Google punta 1 miliardo sui cellulari Htc

Mountain View rileva anche la squadra di esperti che ha progettato il suo Pixel

Maddalena Camera

Google ha acquisito alcuni asset del produttore taiwanese di smartphone Htc, da tempo in difficoltà, per 1,1 miliardi di dollari in contanti. La società ha fatto sapere che la squadra di 2mila ingegneri Htc che ha contribuito a mettere a punto Pixel, lo smartphone di alta fascia di Google lanciato l'anno scorso, passerà ad Alphabet, la società che controlla il motore di ricerca. Mountain View avrà inoltre un contratto di licenza non esclusiva sull'uso di alcuni brevetti di Htc. Questo investimento non sarà un'altra debacle tipo Motorola che Google, aveva acquisito qualche anno fa per oltre 10 miliardi di dollari e poi rivenduto per molto meno.

L'azienda di Mountain View si è fatta prudente dopo le difficoltà incontrate con Motorola nel produrre smartphone. La mossa è compatibile con il suo business anche perché Google è l'artefice di Android, il sistema operativo per smartphone più usato del Globo. La prima apparizione di Android fu proprio in un prodotto Htc, il Dream. Poi c'è stato il Nexus, il Nexus One, ed infine anche il Pixel. Smartphone che sono stati ribattezzati come Google Phone perché sviluppati da e per la società di Mountain View che però, almeno fino a questo momento, non sono certo stati capaci di replicare il successo degli iPhone di Apple.

Quanto alla taiwanese Htc con l'accordo resterà sul mercato anche sul fronte smartphone. Il denaro versato da Google nelle sue casse darà all'azienda un po' di respiro, evitando altri licenziamenti. Rick Osterloh, capo del team hardware di Google, ha detto che il gruppo di lavoro acquisito entrerà a far parte della sua divisione. «Sono le persone - ha detto- con cui Google ha già collaborato per la realizzazione degli smartphone Pixel lo scorso anno, che ora fanno parte di Google a tutti gli effetti». I Google Phone sono, comunque, realizzati anche da altri produttori come, ad esempio, Lg. E il nuovo Google Phone, il «Pixel 2», sarà presentato il 5 ottobre prossimo.