Fiat, sentenza di Pomigliano Marchionne boccia i giudici:"Norme italiane? È folklore"

Dopo la decisione del tribunale che obbliga Fiat ad assumere 145 operai Fiom, l'ad del Lingotto: "Le implicazioni di questa decisione sono drastiche"

Dopo la decisione del Tribunale di Roma che ha obbligato Fiat a reintegrare 145 dipendenti Fiom dello stabilimento di Pomigliano d'Arco, Sergio Marchionne fa sentire per la prima volta la sua voce.

"Questa legge non esiste in nessuna parte del mondo, da quanto ne so. Focalizzare l’attenzione su questioni locali ignorando il resto è attitudine dannosa. Un evento unico che interessa un particolare paese che ha regole particolari che sono folcloristicamente locali", ha tuonato l'ad di Fiat.

Che poi ha annunciato che il Lingotto "ricorrerà in appello contro questa sentenza, ma concentrarsi su queste questioni locali è un atteggiamento dannoso. Ognuno di noi deve fare una scelta precisa, e decidere quale mondo vuole. Non si può appartenere a un mondo in cui esiste un’Europa unificata e pretendere contemporaneamente di sottostare alle regole del singolo Paese".

Per Marchionne, l'Italia "ha un livello di complessità nella gestione delle questioni industriali che non esiste in altre giurisdizioni. Le implicazioni di questa decisione sulla situazione del business italiano sono abbastanza drastiche, perché tutto diventa tipicamente italiano e quindi molto difficile da gestire. Allo stesso tempo, nei miei viaggi in Cina, negli Usa o altrove non vedo nessuno veramente interessato a questa decisione, non c’è nessuno che fa la fila per venire a investire in Italia. Non credo che cambierà nulla, si renderà solo tutto più complesso"

Il Ceo di Chrysler ha poi parlato del vertice tra i leader europei che si terrà nelle prossime 48 ore e ha dichiarato: "Penso che il nostro destino collettivo dipenderà da queste decisioni. Bisogna devolvere fette di sovranità dei singoli Stati a un ideale più vasto, che è la sopravvivenza dell’Ue. Finché si agisce in base alle regole della singola nazione, c’è un grande rischio che il progetto dell’Unione europea fallisca, e ciò non avrebbe ripercussioni solo sull’Eurozona, ma anche sul resto del mondo". Infine, Marchione ha definito "concreta" la possibilità di un’implosione dell’euro.

Per quanto riguarda il business internazionale, Marchionne, parlando a Changsha, nella Cina centro-meridionale, della capacità della fabbrica appena inaugurata nella quale si è iniziato a produrre la "Viaggio", ha spiegato che "potrebbe produrre in futuro anche per l’esportazione in Europa. La fabbrica ha l’architettura globale di Fiat e Chrysler e può fare auto per tutti e per tutto il mondo. Potrebbe fare auto per il mercato europeo e americano".

Commenti

bobsg

Gio, 28/06/2012 - 13:47

Niente di strano, la solita toga rossa ha emesso una sentenza komunista.

gbsirio_1962

Gio, 28/06/2012 - 13:57

questo qui è quello che guadagna una paccata di milioni per smantellare la Fiat e portare la produzione all'estero, lasciando gli operai italiani in braghe di tela. Ma non sarebbe meglio se stesse zitto onde evitare polemiche ??

bobsg

Gio, 28/06/2012 - 13:47

Niente di strano, la solita toga rossa ha emesso una sentenza komunista.

gbsirio_1962

Gio, 28/06/2012 - 13:57

questo qui è quello che guadagna una paccata di milioni per smantellare la Fiat e portare la produzione all'estero, lasciando gli operai italiani in braghe di tela. Ma non sarebbe meglio se stesse zitto onde evitare polemiche ??

corto lirazza

Gio, 28/06/2012 - 13:59

secondo me marchionne non vedeva l'ora. Adesso ha una scusa in più per portare la fiat persino in albania

corto lirazza

Gio, 28/06/2012 - 13:59

secondo me marchionne non vedeva l'ora. Adesso ha una scusa in più per portare la fiat persino in albania

cotoletta

Gio, 28/06/2012 - 13:58

Forza Marchionne Un Po' Di Coraggio .... Via La Fiat Dall'italia (in Primis) Da Pomigliano (li Il Lavoro E' Un Opzional)

petra

Gio, 28/06/2012 - 14:03

Ma quale Europa? Certamente la Germania non ha a che fare con questo genere di problematiche. Da noi in Italia c'è sempre o chi sta tutto dalla parte degli operai o chi sta tutto dall'altra. Finchè non troveremo la giusta leale via di mezzo, non possiamo pretendere di far parte dell'Europa. Ovvero, ci potranno essere due Europa, l'Europa del nord e quella del sud.

Martino70

Gio, 28/06/2012 - 14:10

se trasferisce la produzione non possiamo dargli torto...... se un azienda privata deve assumere su diktat dei giudici allora nel pubblico cosa succedde? bravi ..... complimenti ai giudici

prodomoitalia

Gio, 28/06/2012 - 14:03

2gbsirio - non meriti neanche un commento !

makeng

Gio, 28/06/2012 - 14:06

ok, adesso andiamo tutti da landini e cremaschi della CGIL a chiedere un bel posto di lavoro fisso, 45 gg di ferie 14a 15a ,premio produzione uguale per tutti. 2000 euro al mese con tutela legale gratis se un lavoratore viene trovato a sgraffignare o a sabotare. MMMMMHHHHHh, sapete cosa risponderanno i due robin hood ( anzi rock!) : ma non è compito nostro darvi il lavoro!!! eehhhhh GIà. iL LORO COMPITO E' E SARA' SEMPRE QUELLO DI DISTRUGGERLO!

cotoletta

Gio, 28/06/2012 - 13:58

Forza Marchionne Un Po' Di Coraggio .... Via La Fiat Dall'italia (in Primis) Da Pomigliano (li Il Lavoro E' Un Opzional)

petra

Gio, 28/06/2012 - 14:03

Ma quale Europa? Certamente la Germania non ha a che fare con questo genere di problematiche. Da noi in Italia c'è sempre o chi sta tutto dalla parte degli operai o chi sta tutto dall'altra. Finchè non troveremo la giusta leale via di mezzo, non possiamo pretendere di far parte dell'Europa. Ovvero, ci potranno essere due Europa, l'Europa del nord e quella del sud.

giottin

Gio, 28/06/2012 - 14:07

Dopo una simile sentenza, io al posto di Marchionne avrei già risposto annunciando lo smantellamento totale di FIAT in Italia per delocalizzarla in paesi civili!!!!!

Martino70

Gio, 28/06/2012 - 14:10

se trasferisce la produzione non possiamo dargli torto...... se un azienda privata deve assumere su diktat dei giudici allora nel pubblico cosa succedde? bravi ..... complimenti ai giudici

prodomoitalia

Gio, 28/06/2012 - 14:03

2gbsirio - non meriti neanche un commento !

Ritratto di vittorio.belluso

vittorio.belluso

Gio, 28/06/2012 - 14:15

a causa di 145 lazzaroni ed un giudice col libretto di Mao sottobraccio, Fiat Italia chiuiderà i battenti, ed io, finalmente, sarò libero psicologicamente di tornare a comperare auto tedesche

makeng

Gio, 28/06/2012 - 14:06

ok, adesso andiamo tutti da landini e cremaschi della CGIL a chiedere un bel posto di lavoro fisso, 45 gg di ferie 14a 15a ,premio produzione uguale per tutti. 2000 euro al mese con tutela legale gratis se un lavoratore viene trovato a sgraffignare o a sabotare. MMMMMHHHHHh, sapete cosa risponderanno i due robin hood ( anzi rock!) : ma non è compito nostro darvi il lavoro!!! eehhhhh GIà. iL LORO COMPITO E' E SARA' SEMPRE QUELLO DI DISTRUGGERLO!

giottin

Gio, 28/06/2012 - 14:07

Dopo una simile sentenza, io al posto di Marchionne avrei già risposto annunciando lo smantellamento totale di FIAT in Italia per delocalizzarla in paesi civili!!!!!

idleproc

Gio, 28/06/2012 - 14:09

Nella realtà hanno paura. Sanno benissimo, tardi, che il loro processo di globalizzazione sovranazionale è arrivato ad un punto morto e non potranno più, tanto facilmente, giocare la partita dei sovraprofitti e dei ricatti su realtà socioeconomiche diverse producendo ad uno e rivendendo a cento. Non hanno stati e nazioni in copertura sono profondamente diversi da un'imoprenditore nazionale che fa anche impianti all'estero ma mantiene la sua realtà nazionale e dà il suo contributo anche di tasse alla realtà nazionale. Loro stanno sopra. Potenzialmente hanno tutti contro, dalla banca non globalizzata, all'imprenditore nazionale, fino all'ultimo dei disoccupati o dei precari. Hanno cercato di costruire il mondo a loro misura, a misura delle loro tasche mai abbastanza piene. Hanno sbagliato anche qualche calcolo finanziario.

paolajoinville

Gio, 28/06/2012 - 14:10

Erano folkloristici anche i tanti miliardi che abbiamo dato alla Fiat quando aveva i conti in rosso ???

gianluca.torino

Gio, 28/06/2012 - 14:12

mi riferisco al commento scritto dall'utente gbsirio_1962, ma pensate veramente che un imprenditore che trova un tessuto di collaborazione e di risolse abbia tutto questo interesse a disinvestire in un paese per andare in un altro? In italia non si riesce più a fare impresa, le tasse sono soffocanti, la burocrazia ancora di più, le leggi sono stringenti e i dipendenti svogliati e non collaborativi. Marchionne ha fatte delle scelte industriali e di redditività che lo stanno premiando. Non credo che negli USA gli operai guadagnino molto meno, ma grazie alla loro collaborazione l'azienda è venuta fuori dalla ****a. In Italia che collaborazione ha avuto dalla FIOM? Magari prima di sparare a zero su uno dei pochi manager di un certo livello che abbiamo sarebbe meglio analizzare le cose dal giusto punto di vista e non sparare frasi retoriche e populiste.

Ritratto di scriba

scriba

Gio, 28/06/2012 - 14:16

E' IL MEDIO EVO BELLEZZA. Caro Marchionne siamo in Italia, la piccola, piccolissima e ridicola Cuba d' Europa, dove se un datore di lavoro dà dell' incapace a un dipendente, finisce in galera mentre se questo l' apostrofa con "sporco schiavista e sfruttatore" per i giudici del lavoro non l' offende nemmeno. Faccia una cosa: porti la Fiat oltre oceano e restituisca le tante braccia all' agricoltura che ne ha tanto bisogno e così potrà fare a meno dell' invasione di extracomunitari clandestini.

pagopoi

Gio, 28/06/2012 - 14:27

Quello che manca è il lavoro! I sindacati dovrebbero capire che quando manca il lavoro si dovrebbero cercare delle soluzioni per trovarlo. imporre alle aziende di mantenere il personale non fa altro che danneggiare l'economia. Finchè i sindacati continueranno a vedere l'imprenditore come il nemico la situazione non potrà che peggiorare. come potete vedere il sindacato vive di soldi pubblici e di slogan! purtroppo l'industria deve vivere di quello che produce pertanto non vedo di buon occhio il fazzoletto rosso al collo della camusso che con il suo atteggiamento risoluto e arrogante non fa altro che cacciare le industrie dal nostro paese a altri paesi dove vivono di soluzioni e non di sola retorica e slogan logori e obsoleti, oramai fuori moda e che non interessano più nessuno se non quei pochi disgraziati che neppure nel tempo hanno avuto l'intelligenza di capire che i sindacati al contrario dei dipendenti mangiano anche quando sbagliano.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 28/06/2012 - 14:21

Ha parlato mister Stock Options, sanguisuga del denaro italiano e dei lavoratori Fiat. Sembra che negli USA statstiche veritiere sui giornali specialistici di Wall Street lo stiano smascherando. Poche vendite e molte Stock Options. Come poteva la povera Itali andar bene con persone come queste. Non solo i politici ma anche i grandi manager sono scansafatiche e grandissimi speculatori

