La Lombardia dice addio ​alle cartelle di Equitalia

La Lombardia dice addio a Equitalia. È la prima regione che "licenzia" l'istituto di recupero crediti. Ad annunciarlo è stato il governatore Maroni

La Lombardia dice addio a Equitalia. È la prima regione che "licenzia" l'istituto di recupero crediti. Una novità che da tempo era stata annunciata dal governatore Roberto Maroni e che adesso è diventata realtà: "Oggi la regione Lombardia ha ’licenziato Equitalia. Come avevamo promesso. Siamo la prima Regione a farlo. Nella seduta odierna la giunta ha approvato la proposta dell’assessore Garavaglia di affidare (a partire dal 15 settembre) la riscossione dei tributi di competenza regionale a un nuovo concessionario: ciò significa riduzione dei costi per la Regione, riduzione delle spese per i contribuenti e (soprattutto) un rapporto con i cittadini e le imprese rispettoso e attento alle esigenze individuali", ha scritto Maroni su Facebook. Intanto anche alcuni Comuni cominciano a chiudere le porte ad Equitalia. L’amministrazione di Sarego, in provincia di Vicenza, ha dato un atto di indirizzo agli uffici per concludere l’utilizzo di Equitalia per la riscossione coattiva delle entrate. L'amministrazione comunale ricorda "che le entrate tributarie ordinarie del Comune di Sarego già da anni sono riscosse in modo diretto". A decorrere dal primo gennaio 2012 la società Equitalia avrebbe dovuto cessare la propria attività di accertamento, liquidazione e riscossione, spontanea e coattiva, delle entrate patrimoniali e tributarie dei Comuni e delle società da loro partecipate, ma la sua attività, anno dopo anno, è stata prorogata a livello statale. Ora anche il Comune ha "licenziato" Equitalia.

Commenti

manente

Lun, 12/09/2016 - 19:06

Grande Maroni, quello che ha fatto è un atto di civiltà. Ci aspettiamo che altre Regioni e Comuni d'Italia mettano fine alla usura legalizzata di Equitalia.

Ritratto di michageo

michageo

Lun, 12/09/2016 - 19:11

.....molto bene......una valanga nasce sempre da una piccola palla di neve......vediamo ora se c'è l'effetto "domino", come sperabile E siccome da cosa nasce cosa, qualcuno forse prima che poi andrà a casa..........

Cheyenne

Lun, 12/09/2016 - 19:12

GRANDE MARONI TI D

Cheyenne

Lun, 12/09/2016 - 19:13

GRANDE MARONI ! TI DEVI CANDIDARE A PREMIER E RIUNIRE IL CENTRODX . TU SEI IL VERO SUCCESSORE DI BERLUSCA NON LE MEZZE CARTUCCE CHE SI PROPONGONO

yulbrynner

Lun, 12/09/2016 - 22:34

una buona cosa qualcosa di buono a volte lo fa anche la lega strano ma vero

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 13/09/2016 - 01:11

ancora una volta , se ce n' era bisogno il Nord dimostra di essere Europa. sperare che anche altre regioni seguano? Ho i miei dubbi! Roma non è Milano!! grande Maroni !

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 13/09/2016 - 01:19

Un atto di civiltá

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 13/09/2016 - 07:32

Dedicato a tutti coloro che pensano che la Lega Nord quando è al potere non fà nulla ed è come tutti gli altri partiti . Non è cosi , ricordo agli smemorati la legge lombarda contro la ludopatia , legge che in tutti i modi il governo Renzi ha osteggiato dopo aver dato un maxi sconto di centinaia di milioni di euro a quei galantuomini che in Italia hanno il monopolio del gioco di azzardo legalizzato.

gi64

Mar, 13/09/2016 - 08:27

Sia ben inteso che apprezzo molto questa decisione ma.... Questo nuovo concessionario avrà gli stessi poteri di equitalia? Se si, chi ci garantisce che non sia anche peggio?....

canaletto

Mar, 13/09/2016 - 08:43

BRAVISSIMO MARONI TUTTI I PRESIDENTI DOVREBBERO FARE COME TE. EQUITALIA STA ASFISSIANO I CITTADINI E POI LA PRIVACY E LA PROPRIETA' PRIVATA COMUNISTATE DAI PIDIOTI. PIGNORAMENTO DI AUTO, CASE ECC ECC PAGAMENTO DI GABELLE INGIUSTE, UN CALDERONE DOVE I PIDIOTI CI SGUAZZANO. IN ITALIA E' SEVERAMENTE PRIVATO POSSEDERE QUALCOSA ALTRIMENTI LO STATO T ELO MANGIA E I SOLDI BISOGNA TENERLI SOTTO IL MATERASSO. ALTRO CHE BANCHE ECC. NONHAI NULLA????? LO STATOE D EQUITALIA SI ATTACCANO AL TRANVAI

peter46

Mar, 13/09/2016 - 09:03

Vai Maroni,non ti fermare...chissà a quale branca di 'Comunione e Appalti' toccherà 'sacrificarsi',che se uno non ce la fa a pagare può essere anche 'esonerato' o no?.Scrivile bene le regole,e anticipatamente messe in chiaro,che quelli solitamente non fanno fifty-fifty.Comunque...se pensavi invece di 'riaffidare' ai F.lli Salvo quelli è da mo' che sono già andati.NB:Cambiargli le regole d'ingaggio(riscossione)proprio no,vero?

tonipier

Mar, 13/09/2016 - 09:08

"LA LOMBARDIA SI ALLONTANA DAGLI AVVOLTOI?" Senza di questa paura.... di sicuro ci potrebbe essere una ripresa di lavoro.