Fisco, valanga di tasse: 143 scadenze a giugno

Un'estate segnata dal Fisco. Scattano oggi le scadenze che di fatto segneranno i mesi estivi degli italiani che prima delle ferie dovranno pensare a saldare i conti col Fisco

Un'estate segnata dal Fisco. Scattano oggi le scadenze che di fatto segneranno i mesi estivi degli italiani che prima delle ferie dovranno pensare a saldare i conti col Fisco. Si comincia subito domani con gli acconti di Imu e Tasi. Saranno interessati ben 18 milioni di proprietari di immobili che dovranno versare le imposte all'Erario. A pagare saranno anche i proprietari degli immobili in affitto. All'inqulino in questo caso, come riporta ilGiorno, spetta una quota tra il 10 e il 30 per cento. Per versare le imposte basta conoscere il valore della rendita catastale del prorpio immobile e le aliquote decise dalle amministrazioni locali per Imu e Tasi. L'esborso più forte riguarderà l'Imu con 7,1 miliardi per le seconde case, 472 milioni per le aree fabbricabili e circa 228 milioni per i terreni a destinazione agricola. Fate attenzione alla scadenza. Chi non paga entro domani dovrà poi regolare i conti con il ravvedimento operoso con l'1 per cento in più per ogni giorno di ritardo. Il 30 giugno tocca all'Irpef con un versamento per quanto riguarda il saldo 2016 e un anticipo per il 2017. Va anche definito il meccanismo che riguarda l'Ires e l'Irap. In più va pagata anche l'Iva comunitaria e l'Iva per chi versa l'imposta nei regimi agevolati.

Commenti

PAOLINA2

Gio, 15/06/2017 - 16:28

Il solito articolo scritto ogni anno di questi tempi, caro giornalista ci illumini su tutte le 143 scadenze di questo mese, se ci riesce le elenchi con un altro articolo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/06/2017 - 16:45

@Paolina2 - alias riflessiva - Ma te le paghi o no? Sei contenta? Vorresti pagarne di più? Se vuoi ti accontento, ti faccio pagare le mie, anche se sono un pò salate.

Duka

Sab, 17/06/2017 - 10:38

Le tasse che si pagano dovrebbero ritornare ai cittadini sotto forma di servizi. Da noi finiscono tutte in poarte alle ortiche e per una parte molto più corposa nelle tasche dei cosi detti politici o meglio politicanti di mestiere. Chissa come dopo qualche anno di stravaccamento in poltrona si fanno la villa o l'appartamento esclusivo o le tenute da Km. quadrati ecc.