Indebitati di altri 80 miliardi: con Renzi il debito sale sempre

Il debito pubblico segna l'ennesimo aumento: a luglio si attesta a 2.252,22 miliardi di euro. Una nuova tegola per Renzi

Sempre più indebitati, sempre più nei guai. Lo stato di salute del Belpaese è sempre più malandato. A luglio il debito pubblico si è attestato a 2.252,22 miliardi di euro segnando così l'ennesimo aumento. Questa volta il balzo in avanti è stato di ben 3,4 miliardi di euro rispetto al mese precedente. Si tratta del nuovo record storico che batte il dato di giugno di 2.248,831 miliardi.

Nel supplemento al bollettino statistico Finanza pubblica, fabbisogno e debito, la Banca d'Italia riporta che soltanto un anno fa il debito era pari a 2.200,553 miliardi di euro, mentre nei primi sette mesi del 2016 il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di ben 80,5 miliardi di euro. Una cifra monstre che il premier Matteo Renzi non può nascondere sotto il tappeto perché più aumenta il debito più aumentano gli interessi da pagare. Si tratta di un circolo vizioso in cui i contribuenti rischiano di trovarsi pericolosamente invischiati. Anche perché, aldilà dei proclami quotidiani, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan non sembra preoccuparsene.

"L'incremento registrato a luglio è inferiore a quello delle disponibilità liquide del Tesoro (8,5 miliardi, a 101,0 miliardi) - spiega l'istituto di via Nazionale - e riflette l'avanzo di cassa (5,4 miliardi)". L'effetto complessivo degli scarti e dei premi di emissione, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione del tasso di cambio dell'euro hanno aumentato il debito per 0,2 miliardi. Con riferimento ai sottosettori, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 3,5 miliardi, quello delle amministrazioni locali è diminuito di 0,2 miliardi. L'incremento riflette il fabbisogno (19,4 miliardi) e l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (65,3 miliardi). Complessivamente gli effetti dell'emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione del tasso di cambio dell'euro hanno ridotto il debito per 4,1 miliardi.

Commenti

linoalo1

Gio, 15/09/2016 - 11:07

Il Vero Problema,non è Renzi,ma,bensì,i Sinistrati!!!Infatti,con Monti e Letta,il problema era lo stesso!!!

Ritratto di Gius1

Gius1

Gio, 15/09/2016 - 11:09

Era ora che una bella notizia si sapesse. Bravo renzi e... grazie

aldoroma

Gio, 15/09/2016 - 11:16

E pagheremo noi....mentre lui fa il bello in tv

VittorioMar

Gio, 15/09/2016 - 11:18

...il riferimento ,per essere compreso bene,si dovrebbe fare al LUGlIO 2011!!!

Fjr

Gio, 15/09/2016 - 11:19

Fermateloooooo, questo ci sta rovinando, anzi siamo gia' rovinati, via il giocattolone , via i mega stipendi , via le mega pensioni, via i mega intrallazzi, insomma cacciamoli prima che sia troppo tardi

marygio

Gio, 15/09/2016 - 11:33

con questi idioti il botto finale è solo questione di tempo. se non ostacolavano berlusconi giorno dopo giorno oggi eravamo come la germania. li odio questi pdi o cosa k sono.

gneo58

Gio, 15/09/2016 - 11:42

Ho ancora da vedere un governo sotto il quale il debito non sale. Tralasciano il discorso pietoso titolato "renzi" bisognerebbe cambiare tutto il sistema cominciando a stabilire un tetto massimo per tutti gli impiegati, statali, regionali, comunali ecc ecc di 4-5000 inclusi i politicanti vari e poi via tutto cio' che e' inutile e dannoso - se per fare un lavoro servono 2 persone non ne puoi prendere 4 per far un favore all'amico di turno. c'e' un sacco di terra incolta da recuperare.

agosvac

Gio, 15/09/2016 - 12:07

Sale il debito pubblico, salgono le tasse, l'unica cosa che scende sempre di più è il benessere degli italiani!!! Grazie, renzi!!!

