Imprenditori italiani scrivono una lettera all'Ue: stop alle sanzioni

Le imprese italiane hanno inviato una lettera al Consiglio Europeo dopo i pesanti effetti delle sanzioni contro la Russia

Le sanzioni alla Russia hanno avuto un impatto negativo sull'economia nostrana: per questo motivo un gruppo di imprenditori ha deciso di scrivere al Consiglio Europeo.

Gli effetti delle sanzioni alla Russia hanno messo in ginocchio un'intera regione: si stima che circa 1.900 aziende emiliane abbiano chiuso a causa delle sanzioni. In vista del vertice europeo che discuterà il rinnovo delle tanto discusse sanzioni economiche contro Mosca, una delle sigle che raggruppa gli imprenditori italiani in Russia, l'associazione Gim-Unimpresa, ha inviato una lettera al presidente del consiglio europeo Donald Tusk e all'alto rappresentante per la politica estera Ue Federica Mogherini. La richiesta avanzata è quella di "mettere fine" alle misure restrittive contro la Federazione.

"Oltre al danno economico, quantificabile in circa 100 miliardi di euro di diminuzione dell'interscambio, dovuto in parte anche alla seria crisi del sistema economico russo occorre registrare una significativa perdita di fiducia da parte russa nei confronti dei nostri paesi e delle istituzioni europee, che rischia sempre più di impoverire i rapporti sviluppati in questi ultimi venti anni", si legge nella missiva.

Tra le altre cose, le imprese hanno ribadito di "nutrire forti dubbi" sull'efficacia del regime sanzionatorio che, dal loro punto di vista, servono "a porre rimedio a vicende che sono certamente più complicate di quanto non venga pubblicamente dichiarato". Fanno notare, inoltre, come via sia una "totale mancanza di visione strategica da parte europea nei confronti della Russia".

Infine, Gli imprenditori accusano Bruxelles di nutrire sentimenti anti-russi: "da ormai molti anni all'interno della Commissione e del Consiglio europeo prevalgono posizioni russofobiche", hanno spiegato. La dimostrazione di un simile atteggiamento, a loro dire, è anche il fatto di aver portato alla nomina a capo della delegazione della Commissione Ue a Mosca "del rappresentante proprio di uno di quegli Stati, che sono storicamente anti-russi". Senza nominarlo, è evidente che il riferimento è rivolto all'ambasciatore Vygaudas Usackas, già ministro degli Esteri della Lituania.

Commenti

idleproc

Mer, 16/12/2015 - 10:01

Non solo le piccole e medie aziende sono infuriate, anche il Pollo Sovrano. Telepropaganda a parte, non leggete in giro dove il Pollo Sovrano si esprime? Se potessero inc. anche tutta Bruxelles lo farebbero, attenzione...

ccappai

Mer, 16/12/2015 - 10:03

100 miliardi di Euro di interscambio tra aziende emiliane (non tutte le aziende italiane) e la Federazione Russa? Azz...!! Tutta l'UE 320 Miliardi e solo le aziende emiliane 100 miliardi? Mi sa che l'avete sparata un pò grossa!!

cgf

Mer, 16/12/2015 - 10:11

io proporrei una più seria politica sull'origine dei prodotti alimentari, trovarsi con farine prodotte da grano/patate ucraine, magari dell'area di Chernobyl non mi rende entusiasta così come l'insalata/pomodori dalla Turchia/Maghreb. Per una politica più seria non dico che basta dichiarare provenienza italiana perché arriva da Cesena... ma far sapere direttamente al consumatore finale il campo dove è stato seminato/cresciuto/raccolto [DEVONO ESSERE I MEDESIMI!!] il prodotto e poi, volendo, anche dove è stato lavorato.

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Mer, 16/12/2015 - 10:14

Demenziali le sanzioni contro Putin imposte da Bruxelles e noi come babbei le applichiamo anche, distruggendo quel poco che resta delle nostre industrie. Siamo proprio un popolo di "volpi".

sesterzio

Mer, 16/12/2015 - 10:17

Solo una congrega di mentecatti poteva decidere le sanzioni economiche contro la Russia.Specialmente nell'ottica attuale cioè quando avremmo più bisogno di un forte appoggio morale e militare contro il terrorismo internazionale.Siamo al masochismo completo.Gli Usa possono fare ciò che vogliono,ma loro sono lontani e fanno subire a noi europei tutte le nefaste conseguenze. L'Europa,inoltre,è governata da una cricca di inetti.Che non capisce che le aziende soffrono per mancanza di esportazioni. Lor signori non capiscono anche perchè sono lautamente pagati e non hanno altro problema che sfornare leggi assurde.