Ritratto di vittorio.belluso

vittorio.belluso

Gio, 28/06/2012 - 14:15

a causa di 145 lazzaroni ed un giudice col libretto di Mao sottobraccio, Fiat Italia chiuiderà i battenti, ed io, finalmente, sarò libero psicologicamente di tornare a comperare auto tedesche

idleproc

Gio, 28/06/2012 - 14:09

Nella realtà hanno paura. Sanno benissimo, tardi, che il loro processo di globalizzazione sovranazionale è arrivato ad un punto morto e non potranno più, tanto facilmente, giocare la partita dei sovraprofitti e dei ricatti su realtà socioeconomiche diverse producendo ad uno e rivendendo a cento. Non hanno stati e nazioni in copertura sono profondamente diversi da un'imoprenditore nazionale che fa anche impianti all'estero ma mantiene la sua realtà nazionale e dà il suo contributo anche di tasse alla realtà nazionale. Loro stanno sopra. Potenzialmente hanno tutti contro, dalla banca non globalizzata, all'imprenditore nazionale, fino all'ultimo dei disoccupati o dei precari. Hanno cercato di costruire il mondo a loro misura, a misura delle loro tasche mai abbastanza piene. Hanno sbagliato anche qualche calcolo finanziario.

paolajoinville

Gio, 28/06/2012 - 14:10

Erano folkloristici anche i tanti miliardi che abbiamo dato alla Fiat quando aveva i conti in rosso ???

gianluca.torino

Gio, 28/06/2012 - 14:12

mi riferisco al commento scritto dall'utente gbsirio_1962, ma pensate veramente che un imprenditore che trova un tessuto di collaborazione e di risolse abbia tutto questo interesse a disinvestire in un paese per andare in un altro? In italia non si riesce più a fare impresa, le tasse sono soffocanti, la burocrazia ancora di più, le leggi sono stringenti e i dipendenti svogliati e non collaborativi. Marchionne ha fatte delle scelte industriali e di redditività che lo stanno premiando. Non credo che negli USA gli operai guadagnino molto meno, ma grazie alla loro collaborazione l'azienda è venuta fuori dalla ****a. In Italia che collaborazione ha avuto dalla FIOM? Magari prima di sparare a zero su uno dei pochi manager di un certo livello che abbiamo sarebbe meglio analizzare le cose dal giusto punto di vista e non sparare frasi retoriche e populiste.

Ritratto di scriba

scriba

Gio, 28/06/2012 - 14:16

E' IL MEDIO EVO BELLEZZA. Caro Marchionne siamo in Italia, la piccola, piccolissima e ridicola Cuba d' Europa, dove se un datore di lavoro dà dell' incapace a un dipendente, finisce in galera mentre se questo l' apostrofa con "sporco schiavista e sfruttatore" per i giudici del lavoro non l' offende nemmeno. Faccia una cosa: porti la Fiat oltre oceano e restituisca le tante braccia all' agricoltura che ne ha tanto bisogno e così potrà fare a meno dell' invasione di extracomunitari clandestini.

pagopoi

Gio, 28/06/2012 - 14:27

Quello che manca è il lavoro! I sindacati dovrebbero capire che quando manca il lavoro si dovrebbero cercare delle soluzioni per trovarlo. imporre alle aziende di mantenere il personale non fa altro che danneggiare l'economia. Finchè i sindacati continueranno a vedere l'imprenditore come il nemico la situazione non potrà che peggiorare. come potete vedere il sindacato vive di soldi pubblici e di slogan! purtroppo l'industria deve vivere di quello che produce pertanto non vedo di buon occhio il fazzoletto rosso al collo della camusso che con il suo atteggiamento risoluto e arrogante non fa altro che cacciare le industrie dal nostro paese a altri paesi dove vivono di soluzioni e non di sola retorica e slogan logori e obsoleti, oramai fuori moda e che non interessano più nessuno se non quei pochi disgraziati che neppure nel tempo hanno avuto l'intelligenza di capire che i sindacati al contrario dei dipendenti mangiano anche quando sbagliano.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 28/06/2012 - 14:21

Ha parlato mister Stock Options, sanguisuga del denaro italiano e dei lavoratori Fiat. Sembra che negli USA statstiche veritiere sui giornali specialistici di Wall Street lo stiano smascherando. Poche vendite e molte Stock Options. Come poteva la povera Itali andar bene con persone come queste. Non solo i politici ma anche i grandi manager sono scansafatiche e grandissimi speculatori

sorans99

Gio, 28/06/2012 - 14:23

Finché la povera Italia è schiava del sindacato e la carta costituzionale col la sua "repubblica basata sul lavoro", resteremo l'eterno fanalino di coda, che però con i fattacci di Monti, sembra trascinare tutto nel catastrofe economico e la morte dell'Euro.

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 28/06/2012 - 14:25

Aridaje con la paccata di soldi che alcuni imprenditori prendono. Nel settore pubblico e' uno scandalo, nel privato, se non ci sono reati e le tasse vengono regolarmente pagate, ognuno fa quello che crede per far produrre un'azienda e guadagnare... e dar lavoro ad altri. Qualsiasi scimunito che rischia in proprio, va a produrre dove ha meno grane e piu' liberta' di gestione... sempre rispettando le regole locali ovviamente. Se apro un'attivita' e un giudice mi dice come mi devo comportare anche se mi porta al fallimento cosa dovrei fare? Qui da noi la magistratura impone anche gli stipendi, le riassunzioni e, addirittura, il palinsesto dei programmi TV. Siamo rimasti l'unica nazione al mondo dove c'e' la democrazia applicata con i metodi di Marx.

sorans99

Gio, 28/06/2012 - 14:23

Finché la povera Italia è schiava del sindacato e la carta costituzionale col la sua "repubblica basata sul lavoro", resteremo l'eterno fanalino di coda, che però con i fattacci di Monti, sembra trascinare tutto nel catastrofe economico e la morte dell'Euro.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 14:31

Caro makeng e vittorio se fossi in voi andrei dal vostro amico Cicchitto già ke ci siete, vedrete ke saprà farvi avere molto di più, vi difenderà anke le ferie. Come potete fare gli arroganti e poi siete voi i primi a votare dei ladri, sia a dx ke sx? I lavoratori almeno più del 70/80% minimo producono, nn si può x una sparuta minoranza di fancazzisti per giustificare dei ritorni al passato tipo 3 mondo e poi scandalizzarvi per come si gestisce il mercato del lavoro in altri paesi (Cina Indonesia ecc...) dopo di ke cambiare maskera e bastonare gli impiegati/operai italiani per voler concorrere con i paesi del 3° mondo.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 14:36

2° INVIO Siamo alle solite: il maggiordomo si lamenta, intanto ha finito le valige x gli Agnelli. Ancora poco e scomparirà tutto, la più grande fabbrica di automobili se ne andrà dal paese e noi ci attakkeremo al tram. A parer mio lo obbligherei a passare 5 anni di vita alle Vallette o a Nichelino dopo la sua performance. Voglio vedere ke benvenuto gli danno i migliaia di disoccupati ke troverà? PS:X i pseudo liberali travestiti da destroidi: nn rompete, ke se ci fosse stato uno veramente di destra, a Markionne gli aveva già fatto indossare come minimo il pigiama a strisce.

migrante

Gio, 28/06/2012 - 14:35

concordo sul fatto che se si vuole parlare di Europa unita ...unita veramente...non si possa continuare ad attaccarsi a certi totem, ma allo stesso tempo trovo indisponenti le elucubrazioni di questo sopravvalutato maglioncino quando parla di difficolta` di gestione e di investitori disincentivati...si e`visto piu` volte che gli investitori vengono eccome quando c'e` da lucrare o da appropiarsi di prestigiosi brand e le "diffoclta`di gestione" mi pare non abbiano impedito all' Italia di diventare una delle maggiori potenze industriali, inoltre, nello specifico della sentenza, che anche io giudico "ridicola", e`bene che il maglioncino la pianti di presentarla come "il male" della FIAT...i mali sono altri,e poi chissa`che non sia "fiscalmente" utile avere dei mali italiaci !!

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 28/06/2012 - 14:25

Aridaje con la paccata di soldi che alcuni imprenditori prendono. Nel settore pubblico e' uno scandalo, nel privato, se non ci sono reati e le tasse vengono regolarmente pagate, ognuno fa quello che crede per far produrre un'azienda e guadagnare... e dar lavoro ad altri. Qualsiasi scimunito che rischia in proprio, va a produrre dove ha meno grane e piu' liberta' di gestione... sempre rispettando le regole locali ovviamente. Se apro un'attivita' e un giudice mi dice come mi devo comportare anche se mi porta al fallimento cosa dovrei fare? Qui da noi la magistratura impone anche gli stipendi, le riassunzioni e, addirittura, il palinsesto dei programmi TV. Siamo rimasti l'unica nazione al mondo dove c'e' la democrazia applicata con i metodi di Marx.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 14:31

Caro makeng e vittorio se fossi in voi andrei dal vostro amico Cicchitto già ke ci siete, vedrete ke saprà farvi avere molto di più, vi difenderà anke le ferie. Come potete fare gli arroganti e poi siete voi i primi a votare dei ladri, sia a dx ke sx? I lavoratori almeno più del 70/80% minimo producono, nn si può x una sparuta minoranza di fancazzisti per giustificare dei ritorni al passato tipo 3 mondo e poi scandalizzarvi per come si gestisce il mercato del lavoro in altri paesi (Cina Indonesia ecc...) dopo di ke cambiare maskera e bastonare gli impiegati/operai italiani per voler concorrere con i paesi del 3° mondo.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 14:36

2° INVIO Siamo alle solite: il maggiordomo si lamenta, intanto ha finito le valige x gli Agnelli. Ancora poco e scomparirà tutto, la più grande fabbrica di automobili se ne andrà dal paese e noi ci attakkeremo al tram. A parer mio lo obbligherei a passare 5 anni di vita alle Vallette o a Nichelino dopo la sua performance. Voglio vedere ke benvenuto gli danno i migliaia di disoccupati ke troverà? PS:X i pseudo liberali travestiti da destroidi: nn rompete, ke se ci fosse stato uno veramente di destra, a Markionne gli aveva già fatto indossare come minimo il pigiama a strisce.

migrante

Gio, 28/06/2012 - 14:35

concordo sul fatto che se si vuole parlare di Europa unita ...unita veramente...non si possa continuare ad attaccarsi a certi totem, ma allo stesso tempo trovo indisponenti le elucubrazioni di questo sopravvalutato maglioncino quando parla di difficolta` di gestione e di investitori disincentivati...si e`visto piu` volte che gli investitori vengono eccome quando c'e` da lucrare o da appropiarsi di prestigiosi brand e le "diffoclta`di gestione" mi pare non abbiano impedito all' Italia di diventare una delle maggiori potenze industriali, inoltre, nello specifico della sentenza, che anche io giudico "ridicola", e`bene che il maglioncino la pianti di presentarla come "il male" della FIAT...i mali sono altri,e poi chissa`che non sia "fiscalmente" utile avere dei mali italiaci !!

druso

Gio, 28/06/2012 - 15:06

# 19-20 mauro santinelli (388) - Al fine di godere appieno il senso dei suoi pensieri, le consiglio seriamente di aggiornarsi circa la grammatica e la sintassi della lingua italiana. Grazie e buon pomeriggio.

druso

Gio, 28/06/2012 - 15:06

# 19-20 mauro santinelli (388) - Al fine di godere appieno il senso dei suoi pensieri, le consiglio seriamente di aggiornarsi circa la grammatica e la sintassi della lingua italiana. Grazie e buon pomeriggio.

marco50

Gio, 28/06/2012 - 15:07

E adesso? comunisti del cavolo!

marco50

Gio, 28/06/2012 - 15:07

E adesso? comunisti del cavolo!

idleproc

Gio, 28/06/2012 - 15:07

#20 mauro santinelli. Appunto. Che te lodico a fà. Siamo pieni di democristiani e socialisti. Neanche tanto svegli. Anche dall'altra parte sono messi così e ancora meno svegli.

idleproc

Gio, 28/06/2012 - 15:07

#20 mauro santinelli. Appunto. Che te lodico a fà. Siamo pieni di democristiani e socialisti. Neanche tanto svegli. Anche dall'altra parte sono messi così e ancora meno svegli.