unosolo

Gio, 15/09/2016 - 12:35

conviene scrivere bene e chiaro ci sono persone che devono sentire discorsi solo sillabati o con lunghe pause , forse lenti nel capire le fregature celate nei suoi discorsi o dato le pause non sentono o perdono il filo e pensano che abbia detto quello che loro vogliono sentire , come mai non ha detto alle platee del regalo che si sono fatti ? quello del fiscalista gratis o meglio a carico di chi è derubato cioè i pensionati quelli veri e dei lavoratori del PIL vero ovviamente ,

Keplero17

Gio, 15/09/2016 - 12:35

Sì ma a lui non interessa, il suo obiettivo è quello di ottenere maggiore flessibilità dalla Merkel in nome dei "sacri" principi di Ventotene, scritti da ebrei comunisti al confino. Ora a parte che l'economia collettivista non è attuale, si trattava di persone che non avendo niente da fare tutto il giorno si immaginavano questo mondo in cui le nazioni non esistevano e le caratteristiche fondanti di ogni popolo venivano sgretolate.

Zizzigo

Gio, 15/09/2016 - 12:37

Sembrerebbe una tendenza dl oltre il 6% annuo... un bell'aumento del ladrocinio di stato. E chi ci riesce a tenergli testa? Solo una bella epidemia che distrugga, alla radice, tutto il pazzesco sistema statale. Ma la gente (sanguigna) dona il sangue, in beatitudine.

Ritratto di ALBACHIARA333

ALBACHIARA333

Gio, 15/09/2016 - 12:47

MA IL FARLOCCO NON AVEVA DETTO CHE STAVAMO ANDANDO ALLA GRANDE

unosolo

Gio, 15/09/2016 - 12:53

ma come tutti i giorni alle feste della sua unità a raccontare frottole e buonismo e poi nasconde il debito e i regali che si fanno ai danni di chi paga per avere i servizi . peccato forse conviene dargli retta e scrivere che il ladro è Berlusconi , almeno trovo consensi visto che sono arrivati al regime lottando solo contro lui , peccato essere ciechi e sordi solo per odio politico , la realtà ci mette col cu.o per terra.

Ritratto di host8965

host8965

Gio, 15/09/2016 - 12:53

Tranquilli, tanto il primato assoluto di produzione di debito pubblico ce l'ha il primo gov. del cav. (300 milioni al giorno) però questo è meglio non dirlo!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 15/09/2016 - 13:04

Ecchissenefrega! Il bischero è pronto a chiedere "più flessibilità".

Iacobellig

Gio, 15/09/2016 - 13:21

PUÒ IN PAESE ESSERE GIVERNATO DA UN BUFFONE E DA UNA SQUADRA DI INCOMPETENTI? NON PENSO PROPRIO. I RISULTATI? SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI!

Andreahelm

Gio, 15/09/2016 - 13:31

Va la' che al referendum facciamo i conti

Ritratto di Mauroarrabbiato

Mauroarrabbiato

Gio, 15/09/2016 - 13:42

leggo il commento di gneo58, questo è il punto: serve un governo che abbia il coraggio di tagliare con decisione la spesa pubblica, ma è difficile perchè nella spesa pubblica ci stanno le ruberie e il paniere dei voti che sostengono il governo stesso: è un pò come chiedere al tacchino di preparare il pranzo di natale: il tacchino ti ascolta, ti guarda, ti dice che ci pensa..... ma il pranzo non lo prepara. Ci vuole coraggio e scelte impopolari, tanti impiegati pubblici a casa, quelli impiegati per attività improduttive, sono tanti, ma attenzione :chi lavora nel privato questa regola la conosce bene: se non produci prima o poi vai a casa, dov'è la novità? magari che sia condivisa da tutti

electric

Gio, 15/09/2016 - 13:44

Ma perché, esistono ancora imbe.cilli che possano credere di risollevare l'economia di una nazione con un governo di sinistra?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/09/2016 - 14:15

@host fammi vedere i conti, prima di ripetere le cose false che tui suggerisce il partito. Quindi la minchiata detta vale 110 milirdi al mese, 120 all'anno, visto che ha governato 8 anni = 1000 miliardi, praticamente metà del debito secolare fatto dall' Italia. Studia un pò di matematica. Piuttosto chiediti perchè il bullo spende e spande, dice che ci sono soldi per tutti. Perchè aumenta a dismisura il debito pubblico. E l'Europa si sta irritando, perchè se salta l'Italia, salta tutta l' Europa, e loro, a pagare il nostro debito cronico ed iperbolico, non ci stanno.

