Maxi salasso sui conti correnti: così le banche si arricchiscono

I clienti delle banche italiane sono i più tartassati d'Europa. Nel 2015 i ricavi netti derivanti dalle commissioni bancarie hanno sfiorato i 30 miliardi di euro

I clienti delle banche italiane sono i più tartassati d'Europa. Nel 2015, secondo un allarmante report pubblicato dalla Cgia di Mestre, l'incidenza percentuale delle commissioni nette sui ricavi dei nostri istituti (pari al 36,5%) è stata la più elevata del Vecchio Continente. Tra i principali Paesi Ue, in Francia la quota si è attestata al 32,9, in Austria al 27,5%, in Germania al 26,2 e nei Paesi Bassi al 17%. L'anno scorso i ricavi netti derivanti dalle commissioni bancarie hanno sfiorato i 30 miliardi di euro, quasi 5 miliardi in più rispetto al 2008.

Negli ultimi sette anni, come dimostra l'ufficio studi della Cgia, la crescita dei costi dei conti correnti, delle carte di credito e degli altri servizi bancari ha subito in Italia un'impennata che non ha avuto eguali nel resto d'Europa. Se da noi l'incremento è stato del 20%, nel Regno Unito si è fermato all'11,5%, in Francia all' 11,1% e in Spagna al 6,5%. In Germania è addirittura sceso del 4,6 per cento, mentre in Belgio (-7 per cento) e soprattutto nei Paesi Bassi (-27 per cento) c'è stata una forte diminuzione. "Se teniamo conto che con la crisi economica sono cresciute a dismisura le sofferenze in capo alla clientela e la contrazione dei tassi di interesse ha ridotto ai minimi termini i margini di redditività delle nostre banche, - afferma il coordinatore dell'Ufficio studi Paolo Zabeo - queste ultime, appesantite da costi fissi ancora troppo elevati hanno ritenuto più conveniente ridurre gli impieghi, e quindi i rischi, e aumentare i ricavi dalle commissioni sui conti correnti, sui servizi di bancomat e carte di credito, i servizi di incasso e pagamento e dalle attività extra creditizie, come la vendita di titoli, valute e strumenti di capitale".

Se dall'inizio della crisi al 2015 i ricavi netti degli istituti di credito italiani da operazioni di prestito sono diminuiti di 13 miliardi (-25,3 per cento), per contro l'incasso ascrivibile alle commissioni nette è aumentato di 4,9 miliardi e quello relativo alla voce altri ricavi netti (costituito prevalentemente da attività assicurative o di negoziazione di titoli, valute e strumenti di capitale) è salito di 11 miliardi. Sebbene in questi ultimi anni siano in costante diminuzione, l'ufficio studi della Cgia di Mestre segnala che anche i costi strutturali del nostro sistema bancario rimangono i più elevati d'Europa. Se si calcola l'incidenza delle spese operative riferite al 2015 (pari a 52,4 miliardi di euro), sul totale delle attività il risultato si attesta all'1,93%. Dato nettamente superiore a tutte le quote percentuali riferite alle prime dieci economie bancarie presenti nell'Unione europea.

Commenti

flip

Sab, 01/10/2016 - 11:28

con quale autorità e diritto le banche prelevano denari dai conti correnti dei clienti già abbondantemente derubati dei loro averi?.ma chi sono le banche? Se annaspando perché stanno annegando cavoli loro!. hanno SEMPRE derubato ed ingannato e tradito la fiducia del cliente ed ora hanno la pretesa di prelevare dai conti correnti? Ma la banchetta d'Italia, le associazioni dei consumatori(?) ed i sindacati vari non alzano il cul....etto e si danno da fare per evitare questo scempio?

VittorioMar

Sab, 01/10/2016 - 11:37

...non solo truffatori ,ora anche "Estortori" e Cravattari!!

PAOLINA2

Sab, 01/10/2016 - 11:41

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, ancora oggi le banche pur di fare commissioni non esitano a collocare prodotti derivati, certificati legati a diversi indici che una volta quotati sul mercato il cliente e' gia' soggetto a una perdita secca che varia dall'1% al 3%, il problema sono le pressioni che subiscono i gestori della rete la catena piu' debole dell'anello.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 01/10/2016 - 11:46

Ovvio, il loro partito di rifetimento, il pd, e' al governo.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 01/10/2016 - 11:46

Ovvio, il loro partito di riferimento, il pd, e' al governo.

Una-mattina-mi-...

Sab, 01/10/2016 - 11:59

Vogliono forse ridurci alla fame. Non gli basta mai: personalmente,DOPO ESSERSI MANGIATI I RISPARMI DI UNA VITA, con gli stravaganti sicurissimi (per loro) "consigli" di investimento, ora s'attaccano al reddito rimanente-

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 01/10/2016 - 12:25

Poi dicono che loro abbassano le tasse! Ladri e bugiardi.

Ritratto di Flex

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 01/10/2016 - 12:36

E' classico dei comunisti prendere (rubare) i soldi dove ci sono. I soldi sono un demonio in mano d'altri, nelle loro no. Filosofia raffinata. Da ladri.

Ernestinho

Sab, 01/10/2016 - 12:43

Si, però ci danno l'interesse dello 0,0000001%!!!! ALLEGRIA!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 01/10/2016 - 12:48

Gente, dobbiamo cacciare al più presto questo VILE-GOVERNO, rappresentato da incompetenti, che asseconda le banche per i loro sporchigiochi politici!!!

Anonimo (non verificato)

swiller

Sab, 01/10/2016 - 12:58

Una denuncia di furto collettiva perché non ci si pensa.

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 01/10/2016 - 14:30

Si arricchiscono con il benestare del governo Renzi che dopo le vicende di Banca Etruria e MPS suona come l'ennesimoschiaffo ai pensionati e lavoratori.

Lucaferro

Sab, 01/10/2016 - 17:23

Tutti ad osannare la lotta al contante: allora giustamente si paghino le banche per il servizio che fanno custodendo i soldi. Le banche sono, allora da celebrare e non demonizzare essendo partecipi alla... lotta all'evasione fiscale... Viva le banche e le carte di credito!

bruco52

Sab, 01/10/2016 - 17:42

banche ed assicurazione auto furti legalizzati...

flip

Sab, 01/10/2016 - 17:46

swiller pensi che ci sono avvocati di grido(?), p.m., giudici e tanti altri soloni che hanno conti correnti con diversi zeri in banca e i casi sono due. o non capiscono una verza del modo di operare delle banche o sono TUTTI appartenenti alla stessa loggia!

Ernestinho

Sab, 01/10/2016 - 18:11

E' contro ogni logica: si danno soldi alle banche e ci si perde. Mentre loro ci fanno i loro sporchi guadagni!

unosolo

Sab, 01/10/2016 - 18:17

" ABBIAMO UNA BANCA ? " come per dire siamo a posto ! infatti oggi sappiamo che la banca è ricca . che sia stato un piano concordato per una grande scalata dei nuovi ricchi ?

Duka

Lun, 03/10/2016 - 13:01

Mrglio correggere il titolo in " COSI' LE BANCHE RUBANO E SI ARRICCHISCONO "