druso

Gio, 28/06/2012 - 15:07

#21 migrante (4546) - Ho sempre avuto rispetto per i suoi commenti. Questa volta non mi piace il suo intervento superficiale laddove pretenderebbe che il capitale investito avesse una remunerazione a lei gradita e non all'investitore medesimo. In secondo luogo si contraddice. Buona giornata da un migrante come lei.

druso

Gio, 28/06/2012 - 15:07

#21 migrante (4546) - Ho sempre avuto rispetto per i suoi commenti. Questa volta non mi piace il suo intervento superficiale laddove pretenderebbe che il capitale investito avesse una remunerazione a lei gradita e non all'investitore medesimo. In secondo luogo si contraddice. Buona giornata da un migrante come lei.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 15:23

Druso ha ragione nn ho fatto il controllo dellla sintassi. Ma tanto vale, ormai il più è scritto :-). Volevo solo sottolineare il fatto ke comedice un proverbio africano quando 2 elefanti combattono ki perde è sempre l'erba.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 15:23

Druso ha ragione nn ho fatto il controllo dellla sintassi. Ma tanto vale, ormai il più è scritto :-). Volevo solo sottolineare il fatto ke comedice un proverbio africano quando 2 elefanti combattono ki perde è sempre l'erba.

makeng

Gio, 28/06/2012 - 15:34

mauro santinelli: ti rispondo dicendoti che ho conosciuto parecchi di quei famosi 40.000 che si erano rotti le palle del sindacato. Una cosa è difendere il lavoratore, una cosa è l'ideologia. "lavoratori" colti in flagrante che rubano e sabotano "reintegrati" dl giudice ti sembra giusto? Sai quanti "poveri lavoratori" hanno situazioni di privilegio solo perchè i cari agnelli li hanno regalati finanziandosi dallo stato per non avere problemi con i sindacati? Oggi la cgil è ancora rimasta al tempo di berlinguer ! Sai quanti giovani sono disposti a lavorare per metà dei diritti che alcuni dei rossi hanno? Io ero un uomo fiat da ghidella per 10 anni, è vero che la fiat ha "ciucciato" dallo stato, ma è anche vero che i comunisti ( PCI per primo) lo sapevano benissimo ! Landini ha vinto......e sarà come all'alfa romeo!!! TANTE BELLE BANDIERE ROSSE CHE SVENTOLANO SUL NULLA! DOVE PASSANO I COMUNISTI IL LAVORO SE NE VA'!!!!!

makeng

Gio, 28/06/2012 - 15:34

mauro santinelli: ti rispondo dicendoti che ho conosciuto parecchi di quei famosi 40.000 che si erano rotti le palle del sindacato. Una cosa è difendere il lavoratore, una cosa è l'ideologia. "lavoratori" colti in flagrante che rubano e sabotano "reintegrati" dl giudice ti sembra giusto? Sai quanti "poveri lavoratori" hanno situazioni di privilegio solo perchè i cari agnelli li hanno regalati finanziandosi dallo stato per non avere problemi con i sindacati? Oggi la cgil è ancora rimasta al tempo di berlinguer ! Sai quanti giovani sono disposti a lavorare per metà dei diritti che alcuni dei rossi hanno? Io ero un uomo fiat da ghidella per 10 anni, è vero che la fiat ha "ciucciato" dallo stato, ma è anche vero che i comunisti ( PCI per primo) lo sapevano benissimo ! Landini ha vinto......e sarà come all'alfa romeo!!! TANTE BELLE BANDIERE ROSSE CHE SVENTOLANO SUL NULLA! DOVE PASSANO I COMUNISTI IL LAVORO SE NE VA'!!!!!

Sapere Aude

Gio, 28/06/2012 - 15:43

Continua così Landini, duro e puro. Quando avremo toccato il fondo sarai obbligato a dare delle risposte ai tuoi protegé. Anche se ti inventi la guerriglia urbana per scucire qualche euro per i tuoi, in cassa c'è rimasto poco. O hai intenzione di guidare la banda di disperati all'assalto di milionari e banchieri? Guarda che sono tutti già in fuga!

pumpernickel

Gio, 28/06/2012 - 15:32

Il giudice ha stabilito che riassumere 2200 lavoratori senza che tra essi vi fosse alcuno dei 145 iscritti alla FIOM è statisticamente impossibile e quindi la Fiat ha operato con criteri discriminatori. Da un altro punto di vista penso che la FIAT riassumendo 2200 lavoratori nella nuova società di Pomigliano abbia effettuato una opportuna selezione tra quelli che considerava lavoratori responsabili e produttivi e quelli che si erano distinti come lavoratori demotivati o improduttivi. Abbia quindi optato per riassumere i primi. In tale ipotesi, la logica ci insegna che se nessuno dei 145 iscritti alla FIOM è stato riassunto, vuol dire che facevano parte del 2° gruppo. Solo in Italia si può condannare un’impresa a farcire il proprio organico di lavoratori inefficienti e lavativi!!

Sapere Aude

Gio, 28/06/2012 - 15:43

Continua così Landini, duro e puro. Quando avremo toccato il fondo sarai obbligato a dare delle risposte ai tuoi protegé. Anche se ti inventi la guerriglia urbana per scucire qualche euro per i tuoi, in cassa c'è rimasto poco. O hai intenzione di guidare la banda di disperati all'assalto di milionari e banchieri? Guarda che sono tutti già in fuga!

Rossana Rossi

Gio, 28/06/2012 - 15:44

I sindacati sono sempre stati il cancro dell'Italia...........non lagnatevi se poi con manforte della magistratura la gente se ne va a investire all'estero!

pumpernickel

Gio, 28/06/2012 - 15:32

Il giudice ha stabilito che riassumere 2200 lavoratori senza che tra essi vi fosse alcuno dei 145 iscritti alla FIOM è statisticamente impossibile e quindi la Fiat ha operato con criteri discriminatori. Da un altro punto di vista penso che la FIAT riassumendo 2200 lavoratori nella nuova società di Pomigliano abbia effettuato una opportuna selezione tra quelli che considerava lavoratori responsabili e produttivi e quelli che si erano distinti come lavoratori demotivati o improduttivi. Abbia quindi optato per riassumere i primi. In tale ipotesi, la logica ci insegna che se nessuno dei 145 iscritti alla FIOM è stato riassunto, vuol dire che facevano parte del 2° gruppo. Solo in Italia si può condannare un’impresa a farcire il proprio organico di lavoratori inefficienti e lavativi!!

Giorgio Pulici

Gio, 28/06/2012 - 15:44

Sono abbastanza vecchio per guardare tutto ciò in modo disincantato, ma mi preoccupo per i miei figli e nipoti. Che lavoro potranno fare se in Italia continua a serpeggiare e rinnovarsi questo atteggiamento anti industriale. Con la complicità di sindacati ottusi e magistrati simili fra un po’ di anni non avremo più industrie degne di questo nome: gli imprenditori vogliono potersi scegliere le loro maestranze. Non credo che abbiano torto. Il sindacato dovrebbe occuparsi di tutelare i LAVORATORI ed invece si occupa a tempo pieno di coccolare i FANCAZZISTI.

Rossana Rossi

Gio, 28/06/2012 - 15:44

I sindacati sono sempre stati il cancro dell'Italia...........non lagnatevi se poi con manforte della magistratura la gente se ne va a investire all'estero!

Giorgio Pulici

Gio, 28/06/2012 - 15:44

Sono abbastanza vecchio per guardare tutto ciò in modo disincantato, ma mi preoccupo per i miei figli e nipoti. Che lavoro potranno fare se in Italia continua a serpeggiare e rinnovarsi questo atteggiamento anti industriale. Con la complicità di sindacati ottusi e magistrati simili fra un po’ di anni non avremo più industrie degne di questo nome: gli imprenditori vogliono potersi scegliere le loro maestranze. Non credo che abbiano torto. Il sindacato dovrebbe occuparsi di tutelare i LAVORATORI ed invece si occupa a tempo pieno di coccolare i FANCAZZISTI.

linoalo1

Gio, 28/06/2012 - 15:46

Bravo Marchionne!Sbagli solo su una cosa!Devi lasciare che,a dirigere l'azienda, siano i Sindacati!Infatti è così in tutto il mondo!Lino.

dinross

Gio, 28/06/2012 - 15:41

Marchionne chiuda tutto

linoalo1

Gio, 28/06/2012 - 15:46

Bravo Marchionne!Sbagli solo su una cosa!Devi lasciare che,a dirigere l'azienda, siano i Sindacati!Infatti è così in tutto il mondo!Lino.

dinross

Gio, 28/06/2012 - 15:41

Marchionne chiuda tutto

emi46

Gio, 28/06/2012 - 15:50

se vi fossero più marchionne in italia è oribabile che i landini ed i giudici potrebbero arrivare a capire qualcosa. purtroppo è solo, perciò siamodestinati al declino

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 28/06/2012 - 16:02

#luigipiso. Toh!, il maestro tuttologo di Ottaviano ha parlato!,per criticare il miglior manager italiano, quello che ha salvato la Crysler dal fallimento, ma questo non é niente al confronto di luigipiso il montanaro di Ottaviano alle pendici del Vesuvio, ma quante compagnie dirige lei che é cosi intelligente EH?!; i comunisti sono tutti esperti di economia per questo L,unione Sovietica é andata in fallimento!. SIGNORI; STATE ZITTI QUANDO PARLA LUIGIPISO!; LUI E UN ESPERTO DI TUTTO E DI TUTTI! HA DATO LA COLPA CHE IL GAP CHE L;ITALIA HA CON LA GERMANIA A BERLUSCONI!; "DIMENTICANDO" CHE LE DITTE TEDESCHE PIU FAMOSE SONO VECCHIE DI 2 SECOLI!; POI NE HA SPARATA UN;ALTRA DICENDO CHE LA GERMANIA HA SOLO DITTE DI ARTIGIANATO; "DIMENTICANDO" CHE LE PIU GRANDI MULTINAZIONALI EUROPEE SONO TEDESCHE; DALLA VW ALLA DAIMLER; FINO ALLA BAYER; PER LUI SONO SOLO DITTE ARTIGIANALI; E SI AD OTTAVIANO CI SONO DITTE PIU GRANDI DI QUESTE; VERO LUIGIPISO?!. ps, che fá Spread oggi EH?.

emi46

Gio, 28/06/2012 - 15:50

se vi fossero più marchionne in italia è oribabile che i landini ed i giudici potrebbero arrivare a capire qualcosa. purtroppo è solo, perciò siamodestinati al declino

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 28/06/2012 - 16:02

#luigipiso. Toh!, il maestro tuttologo di Ottaviano ha parlato!,per criticare il miglior manager italiano, quello che ha salvato la Crysler dal fallimento, ma questo non é niente al confronto di luigipiso il montanaro di Ottaviano alle pendici del Vesuvio, ma quante compagnie dirige lei che é cosi intelligente EH?!; i comunisti sono tutti esperti di economia per questo L,unione Sovietica é andata in fallimento!. SIGNORI; STATE ZITTI QUANDO PARLA LUIGIPISO!; LUI E UN ESPERTO DI TUTTO E DI TUTTI! HA DATO LA COLPA CHE IL GAP CHE L;ITALIA HA CON LA GERMANIA A BERLUSCONI!; "DIMENTICANDO" CHE LE DITTE TEDESCHE PIU FAMOSE SONO VECCHIE DI 2 SECOLI!; POI NE HA SPARATA UN;ALTRA DICENDO CHE LA GERMANIA HA SOLO DITTE DI ARTIGIANATO; "DIMENTICANDO" CHE LE PIU GRANDI MULTINAZIONALI EUROPEE SONO TEDESCHE; DALLA VW ALLA DAIMLER; FINO ALLA BAYER; PER LUI SONO SOLO DITTE ARTIGIANALI; E SI AD OTTAVIANO CI SONO DITTE PIU GRANDI DI QUESTE; VERO LUIGIPISO?!. ps, che fá Spread oggi EH?.

rege renato

Gio, 28/06/2012 - 15:59

Riporta Il Lavoro In Italia Marchio......io Non Gli Farei Portare In Italia Neanche Un Auto Fatta All'estero......siete Voi La Causa Del Nostro Fallimento.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 16:07

Caro makeng nn posso darti torto, anzi, venendo tu da una situazione del genere potrai più di altri commentare, io da parte mia ho già disdetto la tessera sindacale. Però dobbiamo riconoscere anke ke la scelta di lasciare l' Italia da parte dei propietari FIAT è già stata presa; dato per assodato la loro partenza: ci rendiamo conto ke una città come Torino riskia nn dico una guerra civile ma comunque una serie di problemi enormi, nn facilmente gestibili democraticamente (altro ke manifestazioni sindacali). Ke siano state fatte politike sbagliate è riconoscibile ma, bisogna rendersi conto ke nn si può lasciare allo sbando centinaia di migliaia di persone, se dovesse veramente sparire la FIAT e nn voglio nemmeno pensarci, saremo sull'orlo di una guerriglia urbana in poki mesi.

rege renato

Gio, 28/06/2012 - 15:59

Riporta Il Lavoro In Italia Marchio......io Non Gli Farei Portare In Italia Neanche Un Auto Fatta All'estero......siete Voi La Causa Del Nostro Fallimento.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 16:07

Caro makeng nn posso darti torto, anzi, venendo tu da una situazione del genere potrai più di altri commentare, io da parte mia ho già disdetto la tessera sindacale. Però dobbiamo riconoscere anke ke la scelta di lasciare l' Italia da parte dei propietari FIAT è già stata presa; dato per assodato la loro partenza: ci rendiamo conto ke una città come Torino riskia nn dico una guerra civile ma comunque una serie di problemi enormi, nn facilmente gestibili democraticamente (altro ke manifestazioni sindacali). Ke siano state fatte politike sbagliate è riconoscibile ma, bisogna rendersi conto ke nn si può lasciare allo sbando centinaia di migliaia di persone, se dovesse veramente sparire la FIAT e nn voglio nemmeno pensarci, saremo sull'orlo di una guerriglia urbana in poki mesi.

