L'Economist ora lancia l'allarme: "In Italia la prossima crisi d'Europa"

L'Economist dedica la copertina alla crisi delle nostre banche. "Se anche gli italiani perdono fiducia, l'euro non sopravviverà"

Un torpedone tricolore pericolosamente in bilico, con la scritta "banca" sulla fiancata, pronto a precipitare nel burrone. E il titolo: The Italian Job. Europe's next crisis. È la nuova copertina dell'Economist, che dedica la sua apertura alla crisi delle banche italiane.

La front page dell'Economist fa una chiara allusione alla Brexit e mostra un'auto con la bandiera britannica già piombata inesorabilmente nel vuoto. Poco sopra il torpedone Italia, in precario equilibrio, ad un passo dal seguire la stessa sorte. Il settimanale britannico accende i riflettori sulle sofferenze bancarie che riempiono i bilanci delle banche e che hanno causato destabilizzanti turbolenze che hanno colpito numerosi istituti. "Le pressioni del mercato sulle banche italiane non diminuiranno finché la fiducia non verrà ristabilita e ciò non succederà senza fondi pubblici - scrive l'Economist - se le regole sul bail in verranno applicate con rigidità in Italia, le proteste dei risparmiatori mineranno la fiducia e apriranno le porte del potere ai movimento Cinque Stelle".

Secondo il settimanale ignlese, le ferree regole di bilancio e le nuove norme sui salvataggi bancari arrivate, "dopo che altri Paesi avevano salvato con soldi pubblici le banche", potrebbe anche alimentare l'idea che "l'Italia ottenga scarsi benefici dalla supposta condivisione dei rischi all'interno dell'Eurozona" e venga piuttosto danneggiata "dai molti vincoli che deve rispettare". "Se gli italiani dovessero perdere fiducia nell'euro - è il ragionamento - la moneta unica non sopravvivrebbe". Per questo, il premier Matteo Renzi non avrebbe alcun motivo di "rispettare alla lettera le regole, se questo dovesse mettere a rischio la moneta unica". Quindi, continua l'analisi dell'Economist, "la risposta giusta è autorizzare il governo italiano a finanziare i meccanismi di difesa delle sue banche vulnerabili con capitali pubblici che siano sufficienti per placare i timori di una crisi sistemica".

Pur considerando "buone" le nuove norme sul bail in, l'Economist fa notare che in Italia oltre 200 miliardi di titoli bancari sono in mano a piccoli investitori. Negli altri Paesi dell'Eurozona succede, invece, che la maggior parte dei titoli spazzatura sia in mano a investitori istituzionali. "Obbligare gli italiani comuni ad accollarsi di nuovo le perdite danneggerebbe pesantemente Renzi, facendo svanire la sua speranza di vincere il referendum sulle riforme costituzionali in autunno", conclude il settimanale suggerendo all'Unione europea di cambiare la normativa sul bail in "escludendo gli investitori privati che detengono i titoli" dai soggetti coinvolti nel salvataggio.

Commenti
Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 07/07/2016 - 22:45

Soccorso rosso sempre in piena attività di servizio...

alessandro1975

Gio, 07/07/2016 - 22:46

i pezzi di mxxxa ci stanno minacciando: guai pure a voi se uscite dall'europa

FRANCO1

Gio, 07/07/2016 - 23:22

Questo economist puzza!! Certamente Renzi perderà ai referendum e ce ne andremo anche dall'europa come la GB che sta guadagnando!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 07/07/2016 - 23:38

Strano che l'Economist non usi il medesimo linguaggio di disprezzo che ebbe a suo tempo sulle capacità di governare di Berlusconi. SI VEDE CHE IL SOCCORSO ROSSO DEL SINISTRUME EUROPEO VUOLE SALVARE IL GOFFO BURATTINO DI NAPOLITANO. Se allora agiva immotivatamente e solo per solidarietà con la manovra golpista del veterocomunista oggi l'Economist avrebbe ben più di un motivo per stroncare l'abusivo Renzi. Primo fra tutti l'assenza di democrazia.

