Grecia, il Fmi boccia l'accordo: "Debito insostenibile, va tagliato"

Da Washington filtra il testo di un rapporto interno: la situazione greca è ben peggiore di quanto previsto. L'intesa per il Fmi è del tutto insufficiente a far fronte alle esigenze di Atene

Poche ore prima che il parlamento greco inizi a votare le misure chieste dall'Eurogruppo in cambio del piano di salvataggio da 86 miliardi di euro, concordato solo 48 ore fa, il Fondo monetario internazionale boccia, a sorpresa, l'intesa raggiunta con grande fatica a Bruxelles dopo un'estenuante maratona negoziale di 17 ore. L'istituto diretto da Christine Lagarde lascia intendere che potrebbe sfilarsi dalla Troika che con Bce e Ue ha finora salvato già due volte Atene.

Da Washington è stato fatto filtrare nella notte il testo di un rapporto interno da cui emerge che la situazione greca è molto peggiore di quanto previsto fino a solo due settimane fa e che quindi l’intesa per l’Fmi è del tutto insufficiente a far fronte alle effettive esigenze di Atene. Secondo il testo, che era già stato portato a conoscenza dai leader dell’Eurozona quando lunedì hanno concordato l’intesa, i creditori europei dovranno fare "molto di piu" di quanto previsto finora. Ossia i creditori dell’Eurozona dovranno o accettare di rinunciare a parte dei fondi dati alla Grecia in questi anni o consentire al governo ellenico di non pagare nulla per almeno 30 anni. Alternative indipensabili, a detta dei tecnici della Lagarde, dal momento che, ai livelli attuali, il debito ellenico è "del tutto insostenibile". Il Fondo monetario internazionale reputa "del tutto insufficiente" anche lo stesso piano di salvataggio (il terzo dal 2010) da 86 miliardi concordato, tra mille polemiche, per stabilizzare la situazione. Lo stesso piano che in Grecia ha spaccato il partito del premier Alexis Tsipras e che rischia di non passare in parlamentento.

Per il Fmi spetta ora ai membri dell’Eurozona decidere quale opzione scegliere tra quelle possibili. Questo perché le nuove proiezioni contenute nel rapporto riservato dell'istituto di Washington stimano che il debito pubblico di Atene il prossimo anno sarà pari al 200% del pil contro il 177% stimato finora. Non solo. Il debito greco resterà al 177% fino al 2022 e non al 142% come era stato, invece, stimato a Bruxelles. "Il drammatico deterioramento della sostenibilità del debito - si legge nel nuovo studio - rende necessario un alleggerimento del debito su una scala che va molto oltre quanto è stato finora previsto". L’analisi del Fmi è in sintesi sia un assist al suo azionista di maggioranza, gli Stati Uniti che da settimane chiedono un taglio del debito greco. Lo è in parte alla Germania e alla nettissima maggioranza dei partner dell’Eurozona che volevano imporre misure ancora più dure - per alcuni non volevano salvare Atene - come raccontato dallo stesso Tsipras, secondo il quale solo Francia Italia e Cipro hanno difeso la Grecia. Il ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble potrà ribadire che il taglio del debito greco è impossibile in base ai trattati e quindi sostenere che senza l’Fmi l’intera struttura definita a Bruxelles da sola non sta in piedi. Da ultimo è anche un’allarme per i creditori europei. Il Fondo, proprio le sue regole costitutive, non potrà continuare a sostenere in alcun modo la Grecia, sia perché è al momento "in arretrato" di 2 miliardi di dollari di prestiti non rimborsati, sia perchè non può prestare soldi ad un Paese il cui debito sia "insostenibile".