Sapere Aude

Gio, 28/06/2012 - 16:07

La bravata dell'articolo 1 è di Togliatti. In mente lui aveva il piano quinquennale, come in URSS in cui si decideva chi avrebbe fatto che cosa. Gli è andata male. Il comunismo non ha vinto in Italia, ma quell'articolo ha fatto e continua a fare più danni di una armata rossa.

Sapere Aude

Gio, 28/06/2012 - 16:07

La bravata dell'articolo 1 è di Togliatti. In mente lui aveva il piano quinquennale, come in URSS in cui si decideva chi avrebbe fatto che cosa. Gli è andata male. Il comunismo non ha vinto in Italia, ma quell'articolo ha fatto e continua a fare più danni di una armata rossa.

Giulio42

Gio, 28/06/2012 - 16:20

Fino a quando i lavoratori non scaricheranno i sindacati che da sempre odiano chi fa impresa, sempre più disoccupati ci saranno. Se in Italia nessuno viene ad investire ci sarà pure un motivo. Quando la FIAT lascierà l' Italia, consiglio ai disoccupati di non fare sfilate ma di andare a farsi mantenere da quei signori che li hanno convinti che basta scioperare per ottenere.

Giulio42

Gio, 28/06/2012 - 16:20

Fino a quando i lavoratori non scaricheranno i sindacati che da sempre odiano chi fa impresa, sempre più disoccupati ci saranno. Se in Italia nessuno viene ad investire ci sarà pure un motivo. Quando la FIAT lascierà l' Italia, consiglio ai disoccupati di non fare sfilate ma di andare a farsi mantenere da quei signori che li hanno convinti che basta scioperare per ottenere.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 28/06/2012 - 16:23

perché non chiede anche lo scudetto? se non ti piace il folklore italiano puoi tornare a israele. la fiat tratta questo suolo nazionale come un fazzoletto qualunque, non ama questa terra e la nostra gente infatti, quando mette in cassa integrazione qualcuno non parla di folklore ne dei soldi che sganciano i contribuenti...che mica ci sono solo loro a pagare le tasse. e senza dubbio il giudice ha inflitto quella sentenza perché ha curato la causa di chi l'ha propugnata, non ha discriminato nessuno, semplicemente non si è curato di chi non ha istituito alcun processo contro la fiat. e le macchine cinesi tientele te. ricordando agli amici che fiat è gente che vendeva robe a tedeschi e americani in tutti i conflitti.

laghee

Gio, 28/06/2012 - 16:24

x cortolirazza : speriamo che marchionne delocalizzi in albania ! è infatti abbastanza vicina ed i nostri operai potranno recarsi lì a lavorare ! .... senza che la fiom riceva i soldi delle tessere !

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 28/06/2012 - 16:23

perché non chiede anche lo scudetto? se non ti piace il folklore italiano puoi tornare a israele. la fiat tratta questo suolo nazionale come un fazzoletto qualunque, non ama questa terra e la nostra gente infatti, quando mette in cassa integrazione qualcuno non parla di folklore ne dei soldi che sganciano i contribuenti...che mica ci sono solo loro a pagare le tasse. e senza dubbio il giudice ha inflitto quella sentenza perché ha curato la causa di chi l'ha propugnata, non ha discriminato nessuno, semplicemente non si è curato di chi non ha istituito alcun processo contro la fiat. e le macchine cinesi tientele te. ricordando agli amici che fiat è gente che vendeva robe a tedeschi e americani in tutti i conflitti.

laghee

Gio, 28/06/2012 - 16:24

x cortolirazza : speriamo che marchionne delocalizzi in albania ! è infatti abbastanza vicina ed i nostri operai potranno recarsi lì a lavorare ! .... senza che la fiom riceva i soldi delle tessere !

profiler

Gio, 28/06/2012 - 16:40

"Un evento unico che interessa un particolare paese che ha regole particolari che sono folcloristicamente locali", ha tuonato...BOOM!!!!! etc..etc..?????? Ma che vor di'????? Lo frega la laurea in filosofia?????

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 16:48

x Pasquale Esposito magari nessuno lo sa in Germania ma la Merkel e nata e cresciuta nella DDR, una economista della ma..onna e preparatissima come si dice qui a Milano, infatti già pareki tedeski cercano di farla CALMARE, compreso il "vostro" ministro dell' economia, perkè come dice il proverbio ki semina vento raccoglie tempesta, nn lo dica in giro però :-).

profiler

Gio, 28/06/2012 - 16:40

"Un evento unico che interessa un particolare paese che ha regole particolari che sono folcloristicamente locali", ha tuonato...BOOM!!!!! etc..etc..?????? Ma che vor di'????? Lo frega la laurea in filosofia?????

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 28/06/2012 - 16:45

Poi non ci lamentiamo se la FIAT ed altre aziende più o meno importanti,mandano al diavolo certi sindacati e se ne vanno all'estero, dal momento che la strategia industriale la gestisce la magistratura. La FIAT ha assunto un numero di lavoratori compatibile con le proprie esigenze operative ed economiche,ora,se il magistrato le impone di assumerne altri 145 ( e con tanto di stipendi arretrati ) le cose sono due: o quello stabilimento lavora in perdita,e quindi chiusura in breve tempo e operai mandati a casa,oppure licenzia 145 lavoratori assunti alla riapertura dello stabilimento per far posto ai nuovi raccomandati,anzi imposti dall'alto.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 16:48

x Pasquale Esposito magari nessuno lo sa in Germania ma la Merkel e nata e cresciuta nella DDR, una economista della ma..onna e preparatissima come si dice qui a Milano, infatti già pareki tedeski cercano di farla CALMARE, compreso il "vostro" ministro dell' economia, perkè come dice il proverbio ki semina vento raccoglie tempesta, nn lo dica in giro però :-).

Giacinto49

Gio, 28/06/2012 - 16:45

Marchionne deve fare utili, Fornero deve risanare. Entrambe dotati di buon senso cercano il bene della propria azienda e del proprio Paese. Camusso e Landini sono avvisati.

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 28/06/2012 - 16:45

Poi non ci lamentiamo se la FIAT ed altre aziende più o meno importanti,mandano al diavolo certi sindacati e se ne vanno all'estero, dal momento che la strategia industriale la gestisce la magistratura. La FIAT ha assunto un numero di lavoratori compatibile con le proprie esigenze operative ed economiche,ora,se il magistrato le impone di assumerne altri 145 ( e con tanto di stipendi arretrati ) le cose sono due: o quello stabilimento lavora in perdita,e quindi chiusura in breve tempo e operai mandati a casa,oppure licenzia 145 lavoratori assunti alla riapertura dello stabilimento per far posto ai nuovi raccomandati,anzi imposti dall'alto.

Giacinto49

Gio, 28/06/2012 - 16:45

Marchionne deve fare utili, Fornero deve risanare. Entrambe dotati di buon senso cercano il bene della propria azienda e del proprio Paese. Camusso e Landini sono avvisati.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 16:58

a proposito di Albania caro laghee guarda ke gli stipendi nn sono pagati in Franki svizzeri

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Gio, 28/06/2012 - 16:58

a proposito di Albania caro laghee guarda ke gli stipendi nn sono pagati in Franki svizzeri

Ritratto di kinowa

kinowa

Gio, 28/06/2012 - 17:13

Non ci lamentiamo poi se gli imprenditori scappano dall'Italia e sopratutto dai suoi giudici. Piano piano alla FIAT resterà solo il nome Italiano, ma le sue aziende saranno trasferite all'estero, dove avranno una giustizia non di parte o partigiana, lasciado trasparire volutamente il suo orientamento politico. Non facciamo gli ipocriti se ognbuno di noi fosse imprenditore, resterebbe in Italia???

canova.emilio

Gio, 28/06/2012 - 17:07

E' sufficiente recarsi ad una camera di commercio o all'unione industriale di una a caso delle province del nord, farsi stampare un tabulato di quante fossero le aziende operanti negli anni settanta e quante ne sono rimaste oggi, per capire quanto siano autolesioniste le azioni di questa magistratura e di questo sindacato. Le aziende, in questi anni, checchè ne dicano, non sono "evaporate", si sono semplicemente trasferite in paesi dove sia possibile lavorare e dove lo stato anzichè ostacolarle, le aiuta a creare nuovi posti di lavoro. Il paradosso è che, contemporaneamente a queste azioni di vero e proprio boicottaggio all'imprenditoria, si spingono gli operai in piazza a protestare ed a contestare per la mancanza di posti di lavoro. Questo si chiama giocare sporco, sopratutto se si aggiunge a questa realtà, la protezione vergognosa che hanno alcuni imprenditori "amici", che in Italia fanno il bello e il cattivo tempo senza che vengano MAI minimamente e democraticamente disturbati.

Ritratto di kinowa

kinowa

Gio, 28/06/2012 - 17:13

Non ci lamentiamo poi se gli imprenditori scappano dall'Italia e sopratutto dai suoi giudici. Piano piano alla FIAT resterà solo il nome Italiano, ma le sue aziende saranno trasferite all'estero, dove avranno una giustizia non di parte o partigiana, lasciado trasparire volutamente il suo orientamento politico. Non facciamo gli ipocriti se ognbuno di noi fosse imprenditore, resterebbe in Italia???

Ritratto di Zago

Zago

Gio, 28/06/2012 - 17:08

Ha ragione Marchionne. In Italia sono i Giudici a comandare. Lo stato fa le leggi e loro applicano le proprie. Sapevano a cosa andavano incontro, ma per stare a sentire Landini pur di perdere il posto di lavoro. La nuova riforma sul lavoro, se voleva essere una riforma perfetta, doveva escludere i sindacati che si sono arricchiti alle spalle dei lavoratori e indicare una commissione governativa a sostenere il loro stato e le loro richieste. Come può un'azienda andare avanti con uno sciopero al giorno e con i sindacati spaccati.

canova.emilio

Gio, 28/06/2012 - 17:07

E' sufficiente recarsi ad una camera di commercio o all'unione industriale di una a caso delle province del nord, farsi stampare un tabulato di quante fossero le aziende operanti negli anni settanta e quante ne sono rimaste oggi, per capire quanto siano autolesioniste le azioni di questa magistratura e di questo sindacato. Le aziende, in questi anni, checchè ne dicano, non sono "evaporate", si sono semplicemente trasferite in paesi dove sia possibile lavorare e dove lo stato anzichè ostacolarle, le aiuta a creare nuovi posti di lavoro. Il paradosso è che, contemporaneamente a queste azioni di vero e proprio boicottaggio all'imprenditoria, si spingono gli operai in piazza a protestare ed a contestare per la mancanza di posti di lavoro. Questo si chiama giocare sporco, sopratutto se si aggiunge a questa realtà, la protezione vergognosa che hanno alcuni imprenditori "amici", che in Italia fanno il bello e il cattivo tempo senza che vengano MAI minimamente e democraticamente disturbati.

giovanni_70zz

Gio, 28/06/2012 - 17:02

per #42 profiler. Un paese così unico che a capo di una casa automobilistica c'è un "filosofo". Chissà perché anche gli abitanti di quel paese folkloristico preferiscono automobili tedesche o giapponesi (e pure francesi o coreane) ... E quello lì è riuscito a dare nuova forza ai sindacati ... Pensasse a costruire auto decenti invece di fare il venditore di macchine americane ...