maurizio@rbbox.de

Gio, 07/07/2016 - 23:39

Ecco la cosa peggiore che poteva capitare! È arrivato l'endorsement al contrario dell'Economist. Quelle capre dell'Economist non ci prendono MAI ma davvero MAI. I prossimi siamo noi? Non ne usciremo MAI.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 07/07/2016 - 23:41

E' chiaro che se usciamo dall'Euro e dall'Europa l'Italia è persa non facendo parte del Commonwealth come l'Inghilterra che tra l'altro ha lo zia Sam alle spalle. Noi scenderemmo al livello del Burkina-Faso. L'unica Nazione che rimarrebbe in piedi sarebbe la Germania che a quel punto potrebbe giustamente dire che lei ha vinto la Seconda Guerra Mondiale.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 07/07/2016 - 23:48

è CHIARO CHE DOBBIAMO USCIRE DALL'EUROPA, SE LA GUIDA RIMANE TEDESCA COSì COME LE SUE MINACCE, VOI "EUROPEISTI" SIETE PROPRIO DEI "BELINI"

Nel74

Gio, 07/07/2016 - 23:57

e se tutti gli italiani ritirassero i soldi dalle banche?

Jimisong007

Ven, 08/07/2016 - 01:28

Quanto sta spendendo l'Europa per danneggiare l'Inghilterra al fine di terrorizzare gli altri stati che vorrebbero uscire?

Duka

Ven, 08/07/2016 - 07:10

La PROSSIMA???? perchè da 7/8 anni stiamo affogando nello champagne?

Georgelss

Ven, 08/07/2016 - 07:24

Ha parlato il settimanale del Bildberg

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/07/2016 - 07:37

Leggete l'ultimo articolo di Blondet e capirete perché l'elite mondialista sta preparando una crisi globale.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/07/2016 - 07:37

Economist è uno dei giornali della famiglia Rothschild, ossia il gotha della finanza mondialista tirannica.

Klotz1960

Ven, 08/07/2016 - 07:42

La prima pagina sulla prima pagina di una rivista come l'economist da sempre anti italiana.

linoalo1

Ven, 08/07/2016 - 08:26

Non occorreva un Genio per capirlo!!!Con l'Armata Brancaleone che abbiamo al Governo,è quasi ovvio che dovrà succedere!!Tutto il Mondo,lo sa!!!Solo Renzi,con i suoi Sinistrati,continuano a dire che Tutto Va Bene!!!!E l'OPPOSIZIONE,cosa aspetta a reagire???Forse i MOTI POPOLARI????

il veniero

Ven, 08/07/2016 - 09:02

tradotto Renzi e il sistema banche chiedono di riparare agli errori commessi dalle banche con soldi pubblici aumentando il debito pubblico ...che già sale di suo . Questo è il discorso : Renzi ricatta la UE usando il crollo di fiducia in caso di Bail in ...le banche ricattano Renzi .SIA CHIARO : non abbiamo ancora avuto UN ESPROPRIO DI STATO sui conti correnti a 2 cifre SOLO xchè la UE non lo permette e teme ulteriore calo gradimento ...MA CGIL LO VUOLE DA ANNI e appena possono rassegnatevi ...

aitanhouse

Ven, 08/07/2016 - 09:03

ha cominciato la politica a far perdere la fiducia nelle banche trasformandole nel bancomat degli amici e dei nuovi industriali a caccia solo di soldi da far sparire e fregarsene dell'impresa, poi l'europa ha completato il quadro con le sue norme ammazza risparmiatori, ed ora? ora la gente preferisce tenere i soldi nel materasso o spenderli, magari all'estero.La barca semiaffondata del governo non sa più cosa fare e forse molti componenti aspettano la prossima bocciatura al referendum per uscirne in bello stile e salvare la faccia.

antipifferaio

Ven, 08/07/2016 - 09:09

Tranquilli...USCIREMO DALL'EURO. Visto che qua si va avanti SOLO a RICATTI... alla fine usciremo anche perché se falliscono le famiglie, fallisce il sistema. Chi spende quando il crollo dell'economia è sempre un minaccia continua? Se non c'è serenità e la speranza per un futuro migliore c'è solo pessimismo, il che vuol dire che non ci rimane che fare come gli INGLESI i quali a quanto pare sono ancora VIVI E VEGETI E STANNO MEGLIO DI PRIMA.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 08/07/2016 - 09:16

Ma non eravamo gia fuori dal tunnel con il governo del bidello bocconiano????????

