La Grecia affossa le Borse, Fmi: "Pronti ad aiutare Atene"

Le borse europee chiudono in decisa flessione. Telefonata Lagarde-Tsipras

Christine Lagarde (Fmi) discute con il ministro delle Finanze olandese

Le borse europee chiudono in decisa flessione dopo la vittoria dei "No" al referendum sulle proposte dei creditori per proseguire i finanziamenti alla Grecia. Le perdite più pesanti si registrano a Milano, dove il Ftse Mib segna un tonfo del 4,03% a 21.600,72 punti con un calo di 907,41 punti.

Il Dax di Francoforte perde l’1,65% a 10.875,80 punti; il Ftse 100 di Londra arretra dello 0,78% a 6.534,48 punti; il Cac 40 di Parigi scende del 2,01% a 4.711,54 punti. In calo del 2,14% l’Ibex di Madrid con 10.548,7 punti. Intanto mentre le banche restano ancora chiuse, la Grecia prova a riprire il tavolo delle trattative.

Chiusura in territorio negativo anche per Wall Street. Il Dow Jones perde lo 0,25% a 17.686,02 punti, il Nasdaq cede lo 0,34% a 4.991,94 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,4% a 2.069 punti.

Intanto il direttore generale dell'Fmi, Christine Lagarde afferma in una nota: "L'Fmi ha preso atto dell’esito del referendum in Grecia. Sta monitorando la situazione da vicino ed è pronto ad aiutare la Grecia se sarà richiesto". Tecnicamente la Grecia non può al momento accedere ai finanziamenti del Fmi a causa del mancato pagamento di 1,6 miliardi di dollari da parte di Atene all’istituto di Washington. Un mancato pagamento con il quale la Grecia è in arretrato e che fa può far scattare una serie di notifiche e procedure che potrebbero culminare nella perdita dei diritti di voto della Grecia nel Fmi o, nel caso più estremo, nella sua uscita dall’istituto di Washington. La conseguenza più importante del mancato pagamento è comunque simbolica. A fare default con il Fondo sono stati finora solo paesi in via di sviluppo: gli 1,6 miliardi di euro della Grecia sono il mancato pagamento maggiore da parte di un paese membro del Fmi. Simbolico è anche il fatto che la Grecia è entrata nel Fondo nel 1945 ed è stato uno dei suoi membri fondatori. Il mancato pagamento arriva in un momento delicato per il Fmi, che sta cercando di mantenere la sua rilevanza internazionale mentre le economie emergenti creano istituzioni rivali.

In serata la Lagarde nel corso di una telefonata spiega a Tsipras che il Fondo monetario internazionale è pronto a dare aiuto tecnico alla Grecia ma non potrà fornire nuovi fondi ad Atene se prima non saranno onorati i debiti pre-esistenti.

Commenti

marcomasiero

Lun, 06/07/2015 - 18:22

hahahaha addiviene a più miti consigli !? sei solo una squallida triste figurina fatti tradurre e leggiti la livella di Totò e capirai quale sia il destino della tua boria !

aitanhouse

Lun, 06/07/2015 - 18:24

ma va a monitorare chi ti ha messo a combinare disastri ,il tuo mentore sarkozy. Fra poco andrai a monitorare cinesi ed indiani, forse li potrai imparare qualcosa....

marygio

Lun, 06/07/2015 - 18:29

se il nostro futuro è messo in dubbio dalla grecia....meglio andare a cagare E spendere i soldi a puttane. BBBBBBBBBBBBBBBAAAAAAAAASSSSSSSSSSSSTAAAAAAAAAAAAAAA

vince50

Lun, 06/07/2015 - 18:39

Mi auguro che si rendano conto che accettare ulteriori aiuti,equivale ad accettarli dall'ennesimo usurario dall'animo gentile e molto disponibile.Auguri

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 06/07/2015 - 18:51

Se si facesse un referendum chiedendo a tutti i cittadini UE quanti di loro presterebbero ancora soldi ai greci avremmo una misura reale del suicidio cui sta andando incontro il FMI.....i greci non pagheranno mai i loro debiti è nella loro cultura di paese comunista e la storia mondiale è costellata di fallimentari regimi comunisti che purtroppo NON hanno insegnato NIENTE......spiace dirlo ma vale il detto chi è causa del suo mal.......

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 06/07/2015 - 18:52

Lagarde contro Merkel? Sarà una lotta...omerica!

franco-a-trier-D

Lun, 06/07/2015 - 19:24

PAZZIA..

acam

Lun, 06/07/2015 - 19:29

Fmi siete in controsenso dite cose discordanti

jeanlage

Lun, 06/07/2015 - 19:32

Le istituzioni internazionali si stanno mostrando una grande Italia. Chi rispetta le regole viene bastonato, che le infrange e le deride la fa franca e vince.

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 06/07/2015 - 20:48

Gli speculatori strozzini delle banche e sodali delle varie troi(k)e , affossano(a loro esclusivo favore ) le borse : non hanno ancora capito che la gente è sulla via della ribellione.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Lun, 06/07/2015 - 20:57

La Lagarde e` pratica di aiuti a chi e` alle soglie della bancarotta, prendi per esempo Bernard Tapie e l'aiutino che gli diede, da Ministra delle Finanze, per evitargli una bancarotta sacrosanta...Peraltro proprio per questo episodio Mademoiselle e` sotto inchiesta dei giudici Francesi (senz'altro comunisti)...

Ritratto di SAXO

SAXO

Mar, 07/07/2015 - 07:18

Fmi ,bce istituzioni occidentali manipolo di mafiosi lobbysty al servizio della oligarchia massona sionista internazionale.

vince50_19

Mar, 07/07/2015 - 07:56

michageo - D'accordo e aggiungerei che sono strozzini "legalizzati". Da chi? Dai loro sodali che governano "in nome e per conto" di questa banda di massoni reazionari (la cui "testa" è in Usa) che oramai non si nascondono più dietro alcun paravento come usavano fare una volta. E accadrà che anche le "formiche" nel loro piccolo s'incazzeranno e di brutto anche..