Ritratto di Zago

Zago

Gio, 28/06/2012 - 17:08

Ha ragione Marchionne. In Italia sono i Giudici a comandare. Lo stato fa le leggi e loro applicano le proprie. Sapevano a cosa andavano incontro, ma per stare a sentire Landini pur di perdere il posto di lavoro. La nuova riforma sul lavoro, se voleva essere una riforma perfetta, doveva escludere i sindacati che si sono arricchiti alle spalle dei lavoratori e indicare una commissione governativa a sostenere il loro stato e le loro richieste. Come può un'azienda andare avanti con uno sciopero al giorno e con i sindacati spaccati.

giovanni_70zz

Gio, 28/06/2012 - 17:02

per #42 profiler. Un paese così unico che a capo di una casa automobilistica c'è un "filosofo". Chissà perché anche gli abitanti di quel paese folkloristico preferiscono automobili tedesche o giapponesi (e pure francesi o coreane) ... E quello lì è riuscito a dare nuova forza ai sindacati ... Pensasse a costruire auto decenti invece di fare il venditore di macchine americane ...

criptom45

Gio, 28/06/2012 - 17:23

un giudice serio, dopo essersi consultato con Marchionne,mettere un tavolo di trattativa,con i maggiori rappresentanti sindacali,con a capo Landini,per decidere chi deve lavorare in FIAT,e con le loro condizioni,per una sicura tranquillità futura. Sono sicuro questa volta Marchionne non avrebbe più alibi,per sbaraccare. MI RIFACCIO AI DETTI DI TOT0'. M. M.I. P.

criptom45

Gio, 28/06/2012 - 17:23

un giudice serio, dopo essersi consultato con Marchionne,mettere un tavolo di trattativa,con i maggiori rappresentanti sindacali,con a capo Landini,per decidere chi deve lavorare in FIAT,e con le loro condizioni,per una sicura tranquillità futura. Sono sicuro questa volta Marchionne non avrebbe più alibi,per sbaraccare. MI RIFACCIO AI DETTI DI TOT0'. M. M.I. P.

ronofri53

Gio, 28/06/2012 - 17:34

ecco, bravissimo, pigliati la fiat e trasloca in Cina, in mongolia o dove cavolo ti pare. Già nessuno vuole le tue auto perchè non le sai fare e in più le vuoi produrre con manodopera a bassissimo costo che 5 minuti prima raccoglieva riso. E poi magari ti meraviglierai perchè nessuno te le compra ? poveraccio te e chi ti ascolta.

ronofri53

Gio, 28/06/2012 - 17:32

#49 Zago: ma che leggi italiane ???? Il giodice ha applicato una norma europea del 2003. Non l'hanno fatta gli italiani ma l'europa. ma santo cielo si può essere più cretini di voialtri ?

ronofri53

Gio, 28/06/2012 - 17:34

ecco, bravissimo, pigliati la fiat e trasloca in Cina, in mongolia o dove cavolo ti pare. Già nessuno vuole le tue auto perchè non le sai fare e in più le vuoi produrre con manodopera a bassissimo costo che 5 minuti prima raccoglieva riso. E poi magari ti meraviglierai perchè nessuno te le compra ? poveraccio te e chi ti ascolta.

ronofri53

Gio, 28/06/2012 - 17:32

#49 Zago: ma che leggi italiane ???? Il giodice ha applicato una norma europea del 2003. Non l'hanno fatta gli italiani ma l'europa. ma santo cielo si può essere più cretini di voialtri ?

ronofri53

Gio, 28/06/2012 - 17:38

il maglioncino tuona ""Questa legge non esiste in nessuna parte del mondo, da quanto ne so." ... TRANNE CHE IN TUTTA EUROPA VISTO CHE E' DA LI CHE ARRIVA !!!!!

Arruffato

Gio, 28/06/2012 - 17:35

La specificità del sistema Italia in pratica si trasforma in complicazione e costi, necessità di consultenti, lavoro inutile. Si sarebbe dovuto intervenire su questo con le liberalizzazioni e le semplificazioni. Il governo Monti ha fatto tutto fuorché liberalizzare e semplificare. Tuttavia bisogna aggiungere che nemmeno Berlusconi e Tremonti hanno liberalizzato e semplificato nei lunghi anni del loro governo, anzi, anche loro hanno aumentato la difficoltà dell'Italia.

ronofri53

Gio, 28/06/2012 - 17:38

il maglioncino tuona ""Questa legge non esiste in nessuna parte del mondo, da quanto ne so." ... TRANNE CHE IN TUTTA EUROPA VISTO CHE E' DA LI CHE ARRIVA !!!!!

Arruffato

Gio, 28/06/2012 - 17:35

La specificità del sistema Italia in pratica si trasforma in complicazione e costi, necessità di consultenti, lavoro inutile. Si sarebbe dovuto intervenire su questo con le liberalizzazioni e le semplificazioni. Il governo Monti ha fatto tutto fuorché liberalizzare e semplificare. Tuttavia bisogna aggiungere che nemmeno Berlusconi e Tremonti hanno liberalizzato e semplificato nei lunghi anni del loro governo, anzi, anche loro hanno aumentato la difficoltà dell'Italia.

mike63

Gio, 28/06/2012 - 17:58

#52, #53, #54 ronofri53 scatenato.... Mah, io confesso di non sapere -noi di destra siamo acefali e quindi ignoranti, è noto- quale norma europea del 2003 stabilisca che in un paese è un giudice a decidere chi deve o meno lavorare in un'azienda, e non l'imprenditore che dà lavoro e rischia il suo -da voi kompagni- odiato capitale. Però: se fosse vero, mi sa che il futuro industriale di quel paese è un filino a rischio.... Chi mai investirà i suoi danè, sapendo che non decide lui nella sua azienda, ma un giudice? Boh...

zarevic

Gio, 28/06/2012 - 17:58

I magistrati fanno il loro lavoro: promuovere e difendere le frange più estremiste, violente e parassitarie della società, onde consolidare il proprio potere per via extraparlamentare. Mussolini li avrebbe spediti in qualche gulag siberiano sovietico a fare esperienza direttta di comunismo reale.

ted

Gio, 28/06/2012 - 18:09

#ronofri53:una cosa è sicura ,lei non lavora in Fiat .Non sarebbe così tranquillo altrimenti .Hasta la vista companero.

zarevic

Gio, 28/06/2012 - 18:12

Nei sistemi di economia pianificata, chi deve lavorare e dove lo decide il partito comunista, che in Italia è rappresentato dalla magistratura. Quel farabutto di Marchionne farà dunque bene ad adeguarsi senza protestare troppo, se non vuole finire i suoi giorni in qualche carcere della Siberia..

mike63

Gio, 28/06/2012 - 17:58

#52, #53, #54 ronofri53 scatenato.... Mah, io confesso di non sapere -noi di destra siamo acefali e quindi ignoranti, è noto- quale norma europea del 2003 stabilisca che in un paese è un giudice a decidere chi deve o meno lavorare in un'azienda, e non l'imprenditore che dà lavoro e rischia il suo -da voi kompagni- odiato capitale. Però: se fosse vero, mi sa che il futuro industriale di quel paese è un filino a rischio.... Chi mai investirà i suoi danè, sapendo che non decide lui nella sua azienda, ma un giudice? Boh...

zarevic

Gio, 28/06/2012 - 17:58

I magistrati fanno il loro lavoro: promuovere e difendere le frange più estremiste, violente e parassitarie della società, onde consolidare il proprio potere per via extraparlamentare. Mussolini li avrebbe spediti in qualche gulag siberiano sovietico a fare esperienza direttta di comunismo reale.

claudiocodecasa

Gio, 28/06/2012 - 18:19

è la camusso che vuole comandare...e sente il terreno scivoloso, sotto i piedi

ted

Gio, 28/06/2012 - 18:09

#ronofri53:una cosa è sicura ,lei non lavora in Fiat .Non sarebbe così tranquillo altrimenti .Hasta la vista companero.

zarevic

Gio, 28/06/2012 - 18:12

Nei sistemi di economia pianificata, chi deve lavorare e dove lo decide il partito comunista, che in Italia è rappresentato dalla magistratura. Quel farabutto di Marchionne farà dunque bene ad adeguarsi senza protestare troppo, se non vuole finire i suoi giorni in qualche carcere della Siberia..

claudiocodecasa

Gio, 28/06/2012 - 18:19

è la camusso che vuole comandare...e sente il terreno scivoloso, sotto i piedi

Mizar08

Gio, 28/06/2012 - 18:23

Norma europea del 2003 ? Prego, siamo tutt'orecchi..

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 28/06/2012 - 18:18

Il Padrone Sfruttatore e il Proletario Sfruttato. La Lotta di Classe. Solo in Italia siamo ancora, come metodi e linguaggio, all'epoca della prima rivoluzione industriale. Io mi diverto perché quando si toccherà davvero il fondo se ne vedranno delle belle. E a quel punto nemmeno i simpatici compagni Magistrati potranno più farsi quattro mesi di vacanza all'anno a spese dello Stato.

gamma

Gio, 28/06/2012 - 18:28

Dunque Fiat ha aperto una fabbrica in Cina, una in Croazia, due in Polonia, una grandissima in Brasile, una in Messico, poi ci sono le fabbriche negli USA, ed è in progetto una fabbrica in India. A questo punto non resta che chiudere le fabbriche italiane e farle gestire dai giudici e dalla Fiom. A proposito, Landini la fabbrica ex Fiat di Termini Imerese è libera e poichè nessuno nè italiano nè tantomeno straniero la vuole, perchè non la gestisci tu con tutta la Fiom. Vediamo quante belle macchinine siete capaci di produrre.

Mizar08

Gio, 28/06/2012 - 18:23

Norma europea del 2003 ? Prego, siamo tutt'orecchi..

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 28/06/2012 - 18:18

Il Padrone Sfruttatore e il Proletario Sfruttato. La Lotta di Classe. Solo in Italia siamo ancora, come metodi e linguaggio, all'epoca della prima rivoluzione industriale. Io mi diverto perché quando si toccherà davvero il fondo se ne vedranno delle belle. E a quel punto nemmeno i simpatici compagni Magistrati potranno più farsi quattro mesi di vacanza all'anno a spese dello Stato.

gamma

Gio, 28/06/2012 - 18:28

Dunque Fiat ha aperto una fabbrica in Cina, una in Croazia, due in Polonia, una grandissima in Brasile, una in Messico, poi ci sono le fabbriche negli USA, ed è in progetto una fabbrica in India. A questo punto non resta che chiudere le fabbriche italiane e farle gestire dai giudici e dalla Fiom. A proposito, Landini la fabbrica ex Fiat di Termini Imerese è libera e poichè nessuno nè italiano nè tantomeno straniero la vuole, perchè non la gestisci tu con tutta la Fiom. Vediamo quante belle macchinine siete capaci di produrre.

lot

Gio, 28/06/2012 - 18:28

Non gli si può che dare ragione a Marchionne, purtroppo! Una simile magistratura è solo che un danno per tutta l'Italia e tutti gli italiani.

upetrucci

Gio, 28/06/2012 - 18:29

ho l'accesso anche al fatto quotidiano. si capisce leggendo tutto ciò che postano dove andremo a finire. mi dispiace per loro. ma non avranno vita lunga. anche grazie alla merckel.

lot

Gio, 28/06/2012 - 18:28

Non gli si può che dare ragione a Marchionne, purtroppo! Una simile magistratura è solo che un danno per tutta l'Italia e tutti gli italiani.

upetrucci

Gio, 28/06/2012 - 18:29

ho l'accesso anche al fatto quotidiano. si capisce leggendo tutto ciò che postano dove andremo a finire. mi dispiace per loro. ma non avranno vita lunga. anche grazie alla merckel.

