Istat, pressione fiscale al 52%

Istat: "La pressione fiscale tocca il 52% nel quarto trimestre del 2012"

Ancora un record. Negativo. La pressione fiscale ha raggiunto cifre esorbitanti. E, secondo quanto rivela l'Istat, ha toccato il 52% nel quarto trimestre del 2012, con un balzo di 1,5 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

È record anche per quanto riguarda la media annua, che si attesta al 44% (+1,4 punti sull’anno precedente). Buone notizie invece per ciò che concerne il rapporto tra indebitamento netto e pil, pari al 2,9%, in miglioramento di 0,8 punti percentuali rispetto al 2011. Nel quarto trimestre del 2012 il deficit pubblico è migliorato, con un rapporto tra indebitamento netto e Pil pari all’1,4%, in calo di 1,2 punti percentuali su base annua.

Commenti

pintoi

Ven, 05/04/2013 - 12:20

Perchè non ascoltate NOI imprenditori che lo diciamo da quasi 10 anni che la pressione fiscale è INSOSTENIBILE ??? Lo deve dire l'ISTAT ? E la stampa ? Dove stava ? A fare i favori alla parte politica di turno ? Un'azienda non chiude per la pressione fiscale aumentata del 2% in un anno ! Chiude perchè lavorare ormai da tanti anni è diventato un COSTO !

antonioamelio

Ven, 05/04/2013 - 12:39

Bravo tecnico monti. il tuo decreto salva italia funziona a meraviglia !

max.cerri.79

Ven, 05/04/2013 - 12:42

Abbiamo ancora il 48% in tasca e ci lamentiamo che non bastano? Non siamo mai contenti. ...

marcomasiero

Ven, 05/04/2013 - 12:49

alzate alzate ... tanto nu c'è n' euro !!! mandate pure le cartelle ... hahahaha ! cosa vi diamo ? mutande sporche e bucate ? magliette ? la giacca invernale da rivendere al rigattiere ? che cosa vi diamo se vi siete già fottuti TUTTO ??? !!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 05/04/2013 - 12:56

Praticamente lavoriamo per pagare le tasse e avere una pensione da fame... E non è detto che ci si arrivi alla pensione, dopo quell'atto criminale di Monti che ha appioppato all'Inps le pensioni di quei parassiti dei dipendenti pubblici perché lo Stato non versava i contributi all'inpdap.

unosolo

Ven, 05/04/2013 - 13:04

vi pare che i politici o i tecnici pensino agli imprenditori o operai o pensionati ? quelli danno PIL mentre politici e tecnici se lo mangiano , ha saldato il fine lavoro a politici esodati non rieletti con denaro contante mentre rinvia i pagamenti alle imprese oggi un incontro monto socievole e lungo tra il Bersani e il Monti ci sarà mica da coprire altro buco del sistema "casta". Un tempo quando si dovevano sborsare molti soldi ( come quelli sborsati con decreto questi giorni degli ex deputati) gli avrebbero dato dei buoni decennali o ventennali con prima cedola dopo cinque anni oggi invece pronto cassa . Tecnici o politici se ne fregano , se fossero stati responsabili avrebbero fermato quello esborso dando la precedenza alle ditte creditrici per lavoro fatto , L A V O R O ! lavorare e non essere pagati ,,, Perche invece non sospende i loro stipendi per pagare le ditte ? Parlamentare vuol dire avere soldi sicuri sempre anche se piove .

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Ven, 05/04/2013 - 13:13

Le tasse esistono per creare Equità e non povertà! Lo Stato deve fare pagare i veri colpevoli! Ma é più facile che un cammello passi attraverso la cruna di un ago! Esistono delle reti gigantesche della criminalità organizzata, del terrorismo internazionale e le sue reti di criminalità organizzata, la criminalità finanziaria, la criminalità organizzata degli immigrati, eccetera, sostenuti dalla corruzione, che si arraffano quasi cento miliardi di euro l'anno in Italia e quasi mille miliardi di euro l’anno nell’UE! Inoltre le centinaia di miliardi guadagnati in Italia e portati all'estero devono essere anche ricuperati! Esiste anche l'industria del riciclaggio e lavaggio del denano ricavato dalle loro attività criminali, come rapimenti soprattutto di giovani donne, ragazze, bambine e bambini, prostituzione forzata, matrimonio forzato, somministrazione forzata di droghe, pedofilia, pedopornografia, pornografia, tratta degli esseri umani, di organi e tessuti umani, estorsioni di fondi e beni, traffico di droga, eccetera ! La corruzione si nasconde dovunque e garantisce e favorisce l'impunità! Se io fossi Presidente UE, come ho scritto nel febbraio 2006 nel mio sito Web, al posto della commissione UE e del parlamento UE, che hanno fallito la loro missione, farei una guerra contro l'asse del male per neutralizzarlo e ricuperare il denaro! Occorre che ci sia Giustizia, Civiltà e automaticamente Progresso!