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 15/09/2016 - 14:21

Ci vorrebbe Bertinotti...con le sue teorie marxiste-leniniste di memorabile sinistra democratica "ARCOBALENO" , riuscirebbe a far cadere il governo in una settimana..purtroppo non c'e' piu'...non confidiamo in Bersani. In ogni caso...se Renzi dovesse cadere, le sinistre al governo non tornerebbero mai piu'...troppe schifezze hanno combinato ..quindi quando c'e' occasione si vada a votare contro questo governo di incapaci.

egi

Gio, 15/09/2016 - 14:26

Piu debito piu discarica Europea i tedeschi e francesi ridono, un p...o così non possono farselo scappare

antipifferaio

Gio, 15/09/2016 - 14:29

Naturamente per i TG RAI va tutto bene.... Le scadenze elettorali si avvicinano giorno per giorno e cominciano a dare di matto a raccontare balle astronomiche. Acquistano sponsor non credibili come l'ambasciatora usa, la Merkel e confindustria (ora manca il Papa). Il debito è la nostra forca...ma poi siamo sicuri che non lo stia facendo apposta per faci fallire e svendere ai krukki come in Grecia?....

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 15/09/2016 - 14:56

entro Dicembre 2016 il signore in questione cambierà casa......

Emilia65

Gio, 15/09/2016 - 14:58

Ho paura che questa storia del debito pubblico andrà a finire molto male. Finché non arriverà qualcuno che riuscirà a fare la semplice equazione meno debito = MENO STATO il debito non potrà che salire, fino all'inevitabile implosione. Solo che per fare MENO STATO serve un liberale vero, non certo la sinistra.

vince50_19

Gio, 15/09/2016 - 15:02

host8965 - Vero: questi dati oltretutto sono visibili. Nel frattempo, senza giocare a schemi secondari per sfuggire alla situazione odierna e reale, Renzi in due anni ha accumulato un debito di 145 mld di euro, circa 5 mld di euro al mese, passando da 2.107 a 2.252 mld di euro. Il passato è passato non lo si può modificare, il presente è il presente ed è quello che ci interessa, il futuro è il futuro. Roseo? Ai posteri l'ardua sentenza ma, stando alla situazione attuale, mi sa che di roseo c'è solo il viso (o il lato b) dei lattanti.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 15/09/2016 - 15:35

Secondo i dati raccolti dall'economista Oscar Giannino, e divulgati in un video che sta facendo il giro della rete in questi giorni (pur risalendo allo scorso settembre), i governi dal 1945 (De Gasperi I) al 1992 (Andreotti VII) hanno accumulato un debito pubblico di 795 miliardi di euro, cioè il 41% circa del totale (il valore riportato da Giannino è quello di giugno 2011: 1.931 miliardi). Il restante 59% è da attribuire al periodo 1992-2011, cioè alla Seconda Repubblica. In particolare, dalla discesa in campo di Silvio Berlusconi, nel 1994, di 941 miliardi (il 48,7% del totale). Il che significa che la sola 'era berlusconiana' ha prodotto il 7,7% di debito pubblico in più rispetto all'intera storia repubblicana pre-Mani Pulite.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Gio, 15/09/2016 - 15:37

Basta informarsi e si scoprirà,senza sorprese,che durante il governo di Berlusconi l'Italia ha avuto il debito più alto dopo "mani pulite "

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 15/09/2016 - 15:40

RIPROVOOOO!!! E te pareva che non USCIVA fuori che la colpa è di Berlusconi!!!!Ma se Berlusconi sbagliando tutto ha fatto aumentare il debito pubblico, come mai ora che da piu di 4 anni che ci sono quelli bravi al governo, NON DIMINUISCE??? RISPONDI host/INATO!!!12e53.