Ettore41

Gio, 28/06/2012 - 18:33

#52, #53, #ronofri53. Con il commento postato al #52 lei ci fa capire che e' uno di quelli che vuole il lavoro virtuale, in altre parole non il lavoro produttivo che fa progredire l'azienda ma un lavoro che alla fine le dia uno stipendio a prescindere. Questa e' la visione sovietica leninista stalinista del lavoro dove tutti avevano un lavoro, garantito dallo stato, ma dove nessuno lavora producendo rendimento. L'URSS ha collassato proprio per questo motivo. Noi non saremo intelligenti ma rispetto alle vostre idee brilliamo di luce propria. Detto questo: MARCHIONNE CHIUDI POMIGLIANO. VEDRAI CHE SARANNO GLI STESSI LAVORATORI A FAR CAMBIARE IDEA AL GIUDICE.

SCHOLAR

Gio, 28/06/2012 - 18:33

Penso che con questi chiari di luna FIAT investirà in cina e non in italia. Noi ci terremo i nostri giudici, avvocati e consulenti del lavoro e andremo tutti a ramengo perchè investirà da da noi solo chi non può competere per dimensioni in un mercato internazionale, cioè le piccole imprese a bassa tecnologia. Non si crea crescita o sviluppo con le sentenze , ma creando i presupposti per la redditività degli investimenti : certezza del diritto, semplificazione burocratica, livello di tassazione concorrenziale , costi di energia e infrastrutture adeguate. Il modello dello stato imprenditore è fallito checchè ne dicano i compagni di pd e affini. Non si può resuscitare un morto restando sul mercato

Ettore41

Gio, 28/06/2012 - 18:33

#52, #53, #ronofri53. Con il commento postato al #52 lei ci fa capire che e' uno di quelli che vuole il lavoro virtuale, in altre parole non il lavoro produttivo che fa progredire l'azienda ma un lavoro che alla fine le dia uno stipendio a prescindere. Questa e' la visione sovietica leninista stalinista del lavoro dove tutti avevano un lavoro, garantito dallo stato, ma dove nessuno lavora producendo rendimento. L'URSS ha collassato proprio per questo motivo. Noi non saremo intelligenti ma rispetto alle vostre idee brilliamo di luce propria. Detto questo: MARCHIONNE CHIUDI POMIGLIANO. VEDRAI CHE SARANNO GLI STESSI LAVORATORI A FAR CAMBIARE IDEA AL GIUDICE.

SCHOLAR

Gio, 28/06/2012 - 18:33

Penso che con questi chiari di luna FIAT investirà in cina e non in italia. Noi ci terremo i nostri giudici, avvocati e consulenti del lavoro e andremo tutti a ramengo perchè investirà da da noi solo chi non può competere per dimensioni in un mercato internazionale, cioè le piccole imprese a bassa tecnologia. Non si crea crescita o sviluppo con le sentenze , ma creando i presupposti per la redditività degli investimenti : certezza del diritto, semplificazione burocratica, livello di tassazione concorrenziale , costi di energia e infrastrutture adeguate. Il modello dello stato imprenditore è fallito checchè ne dicano i compagni di pd e affini. Non si può resuscitare un morto restando sul mercato

plaunad

Gio, 28/06/2012 - 18:43

Che i magistrati applichino la legge va bene. E' anche vero però che l' Italia é il Paese di Pulcinella. Ricordo che in Inghilterra durante la crisi degli anni '90 grandi industrie chiudevano dall'oggi al domani lasciando a casa migliaia di dipendenti e nessuno fiatava. Non ci lamentiamo poi se gli industriali se ne vanno all'estero e ci mancano investimenti.

Raul Novi

Gio, 28/06/2012 - 18:36

Esattamente! Non mollare Marchionne...

MMARTILA

Gio, 28/06/2012 - 18:36

Marchionne erra...non è come lui dice, ma Komunismo!

fiducioso

Gio, 28/06/2012 - 18:37

Tutti a dire "BISOGNA FARE CRESCITA", Ma in Italia finchè avremo questi sindacati, ed in seconda istanza certi giudici, l'unica cosa che crescerà sarà la disoccupazione (e il profitto dei sindacati).

mariolino50

Gio, 28/06/2012 - 18:48

#48 Canova Emilio Le aziende che dice, tipo omsa, non se ne vanno perchè qui vengono trattati male, vanno in posti dove sono i lavoratori a prendere molto meno, avere ben pochi diritti, forse un cane da noi è più protetto, sicurezza sul lavoro ai minimi termini, mi sembra che in Germania non si sia trasferito nessuno, però in Polonia,Serbia, Romania e altri simili si, poi vogliono vendere quà, non si sa bene a chi, ai prezzi alti lo stesso, quello che ho nominato prima lo ha dichiarato esplicitamente, bisognerebbe fare un serio boicottaggio altro che, se cè scritto made in Italy deve essere fabbricato qui, non appiccicare etichette. Per quanto riguarda la Fiat, credere che un filosofo sappia fare le macchine è da cretini, almeno dovrebbe saper trattare con le persone, nemmeno quello sa fare, povero Aristotele in che mani sei finito.

plaunad

Gio, 28/06/2012 - 18:43

Che i magistrati applichino la legge va bene. E' anche vero però che l' Italia é il Paese di Pulcinella. Ricordo che in Inghilterra durante la crisi degli anni '90 grandi industrie chiudevano dall'oggi al domani lasciando a casa migliaia di dipendenti e nessuno fiatava. Non ci lamentiamo poi se gli industriali se ne vanno all'estero e ci mancano investimenti.

Raul Novi

Gio, 28/06/2012 - 18:36

Esattamente! Non mollare Marchionne...

MMARTILA

Gio, 28/06/2012 - 18:36

Marchionne erra...non è come lui dice, ma Komunismo!

fiducioso

Gio, 28/06/2012 - 18:37

Tutti a dire "BISOGNA FARE CRESCITA", Ma in Italia finchè avremo questi sindacati, ed in seconda istanza certi giudici, l'unica cosa che crescerà sarà la disoccupazione (e il profitto dei sindacati).

veradestra

Gio, 28/06/2012 - 18:46

la sentenza che obbliga la fiat ad assumere si basa su una legge voluta dal premier berlusconi... ditelo ai vostri elettori chi ha fatto la legge che decide che l'incidenza statistica di un caso è utilie a valutare un'eventuale discriminazione per determinati gruppi di persone. Grazie per la gentile pubblicazione.

Tipperary

Gio, 28/06/2012 - 18:52

Per come la vedo io appena ne ho la possibilita' smammo. Qui non c'e futuro.

scipione

Gio, 28/06/2012 - 19:05

Se Marchionne decide di delocalizzare la Fiat e andare via dall'Italia,ci sara' da RIDERE o meglio da PIANGERE ( per migliaia e migliaia di lavoratori ) Grazie FIOM e certi MAGISTRATI.NAPOLITANO,NIENTE DA DIRE,TU CHE METTI BECCO SU TUTTO?

decclesis

Gio, 28/06/2012 - 19:07

Marchionni saprebbe come governare l'Italia ed i giudici

Mario-64

Gio, 28/06/2012 - 19:03

Un magistrato ha fatto reintegrare sul posto di lavoro i dipendenti di Malpensa trovati a rubare nelle valigie dei turisti...abbiamo detto tutto.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 28/06/2012 - 19:12

Giudici affiliati a MD e vari parassiti di FIOM e CGIL stanno perdendo tempo, le regole del gioco sono cambiate. Fiat non è più schiava di Confindustria che da tempo flirtava coi sindacati parassiti. L'operaio è una figura estinta, questi quattro gatti sono le vestigia di un sistema che non esiste più. La robotica ormai richiede tecnici specializzati, altro che le vecchie isole e le unità tecnologiche. Se vogliono, gli operai possono studiare e aggiornarsi, e un lavoro lo troveranno, ma certo non deve essere Fiat a sobbarcarsi i costi. Quanti operai FIOM potrebbero diventare a 50 anni dei validi tecnici per i nuovi stabilimenti? Nessuno, perchè non hanno la testa e non hanno voglia di lavorare, frutto dell'egualitarismo strumentale di stampo sovietico. Così Fiat chiuderà gli stabilimenti in Italia, che riaprirà tra qualche anno, a tempesta finita, ripulita, senza più pattume sindacalizzato e piagnone. Finalmente una Fiat meno politicizzata e più competitiva.

mariolino50

Gio, 28/06/2012 - 18:48

#48 Canova Emilio Le aziende che dice, tipo omsa, non se ne vanno perchè qui vengono trattati male, vanno in posti dove sono i lavoratori a prendere molto meno, avere ben pochi diritti, forse un cane da noi è più protetto, sicurezza sul lavoro ai minimi termini, mi sembra che in Germania non si sia trasferito nessuno, però in Polonia,Serbia, Romania e altri simili si, poi vogliono vendere quà, non si sa bene a chi, ai prezzi alti lo stesso, quello che ho nominato prima lo ha dichiarato esplicitamente, bisognerebbe fare un serio boicottaggio altro che, se cè scritto made in Italy deve essere fabbricato qui, non appiccicare etichette. Per quanto riguarda la Fiat, credere che un filosofo sappia fare le macchine è da cretini, almeno dovrebbe saper trattare con le persone, nemmeno quello sa fare, povero Aristotele in che mani sei finito.

veradestra

Gio, 28/06/2012 - 18:46

la sentenza che obbliga la fiat ad assumere si basa su una legge voluta dal premier berlusconi... ditelo ai vostri elettori chi ha fatto la legge che decide che l'incidenza statistica di un caso è utilie a valutare un'eventuale discriminazione per determinati gruppi di persone. Grazie per la gentile pubblicazione.

Tipperary

Gio, 28/06/2012 - 18:52

Per come la vedo io appena ne ho la possibilita' smammo. Qui non c'e futuro.

scipione

Gio, 28/06/2012 - 19:05

Se Marchionne decide di delocalizzare la Fiat e andare via dall'Italia,ci sara' da RIDERE o meglio da PIANGERE ( per migliaia e migliaia di lavoratori ) Grazie FIOM e certi MAGISTRATI.NAPOLITANO,NIENTE DA DIRE,TU CHE METTI BECCO SU TUTTO?

decclesis

Gio, 28/06/2012 - 19:07

Marchionni saprebbe come governare l'Italia ed i giudici

Mario-64

Gio, 28/06/2012 - 19:03

Un magistrato ha fatto reintegrare sul posto di lavoro i dipendenti di Malpensa trovati a rubare nelle valigie dei turisti...abbiamo detto tutto.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 28/06/2012 - 19:12

Giudici affiliati a MD e vari parassiti di FIOM e CGIL stanno perdendo tempo, le regole del gioco sono cambiate. Fiat non è più schiava di Confindustria che da tempo flirtava coi sindacati parassiti. L'operaio è una figura estinta, questi quattro gatti sono le vestigia di un sistema che non esiste più. La robotica ormai richiede tecnici specializzati, altro che le vecchie isole e le unità tecnologiche. Se vogliono, gli operai possono studiare e aggiornarsi, e un lavoro lo troveranno, ma certo non deve essere Fiat a sobbarcarsi i costi. Quanti operai FIOM potrebbero diventare a 50 anni dei validi tecnici per i nuovi stabilimenti? Nessuno, perchè non hanno la testa e non hanno voglia di lavorare, frutto dell'egualitarismo strumentale di stampo sovietico. Così Fiat chiuderà gli stabilimenti in Italia, che riaprirà tra qualche anno, a tempesta finita, ripulita, senza più pattume sindacalizzato e piagnone. Finalmente una Fiat meno politicizzata e più competitiva.

