I Paperoni italiani in Svizzera ricchi come Intesa e Telecom

Il patrimonio di Marchionne è cresciuto del 200% in cinque anni. De Benedetti scende da 800 a 500 milioni

Sono appena dieci, ma la loro ricchezza è solo di poco inferiore ai ricavi aggregati di Telecom e Intesa Sanpaolo. In tutto, circa 35 miliardi di euro. Che meglio sarebbe convertire in 40 miliardi di franchi svizzeri: è infatti nella Confederazione che gli italiani ricchi, ricchissimi, praticamente miliardari, pagano le tasse su redditi e patrimoni. Neanche a dirlo, con indubbio vantaggio: se il fisco italiano assomiglia sempre più a Dracula alla presidenza dell'Avis, quello rosso-crociato è delicato come un piumino. Con i Creso del terzo millennio, poi, è particolarmente carezzevole: più sei ricco, e più ti stirano i tappeti rossi. Se il segreto bancario, in passato inviolabile tempio pagano, ha subìto duri colpi, con l'Erario dei Cantoni siamo ancora ai vecchi tempi: quelli delle aliquote a bassa quota; delle dichiarazioni fiscali rapide e indolori; delle agevolazioni; degli accordi preventivi per non incappare in accertamenti; Insomma: un paradiso. Fiscale.

Non c'è dunque da stupirsi se chi può si domicilia nel versante giusto delle Alpi. Per poi finire nell'elenco dei 300 paperoni elvetici stilato ogni anno dal magazine francofono Bilan (che scandaglia i patrimoni a Ginevra e dintorni) e da quello di lingua tedesca Bilanz, attivo sulle piazze di Zurigo e Berna. Più che una semplice lista, è un bilancio atto a studiare se nell'anno preso in esame il saldo-miliardari nella Confederazione è stato attivo. Nel 2017 lo è stato: avanzo di due rispetto al 2016. Bravi: onore e casse sono salvi.

Un surplus che conferma l'attrazione esercitata dalla Svizzera e a cui non sfuggono gli italiani. A cominciare dalla famiglia Bertarelli, una vita spesa nel settore farmaceutico (la vendita di Serono le fruttò 16 miliardi di franchi svizzeri), al settimo posto assoluto della graduatoria con una ricchezza fra i 13 e i 14 miliardi di franchi svizzeri, dunque in aumento rispetto ai 10-12 di cinque anni prima. Una bella iniezione di rassodante per patrimoni. Ma l'ultimo quinquennio è stato propizio soprattutto per la famiglia Aponte, proprietaria di Msc Crociere, che ha visto il proprio patrimonio crescere dell'80% fino a oscillare tra i 9 e i 10 miliardi. Msc va a gonfie vele anche se a Ginevra, dove ha la sede, non c'è il mare. In terza posizione la famiglia Perfetti, quella della «gomma del ponte» che tanto piace a chi la mastica e anche ai dentisti: 6-7 miliardi di ricchezza, un incremento del 20% dai 4-5 del 2012. A scendere, gli Zegna (abbigliamento e tessuti di lusso) con una fortuna stimata in 2-3 miliardi (stabile rispetto al 2016), e la famiglia Agnelli de Pahlen (1,5-2 miliardi). Ovvero, la figlia dell'Avvocato, Margherita, da una ventina d'anni tornata in Svizzera. Sesto e settimo posto occupati invece rispettivamente dai Malacalza, la cui ricchezza di 1,5-2 miliardi non risulta danneggiata dai guai di Carige (di cui sono soci al 18%), e la famiglia Bonomi (1-1,5 miliardi), la cui principale fonte di reddito è il fondo Investindustrial. Chiudono la top ten la famiglia Fossati (1-1,5 miliardi), Pier Luigi Loro Piana (1-1,5 miliardi) e Giuseppe Zocco (1,2 miliardi), re del venture capital.

Basta così? Non ancora. Ci sono i milionari. Come l'ad di Fca Sergio Marchionne (600-700 milioni, +200% in cinque anni), che ha preferito cambiar aria (fiscale) da Walchwil a Schindellegi pur di mantenere la tassazione forfettaria. Poteva poi mancare l'Ingegnere, con tanto di passaporto elvetico? Carlo De Benedetti ha una ricchezza stimata tra i 500 e i 600 milioni, oltre il 30% in meno rispetto al 2012, quando aveva le redini del gruppo poi lasciate ai figli.