settemillo

Gio, 15/09/2016 - 15:48

Questo signore(sic) fra NON MOLTO, sarà costretto a dichiarare BANCAROTTA FRAUDOLENTA, nella speranza che l'evento si verifichi a breve. Più si va avanti e peggiore diventa la situazione. Spero ardentemente che il parolaio si renda conto della situazione in cui ci ha coinvolti e la smetta di BLATERARE, tanto NON lo ascolta più nessuno, tranne i suoi RUFFIANI. Renzino; getta la spugna prima che sia molto tardi! Un po' di orgoglio

chiara 2

Gio, 15/09/2016 - 16:03

Quest'uomo oggi rappresenta per tutta la popolazione, il nemico numero 1. Il suo PD è come una voragine e lui un bulimico. Quando avranno terminato la "scorpacciata" e non sarà rimasto più nulla, questi scapperanno all'estero con tutti i miliardi rubati ed estorti alla povera gente.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 15/09/2016 - 16:10

Continuiamo ad accumulare debito. La spesa pubblica è intoccabile. Questo è il futuro che ha in mente Renzi? Lasciare in eredità debiti e ancor più debiti dopo aver dato qualche mancia elettorale? In una normale gestione di un'azienda o anche di una famiglia, cerco di stringere la cinghia ed evitare gli sprechi da un lato, dall'altro magari cerco di pagare i miei debiti. A quanto pare per chi gestisce il paese non è così.

unosolo

Gio, 15/09/2016 - 16:17

non serve rivangare il passato , sappiamo bene che i governi devono creare lavoro e tutelare tutta la Nazione , ebbene vari governi succeduti uno creava e sistemava l'altro entrava e inaugurava i lavori del precedente , poi si ripartiva e si alternava di nuovo inaugurazioni e stop agli investimenti e continue gite in Umbria a S.Martino in colle tutti i fine settimana , di che vogliamo parlare come sprechi ? ultimo regalo di questo governo in un mese il debito è salito di 3,4 tre miliardi e quattrocento milioni è poco ? nel mentre si elargisce gratuitamente ai politici il fiscalista gratuito , o meglio quasi un milione che noi pagheremo .

flip

Gio, 15/09/2016 - 16:17

a che cifra dobbiamo arrivare per dichiarare il fallimento? I grandi pseudo "economisti" che ci hsnno portato alla rovina e tra i quali indubbiamente primeggia il monti adesso quale strategia adottano? Massa di delinquenti, buffoni, incapaci, truffatori! Pazienza. diventeremo schiavi di qualche starerello.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 15/09/2016 - 16:22

RI RIPROVOOO!!!! E TRE OGGI NON PASSO.E ti pareva che non fosse colpa di Berlusconi!!! Chissa come mai pero, dopo piu di 4 anni che Berlusconi è fuori, e al governo ci sono quelli BRAWI, il debito NON solo NON diminuisce ma CONTINUA a SALIRE!!! VERO???

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 15/09/2016 - 16:42

giannino chi?? Ahhhh,quello senza laurea e probabilmente senza diploma tecnico

BUBUCCIONE

Gio, 15/09/2016 - 16:47

XXX host8965 (12:53)………………….. certo che l’ideologia nelle vostre testoline di PIDIOTI regna sempre sovrana; la colpa è sempre degli altri! HOST: come down from the tree before they fall!

flip

Gio, 15/09/2016 - 16:47

host8965. fino a quando avremo la zavorra delle faraoniche spese nel settore pubblico e politico, che oltretutto continuano a crescere, avremo un debito sempre più alto. Ad esempio: perché buttiamo via i soldi con il referendum? tanto sappiamo benissimo come vanno a finire i referendum. tu dici "no" e il governo legge "SI"

nerinaneri

Gio, 15/09/2016 - 16:53

Ubidoc-host8965: sapete che qui le vs parole sono sprecate...questi sudditi di banana altro che kamikaze...

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 15/09/2016 - 17:14

Indebitati di altri 80 miliardi, ma cosa volete che sia! con tutte le risorse che giornalmente abbiamo la fortuna di accogliere, verranno presto recuperati con gli interessi!

ilbarzo

Gio, 15/09/2016 - 17:16

Rernzi se ne frega altamente se il debito pubblico aumenta.Tanto mica lo paga lui di tasca sua.Anzi per far vedere che se ne sbatte di tutto e di tutti, si è comprato pure l'aereo Air Force Uan personale con i nostri soldi.Mica scemo il fanatico narcisista ragazzotto Rignanese.

giginonapoli

Gio, 15/09/2016 - 17:29

il cantastorie continua a prendere per il culo gli italiani.

