Industria, Istat: la produzione cala dell'1%. Mai così male da inizio 2015

L'Istat ha comunicato i numeri dell'industria italiana e non sono positivi. La produzione è calata dell'1 percento negli ultimi 12 mesi

La produzione industriale in Italia a giugno è calata dello 0,4% destagionalizzato rispetto a maggio e dell'1,0% su base annua. Lo riferisce l'Istat, precisando che a giugno i giorni lavorativi sono stati 21 come nello stesso mese del 2015. È il dato peggiore dall'inizio dello scorso anno.

L'indice destagionalizzato della produzione mensile presenta variazioni congiunturali negative nei raggruppamenti dei beni intermedi (-1,1%), dei beni di consumo (-1,0%) e dell'energia (-0,7%); una variazione nulla segna invece il comparto dei beni strumentali. In termini annui gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano, a giugno 2016, un solo aumento nel comparto dei beni intermedi (+0,8%); diminuiscono invece l'energia (-5,5%) e, in misura più lieve, i raggruppamenti dei beni di consumo (-2,1%) e dei beni strumentali (-0,3%).

Per quanto riguarda i settori di attività economica, a giugno 2016 i comparti che registrano la maggiore crescita tendenziale sono quelli della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+2,3%), della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+1,4%) e della fabbricazioni di prodotti chimici (+0,8%). Le diminuzioni maggiori si registrano nei settori dell'attività estrattiva (-19,2%), della produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-7,0%) e della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-4,8%).

Nella media del trimestre aprile-giugno 2016 la produzione industriale in Italia ha registrato una flessione dello 0,4% nei confronti dei tre mesi precedenti. Lo rileva l'Istat, precisando che si tratta del peggior dato dal terzo trimestre del 2014, quando si era vista una caduta dello 0,7%. Nella media dei primi sei mesi dell'anno, spiega l'istituto statistico, la produzione è aumentata dello 0,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

La produzione di auto cala dell'1% annuo a giugno, segnando la prima flessione dal maggio del 2014, quando la contrazione era stata del 3,7%. Lo riferisce l'Istat, che ha diffuso i dati sulla produzione industriale in Italia a giugno. Nei primi sei mesi del 2016 la produzione auto mostra ancora un incremento dell'8,3% sullo stesso periodo dello scorso anno.

Commenti

Scricciolo

Ven, 05/08/2016 - 13:51

Ma qualcuno prima o poi si occuperà della produzione industriale o no? Se andiamo avanti così rimarranno solo le macerie.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 05/08/2016 - 15:50

ma se uno non ha fame devono costringerlo a mangiare ugualmente? Ormai con i cinesi i coreani alle porte cosa vuoi produrre. Non siamo negli anni '60 che non si aveva niente. Abbiamo tutto, cosa dobbiamo fare comprare una lavatrice o un frigorifero all'anno? L'auto io lo acquistata nel 2001 e se va avanti così se non trovano storie con la bufala della marmitta catalitica me ne dura per altri 50 anni. Finchè va e consuma poco che devo fare!

Libero1

Ven, 05/08/2016 - 16:35

Ma il clown toscano non andava in giro a raccontare agli italiani che la crisi era finita. Provate a trovare un lavoro se ne avete perso uno.O se vostro figlio riesce a trovarne uno.I soli s che hanno trovato il lavoro e' stata la moglie del clown,il fratello dei traditore siculo e il fratello della bella addomerdata nei boschi.

gianni.g699

Ven, 05/08/2016 - 16:48

Un luminare massonico un giorno disse "stiamo distruggendo lo strato produttivo interno" !!! poi scrisse l'enciclopedia dei desastri e lascio in eredita ai giullari a seguire l'incarico di attuarla !!! il pagliaccio ipone munito fiorentino ne è il più fidato sostenitore !!! e i risultati si vedono !!!

VittorioMar

Ven, 05/08/2016 - 17:01

...i soliti numeri estivi da "Sol Leone".non ditelo al "positivista"...non rovinate le ferie!!!

cesarebergonzi

Ven, 05/08/2016 - 18:09

La notizia non è citata da giornali "governativi". È un dato importante, credo. Vorrei saperne il motivo: malinformazione?, periodo di ferie?, sudditanza?.

Anonimo (non verificato)