Iliad, slitta il debutto in Italia: ecco come saranno le tariffe

Per il gruppo di Niel ora si guarda all'estate

Tra annunci e smentite, il lancio di Iliad (l'operatore mobile francese famoso per le offerte mobili flat a basso prezzo) continua a spostarsi. Doveva essere nei primi tre mesi dell'anno, poi a maggio mentre ora si parla dell'estate. L'unico indizio possibile è un «tweet» del responsabile della filiale italiana, Benedetto Levi 29 anni, che ha mostrato la foto di un futuro negozio Iliad in un centro commerciale a Catania. In attività al momento c'è solo il sito Universo Free, il portale di riferimento per lo sbarco in Italia, ma non ci sono comunicazioni di date certe per il lancio. Però ieri sono stati annunciati i profili social su Twitter e Facebook «minacciando» un lancio a breve del servizio.

Si sa che Iliad sta realizzando la sua rete mobile usando le frequenze acquistate dalla fusione di Wind e «3» Italia con le quali conta di coprire il 75% del territorio mentre il resto sarà in roaming. Un'idea sul motivo di tanta incertezza viene da Stephane Roussel oggi direttore operativo di Vivendi che ha vissuto direttamente il lancio di Free in Francia, perché nel 2013 era a capo di Sfr, il secondo operatore mobile francese allora di proprietà di Vincent Bollorè, venduto ad Altice nel 2015 per 13 miliardi. «In Italia per Iliad affermarsi sarà più difficile», ha detto Roussel: «In Francia le offerte mobili di Iliad (che li si chiama Free ndr) sono state dirompenti per il mercato che in Italia è già molto competitivo».

Il successo per l'operatore lanciato dal finanziere Xavier Niel viene però anche da un altro fattore. «Niel è riuscito ad avere un contratto di utilizzo della rete mobile di Orange davvero molto favorevole - ha spiegato Roussel - non credo che sarebbe stato lo stesso se Orange non fosse controllata dalla stato francese. Penso che l'ex-monopolista (Orange è il nuovo nome di France Telecom ndr) sia molto pentita di aver siglato un simile contratto». Secondo il portale Universo Free però anche in Italia le offerte saranno aggressive. Al momento le soluzioni previste sarebbero due: una con 500 minuti, 500 Sms e 5 Giga di traffico internet a costo di 2,90 euro al mese. E un'altra, molto aggressiva dal punto di vista dei dati, che prevede minuti di conversazione illimitati e 30 Giga di Internet (che corrispondono a una tariffa flat, data l'improbabilità di un consumo superiore da parte di un utente medio) a 9,90 euro al mese. Se così fosse, si tratterebbe di offerte forse meno rivoluzionarie del previsto, ma capaci comunque di incentivare una ulteriore riduzione delle tariffe a favore dell'utenza finale. Iliad non conferma e non smentisce. Fa parte della sua strategia aziendale: in Francia, prima del lancio di Free Mobile, a conoscere le tariffe era soltanto il fondatore della società ossia lo stesso Niel.