ilbarzo

Gio, 15/09/2016 - 17:38

Monti,Letta e Renzi i tre luminari chiamati a governare l'Italia dall'amico presidente comunista Napolitano.Renzi a suo tempo disse:Sono stato chiamato dal presidente Napolitano per tornare a far correre l'Italia.Hai capito in ragazzotto!!!!Far crescere il debito pubblico per Renzi è rimettere in moto il paese!Siamo messi proprio bene.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 15/09/2016 - 17:55

@nerinaneri - il suddito di banana se lo tenga per lei, e se qui i vostri pareri sono sprecati, potete andare a rompere i peperoni da un'altra parte. Nessuno piangerà per delle zecche rosse.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 15/09/2016 - 18:25

Caro amico leonida 17e55, non sprecare il tuo prezioso tempo per rispondere alla NERINA, è INUTILE lei è ormai IRRECUPERABILE!!! Salutoni dal Nicaragua.

gianfran41

Gio, 15/09/2016 - 18:28

Se il debito pubblico aumenta, la colpa di chi è? Di Renzi naturalmente. Non di quei fannulloni di pubblici dipendenti che, anziché andare a lavorare, si fanno timbrare il cartellino da altrettanti disonesti colleghi. La colpa non è neppure dei soldi spesi per mantenere 30.000 guardie forestali siciliane; non è nemmeno delle infinite opere pubbliche inutili o mai utilizzate ma costate allo stato milioni se non miliardi di euro. Non è colpa di certi politici incompetenti (la maggioranza) e ladri andati lì ad occupare la poltrona solo per arraffare. No! la colpa è di Renzi. A me hanno sempre insegnato una cosa molto banale: se un debito cresce significa che le spese superano le entrate. Quindi, preso atto di questa situazione, se il debito aumenta significa semplicemente che la matematica non è un'opinione.

unosolo

Gio, 15/09/2016 - 19:00

solo chi ha lavorato duramente sa quanti sacrifici si facevano per lavorare anche giorno e notte , oggi i politici che si sono regalati tutto ed il meglio che chiamano diritti acquisiti , bene sappiamo che i pensionati non ne hanno nonostante la sentenza che appurava il furto continuato con la legge Fornero .la sentenza ? cestinata ! come si chiamo un governo come questo se non dittatoriale ? a proposito i sindacati ? sono a contare i soldi che arriveranno con l'APE , le ritenute sindacali sul TFR sono miliardi che si divideranno , forse si sono accordati : industriali , governo e sindacati , sono loro che ne traggono i profitti o sbaglio ?

Gianfranco__

Gio, 15/09/2016 - 19:06

poveri caproni, il debito sale sempre da 50 anni a questa parte. Ora abbiamo 2 vantaggi, cresce di meno rispetto a 10 anni fa e viene mantenuto in aumento controllato del 3% rispetto al PIL. Questo è tutto

Simostufo

Gio, 15/09/2016 - 19:30

L equazione più semplice è più inflazione più crescita = meno debito. Non c è ne crescita ne ovviamente inflazionè quindi in un contesto simile il prossimo step è il fallimento. ..i debiti non saranno più esigibili. Politici traditori della patria stanno svendendo tutto il paese...andate a guardare quanti bei palazzi dello stato in svendita su internet

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 15/09/2016 - 20:14

Il più pulito dei "due ladroni" ha le mani impiastricciate di marmellata presa dal solito vasetto della nonna.

estrandal

Gio, 15/09/2016 - 20:29

Egr. host8965, ma la matematica dove la ha imparata, sulle pagine dell'Unità o in un centro (A)sociale? Il Governo Berlusconi I rimase in carica dal 10 maggio 1994 al 17 gennaio 1995, per un totale di 252 giorni. Ora 300.000.000 x 252 = 75.600.000.000. Guardiamo i dati reali del debito pubblico Italiano sfrondati dalle "fantasie di sinistra". ;) 2004/05 1.472.790 - 2005/01 1.478.708 quindi se la matematica non è una opinione il calcolo è: 1.478.708.000 - 1.472.790.000 = 5.918.000. In pratica durante il I governo Berlusconi il debito pubblico Italiano è aumentato di 6 Miliardi di Euro. Dove sarebbero i restanti 69,5 Miliardi di euro che risultano secondo il suo squilibrato dato di 300.000.000 Euro al giorno. Torni a scuola e ricominci dalle tabelline, la matematica non è una opinione e non risponde alle logiche di partito. Come direbbe il mitico Toto: "ma ci faccia il piacere" :)

zen39

Gio, 15/09/2016 - 20:48

Ma quale tegola. Sta eseguendo gli ordini della Troika (alias NWO e company).