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 08/07/2016 - 09:24

Credo sia giusto dare una mano alle banche italiane,ma siccome tutte le operazioni riguardante prestiti o bonus o maxibuonuscite sono credo visibili,non ci vuole molto a capire chi sono gli affossatori.Ma le toghe servono solo per i ladri di polli e per le veline di berlusconi oppure come è scritto"la legge è uguale per tutti"????Certo la scritta rimane dietro le poltrone dei giudici ma basterebbe girarsi e leggerla.

fabiotg

Ven, 08/07/2016 - 09:37

Spero avvenga al piú presto

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 08/07/2016 - 09:46

L'Economist, sulla cui autorevolezza non è lecito dubitare, condanna senza scampo l'Italia di renzi. Invidieremo la Grecia, come già detto da grandi economisti come Brunetta, Bagnai e Borghi Aquilini. Esatta anche la analisi dei motivi della crisi: l'Italia del PD di renzi è strangolata da regole (bail-in, per dirne una) scritte dai tedeschi che ovviamente sono fatte per salvaguardare gli interessi tedeschi anche se questo mette a rischio la sopravvivenza stessa delle nazioni sottoposte alla Germania. In tempo di crisi i forti ingrassano e i deboli muoiono, era la regola nei Lager del precedente Reich tedesco, è la regola del Reich attuale. Cosa possiamo fare? Ormai ben poco, ma uscire immediatamente dall'EURO e dalla UE è una mossa da tentare (Borghi Aquilini ha il piano pronto). Mossa disperata, certo, ma morti per morti.......

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 08/07/2016 - 10:38

Economist, ossia il giornale della famiglia Rothschild, i tiranni della plutocrazia mondiale.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 08/07/2016 - 10:47

Ormai potrebbe esserci anche Cristo in persona a guidare un paese o una Banca, se decidono che si debba diffondere il panico questo succede. Le guerre non scoppiano per caso così come le crisi finanziare, tutte basate su numeri che nessuno può confutare, spostano capitali, potere e attenzione dove è più redditizio. Ora fa comodo che in Italia si crei questo spauracchio, per evitare altri colpi di testa in area Euro, ovviamente il Renzi di turno è solo un burattino in balia di qualcosa di più grande di lui, di molto più grande.

pecoranera

Ven, 08/07/2016 - 11:02

L'economist non è contro l'Italia. L'economist è contro le stronzate. Se siamo noi il paese che ne fa di più dovremmo solo vergognarci

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 08/07/2016 - 13:10

pecoranera concordo ma visto dalla parte sinistra non c'è niente di cui vergognarsi anzi stanno facendo il possibile per cambiare,i veri itagliani saranno neri e non avranno niente di cui vergognarsi,va bene così.Noi siamo tutti pulcinella e le toghe lo sanno.

marygio

Ven, 08/07/2016 - 14:04

crisi sistemica innescata dalle banche italiane? per etruria?....ahhhhhhhhh o per montepaschi? salta un paese per....montepaschi. ma guardate in casa vostra sfigati

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 08/07/2016 - 22:20

In Italia non esiste un'opposizione come si deve. Il M5S non è una Vera opposizione, ma è un movimento più o meno sinistroed affine al PD. A destra l'opposizione fa pena se poi si considera che quelli che erano i fedelissimi di Berlusconi, (Alfano, Schifosi, Verdini, Lorenzin, Lupi, Giovanardi, Formighini, Fini e tanti altri cialtroni, sono passati armi e bagagli nelle fila del PD di Renzi.