo così aumentare il numero degli utenti Fastweb. Sul mobile per guadagnare clienti la strategia è quella di lanciare offerte chiare e a basso costo. «La nostra idea - ha detto Calcagno - è quella di eliminare tutti gli extra costi e non mettere vincoli di durata del contratto».

Il tutto si sintetizza in una serie di offerte che portano intorno ai 15 euro (ogni 4 settimane) la tariffa per avere chiamate e sms illimitati e 6Gb di traffico al mese. Costo che scende a 9,95 euro al mese se l'utente è anche abbonato all'offerta fissa di Fastweb. Inoltre i prezzi previsti, in caso di superamento dei minuti voce e dei giga inclusi sono, ha precisato Calcagno, «tra i più bassi del mercato» (0,5 centesimi per minuti, sms ed mms e 2 euro per giga extra-soglia). Molto interessante è poter utilizzare i minuti di traffico inclusi nell'offerta anche per chiamate verso 50 destinazioni internazionali, chiamate che gli altri gestori fanno pagare molto se non in presenza di particolari abbonamenti. Tutte lo offerte consentono infine di navigare su Internet in mobilità senza limiti grazie alla connessione automatica agli hot spot Wow-fi (quasi 1 milione), il servizio di wi-fi condiviso tra la community di clienti Fastweb.

L'offerta Fastweb somiglia molto a quella proposta da Tim tramite il suo marchio low cost Kena (chiamate internazionali a parte). Da notare però che il bundle fisso-mobile di Fastweb non è particolarmente conveniente: 31 euro ogni 4 settimane per Internet e chiamate illimitate da casa e 250 minuti di chiamate e sms mobili con 6Gb di dati. Insomma in questo caso conviene Tim che offre una tariffa più bassa. Ma la manovra a tenaglia sui concorrenti li indurrà a correre ai ripari: la guerra delle tariffe fisse e mobili è soltanto all'inizio.