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Gio, 15/09/2016 - 21:05

votate sinistrati votate, che il vostro paladino vinlascia in mutande e forse nemmeno quello! PDioti!

diegom13

Gio, 15/09/2016 - 22:32

Ha più o meno ragione Gianfranco_, anche se ogni tanto Renzi va in giro all'estero dicendo sciocchezze del tipo "siamo il governo italiano che più ha ridotto il deficit nella storia..." (che non è vero, ovviamente, giacché il deficit viaggia ormai regolamente tra il 2 e il 3% indiepndentemente dai governi). Per la precisione, comunque, il debito scese, in termini reali, nel 2007 (Prodi), nel 2000 (Amato), 2002, 2003 (Berlusconi), 1998 (Prodi-D'alema). Ma in linea generale si può effettivamente dire che sale sempre, e che viene ormai contenuto. Poi una guerra, per esempio, può cambiare la situazione: tra il 1943 e il '44, per esempio, il debito calò di due terzi. Il sorpasso del debito sul pil, comunque, risale al '91 (Andreotti), per effetto del calo del PIL. Poi con Prodi, D'Alema, Amato e Berlusconi vi fu un parziale riallineamento.

moichiodi

Gio, 15/09/2016 - 23:01

Qui ci vuole un nuovo miracolo italiano......

Popi46

Ven, 16/09/2016 - 06:29

Popi46 @Sergio Rame,"i contribuenti rischiano di rimanere pericolosamente invischiati "' ma se siamo ormai dentro a un bozzolo!

Massimo Bocci

Ven, 16/09/2016 - 07:30

Il PIL dei polli,di Renzi, più debiti sui miserabili schiavi servi Italioti,più benemerenze dai padroni Metiici,se al l'abbronzato gli hanno comprato per aver scatenato scientemente: genocidi,golpe,guerre e invasioni extra, ville e tenute in paradisi tropicali, a lui del contado Fiorentino perlomeno un agri turismo a Rignano come baffino e post comunisti non lo toglie nessuno, ma di qui al 2018, se corre a rovinarci senza ritorno,ci può scappare un extra coop (e raccattare per i servili e mistificatori servizietti ) anche un tenuta,con vigna annessa (un master il massimo per dei servi comunisti) e extra comunitari pagati da noi annessi,così da poter riposare sepre nostre spese,anche lui come tutti i ladri del regime tiene FAMIGHIA.

nerinaneri

Ven, 16/09/2016 - 11:15

Leonida55: sei un pensionato, vero?...

ilbarzo

Ven, 16/09/2016 - 16:32

Il debito pubblico sale, e nonostante tutto questo Renzi con l'approssimarsi delle elezioni cosa fa:Distribuisce mancette a destra e a manca pur di uscirne vincitore,previligiando alcuni e penalizzando molti altri.Adesso ha anticipato che se vince il "SI" ci sono già pronti 500 milioni di euro per i poveri e se invece vince il "NO", quei 500 milioni cosa ne fa,se li mette in tasca lui oppure li divide con compagni Comunisti? Questo è veramente troppo.il signorino sbruffone,si prepara la carriera politica con i soldi dei contribuenti.Credo stia oltrepassando ogni limite.

Anonimo (non verificato)

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 18/09/2016 - 10:12

di questa situazione dobbiamo ringraziare il colpo di stato voluto dalla germania e dalla francia e perpetrato da quell' emerito che offrendo il governo a Monti ha portato l' italia prima sull' orlo del precipizio e poi l' hanno messa in condizione di non poter più reagire: oggi stiamo continuando sulla stessa strada con un Renzi che di certo non è in grado di risolvere la situazione che di giorno in giorno mina sempre di piu le capacità di sopravvivenza! eppure i nostri media non se ne rendono conto e cointinuano a proteggere una sinistra incapace di soluzioni realmente adattabili alla situazione italiana proteggendo se mpre l' operato di quei grandi incapaci che al servizio della germania hanno causato questo disastro.