Ilva, Gentiloni a Emiliano: "Siamo pronti al confronto, ritirate il ricorso"

L'appello di Gentiloni a Emiliano e Melucci: "Il governo è pronto al confronto se ritirate il ricorso sull'Ilva di Taranto"

Dopo che il ministro dello Sviluppo Economico aveva duramente criticato il ricorso da parte della Regione Puglia e del Comune di Taranto contro il piano ambientale che consente la vendita dell'Ilva di Taranto, ora il premiero prova a stemperare i toni.

Paolo Gentiloni ha infatti rivolto un appello perché venga ritirato il ricorso al Tar: "Mi rivolgo al presidente Emiliano e al sindaco Melucci facendo appello alla loro responsabilità e alla sensibilità istituzionale che ben conosco", ha detto il presidente del Consiglio, "Vi chiedo di ritirare il ricorso al Tar e di non mettere a rischio interventi per la bonifica ambientale e il lavoro che Taranto aspetta da anni. Da parte del governo c'è piena disponibilità al confronto sulle questioni che avete sollevato. Conto su di voi, l'Italia e la Puglia hanno bisogno di leale collaborazione".

Intanto il viceministro allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova, si dice fiduciosa dopo l'incontro tra Arcelor Mittal, sindacati e commissari straordinari, "Le relazioni industriali in questo paese sono abbastanza consolidate e dicono che le relazioni industriali si fanno tra le organizzazioni sindacali e le aziende. Abbiamo fatto un calendario che vede impegnate le parti per tutto il mese di gennaio con un nuovo incontro generale che si farà il 10 di gennaio a cui seguiranno due giorni di trattativa serrata. Per provare quindi nella fine di gennaio e inizio di febbraio ad avere una stretta finale ad una trattativa che deve mettere al riparo non le arroganze, le presunzioni, le prepotenze ma mettere al riparo decine di migliaia di posti di lavoro e un importante insediamento produttivo".

Commenti

Cheyenne

Ven, 22/12/2017 - 13:10

che l'economia debba deciderla un giudice ... c'è da inorridire

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 22/12/2017 - 13:12

Emiliano e per la modifica dell'alimentazione dell'ILVA dal carbone al gas. Pero NON vuole il TAP!! LUI SI CHE HA LE IDEE CHIAREEE!!!lol lol Buenos dìas Italia dal Nicaragua

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 22/12/2017 - 15:17

Emiliano il temerario,profondo conoscitore delle leggi del no e guai a chi tocca,vuole trasformare il siderurgico di Taranto vietando di adoperare carbone e utilizzare solo gas,però pone il veto sul gasdotto che è in costruzione nel

dallebandenere

Ven, 22/12/2017 - 15:53

Del divoratore di cozze pelose meglio tacere.Ma una cosa non riesco a capire:in Italia ormai tutto dipende dai TAR,dai crocifissi sui muri,passando per i concorsi,per finire con investimenti miliardari che significano pane o miseria per 100.000 persone.Quindi,non si può obbligare i signori del TAR a decidere in un mese?No? Tutti,dal Governo Nazionale fino al più umile cittadino,devono sottostare ai loro comodi?Chi governa in Italia,il Governo o i TAR?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 22/12/2017 - 16:46

Guerre sinistre a scapito della popolazione. Bravi. Lavorare invece di chiaccherare come al solito?

Luprotts70

Ven, 22/12/2017 - 18:23

Sará stato un patano travestito da scugnizzo....

flip

Ven, 22/12/2017 - 19:25

appena riusciranno a mettersi d'accordo su come dividersi le mazzette, tutto filerà liscio.