Lettera di Etihad all'ad di Alitalia: "Maggiori garanzie sui conti"

La compagnia emiratina chiede più certezze e ribadisce la deadline per il 31 luglio

Maggiori garanzie sui conti, anche per il 2013. E' questa, a quanto apprende l'Adnkronos, la richiesta avanzata dal ceo di Etihad, James Hogan in una lettera inviata all'Ad di Alitalia Gabriele Del Torchio in cui si ribadisce la dead line al 31 luglio per il via libera all'operazione.

Il Ceo di Etihad James Hogan in uno scambio di e-mail con l'ad di Alitalia Gabriele Del Torchio, secondo quanto si apprende, si dice alquanto preoccupato per la mancanza di chiarezza sulla Mid-company, e sulla posizione di Poste e sulla situazione sindacale.

Nella missiva anche la preoccupazione per il fatto che il protrarsi del tempo possa creare problemi anche sulla situazione patrimoniale di Alitalia e la richiesta di dare una risposta rapida alle preoccupazioni

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Mer, 30/07/2014 - 00:15

La vedo male...dall'Italia partono sempre messaggi inquietanti per tutti...

BRAMBOREF

Mer, 30/07/2014 - 07:57

GIGI85 La rovina Alitalia è stata in gran parte dei Sindacati. E' ora che il Governo li metts da parte, fanno solo danni. Mom capiscono che è o così come vuole ETihad

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 30/07/2014 - 23:24

Vuoi vedere che questi sconsiderati trinariciuti dei sindacati rossi sbattono sulla strada migliaia di lavoratori? Il loro proletarismo del secolo passato sta uccidendo Alitalia. LAVORATORI LICENZIATE QUESTI INCOSCIENTI CHE NON VI RAPPRESENTANO PIÙ.