Grecia, pronto piano da 12 miliardi. Le proposte all'Eurogruppo

Le banche hanno liquidità fino a lunedì. Atene prepara un pacchetto di riforme per evitare la recessione. Il testo arriva all'Eurogruppo, in attesa della riunione di sabato

"Questa volta è difficile". Persino Mario Draghi ha perso l'ottimismo nella crisi greca. Nemmeno l'ipotesi di un intervento della Russia sembra percorribile: "Non mi pare un vero rischio, e poi non hanno soldi neanche loro...", ha detto il presidente della Bce, secondo ilSole24ore.

Intanto, la situazione per le banche greche non cambia: hanno liquidità sufficiente per alimentare i loro sportelli automatici solo fino a lunedì, come ha affermato all’emittente greca Skai Tv il presidente dell’Associazione bancaria greca, Louka Katseli, dopo che le autorità di Atene hanno prolungato fino al 13 luglio la chiusura delle banche del Paese e hanno limitato i prelievi di contante agli sportelli automatici a 60 euro al giorno.

Ieri Alexis Tsipras è andato a Strasburgo a promettere riforme in cambio di un nuovo prestito triennale che le permetta di evitare il default e restare nell'euro. Per ottenerlo Atene si prepara a varare un pacchetto di riforme da realizzare in due anni e da presentare a Bruxelles. Un piano da 12 miliardi di euro, superiore cioè agli 8 miliardi di euro stimati nelle proposte precedenti. L’obiettivo di Atene sarebbe quello di evitare il ritorno alla recessione, visto che a causa delle misure sul controllo dei capitali si teme un calo del Pil del 3% invece che dello 0,5% inizialmente stimato.

Tra le misure in ballo, oltre ai tagli alle pensioni e alla riforma del Fisco, ci sono misure che possano attrarre investimenti per favorire l’occupazione e la crescita. La nuova proposta, è stato riferito, si basa su un recente testo di 47 pagine e la proposta avanzata dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker. In serata è arrivata al presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem. "E' importante che le istituzioni le prendano in considerazione nella loro valutazione", ha detto il suo portavoce.

Commenti

marygio

Gio, 09/07/2015 - 11:20

la discesa della borsa non aveva niente a che vedere con grexit. c'erano gap da chiudere e li hanno chiusi tutti o quasi. poi ognuno ha il cervello suo e creda a quel cavolo che vuole...amen

albertzanna

Gio, 09/07/2015 - 12:06

Spiacenti, hanno imbrogliato per entrare nella UE perchè speravano di trovare i miliardi per continuare a sprecare in patria. Ci sono riusciti con la complicità dei burocrati europei, e di tanti uomini politici che sulla UE hanno speculato per arricchirsi, hanno buttato al vento i miliardi per alimentare il clientelismo interno della politica greca. Ora pretendono altri miliardi, ma ormai il gioco è scoperto perchè si sa che la Grecia non sarà mai in grado di restituire neppure un decimo di quanto è già indebitata. Basta, chiudere la partita e lasciare fallire il paese, che se riadotta la dracma almeno potrà fare i suoi traffici con il turismo e avere valuta almeno per mangiare, che è l'unica vera ricchezza che si alimenta da sola. Per il resto la Grecia è un paese ancora più sole-pizza-mandolino del meridione italiano. Che tornino ad arrangiarsi da soli, come hanno fatto da 3000 anni in quà. E' la legge della vita

Ritratto di Patriota.

Patriota.

Gio, 09/07/2015 - 12:14

Rimanendo nell'euro, per intravedere una ripresa, Tsipras avrà bisogno di molti aiuti! infatti non mi sorprende che adesso chiede ben 12 miliardi di €. Se pure si cerca di ristrutturare il debito che ha la Grecia verso la Bce, Fmi ecc., e di distribuirlo nell'arco di tanti anni ( aveva proposto in tret'anni inizialmente il premier greco se non ricordo male ), forse una piccola ripresa potrebbe esserci. Ma sarà sempre e comunque lenta e poco sicura. Aggevolerebbe invece, e non di poco, avere una moneta propria, con la propria valutazione. Per l'economia interna sarebbe un grande passo in avanti!

badboy

Gio, 09/07/2015 - 12:23

La Grecia finalmente fuori dall'Euro. E poi rimboccare le maniche in Italia per non fare la stessa fine.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 09/07/2015 - 12:51

L'illusionista Mandrake è preoccupato perché a fare le cose giuste il problema è di Merkel, Hollande e Renzi, che senza i redditi da usura estorti alla Grecia, hanno i conti in profondo rosso.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 09/07/2015 - 12:52

Evidentemente c'è ancora qualche tedesco che dev'essere pagato dalla Grecia.I poveri,quelli veri,li potete trovare in Italia.Forse.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 09/07/2015 - 13:03

Il ragazzo non ha studiato. Con tutto il tempo che ha avuto, si mette a studiare l'ultima sera? Ma che piano ci può saltare fuori, in una notte passata a sbadigliare? Sarà solo un'altra bella letterina, piena di buoni propositi per avere i doni; letterina mielosa di un bambino capriccioso e insolente, che già pensa di fare fesso..."Babbo Natale"!

ghorio

Gio, 09/07/2015 - 13:36

Anche Draghi e la Bce dovrebbero essere molto più espliciti nelle loro dichiarazioni.