Duka

Mer, 16/12/2015 - 10:21

Si ma l'OCA al cubo a Bruxelles cela messa il bullo fiorentino. Ma che cosa aspettiamo per toglierci dai piedi questi 4 avventurieri incapaci e ladri?

Giorgio5819

Mer, 16/12/2015 - 10:24

Imprenditori italiani, poche chiacchiere, datevi da fare anche voi per mandare a casa questo governo di buffoni.

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 16/12/2015 - 10:30

LA LETTERA DOVREBBERO MANDARLA ALLE LOBBY DI POTERE POLITICO E FINANZIARIO CON SEDE A WASHINGTON,L EUROPA NON DECIDE RIMANE SOLO UNA LORO COLONIA DI APPOGGIO.COMUNQUE QUESTI SCELLERATI PREDATORI FARISEI NON SI MUOVERANNO DI UN PASSO ,LA SITUAZIONE RIMANE IRREVERSIBILE ,CHI PERDERA SARA L EUROPA ORMAI RIDOTTA A UNA TERRA SENZA DIO E SENZA DIGNITA.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 16/12/2015 - 10:36

per evitare tutto questo, le aziende dovrebbero soltanto non votare più renzi e la sinistra :-) lasciamo cadere nel vuoto le cre.tinate ridicole e patetiche dei cre.tini come CCAPPAI, che crede di sapere tutto...

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mer, 16/12/2015 - 10:38

ccappai - compagno ... DIPENDENTE STATALE ? SARDO ? FORESTALE ? HA HA HA HA HA HA ......................

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 16/12/2015 - 10:48

avete i turisti neri africani della sboldrina che volete di più! non siete contenti?e poi trombalti e kompagni dicono che sono risorse fondamentali per il paese e che pagheranno le pensioni ai vostri dipendenti

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mer, 16/12/2015 - 10:56

ma un po' di sanzioni alla merkel e all'abbronzato no eh?

giovanni951

Mer, 16/12/2015 - 11:03

il bello é ( si fa per dire) che gli americani non hanno mai smesso di trafficare coi russi e neppure i tedeschi che, da furbi, fanno passare i loro prodotti dalla bielorussia. Avete mai sentito un tedesco lamentarsi di queste sanzioni?

buri

Mer, 16/12/2015 - 11:30

hanno fatto bene, ma non si devono illudere, la UE ha già stracciato la missive per buttarla ne cestino e non rispobderà di sicuro, forse penseranno di miòtare l'Italia per atteggia,emyi amti UE. con quella gentagòia turro è possibile

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 16/12/2015 - 11:31

lettera all'UE ahahah e chi dovrebbe leggerla sciulz o junker minkier ahahahah????sai cosa li frega a loro, sono impegnati col piano kalergi

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 16/12/2015 - 11:41

Leggete l'ultimo articolo di Maurizio Blondet su Putin... illuminante.. vi fa capire perché Putin è un VERO STATISTA. http://www.maurizioblondet.it/buon-natale-vladimr-vladimirovic/

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 16/12/2015 - 11:43

Putin ha capito che IDENTITA' E VITA SPIRITUALE sono l'essenza della Nazione. Ha ravvivato la cultura russa, i legami con la Chiesa Ortodossa (una vera chiesa, non uno strumento del globalismo massonico come quella vaticana). GRANDE, grande, grande, grande Putin !!!

billyserrano

Mer, 16/12/2015 - 12:04

La missiva andava fatta al governo usa, e principalmente a Barack Obama ( Obama odia Putin perchè gli fa ombra), e anche lui deve obbedire alle lobbies, di armi e petrolio, sono loro che decidono cosa gli europei devono fare. l'Europa si sa non ha le palle per decidere qualcosa se in contrapposizione con gli states.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 16/12/2015 - 12:25

Saxo, legga cosa dice Blondet su Putin...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 16/12/2015 - 12:28

ITALIANI PUTIN VI FARà CA.GARE SANGUE, NON TOCCATE L'AMICO DI BERLUSCONI LUI SA QUELLO CHE DICE.SE NON LO SA BERLUSCONI CHI LO SA QUELLO SBARBATELLO GIULLARE TOSCANO?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 16/12/2015 - 12:30

