Il Fisco ora dà la caccia a 6mila superevasori. L'obiettivo: recuperare 5-6 miliardi di Iva

Lo Stato vuol recuperare 5-6 miliardi di Iva evasa nel giro di due anni. Complessivamente l'imposta evasa è pari a 40 miliardi di euro l'anno

Parte la caccia grossa. Il Fisco vuol fare un salto di qualità andando a scovare circa seimila superevasori. L'obiettivo è quello di recuperare almeno 5-6 miliardi sull'Iva non versata. "Concentrare gli sforzi in particolare sull'evasione dell'Iva", ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan in occasione della prima riunione della Commissione consultiva per il contrasto all'evasione, all'elusione e alle frodi fiscali che si è svolta al Tesoro. "È importante - sottolinea Padoan - che l'intera amministrazione fiscale continui nello sforzo di adattare i comportamenti alle nuove regole introdotte con la riforma fiscale. A torto o a ragione, il fisco italiano è stato considerato un freno allo sviluppo del Paese. Con le nuove regole lo stiamo trasformando in una leva di sostegno alla crescita; di conseguenza i comportamenti di tutti coloro che vi svolgono un ruolo ci permettono di trasformare i principi ispiratori della riforma in una realtà apprezzata dagli operatori economici".

In particolare l'Iva evasa sottrae alle casse dello Stato circa 40 miliardi di euro all'anno. L'obiettivo del governo, come sottolineato dal viceministro dell'Economia, Luiogi Casero, è recuperarne almeno 5-6 all'anno tra quest'anno al 2018. Ma vediamo ora un po' di numeri sul recupero dell'evasione, secondo i dati forniti dall'Agenzia delle entrate. Nel 2014 il recupero è stato di 14,2 miliardi, nel 2015 di 14,9 e nel 2016 di 19 miliardi. In particolare l'anno scorso 10,5 miliardi sono emersi da attività di controllo, 0,5 da versamenti spontanei e 8 da attività di liquidazione. Per quanto riguarda, invece, la voluntary disclosure, ecco come si sono distribuiti i controlli: per il 40,3% i grandi contribuenti, per il 15,3% le grandi imprese, per l'1,4& piccole imprese e lavoratori autonomi.

Nell'incontro di ieri la Commissione si è concentrata sulla ricognizione delle azioni già avviate per ridurre le aree di occultamento di reddito imponibile al fisco. Inoltre, si legge in una nota del Mef, una valutazione approfondita dei risultati ottenuti è indispensabile per affinare gli strumenti di contrasto, affinché risultino efficaci nei confronti di fenomeni che sono tra loro distinti quali evasione, frodi ed elusione. La discussione in seno alla Commissione, quindi, si è soffermata in particolare sull'evasione dell'Imposta sul valore aggiunto, che prelude all'evasione di altre imposte, dall'Ires all'Irpef.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Gio, 23/03/2017 - 13:11

Sarà meglio. Fino a ieri si accanivano su chi sbagliava a dichiarare 100 sul modello unico.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 23/03/2017 - 13:19

Devono recuperare piu soldi possibili, per GETTARLI nel pozzo senza fondo dei FINTIPROFUGHI che TRAGHETTANO al ritmo di qualche migliaio al giorno. PAGATE ITALIANI PAGATE!!!!lol lol.

agosvac

Gio, 23/03/2017 - 13:28

Quando si leggono queste notizie "recuperati 5/6 miliardi di euro" oppure "si va alla caccia di evasori per 40 miliardi di euro" la gente comune si rinfranca e pensa "finalmente si recuperano soldini e le tasse abbasseranno". Niente di più sbagliato. Una cosa sono gli accertamenti, cosa ben diversa sono i soldi effettivamente recuperati. Non c'è alcun modo per fare rientrare nelle casse dello Stato tutti questi bei soldini. Restano in un limbo. Le tasse continueranno ad aumentare e chi ha evaso continuerà ad evadere. Triste realtà, ma realtà.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 23/03/2017 - 13:44

gli imb..li comunisti non sanno che spesso l'iva la si evade per sopravvivenza, parliamo di attività private di piccolo reddito, spero si riferiscano alle grosse evasioni..

Ritratto di nando49

nando49

Gio, 23/03/2017 - 15:12

Paghiamo più tasse di quasi tutti i paesi UE ma abbiamo la più alta evasione. Il perché basta chiederlo ai pensionati e lavoratori dipendenti che forniscono alle casse dello Stato oltre l'ottanta x cento di irpef. Per contro siamo il paese UE più "disastrato in tutti i campi. La politica "ringrazia".

Agev

Gio, 23/03/2017 - 16:35

La caccia all'evasore.. Pura idiozia. E' come l'antica caccia all'untore.. E' parte della stessa idiozia menzogna ed ignoranza. Il fisco anziché dare la caccia all'evasore dovrebbe dare la caccia a chi crea volutamente debito pubblico.. In un attimo non ci sarebbe più evasione. Gaetano

cgf

Ven, 24/03/2017 - 08:07

Si fa presto a dire che tu, uno qualunque, hai evaso 100 milioni tanto spetta a te l'onere della prova. Ben diverso invece poi portarli a casa quando si.. ipotizza, però premio e non solo quelli spettano. Parlavo ieri sera, in Italia abbiamo tantissima evasione nonostante il numero degl'addetti preposti a combatterla e perseguirla è notevolmente maggiore che negli interi USA. Qualcosa è sbagliato, ma 'loro' sono prof e tu povero plebeo.

cgf

Ven, 24/03/2017 - 08:12

Intanto con i nuovi adempimenti faranno spendere alle aziende italiane ben più di 4-5 miliardi in due anni, costi che cadranno sui consumatori finali. Si potrebbe pensare un bene tutto questo in quanto l'IVA è, per definizione, un'imposta sul valore aggiunto, ma contraendo i consumi... Questi professori ancora ragionano che se oggi incassiamo X ed aumentiamo del 10% poi incasseremo x+10% mentre invece spesso è X-tot% Emblematici gli esempi su bollo ricevute bancarie e totocalcio, introiti praticamente azzerati.