MMARTILA

Ven, 05/04/2013 - 13:14

Si lavora per far fare la bella vita a chi ci ha rovinato...speriamo in un'epidemia che li tolga tutti di mezzo...nessuno escluso! Monti per primo.

rob73.dc

Ven, 05/04/2013 - 13:36

Spero che tutti leggano il primo commento, quello dell'utente pintoi. Non si chiude un'azienda perche' le tasse aumentano del 2% in un anno (a proposito, perche' l'attribuite a Monti? Sono scelte sostenute dal Parlamento PD-UDC-PDL...!)... e nemmeno per questo si taglia la spesa familiare. Le aziende chiudono e le famiglie non spendono per quello che si e' sommato nel corso degli anni e che ci ha portato all'emergenza, non per le misure che stanno cercando di far fronte all'emergenza stessa. Per inciso: cio' che blocca di piu' la spesa familiare, quindi i consumi e tutta l'economia, non sono le tasse (che ritornano in servizi, e salgono e scendono a seconda dei periodi), ma i blocchi degli scatti stipendiali e gli aumenti delle tariffe (che non vanno mai indietro): e chi ne e' stato autore? Non certo il Governo Monti...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 05/04/2013 - 15:19

tutta colpa dell'evasione fiscale, di Berlusconi, del PDL, etc etc. BABBEI E CREDULONI UNA SEGRETARIA ALLA CAMERA PAGATA 12.000 EURO ALTRO CHE EVASIONE. CONSIGLIO DI RITARVI TUTTI I SOLDI DALLE BANCHE FIN CHE POTRETE FARLO !!!!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 05/04/2013 - 19:41

rob73.dc: hai ragione, il colpevole dell'aumento delle tasse non è Monti, è Napolitano, che lo ha imposto al parlamento e al paese con i metodi che sappiamo.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 05/04/2013 - 23:11

le TASSE IN ITALIA NON VANNO IN SERVIZI MA VENGONO PRESTATI ALLA GRECIA, REGALATI AGLI IMMIGRATI, FORAGGIANO LE MISSIONI IN AFGANISTAN (NESSUN GIORNALE HA MAI SCRITTO QUANTO GUADAGNA UN SOLDATO O UN UFFICIALE IN MISSIONE), VENGONO RIMBORSATI I PARTITI, IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA (35.000 EURO IN MENO DI QUELLO AMERICANO) SPEGNETE LA TV E RICOMINCIATE A GUARDARE LA REALTA' CHE VI CIRCONDA BABBEI

fcf

Sab, 06/04/2013 - 11:28

Ogni immigrato clandestino o no ci costa 1.100,00€ al mese ! per ringraziamento ce li ritroviamo ad ogni angolo di strada a pretendere l'elemosina, quindi la sanità gratuita, la casa, la scuola per i figli che qualcuno vorrebbe italianizzare, il 40% dei carcerati sono immigrati ecc. ecc. ecc. Vogliamo smetterla di fare i buonisti ?

rob73.dc

Lun, 08/04/2013 - 02:05

Caro Fritz1996, il Presidente Napolitano non ha affatto imposto Monti, semplicemente perche' non aveva il potere di farlo. Il Parlamento poteva mandare Monti a casa in qualunque momento, a prescidere dal volere del Presidente della Repubblica. Monti ha guidato il Paese semplicemente perche' i suoi provvedimenti (impopolari, ma francamente quasi tutti necessari per arginare lo sfascio creato prima) sono stati sostenuti da una maggioranza parlamentare PD-UDC-PDL. Questi potevano sfiduciarlo, hanno invece votato i suoi provvedimenti. In Italia comanda il Parlamento, non il Governo o il Presidente (come si vede, ad esempio, nella situazione attuale).