Made expo, l'edilizia lancia la sfida: connessioni di sistema per il rilancio

Dal 13 al 16 marzo in Fiera Milano la manifestazione leader in Italia per il mondo delle costruzioni e dell’architettura: oltre 900 espositori. Massimo Buccilli: "Acceleratore di idee che valorizza l’importanza della nostra filiera per l’economia nazionale". Emanuele Orsini: "L’edilizia è il motore del Paese, il Governo faccia ripartire i cantieri sbloccando in tempi rapidi le risorse già stanziate”

Qualità dell’abitare, rigenerazione urbana e delle infrastrutturale per il vivere contemporaneo declinato in comfort, sicurezza, sostenibilità, innovazione delle costruzioni: sono questi i contenuti di MADE expo edizione 2019, la più importante manifestazione in Italia per il mondo dell’edilizia e dell’architettura organizzata da MADE eventi srl e promossa da FederlegnoArredo e Unicmi, che si terra nel polo espositivo di Fiera Milano dal 13 al 16 marzo. Con un obbiettivo di fondo: rafforzare le connessioni del sistema per rilanciare l’edilizia e promuovere un “fronte comune” industriale sia verso i mercati sia nei confronti delle istituzioni in grado rimettere in movimento un settore strategico per l’economia nazionale.

Una fiera di riferimento in Italia per tutto il settore con oltre 900 espositori e una grande rappresentanza delle eccellenze nel mondo delle costruzioni, dell’architettura, dell’interior design, che porta a Milano più di 100mila visitatori professionali dall’Italia e dall’estero, oltre 130 delegati internazionali, contractor e progettisti provenienti da più di 20 Paesi. Con un percorso espositivo e di visita duffuso in otto padiglioni che ospitano quattro Saloni che ne fanno una manifestazione “multi specializzata”: MADE Costruzioni e Materiali, MADE Involucro e Serramenti, MADE Interni e Finiture, MADE Software, Tecnologie e Servizi). Opportunità particolare in più per visitatori professionali e buyer di poter organizzare itinerari e incontri business su misura in base ai propri interessi, oppure di fare una visita integrata programmando gli incontri d’affari a seconda dei propri interessi e delle novità di prodotto presentate dalle aziende: dai materiali alle soluzioni e ai sistemi per la progettazione, dal cantiere all’edilizia con l’intera filiera del serramento, dei sistemi di involucro, delle soluzioni outdoor e di schermatura dalla luce fino al mondo delle finiture e degli interni.

Evoluzione, dal punto qualitativo, sottolineata con soddisfazione da Massimo Buccilli, presidente di Made expo: “In questa edizione abbiamo una vasta rappresentanza della filiera delle Costruzioni del nostro Paese e la piena rappresentanza di tutti i materiali, rafforzata dalla presenza della filiera del cemento e del calcestruzzo con le aziende leader. Siamo così in grado di svolgere ruolo di acceleratore di idee e di volano di relazioni che ci consenta di valorizzare l’importanza della nostra filiera per l’economia nazionale“.

Parole che spiegano la scelta del tema della presentazione, “Costruire connessioni. La qualità dell’abitare tra progettazione, realizzazione e mercati” con cui si sottolinea l’intenzione di MADE expo di rafforzare i legami tra le aziende, le associazioni di settore, le professioni, le Università e il territorio per contribuire al rilancio dell’edilizia in un momento complesso, con grande attenzione alla promozione internazionale del made in Italy in collaborazione con Agenzia Ice.