Commenti

Blueray

Mer, 15/07/2015 - 09:18

Il FMI fa quello che farebbe qualunque persona di buon senso: i suoi interessi. Il progetto di salvataggio della Grecia è una follia, ed è giusto non partecipare. La Grecia stessa si tirerà fuori molto presto perché c'è un limite a tutto, e i patti non reggeranno. Solo Renzi fa sempre gli interessi degli altri (stranieri, clandestini, profughi, rom, greci ecc.) e mai quelli degli Italiani, per votarlo bisogna essere o masochisti o mentecatti.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 15/07/2015 - 09:31

Diciamola una volta per tutte la famigerata frase : sono falliti. E nessuno è disposto a tirar fuori un cent per salvarli. Poi tocca a noi. Il baraccone UE sta andando giù.

levy

Mer, 15/07/2015 - 09:34

Se io fossi al posto di Tsirpas direi ai creditori: Sapete che? non c'è più il becco di un quattrino per nessuno, siamo falliti. Ma poi la Grecia deve vivere con quello che produce, e deve produrre per vivere. E queste pensioni "baby" devono sparire. Quando la Grecia entrò in Europa, tutti sapevano che i conti erano truccati, ma taquero per il loro interesse, ed è per questo che tutti sono responsabili, quindi paghino la loro parte.

Ittaboba

Mer, 15/07/2015 - 09:44

Mi sembra che stiano giocando a Monopoli. Ma é possibile che per una popolazione che equivale a meno di Sicilia,Calabria e Campania messe assieme girino a vuoto centinaia di miliardi senza uscire mai dall'emergenza??? Volete dirmi che in Grecia riescono a divorare e far sparire risorse ancora di piu' che nelle nostre 3 regioni pozzo senza fondo???...fenomeni!!

Pitocco

Mer, 15/07/2015 - 09:51

Quello che spesso non si cita è perché si sono ammesse nazioni all'interno del consesso europeo incapaci di ripagare i debiti. Ricordate la bolla immobiliare del 2007? Ecco, questa, per certi versi, è la stessa cosa. Si finanziano nazioni (Italia compresa) che non saranno mai in grado di ripagare il debito. Il perché ciò venga attuato sta nella manipolazione finanziaria delle nazioni stesse asservendole alle grandi lobby del settore praticando un controllo globale, pare un'assurdità, ma è quello che sta avvenendo, basta aprire gli occhi e incrociare i dati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 15/07/2015 - 09:58

Il New York Times scrive che Schäuble vede i disordini sui mercati, “non come un ostacolo, ma come una NECESSITA'…. "Siamo in grado di realizzare una unione politica soltanto se abbiamo una crisi” - Il New York TImes, signori, non un "complottista". Aprirete mai gli occhi?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 15/07/2015 - 10:18

“Se non lo si fosse ancora compreso è oggi perfettamente chiaro: l’euro significa austerità, scrive Jacques Sapir. “ Finché si resta nell’euro, è impossibile condurre una politica che non sia d’austerità”

gianni.g699

Mer, 15/07/2015 - 10:19

INGUARDABILE !!! ... e comunque non c'erano dubbi che ai fimmmi non andasse bene ... semplice tattica bancaria ...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 15/07/2015 - 10:30

Buona parte degli Italiani coltiva ancora, dopo 1500 anni di servaggio a qualche potenza straniera, ancora la convinzione che farsi colonia di qualcuno porti vantaggi... è ridicolo. Comunque, tutti vedono il peggioramento di disoccupazione, condizioni del lavoro, esportazioni da 20 anni a questa parte.

HappyFuture

Mer, 15/07/2015 - 11:10

I trattasi sado/maso che regolano la UE non permettono il taglio del debito. Che è l'unico modo per mandare avanti la Grecia. Il debito sono numeri virtuali. Draghi sta stampando moneta per 60 miliardi di euro al mese, e li distribuisce alle nazioni. Sono soldi che sono frutto di "niente": né di tasse; né di lavoro produttivo. Sono "carta straccia"! Perché il debito Greco deve mandare la nazione in malora?