La storia è davvero straordinaria nei suoi rivolgimenti. Dopo l'abisso sovietico marxista, la Russia rinasce e rinasce laddove vi è il vero cuore di ogni civiltà: lo Spirito. Solzhenitsin lo aveva capito perfettamente e il grande Putin ha rimesso il popolo russo nello spazio della sua missione civilizzatrice. Onore allo Zar, speranza di tutta l'Europa.

marcomasiero

Mer, 16/12/2015 - 12:51

http://svet.sme.sk/c/20067128/tusk-odmietol-taliansky-navrh-na-prehodnotenie-sankcii.html intanto Tusk per non sbagliare rifiuta la proposta italiana di discutere sul tema !!! RENZI IN EUROPA NON CONTI UNA MAZZA !!! MA QUESTA NOTIZIA VEDRETE PASSERA' SUI MEDIA NEL SILENZIO !!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 16/12/2015 - 12:59

Tutti euroentusiasti gli imprenditori, guai uscire dall'eruropa, guai votare chi non vuole sto cesso. Mo chiudi.

agosvac

Mer, 16/12/2015 - 13:01

Questa è davvero comica: un lituano che dovrebbe intrattenere i rapporti con la Russia! Già di per sé le repubbliche baltiche non hanno niente né da vendere né da comprare, quindi sono le meno adatte per un compito del genere. Ma se si considerano i cattivi rapporti tra esse e la vecchia Urss, viene da ridere!!!!!

michetta

Mer, 16/12/2015 - 13:03

Non perche' e' l'ultimo in ordine di lettura, ma condivido al cento per cento, il parere di BILLYSERRANO. Complimenti. L'odio sviscerato e l'invidia, che l'uomo nero, degli States dimostra di piu', ogni volta, che vorrebbe mascherarli, evidenzia appunto l'idiosincrasia, con Putin, vero ed autentico Uomo Grande, anzi grandissimo. Mi compiaccio con la Russia e soprattutto con il Popolo, che lo ha voluto a Capo di si grande Nazione.

NickByte

Mer, 16/12/2015 - 13:06

Aziende Emiliane ? ... quelle che votano PD ? .... azzi loro ...

giovanni951

Mer, 16/12/2015 - 13:15

non é che pittibimbo può decidere di suo....deve sentite l'abbronzato d'altre manica. Succede quando si é schiavi.

giovanni951

Mer, 16/12/2015 - 13:17

a proposito...il danno sará di 100 mln non mld

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 16/12/2015 - 13:50

Ho letto gli articoli di Maurizio Blondet ,uno in particolare pubblicato il 4/09/2006,oserei dire profetico.Titolo:noi in guerra e Putin vince.Non voglio elencare tutti gli elogi che Blondet riserva a Putin per ovvi motivi di tempo e regola del Giornale,ma mi riservo solo di commentare che l articolo offre una miriade di citazioni di grandi analisti geopolitici che ne elogiano le geste di questo grande statista dei nostri giorni,Putin.Uno tra questi analisti ,il piu incisivo Joseph Stroupe.Consiglio la lettura, non ve ne pentirete.

Gioa

Mer, 16/12/2015 - 13:56

E poi dopo Putin viene dichiarato Autistico perchè prende DECISIONI.... Autistico chi lo sanziona!!. VERGOGNATEVI...

Ritratto di SAXO

SAXO

Mer, 16/12/2015 - 13:58

marcomasiero, Renzi in Europa non conta una mazza,ma risulta l intera Europa a non contarne due di mazze.L Europa rimane una colonia nordamericana ,una base campo,un laboratorio politico e sociale per fare trastullare la gia ricca plutocrazia farisea dei NEOCON nordamericani.

antipifferaio

Mer, 16/12/2015 - 14:23

1.900 aziende emiliane chiuse a causa delle sanzioni?...Voglio vedere quanti "tortellini" manderanno alle prossime elezioni al pd e al relativo buffone i titolari e i dipendenti delle suddette ditte...

unosolo

Mer, 16/12/2015 - 14:35

il PCM preferisce spettacolo non lavoro , una persona responsabile invece di andare allo sport a fare comizio sarebbe andato in EU a pretendere di fermare l'embargo alla RUSSIA proprio per creare lavoro che stiamo perdendo , no , ha preferito il palco per comizio al lavoro ecco in mano a chi stiamo,.,. che fine , parla di gufi , lo dimostri.,.,