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 28/06/2012 - 19:17

Qui ci sono alcuni che giurano che questa legge, così come applicata dai giudici di Pomigliano provenga dall'Europa, altri che se l'è inventata Berlusconi. Se sapete queste origini, sapete anche dove trovare le pagine d'appoggio. Ditecele, altrimenti io mi sento in diritto di affermare che state scrivendo boiate megagalattiche.

ghibli10

Gio, 28/06/2012 - 19:20

noi italiani siamo masochisti disprezziamo le nostre automobili la cui tecnologia viene scopiazzata dagli altri , compriamo le macchine dai tedeschi che dettano le loro regole e ci stanno mettendo sul lastrico, grazie anche ai nostri politici inetti, e lasciamo che gli imprenditori aprano all'estero le loro fabbriche e mettano a casa i lavoratori forse è meglio scappare all'estero qui non ci sono speranze

Rigoletto

Gio, 28/06/2012 - 19:19

Forza Marchionne, una bella botta a quei arrogantelli della CGIL serve, eccome serve!

Rigoletto

Gio, 28/06/2012 - 19:27

#73 veradestra capisco i compagni, blaterare sul nulla, non capisco costui/ei che parla dopo due litri di grappa. Prosit

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 19:37

Non sono "regole". Sono siluri per affossare definitivamente il proposito di esercitare un'attività imprenditoriale in Italia. Stante la situazione economica mondiale, così si affonda il paese. Vedo nel prossimo futuro navi di giovani italiani emigranti in altre parti del mondo dove saranno respinti. Uno scenario apocalittico che non tocca la sicumera di giudici folli.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 28/06/2012 - 19:31

Fiat, sentenza di Pomigliano Marchionne boccia i giudici: "Norme italiane? È folklore". Troppo buono.

ghibli10

Gio, 28/06/2012 - 19:36

x mariolino50 l'Omsa se ne andata dall'Italia perchè gli operai sostano troppo , che è anche vero perchè lo Stato prende una cifra superiore di quello che prende un operaio, ma perchè le tasse che vengono poste alle aziende ha raggiunto quasi il 70% ( e non il tanto decantato 50% come appare oggi) se un imprenditore che rischia il proprio deve lasciare allo Stato tali cifre, o smette di lavorare o va all'estero dove le tasse, Serbia ad esempio sono solo del 21% Landini e compagni ,che difendono in realtà solo i dipendenti statali, faccia si che le tasse siano a livello dei paesi ex comunisti

Ritratto di limick

limick

Gio, 28/06/2012 - 19:50

#74 Tipperary (33) - lettore purtroppo ha dannatamente ragione, chi e' passato prima s'e' mangiato tutto e ora ci fa anche la paternale... che pena. E' brutto da dire ma i genitori hanno mangiato sulla testa dei propri figli sorseggiando champagne e ora fanno anche gli incassati o fanno spallucce.

giottin

Gio, 28/06/2012 - 20:00

#53 ronofri53. Quella norma alla quale si riferisce sarà mica tra le pieghe della legge che stabilisce la curvatura dei cetrioli ola lunghezza dei fagiolini? Hasta la victoria siempre kompaneros!

alberto51

Gio, 28/06/2012 - 20:09

Prova a chiedere se gli operai li paga la CGIL, o se i soldi li "cacci" di tasca fiat.Poi si chiedemmo perché non ci sono investimenti stranieri.Come al solito chi stabilisce chi dove come e quando non è chi investe ma chi fa politica attiva. CHIUDI TUTTO E LASCIA QUESTO PAESE AL DESTINO CHE MERITA. LA MISERIA E L'UTOPIA DEL LAVORO.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 28/06/2012 - 20:14

"Poi, anche se poco prima aveva sostenuto di non conoscere l’ammontare di un salario di un operaio cinese, spiega che «il rapporto con i salari degli operai in Italia è di 1 a 4,5, 1 a 5»." Cioè, uno apre uno stabilimento e non conosce i costi di produzione??? Pagliaccio,come chi lo sostiene!!!

gian carlo galli

Gio, 28/06/2012 - 20:27

siamo presi tra diversi 'fuochi' - una politica indecente, un governo Monti che ha sbagliato quasi tutto con le tasse penalizzando i consumi (come conseguenza sara' la distruzione dell'economia), una giustizia di comodo alla lobby dei sindacati, tutti che parlano sostenendo tesi fuori luogo, fuori della realta', il paese si e' avviato verso un declino inevitabile. La Fiat sciogliera' i suoi nodi 'emigrando' definitivamente all'estero con buona pace di tutti i poteri forti e la disoccupazione aumentera' al punto da creare notevoli problemi sociali. oramai a Marchionne poco puo' importare dell'Italia, e' stufo dei soliti problemi peraltro solo italiani. il paese ringrazia i soliti noti della mala politica e della mala giustizia.

henry_c

Gio, 28/06/2012 - 21:33

ha ragione, non si può stare in europa ed avere leggi italiane: quindi rinunci alla legge che stabilisce gli incentivi per acquistare le auto..... sia coerente!!!!!!!!

henry_c

Gio, 28/06/2012 - 21:44

io comunque non voglio rinunciare alla mia sovranità che ci rinunci lui: euro ed europa mi fanno vomitare solo a nominarli!

jakc67

Gio, 28/06/2012 - 22:47

e ti pareva che qualcuno non dava la colpa a Silvio... va be', marchionne, vai altrove, hai tutte le ragioni...

stefano.colussi

Gio, 28/06/2012 - 23:11

E Marchionne tanto casino per un po' di "folklore giudiziario"...e allora Lo Zio Silvio cosa dovrebbe dire ??? Stefano Colussi detto "aldo"

Copernico2

Gio, 28/06/2012 - 23:09

Sono un piccolo imprenditore lombardo. L'anno prossimo trasferirò l'azienda in austria. Lì i sindacati collaborano con le aziende e incoraggiano la crescita dei dipendenti migliori, qui invece tutelano solo i fannulloni. Non ne usciremo mai!

gardadue

Gio, 28/06/2012 - 23:45

#73 veradestra Vero ma qualsiasi avvocato nel prossimo processo potrebbe snocciolare i numeri del gruppo. Dipendenti senza tessera dipendenti tessera uil dipendenti tessera cisl e infine dipendenti tessera CGL. Li i conti tornano sicuramente o in ogni reparto del gruppo fiat si deve rispettare una sorta di manuale Cencelli MADE IN CGL.

Ritratto di antoni55

antoni55

Ven, 29/06/2012 - 00:08

Buona sera a voi.Lei signor marchionne può andarsene anchè domani,tanto oramai la mucca Italia è stata munta specialmente dalla fiat,però vorremmo dargli un consiglio metta giù le mani dalla Ferrari e dalla Maserati. Anzi non è un consiglio è un avvertimento!!a buon intenditor poche parole.... E pensare chè gli abbiamo pagato 40 anni di casse di integrazione a questi bombardini!!!!!Saluti a lapo..

Roberto Manzoni

Ven, 29/06/2012 - 00:10

Le sentenze vanno rispettate. Marchionne può fare tutti i commenti che vuole, ma la sentenza non si può ignorare.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 29/06/2012 - 01:00

La Fiat ha dato da mangiare, negli anni, a milioni di italiani nel bene o nel male, in periodi rosa e momenti burrascosi, ora che è in balia della globalizzazione e della crisi andrebbe sostenuta (non finanziata) dalle istituzioni e dai sindicati, invece è in balia del solito sindacato e di giudici compiacenti e miopi...Attenzione, non sottovalutate le parole dette da Marchionne, non schezateci troppo, anche perchè pronunciate da un palco di una fabbricaa cinese! Medidate gente meditate...!

gian paolo

Ven, 29/06/2012 - 02:32

Pochi sono i commenti sull'ultima parte dell'articolo dove il Marchionne parlando a Changsha dice ".....Potrebbe fare auto per il mercato europeo e americano" . Changsha rientra in quei territori che continuano ad avere agevolazioni per gli investimenti stranieri, agevolazioni che sono state tolte 4 o 5 anni fa per le provincie costiere ormai con tenore di vita alto. Le agevolazioni che vanno dal pagamento delle tasse dopo 3 anni dall'inizio dell'attivita', all'esenzione di dazi ed Iva sull'importazione di macchinari ecc. sono applicate se la fabbrica esporta al meno il 70% della produzione. Non mi risulta che il Governo cinese abbia modificato per la Fiat queste agevolazioni pertanto su che mercati la Fiat contera' di vendere visto che la sua attuale quota in Cina e' pressoche 0 ( parliamo di Fiat Auto e no Ferrari) e scalzare Audi Mercedes VW Honda Toyota ecc piu' i loro marchi che hanno fatto passi da gigante in stile confort e sicurezza, non sara' cosa semplice.

Roberto Manzoni

Ven, 29/06/2012 - 06:21

Le sentenze si rispettano o si impugnano, di certo non si possono eludere.

SCHOLAR

Ven, 29/06/2012 - 07:47

Purtroppo siamo solo un paese di Pulcinella; piccoli cacicchi di paese avvocaticchi e giureconsulti incapaci ed anzi controinteressati alla costruzione di un paese moderno. penso proprio che la mia prossima FIAT sarà costruita in Cina; da noi fra 10 anni solo biciclette.

mariolino50

Ven, 29/06/2012 - 08:14

#85 ghibli10 Per le tasse ha ragione, anche io vorrei pagarne di meno, ma il sig. di cui si parla è andato di là perchè così guadagna molto di più, lo ha detto lui, e i prezzi qua mica li cala, per questo andrebbe boicottato, e poi per sapere cosa si compra ci dovrebbero scrivere fatto da mani italiane, poi dice compriamo le macchine italiane, quali sono, il nuovo modello viene fatto in Serbia, le Lancia sono rifacimenti di cassettoni americani, la freemont pure, sarebbero macchine italiane quelle, forse la Ferrari sarà fatta tutta qui, ma non è per me e per la maggior parte, non cacciano un modello nuovo da anni, ho sentito forti critiche anche da Romiti, che pure lui di auto ci capiva poco, da quando buttarono fuori Ghidella ne hanno imbroccate poche, quando inventano qualcosa come il common rail vendono il brevetto così i soldi li fa la Bosch, imparino dai tedeschi come si fà o tornino all'antico, meno filosofi e più ingegneri.

pinolino

Ven, 29/06/2012 - 08:13

E' vero, queste bizzarre leggi sul cosiddetto comportamento antisindacale ci sono solo in Italia e andrebbero severamente riformate/abolite. Il problema, secondo me, è che lui lo sapeva benissimo e ha scientemente cercato il "casus belli". A me la FIOM sta veramente sulle (biip) ma leggere di chi porta ad esempio la Cina come "sistema di relazioni sindacali gradito" è veramente insopportabile.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Ven, 29/06/2012 - 08:29

Come in tutte le potenziali separazioni, la ragione non è mai solo da una parte... ma, detto questo, l'intervento a gamba tesa dei soliti giudici politicizzati rischia di devastare equilibri precari, far scappare la voglia a chiunque di "fare impresa", far fuggire a gambe levate qualsiasi organizzazione straniere che avesse mai avuto anche una pallida idea di investire in Italia. Ma d'altronde cosa ci si può aspettare da persone cresciute, istruite e irregimentate in una cultura di sinistra che ha creato in oltre 60 anni gli sfaceli che tutti noi stiamo provando dolorosamente sulla nostra pelle? Non solo non hanno mai dovuto "inventare" niente, non hanno creato un posto di lavoro, non hanno mai dovuto darsi da fare per tenere in vita un'attività, ma non si sono mai neanche creati il problema di spingere dall'interno un cambiamento che ci riporti al passo coi tempi attuali. Fiat non è santa, ma queste sentenze sono le stesse ogni volta che il sindacato ordina... cioè sempre!

maleo

Ven, 29/06/2012 - 08:38

Purtroppo in Italia vivono e sragionano personaggi come ronofri53.Tipico esempio di ottusus che popola anche tribunali e posti pubblici.Non si va mica tanto lontano con una quota di teste simili.....

vittoriomazzucato

Ven, 29/06/2012 - 09:14

Sono Luca. E' una delle frasi più riuscite dai tempi della ns. Repubblica. E' da segnarsela: Norme Italiane? E' folklore. E' una frase di chi ha fatto esperienza all'estero. GRAZIE.