“MADE expo si propone sempre più come luogo di business e come osservatorio privilegiato sul panorama dell’architettura e dell’edilizia - aggiunge Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo -. È un hub pensato per tutte le aziende, dove si può scoprire il meglio intercettando l’accelerazione verso i mercati mondiali. Il comparto delle costruzioni sta vivendo una fase preoccupante e la manifestazione può essere la piattaforma di rilancio di un settore che ha bisogno di energie e ha necessità di uno shock per recuperare le posizioni perse. L’edilizia è il motore del Paese e MADE expo serveda stimolo per spronare il Governo a far ripartire i cantieri sbloccando in tempi rapidi le risorse già stanziate”. Messaggio chiaro rivolto anche alla politica, al governo, agli enti locali che si ritrova anche nelle parole di Marco Dettori, vice presidente dell’Ance, l’Associazione nazionale delle imprese edili: “l nostro è un unico grande sistema imprenditoriale determinante per la crescita e il benessere sociale ed economico dell’Italia”.

Made expo si tiene a Milano e l'assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune Pierfrancesco Maran ha ricordato come la città stia vivendo un periodo favorevole dal punto di vista dell'edilizia "con la nascita di nuovi quartieri come Porta Nuova e City Life, la ripartenza di progetti arenati da tempo come Santa Giulia o Porta Vittoria, l'attivazione di investimenti importanti anche fuori dal centro". "Per lo sviluppo della nostra città - ha aggiunto - è fondamentale la sinergia tra pubblico e privato: se da un lato il Comune sta investendo 1,6 miliardi di euro soprattutto nelle periferie, dall'altro prevede, con il Piano di governo del territorio in discussione, incentivi per chi rigenera aree accessibili ma ancora poco identitarie, chi recupera edifici abbandonati, chi propone soluzioni edilizie ambientali e innovative. Pubblico e privato insieme per rendere la qualità degli interventi sempre più aderente ai bisogni di una città che cresce, che ha bisogno di verde, case in affitto, qualità dello spazio pubblico e servizi diffusi".

Prodotti, novità, soluzioni costruttive, materiali sono il “cuore” del salone con tutte le sue novità. Ma ci sono altre “anime” nei padiglioni di Fiera Milano che sono anche un luogo di incontro tra progettazione e produzione e di formazione innovativa e coinvolgente come BuildSMART, “evento nell’evento” che ospiterà il convegno inaugurale accogliendo i protagonisti del settore proponendo informazione e formazione interattiva con eventi che accadono in tempo reale. Tra gli eventi-guida il convegno dedicato alle Infrastrutture e alla loro gestione e manutenzione, il primo BIM Superusers Open Summit, il summit Internazionale dedicato alla nuova Industrializzazione edilizia e agli edifici cognitivi, l’International Wood Forum, il Fidec-Forum italiano delle costruzioni.

Altri eventi fanno parte del invece del progetto Construction&Design 4.0 vincitore del bando Smart Living 5.0 promosso da Regione Lombardia e organizzato da FederlegnoArredo, Ance Lombardia e Federcostruzioni che confluirà nella presentazione del Manifesto per l’Edilizia 4.0, una piattaforma di valori e proposte comuni per la rigenerazione urbana e la riqualificazione immobiliare del Paese.

Dedicata all’interior design l’esclusiva mostra Elle Decor Design Box progettatada Elle Decor Italia magazine di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte e da Calvi Brambilla, studio interdisciplinare di architettura, interior e product design. È un grande contenitore di spazi, sperimentali e surreali che contiene delle folie architettoniche, l’allestimento è concepito come una scatola luminosa dedicata alla sperimentazione. palestra di sperimentazione dare ai progettisti una nuova chiave di lettura sulle finiture.

Altro evento, il Forum Involucro e Serramenti che mette al centro il “networking” aumentando la partecipazione e il coinvolgimento di serramentisti, rivenditori, posatori, agenti, consulenti e aziende di filiera. Archmarathon Selections è invece il concorso di progetti rivolto al mondo all’architettura: 28 studi di progettazione provenienti da tutto il mondo presentano al pubblico professionale i progetti in gara per l’evento internazionale di architettura giunto alla sua quinta edizione tra Milano, Beirut e Miami. I quattordici migliori progetti (uno per categoria) di Archmarathon Selections passeranno direttamente alle finali di Archmarathon che si terranno a Milano nel 2020.