giovanni PERINCIOLO

Mer, 15/07/2015 - 11:14

Più che normale quando si pensa che Tsipras rifiuta di mettere mano alle pensioni. Ma forse gli italioti supporter di Tsipras non sanno quale sia l'origine delle "baby pensioni" a 50 anni. Le baby pensioni generalizzate originano dai lavori "usuranti", e fin qui siamo nella logica corrente. Ma quando si va a vedere la legge greca si scopre che i lavori "usuranti" sono ben 580, diconsi cinquecento ottanta a cominciare da quelli di mannequin e pasticciere! Quindi chi non fruisce di baby pensione é uno stakanovista che vuole lavorare a tutti i costi perché, a parte che saprei elencare 580 lavori, direi che in Grecia tutto é usurante perché per loro é il lavoro in sé stesso che é usurante. E noi dovremmo continuare a contribuire ancora a mantenere questi scansafatiche parassiti????? Lo facciano di tasca loro le vendoline, le sboldrine, i civati, i landini, le camusso, i fassina......... Quindi plaudo oggi al FMI pur non approvando tante altre sue cxxxxxe!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 15/07/2015 - 11:22

Qualche illuso italiano crede che la Troika miri a tagliare gli sprechi? E' una pia illusione. La Troika non toccherebbe mai la MANGIATOIA dei politici perché senza i politici collaborazionisti non potrebbe imporsi sul paese.

Ritratto di Farusman

Farusman

Mer, 15/07/2015 - 11:26

La Grecia non ha margini per poter essere salvata; stiamo buttando altri soldi che pagheremo anche noi con ulteriori sacrifici. Tempo tre (sei) mesi e si tornerà alla situazione quo ante. I primi sette miliardi, che dovrebbero ricevere a giorni, per esempio, saranno un giroconto che andranno a saldare interessi (FMI, ecc, ecc)- Ma di cosa stiamo parlando...?

Ritratto di Patriota.

Patriota.

Mer, 15/07/2015 - 11:29

Ma perché Christine Lagarde si sta lamentando soltanto 48 ore dopo il negoziato concluso? Che faceva durate le trattative? Io, che sono un comune Patriota italiano, avevo reagito negativamente appena avevo sentito la notizia in tv! Col debito insostenibile che ha la Grecia, il suo popolo non vedrà mai quei 87miliardi distribuiti nelle loro tasche. Per non parlare delle pesanti riforme che la zona Euro pretenderà dalla Grecia. Se proprio dobbiamo salvare il salvabile, non sarebbe una cattiva idea sospendere il debito ellenico per un bel po' di anni. E se la somma vennisse ristruttura e distribuita nell'arco di tanti altri anni, forse i greci potrebbero respirare un po' d'aria pulita. P.s.: io rimarrò sempre dell'idea che la miglior' soluzione per l'economia interna ellenica è quella di uscire dall'unione monetaria e assumere la propria valuta!

Cinghiale

Mer, 15/07/2015 - 11:44

Non ci vuole un nobel per capire che dare altri miliardi di euro, a chi ha già diversi miliardi di euro di debiti, sia un debito insostenibile. Paghi i debiti con i debiti?

Pclaudio

Mer, 15/07/2015 - 11:50

Ma l'Fmi quanti miliardi di credito vanta, nei confronti della Grecia? Cominciasse a tagliare quelli, dato che ha contribuito in maniera determinante a gettare i soldi di noi contribuenti europei nel buco nero greco con un programma di "salvataggio" che sapeva sin dall'inizio essere una porcata. E per la cronaca, versare altri 86 miliardi di euro a un paese come la Grecia per calciare un po' il barattolo di quest'unione monetaria sgangherata - con la connivenza di un popolo, quello greco, che pur di tenersi la moneta "forte" è disposto a qualunque acrobazia e viscidume - è da pazzi criminali

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 15/07/2015 - 12:05

Davanti al pericolo il gruppo si compatta ed i furbi lucrano.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mer, 15/07/2015 - 12:10

Ecco ! Ora e' il momento giusto per chiedere una consulenza al toscanello tuttosape, un dono cosi grande non puo' essere lasciato in disparte.