Giancarlob

Ven, 29/06/2012 - 09:19

Stamane ho letto che Marchionne avrebbe detto che un operio cinese costa un quinto di uno Italiano. Mi fa piacere, ma mi piacerebbe ricordargli che se un manager cinee sbaglia, ci pensa lo Stato a "sistemarlo".....vorrebbe per caso anche lui adeguarsi a queto modo di fare ?

magilla67

Ven, 29/06/2012 - 09:13

Folkloristico è che un soggetto con la faccia da luna piena, o da profiterole, faccia l'amministratore delegato di qualcosa.... Ma si sa, lavora in FIAT, e considerando la qualità delle auto che produce, si spiega tutto, anche come si fa ad avere un buffo tipo come questo ai vertici.... La FIAT "ha dato da mangiare negli anni a milioni di italiani"??? Mi sa che hai sbagliato parola... Invece che "FIAT" dovevi scrivere "Stato". Vi siete accorti che quando è stato inibito il paracadute statale, per ragiuni comunitarie, questi sono andati inerosabilmente verso la rovina? Fossero stati in una vera economia di mercato, sarebbero falliti da decenni, altro che mito...... Giusto buoni per cause ereditarie da giornale scandalistico e bizzarre frequentazioni notturne....

OLDMAN

Ven, 29/06/2012 - 09:39

L'unica vera domanda che ognuno di noi si deve porre é: PERCHE' MARCHIONNE E' IN CINA AD INAUGURARE UNA FABBRICA E NON IN ITALIA???????

Holmert

Ven, 29/06/2012 - 09:49

E' vero,la Fiat è vissutra con i proventi dello stato,che erano proventi pubblici,quindi soldi nostri,tasse. Era tutta una manfrina,quando c'era la crisi,il sindacato spingeva le masse operaie in piazza a fare casino e lo stato per tutelate la pace sociale sganciava palanche. Ora le cose sono cambiate,con il trattato di Maastricht,lo stato non può più intervenire a metterci una pezza e se la fabbrica non produce utili,chiude e tutta la manodopera va a farsi *******. L'accomandita Fiat,voleva rinunciare alle auto,sino a quando Cordero propose Marchionne.italo-canadese come a.d. Pian piano si è rialzata,è una multinazionale e non ci mette niente a trasferire la produzione altrove,stracciafregandosene dell'Italia,di Landini,Cremaschi e CGIL-Fiomm messi insieme. Cari miei la grande stagione dei diritti è terminata,la Germania ci sta schiacciando come chicchi d'uva e noi così non faremo tanta strada. Il comunismo all'italiana,ci ha castrato il cervello. O si cambia o si crepa.

Mario-64

Ven, 29/06/2012 - 09:52

109 magilla67 ,Marchionne e' stato nominato manager dell'anno negli USA ,ha avuto la copertina di TIME ,la didascalia diceva "l'uomo che ha salvato l'industria dell'auto". Obama e' andato a ringraziarlo di persona in fabbrica. In Italia lo trattano come un appestato... Il problema non e' Marchionne ,ma la mentalita nostrana . Quanto a facce da profiterol anche Landini non e' male...

ronofri53

Ven, 29/06/2012 - 09:56

#106 maleo: verissimo. con gente come me non si va lontano. meglio voialtri che date scentemente la vostra fiducia ad un manipolo di mediocri e modesti criminali comuni. con voialtri si che abbiamo fatto passi da gigante. dell'utri, previti, cosentino, papa e chi più ne ha più ne metta. la minetti, il trota, la carfagna (che forse è pure la meno peggio). 300 e rotti onorevoli che GIURANO di fronte alla nazione che ruby è la nipote di mubarak. ecco come si ragione e come si va avanti. maleo: lei cosa guida ? una Duna ?

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Ven, 29/06/2012 - 10:02

108 giancarlob, si in cina chi sbaglia gli si taglia testa.era gia capitato se si ricorda.

Ritratto di mauro santinelli

mauro santinelli

Ven, 29/06/2012 - 09:59

Caro Copernico2 ci sentiamo tra due anni, guardi ke le leggi in Austria si rispettano come le tasse. Ci sono in proporzione molti più avvocati ke in Italia e le cause in generale nel Raich Alpino si sono moltiplicate in 10 anni, Auguri.

Ivano66

Ven, 29/06/2012 - 10:05

L'arroganza di Marchionne è vergognosa, come il suo stipendio. Gente come Marchionne ci porterà alla rovina.

ronofri53

Ven, 29/06/2012 - 10:04

"non c’è nessuno che fa la fila per venire a investire in Italia" questa è una perla da ricordare. I tedeschi si sono comprati 3/4 del distretto motoristico emiliano. L'alimentare è in mano ai francesi che grazie al vostro padrone si son pappati anche AZ. l'italia è la seconda manifattura d'europa e metà delle aziende sono in mani straniere. ogni giorno c'è una nuova acquisizione di qualche azienda italiana da parte di qualche gruppo straniero. ogni giorno ! la verità è che grazie a dei perfetti incompetenti come marchionne i gioielli italiani oggi sono in svendita. miseri omuncoli che subentrati alla vecchia generazione hanno smesso di sporcarsi le mani ed iniziato a fare i baluba con la finanza. il ferro è pesante, meglio le azioni. i ganasa (credo si dica così). peccato che loro incompetenza abbia invece succhiato sangue e linfa alle aziende facendole finire nei guai.

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Ven, 29/06/2012 - 09:59

@#101 Roberto Manzoni: "Le sentenze si rispettano o si impugnano, di certo non si possono eludere." Che profondità di analisi.. complimenti, dove ha studiato lei?.. Chi era il suo professore?.. Paperino??

ronofri53

Ven, 29/06/2012 - 10:33

#111 Holmert: la stagione dei diritti è terminata ? ottimo, chiediamo al governo di ripristinare la schiavitù ? non è vero che la germania ci stà schiacciando. la germania ci sta comprando ! la stessa germania che vede i sindacati allo tavolo del board, chissà se anche li i diritti sono finiti.

ronofri53

Ven, 29/06/2012 - 10:32

#112 Mario-64: se è per questo anche questo giornale titolava che berlusconi era il salvatore della patria. il time ha dedicato una copertina anche a Prodi e a Monti. Obama è andato a ringraziare un sacco di persone, compresi alcuni bimbi all'asilo. Vede, se Chrysler fosse stata l'unica a riprendersi allora forse c'era qualcosa sotto. Però ci dimentichiamo che grazie alle vagonate di verdoni che Obama ha sganciato sopra Detroit TUTTA l'industria dell'auto USA si è ripresa. Anzi Chrysler non è affatto quella che ha ottenuto i risultati migliori e dire che è pure piccolina. Un suggerimento, si faccia un giro, parli coi dipendenti Chrysler, col capo del sindacato che si è rifiutato di dare la mano al maglioncino perchè schifato dal ricatto che hanno dovuto mandare giù. Poi faccia un salto dalle parti della Opel se non ricordo male. marchionne aveva annusato aiuti statali e se la voleva comprare, i ragazzi tedeschi non l'hanno nemmeno fatto scendere dalla multipla.

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Ven, 29/06/2012 - 10:39

uomo prepotente,arrogante e vigliacco.se sei li che canti alto grazie agli italiani e all'italia che ha fatto della fiat un grand nome. parliamo di tutti i soldi nostri che avete preso dallo stato.le cinghie esistono solo per i poveri da 1000 euro vero?per voi mai!

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Ven, 29/06/2012 - 10:52

Come si permette, sig. Marchionne, di definire questo un paese folkloristico? Non ha potuto vedere già iersera l'inodomito orgoglio nazionale fiammeggiare in ogni piazza e in ogni casa e non ne è rimasto stupito? Stia attento, poi, che il PD è un partito che non scherza, è composto da uomini integerrimi chwe disdegnano inorriditi tangenti e "mazzette". L'IdV poi le ha rimarcato che non siamo il paese di Pulicinella, fa niente se il suo leader e l'epigono Belisario sembrano uscinti da un trattato del Lombroso, fa nulla se il succitato Pulcinella abbia ormai sostituito il titolare Francesco a Santo Patrono... Dr. Marchionne, dia retta, fugga da questo triste luogo di dementi, pronti a darsi malati ogni qualvolta ci sia di mezzo una partitella scapoli-ammogliati o i gol di un variopinto attaccante... ma certo lei non ha bisogno di questi consigli, molto prima dei giuddici/cuggini si è accorto che la produttività di uno stabilimento polacco è quadrupla rispetto ad uno recante l'effige.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 29/06/2012 - 10:58

#maleo. Egregio, signore io costruisco auto da 44 anni su una catena di montaggio della Ford di Colonia, questa Ditta vende ogni anno in Italia 150,000 auto di ogni tipo, gente come onofri53 lí vorrei avere per 1 giorno con me a lavorare ed ha sudare per portare la pagnotta a casa. Questa, gente vorrebbe avere le paghe tedesche, senza fare una minkia é andare dal sindacato per denunciare ogni minkiata che il maestro gli fá, qui in Germania la Ditta decide chi assumere e non uno stro...o di Giudice!, é chi fá atti di sabotaggio viene licenziato in tronco e deve risarcire il danno fatto alla Ditta, altro che essere reintegrato qui se tu sbagli ti fanno il KULO come Porta Capuana; gente come ronofri53 qui non potrebbe vivere se non vuole fare quello che vogliono i datori di lavoro in accordo con i sindacati. Che, i Cremaschi, Camusso e Landini vengano qui a fare quello che fanno in italia! PRENDEREBBERO TANTI DI QUEI CALCI NEL KULO; DA FARLI ARRIVARE OLTRE FRONTIERA SENZA BIGLIETTI!

Ritratto di W.A.S.P.

W.A.S.P.

Ven, 29/06/2012 - 11:09

alex biffi sono d'accordo con lei fer il fatto che togli un giorno di ferie ad un italiano e sei morto sicuro!tanti si fanno mettere in mutua e vanno in palestra,quasi tutti donano il sangue al venerdi e cosi fanno il ponte..non finirei di raccontare le furbate italiane. ma la produttivita???con mille e rotti euro uno in italia come fa??se non facesse tutte ste furbate con lo stipendio non arriverebbe a fine mese comunque.perche in italia la vita costa.acqua,gas,luce,benzina,dentista...ed altro..quindi a prescindere conviene andare all'estero che di tutti sti problemi non ce ne sono. allora mi viene da chiedere a tutti..ma dobbiamo ammazzarci???

jakc67

Ven, 29/06/2012 - 16:45

ronofri@@@ se parla per mentire, taccia: non dia la colpa al centrodestra per la vendita di parmalat ai francesi, parli della SME, se mai, che di quella dovrebbe intendersi... quanto alla opel l ha detto lei stesso : i tedeschi comprano, non vendono, ma probabilmente la pagano a righi e quindi anche le bugie e le contraddizioni fanno capitale...

maleo

Sab, 30/06/2012 - 09:01

Ronfri,purtroppo arrivo tardi,Sto arrivando! ,io lavoro.Comunque,mio marito è stato responsabile vendite Fiat x 15 anni e tuttora è nel settore.Se il Mercato ( non Fiat) cala del 34 per cento,si possono assumere 145 operai a far nulla?Cose così fanno pena.P.s.guido una BMW x 5

maleo

Sab, 30/06/2012 - 09:08

Ronofri 53scusi se rispondo ora,durante il giorno lavoro.Mio marito è stato resp vendite Fiat x 15 anni ed ora è Hyundai,perciò so di cosa parlo.Le vendite sono calate del 34/ e la tendenza è quella di vedere chiudere le concessionarie una dopo l'altra.A che cosa serve un ordine del magistrato ad assumere 145 operai che non servono a nulla?serve solo a far spaventare gli spauritissimi potenziali investitori.nessuno compra,nessuno può vendere,riempiamo i piazzali di auto ferme? P.s.guido una BMW x5

mariolino50

Sab, 30/06/2012 - 16:16

#124 W.A.S.P. io sono un donatore di sangue da 40 anni, con medaglia d'oro e quasi 70 donazioni, lei fà dello spirito di patata su di un gesto che salva la vita a tante persone, spero che non ne abbia bisogno ma nel caso ringrazierebbe quelli che come me si prestano a questa cosa, sempre in modo anonimo, non si chiede la tessera a chi ha bisogno.

Ritratto di limick

limick

Sab, 30/06/2012 - 23:01

#126 maleo (81) - lettore e come mai la Fiat riceve contributi statali quando e' in crisi??? Qual'e' la contropartita?? Se vale il mercato deve valere sempre non solo quando fa comodo, allora quando la Fiat era in crisi NON andava aiutata. Mica e' dello stato.