Commenti
Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 03/02/2018 - 12:04

Ma: giran notizie che De Benedetti non abbia mai le camicie sudate e che i suoi capitali glieli abbia donati la Befana. Marchionne non è stato altrettanto fortunato: ha dovuto e deve lavorare, lui!

unosolo

Lun, 05/02/2018 - 10:55

mica scemi , qui le banche non danno ne sicurezza ne interessi anzi ne prendono sempre , poi con la paura di perdere tutto se superi i 100 mila euro ,,,,,,, vi pare che metto nel conto 2 milioni e me ne resteranno solo 100 mila se la banca fallisce ,,,,, e non vado in Svizzera ,,,, sotto la UE e senza un nostro mercato siamo solo burattini in mano di personaggi che fanno solo interessi delle loro Nazioni ,.,.,

Trifus

Dom, 11/02/2018 - 12:53

E intanto in italia ci sono i soliti sxxxxxxxxxi contro la flat tax perché non farebbe pagare le tasse ai ricchi che non ci sono.

idleproc

Dom, 11/02/2018 - 12:56

Tranquilli, nel "programma" ci stanno anche gli svizzeri, e passo passo stanno cercando di realizzarlo. Con qualche difficoltà visto che di golpetti non sono riusciti ancora a frglieli e hanno una Costituzione che li protegge. I tizi citati, non hanno problemi, ci sono altri posti anche più "adatti" per i globalisti e sul piano finanziario vanno dove vogliono, non funziona mica come per quelli che stanno giù in basso.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 11/02/2018 - 12:58

---visto che siete così zelanti--dovreste parlare qualche volta del conto "All Iberian" della Sbs di Lugano----conto spesso rimpinguato da qualcuna delle 64 società off-shore del "gruppo B di Fininvest very secret"---attendiamo con ansia---.swag

pedro10

Dom, 11/02/2018 - 13:00

Stano no tutti sono in Svizzera che non fa parte dell`UE. Che dire, non vi resta che uscire dall`UE poi vedrete che tutti i vostri miliardari ritorneranno a casa.

jaguar

Dom, 11/02/2018 - 13:08

C'è chi scappa dall'Italia per cercare lavoro, e chi scappa per non pagare le tasse.

alox

Dom, 11/02/2018 - 13:47

La Svizzera e' un esempio da prendere non solo per quel che riguarda le tasse... Basta cosi'? E Silvio Berlusconi e' un poveretto? I miliardari hanno capitali in ogni angolo del Mondo paradisi o inferni...solo dove regna l'Ideologia Balorda" IL COMUNISMO non e' permesso.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 11/02/2018 - 14:31

De Benedetti, della serie anche i comunisti esportano denaro ed evadono le tasse...

agosvac

Dom, 11/02/2018 - 14:35

C'è una "leggera" differenza tra Marchionne e de benedetti: il primo ha portato la Fiat ai vertici delle case automobilistiche, il secondo ha portato alla rovina, guadagnandoci sopra, tutte le aziende che ha guidato!!!

Luisigno

Dom, 11/02/2018 - 14:46

Meno male che il simbolo giallo è ben visibile così leggo meno cavolate.

Trinky

Dom, 11/02/2018 - 16:32

elkid,,,PDiota, informati dove abbia la residenza De Benedetti per non pagare le tasse, visto che sei così beota da far finta di dimenticarlo...... cosa che ultimamente vi rioesce sempre più spesso!

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 11/02/2018 - 16:38

Il padre di un mio conoscente scappò dall'Italia dopo la guerra per andare a vivere in un paradiso del socialismo reale. Poi si mise a vendere cose importate dall'Italia ... e che fece ? Per non pagare le tasse nel paese di adozione trovò opportuno fare una società in un paradiso fiscale, neppure troppo lontano. Komunisti va bene ma i dané son ben altra cosa !

Lexius

Dom, 11/02/2018 - 17:04

...se fosse possibile a tutti ne approfitteremmo! Invece la CH accoglie solo chi ha un conto iperbolico. Ma anche i pensionati (non solo quelli "poveri") che scappano all'estero , nel loro piccolo, lasciano noi a farci tar..tassare in Italia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 11/02/2018 - 17:05

Riprovooo!! Poi c'è il SALTIMBANCO, che ieri a Perugia iniziando il comizio di apertura della campagna elettorale, ha detto che la FLAT TAX serve solo a far pagare MENO tasse ai ricchi!!! Quando come ben vediamo (e questi sono solo la punta dell'Iceberg) di RICCHI che pagano le tasse in Italia NON CE NE SONO PIU. Sapete perche, perche LORO a fronte di tasse ELEVATISSIME se ne vanno a prendre la residenza altrove. Ed il SALTIMBANCO ed i suoi FEDELI, non riescono invece a capire che con la FLAT-TAX, non avrebbero motivo di scapparsene da altre parti, ma rimarrebbero a pagare una TASSA BASSA sui LORO redditi ALTI, che comunque sarebbero TANTI soldi che rimangono in Italia. Ma per dei MINUS HABENS come i COCOMERIOTAS e difficile riuscire a capirlo.AMEN. PUBBLICHIAMO.

giovaneitalia

Lun, 12/02/2018 - 04:22

V E R G O G N A !