MATEMATICO

Gio, 09/07/2015 - 13:44

Piano di Alexis Tsipras: "Cara U.E. non ti restituirò mai i 100 miliardi di debiti....... ME NE PRESTI ALTRI 12?????"

Libertà75

Gio, 09/07/2015 - 13:44

@albertzanna, i miliardi che cita sono stati girati direttamente alle banche francotedesche esposte sul debito greco, inoltre le ricordo che gli interessi che la Grecia paga come Stato, in Italia sarebbe considerata usura se il medesimo interesse lo pagasse un privato. Informarsi rende liberi!

Libertà75

Gio, 09/07/2015 - 13:46

Draghi la può stampare la moneta, fa la stessa cosa comprandosi titoli tedeschi a interesse nullo, quindi non faccia il buffone e finanzi la Grecia. Il grexit metterà fine all'Unione Europea, lo sanno tutti gli economisti, il contagio si diffonderà velocemente entro 2 anni.

Marlo

Gio, 09/07/2015 - 14:01

Signori, ma ci vogliamo rendere conto che non è cambiato niente e nulla cambierà nonostante gli allarmismi e gli scongiuri?!!! E ciò sia se la Grecia dovesse fallire sia se dovesse seppur malconcia sopravvivere. State sereni. Il film Il Gattopardo docet.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 09/07/2015 - 15:45

si può salvare mezza Africa spendendo una montagna di soldi per mantenere i profughi e migranti, ma non la Grecia. Che elementi!

ilbarzo

Gio, 09/07/2015 - 15:50

Questo furbetto ci spenna tutti!

levy

Gio, 09/07/2015 - 17:52

12 miliardi per andare avanti ancora un po'.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 09/07/2015 - 21:48

Fa specie che una Nazione che ha in se una città che rappresenta per tutti i popoli della Terra la quintessenza dell'austerità e del rigore: SPARTA faccia fatica ad adeguarcisi. . Secondo i canoni spartani la Grecia dovrebbe essere al primo posto in Europa in quanto ad austerità, rigore, serietà e tenore di vita e pertanto una guida per tutti. Invece…….

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 09/07/2015 - 23:22

Insomma è da mesi che si discute su dei debitori che non pagano i debiti e che vogliono altri soldi. DI COSA SI DISCUTE ORA?

diegom13

Gio, 09/07/2015 - 23:31

Credo proprio che molti commentatori qui non abbiano capito: i 12 miliardi di cui si parla sono relativi alle riforme, cioè tagli di spesa. In pratica: il governo greco, per ottenere gli aiuti, deve rendere la propria situazione sostenibile economicamente, onde non generare nuovi buchi, a parte la servitù del debito pre-esistente. Prima, Tsipras stimava le necessità di tagli a soli otto miliardi, ora le stima a dodici perché la situazione è peggiorata. E quindi propone misure che dovrebbero rassicurare i creditori. In cambio, vuole una ristrutturazione del debito, cosa sulla quale l'FMI è sempre stata d'accordo, così come la Commissione. I problemi finora la Grecia li ha avuti con parte dell'Eurogruppo, per vari motivi.

diegom13

Gio, 09/07/2015 - 23:37

Tra l'altro, chiediamoci se il referendum non sia stato, invece che una minaccia verso l'estero, un modo per mettere all'angolo i suoi alleati in Grecia. Tsipras prima proponeva tagli per 8 miliardi, e rifiutava i tagli alla spesa sociale. Ora ne offre 12, ma che cosa potrebbe tagliare, se non tocca le pensioni (che non può toccare perché in Grecia non esiste stato sociale)? Le armi, per esempio: il Ministro della Difesa non è di Syriza. Prima il taglio era minimo, ma nelle ultime ore c'è stato un incontro, e si può immaginare il contenuto: "carissimo, sai che figura ci fai se mi metti in crisi per i tagli alla difesa, ora che i Greci hanno gridato il loro 'no' ai tagli della spesa sociale?"

ben39

Ven, 10/07/2015 - 07:18

Buono questo: Jeroen Dijsselbloem deputato e ministro del governo olandese a nome del partito laborista, detto dei lavoratori, Pvda. Qualche settimana fa invitato al miting del gruppo dei capitalisti Bilderberg. Un socialdemocratico o un capitalista?!

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Ven, 10/07/2015 - 07:38

I greci prima hanno eletto un presidente del consiglio comunista che gli ha promesso mari e monti, mentendo e sapendo di mentire; poi hanno votato un referendum che nessuno di loro ha capito bene a cosa servisse. Infatti dall'Europa usciranno quando avranno restituito tutti i soldi che si sono fatti prestare, non prima! Forse qualcuno dovrebbe avvisarli che "la dolce vita" è finita negli anni '60

abocca55

Ven, 10/07/2015 - 08:56

I beni di lusso dal 10 al 13%? Per le pensioni tempi biblici, ma poi ci chiedono 53 miliardi. Mi sembra inaccettabile. Nessun effetto domino, previsto solo dai cretini. Se la Grecia esce, l'Europa dovrebbe festeggiare, e così anche le borse.

abocca55

Ven, 10/07/2015 - 09:03

I miliardi chiesti non sono 12, ma 53. Questo è cpmpletamente pazzo.

abocca55

Ven, 10/07/2015 - 09:25

Le pensioni a 67 anni entro il 2022 (siamo alle calende greche)

franco-a-trier-D

Sab, 11/07/2015 - 13:44

la Italia con quanti miliardi ha contribuito? Lei è ricca mantiene mezza Africa..