agosvac

Mer, 15/07/2015 - 12:24

Ieri c'era la signora Merle, poi c'è stato schaueble, ora c'è la signora lagarde che invece di essere a capo del FMI dovrebbe invece essere in galera per come ha incastrato il suo ex capo per prenderne il posto!!! Ma insomma, questa povera Grecia la volete lasciare in pace??? Dite NO una buona volta e per sempre, così la Grecia potrà , se ci riesce, imparare a nuotare in altre acque, magari più pulite di quelle dell'UE!!!!! A questo punto viene da chiedersi: ma all'UE, cioè a cruccolandia, ed al FMI interessa realmente salvare la Grecia oppure interessa ridurla alla più completa schiavitù in modo da spolparsi quel minimo che resta????? In ogni caso, che si decidano una volta e per sempre.

levy

Mer, 15/07/2015 - 12:29

Uno dopo l'altro i paesi europei finiranno sotto la guida dei due o tre più forti. Questa può anche non essere una strategia politica, ma molto gli assomiglia.

ubimauri

Mer, 15/07/2015 - 12:32

Vogli proprio vedere come come la pelano questa gatta Greca....

cangurino

Mer, 15/07/2015 - 12:33

Penso che ci siano stati innegabili sprechi della Grecia, baby pensioni, welfare incompatibile con le risorse dello stato ecc. Per i dettagli basta pensare alla nostra itaGlietta. Per cui il biasimo verso queste cicale (noi compresi) è giusto e doveroso. E' però anche vero che Francia e Germania hanno ceduto armamenti pesanti a questo misero staterello (che se ne fanno di armamenti pesanti, questi membri della NATO?), lucrandoci non poco (industrie pesanti franco tedesche), quindi ci hanno lucrato le banche francesi e tedesche, con interessi altrettanto interessanti. A un certo punto il debito greco è diventato spazzatura, quindi la generosa BCE (NOI) ha coperto buona parte del debito, con ulteriore soddisfazione di detti due stati. Messaggio 1 di 2

cangurino

Mer, 15/07/2015 - 12:34

messaggio 2 di 2 Mi sembra la FIAT dello scorso secolo: utili alla Fiat (Germania e Francia), cassa integrazione allo Stato italiano (BCE). Gira che ti rigira, mi sembra che il "disagio" me lo prendo sempre io ed altri milioni di fessi italiani. O non ho capito niente?

Ettore41

Mer, 15/07/2015 - 12:54

E il FMI ha ragione. Il debito totale per la Grecia diventerebbe insostenibile e fra neanche un anno avremo lo stesso problema. Che si faccia la cosa meno indolore per tutti. Fuori la Grecia dall'Euro.

lambertobertoni

Mer, 15/07/2015 - 12:55

In linea con quanto ho scritto al Direttore avanti ieri, non posso che plaudere all'Inghilterra!! Purtroppo a noi mancano gli attributi per sganciarci e fare altrettanto.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 15/07/2015 - 13:33

La Grecia non parte, se il Partenone non parte. (Liberamente tratto da "Asterix alle olimpiadi")

Iacobellig

Mer, 15/07/2015 - 13:35

Questo che accade insegna che bisogna uscire subito dall'euro se non vogliamo finire una colonia della germania. Napolitano, Monti, Letta, Renzi, Prodi, Ciampi, hanno fatto solo gli interessi della UE a danno degli Italiani! Gli Stati più benestanti finiranno per sottomettere tutti quelli in difficoltà, praticamente quasi tutti! Perchè ad entrare in UE sono paesi in difficoltà economica piuttosto che quelli che godono buona salute? Come pensano di salvarsi?

daniele123

Mer, 15/07/2015 - 13:50

Ittaboba, quei soldi non vanno mica ai Greci, vanno alle banchee, possibile che ci sia ancora qualcuno che non lo capisce? Per quello che FMI si tira indietro, sanno bene che la Grecia è fallita, il prestito serve solo a pagare le rate per un pò. . Per trovarsi poi ancora più nella m....a, infatti prevedono il debito al 200% fra pochi anni.. ma insomma chi può pensare che una popolazione di 11 milioni possa bruciare tutti quei miliardi?

