L'Ue contro Google: "Con Android sfrutta posizione dominante"

La Commissione Ue scrive al colosso di Mountain View: "Riteniamo che il comportamento di Google neghi ai consumatori una scelta ampia su app e servizi e impedisce l’innovazione degli altri competitor, violando le regole Ue"

Android impone le sue app - come Google Search - ai produttori di dispositivi come smartphone e tablet. Per questo l'Antitrust dell'Unione europea ha formalizzato oggi le accuse contro Google, proprietaria del sistema operativo incriminato.

Secondo Bruxelles il colosso di Mountain View ha "attuato una strategia sugli apparecchi mobili per conservare e rafforzare il suo dominio nel campo delle ricerca internet" e per questo la Commissione Ue ha inviato a Google uno Statement of objections, cioè il primo passo formale della procedura che può portare fino alle sanzioni se l’azienda non attuerà i rimedi concordati.

L'accusa è quella di sfruttare una posizione dominante nel campo dei servizi di ricerca su web. L’indagine Ue ha infatti permesso di scoprire che l’azienda obbliga i produttori di smartphone ad installare Google Search e renderlo il motore di ricerca predefinito. Stessa cosa avviene con Google Chrome. In questo modo si è assicurato che le due app occupino la maggior parte degli apparecchi, visto che l’80% dei dispositivi venduti nel mondo usa proprio Android. Una pratica che "chiude la strada ai produttori rivali di app di accedere al mercato e danneggia i consumatori riducendo la concorrenza e restringendo l’innovazione". Per questo "riteniamo che il comportamento di Google neghi ai consumatori una scelta ampia su app e servizi e impedisce l’innovazione degli altri competitor, violando le regole Ue", ha detto la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager.

"Android ha contribuito allo sviluppo di un ecosistema rilevante - e, ancora più importante, sostenibile - basato su un software open source e sull'innovazione aperta", ha ribattuto Kent Walker, senior vice president & general counsel, sul blog europeo di Google, "Abbiamo rilasciato il sistema operativo Android nel 2007. Un sistema operativo open-source e gratuito, supportato da numerosi partner hardware: un modello diverso da tutto quanto lo aveva preceduto". E ha concluso: "Saremo felici di lavorare con la Commissione Europea per dimostrare che Android è un bene per la concorrenza ed è un bene per i consumatori".

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mer, 20/04/2016 - 13:04

l'unione auroafricana non ha cose più importanti a cui pensare vero???

bruno baly

Mer, 20/04/2016 - 14:27

fossi negli americani chiuderei internet per l'europa ......così l'"europazza" non avrebbe più niente da obiettare .....! se non riusciamo a fare qualcosa di buono .....è colpa degli americani ? l'europa cerchi di fare meglio ...altrimenti taccia.