Ritratto di komkill

komkill

Mer, 15/07/2015 - 15:17

Ma ci voleva un genio per capirlo? E purtroppo l'itaglia non sta molto meglio a quanto scrivete sul debito.

Lucky52

Mer, 15/07/2015 - 15:52

Quello che alla Germania non è riuscito fare con le guerre nel 1900 è riuscito nel 2000 con l'aiuto dei grandi finanzieri: Distruggere l'Europa e tutti quei paesi che in guerra l'avevano alla fine sconfitta. Gli hanno abbonato prima il rimborso dei danni di guerra, poi gli abbiamo pagato la riunificazione e con la CEE ce lo siamo fatti mettere dove il sole non batte. Certo che in Europa abbiamo degli statisti ...........

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 15/07/2015 - 17:02

GRECIA GAME OVER

Holmert

Mer, 15/07/2015 - 17:45

Facile dire fuori la Grecia dall'euro. Ricordate la frase latina detta una volta alla camera da Claudio Martelli socialista"simul stabunt simul cadunt(corretto è cadent). Insieme staranno ,insieme cadranno. Se cade la Grecia che sta insieme nell'UE,un po' la volta cadranno tutti. Il default della Grecia significa per noi,una invasione di prodotti agricoli greci,a prezzi molto più convenienti da quelli dell'euro(pensate alla dracma).Quindi primo shock nella bilancia commerciale,perdita dei 40 miliardi che andranno ad essere contabilizzati al nostro debito etc.etc. Questa,mettetevi bene in testa cari amici, è una strada senza ritorno.Cosa fatta capo ha. Tornare indietro significa ricominciare da dove lasciammo per fare l'UE,tanti anni fa e per recuperarli sarebbe una vera tragedia. Una cosa da fare sarebbe quella di cambiare le regole a cominciare da Maastricht etc.etc. Rassegnatevi che è meglio.

brunog

Mer, 15/07/2015 - 17:45

La maggior parte dei soldi del debito greco e' stato portato all'estero. Il FMI ha calcolato che il debito potrebbe essere pagato se il governo greco lo autorizasse a sequestrare tali conti bancari ovunque essi siano. Il FMI hanno nelle loro database tutte le informazioni necessarie.

tormalinaner

Mer, 15/07/2015 - 17:50

I greci sono falliti, non ha senso salvarli. Devono imparare a vivere con le risorse che hanno.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 15/07/2015 - 18:28

Ora anche il travestito Christine Lagarde fa intendere di mollare e lasciare solo la UE e la BCE a grattarsi la rogna greca. Insomma il medico UE esce dalla sala operatoria di Bruxelles ed afferma: L'Operazione è riuscita benissimo, ma il Paziente(la Grecia)è morto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 15/07/2015 - 18:53

Greci uscite dalla europrigione

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 15/07/2015 - 18:54

Grecia, esci, liberati dal regime.

Ritratto di hermes29

hermes29

Mer, 15/07/2015 - 18:59

Il nostro debito attuale è superiore 2.200 MILIARDI. Ogni anno si pagano 85 miliardi soltanto di interessi. Un qualsiasi economista affermerebbe l'impossibilità dell'estinzione del debito. L'unica mossa da fare e ritrattare il debito, considerando che attualmente soltanto di interessi abbiamo già versato 3.350 MILIARDI. La prima riforma da fare è sul capitale prestato, quando in 20 anni supera del 50% di interessi. 2.200 prestito + il 50& di interessi ossia 1.100 = 3.300 Debito estinto COSTITUZIONALMENTE, diversamente non si uscirebbe più, ed avremo tutti un solo padrone: la banca mondiale.