Mancini ammette: "Al Monte dei Paschi decideva tutto il Pd"

Il presidente della Fondazione di fronte ai magistrati: "Le nomine dei vertici decise dai Ds e dalla Margherita"

RomaGli ex sindaci di Siena Cenni, Ceccuzzi e Piccini e l'ex presidente della provincia Ceccherini avevano già confermato che nelle nomine e nella gestione di Mps i partiti di riferimento a Roma - prima Ds e Margherita e poi Pd - avevano molta voce in capitolo. E adesso a ribadire l'esistenza di una guida politica per la banca più antica del mondo arriva anche la versione data ai pm toscani dal presidente di Fondazione Mps, Gabriello Mancini.
Interrogato il 24 luglio del 2012, l'uomo tuttora al vertice della Fondazione, braccio politico del Monte Paschi, mette a verbale la genesi del suo incarico, ricevuto il 9 maggio del 2006, senza giri di parole: «La mia nomina, come quella di Mussari alla guida della banca, fu decisa dai maggiorenti della politica locale e regionale, e condivisa dai vertici della politica nazionale». Anche il passaggio di Mussari dalla Fondazione alla banca, dunque, per Mancini avvenne su input «romano»: «(Mussari, ndr) mi confermò di avere il sostegno del partito a livello nazionale».
Alle toghe Mancini racconta che il suo «sponsor» era Alberto Monaci, oggi presidente Pd del consiglio regionale toscano, all'epoca nei Dl. E da lui il futuro presidente della Fondazione Mps seppe che «era stato trovato un accordo con i Ds». Le riunioni per le nomine erano locali e nazionali. Quel giro di poltrone della primavera 2006 non fece eccezione. Nei meeting a Siena, ricorda Mancini, «partecipavano Franco Ceccuzzi (indagato con Mussari a febbraio scorso nell'inchiesta salernitana sul crac del pastificio Amato, ndr), il segretario provinciale della Margherita, Graziano Battisti, il sindaco (Maurizio Cenni, ndr) e il presidente della provincia di Siena (Fabio Ceccherini, ndr)». Ma il vertice decisivo si tenne a Roma, spiega Mancini, in una riunione «con l'onorevole Francesco Rutelli, partecipai io ed erano presenti Monaci, Battisti e l'onorevole Antonello Giacomelli». All'ex leader della Margherita «venne prospettato l'accordo raggiunto» e «diede il suo assenso». Che anche i Democratici di sinistra fossero d'accordo con la sua nomina, racconta poi Mancini ai magistrati senesi, lo confermò Ceccuzzi: «Mi riferì che anche per i Ds vi fu un assenso a livello nazionale». In uno slancio bipartisan, Mancini ricorda poi d'aver concordato con Gianni Letta - che gli comunicò il placet di Berlusconi - la nomina di Andrea Pisaneschi nel Cda in quota Pdl. Ma dopo le nomine, a farsi sentire era l'azionista politico di riferimento: i Ds. Mancini racconta continue «sollecitazioni politiche» che riceveva in Fondazione per la concessione di progetti, «dagli uomini di riferimento di Ceccuzzi che indicò in Luca Bonechi (ex segretario senese dei Ds, ndr) e Alessandro Piazzi (componente della deputazione amministratrice della Fondazione, ndr).

Video che ti potrebbero interessare di Economia

Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 03/08/2013 - 09:21

Speriamo che li condannino subito, quelli del PD e berlusconi che decideva le nomine del PDL. Che vadano equamente tutti in galera. Mi dispiace per Grillo che aveva pronosticato solo il PD, a quanto pare c'è dentro anche il PDL in egual misura.

prisco

Sab, 03/08/2013 - 09:34

sarebbe ora che si chiariscano le cose. non basta allontanare i singoli dal partito per renderlo pulito.

Duka

Sab, 03/08/2013 - 09:34

Gli italiani credo tutti D e S ne erano perfettamente al corrente che le banche e il business ( le COOP per es.) sono da sempre l'obiettivo ROSSO al di la delle recenti dichiarazioni di Mancini o quelle meno recenti e alquanto infantili di Fassino. Il punto sta nel fatto che le porcate rosse passano sotto silenzio e la magistratura dopo il primo inevitabile polverone, di fatto, le TOMBIZZA.

piertrim

Sab, 03/08/2013 - 09:43

Carissimo luigipiso, in Italia non si va in galera per una nomina politica, ma chi approfitta in qualche modo del denaro altrui. Vorremmo sapere, prima delle condanne, in quale buco sono finiti i miliardi (non noccioline come quelli del Trota) ribadisco i miliardi di Euro. Troppo facile dire abbiamo supervalutato e comprato una banca.

rossono

Sab, 03/08/2013 - 10:02

Fino che in Italia ci sareanno cervelli bacati come luigistriscio il progresso lo faranno gli altri,se in Italia si aspetta la crescita,prima o poi si deve metter mani ad eliminare qualche fancazzista pagato con i sacrifici degli italiani,non ce'altra via...

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 10:07

Certo che decideva tutto il PD !!! Altrimenti non si capirebbe il motivo per cui hanno messo tutto a tacere anche su consiglio del nostro beneamato presidente della Repubblica. A Siena lo sanno anche i bambini. Ci fosse stato il PDL...beh...allora sarebbe stato doveroso approfondire e senz'altro Berlusconi non poteva non sapere. Questa formula magica "non poteva non sapere" funziona solo per una parte politica. Ora mi domando: o nel centrosinistra sono del tutto stupidi, e quindi la formula non funziona, oppure la giustizia orba guarda solo da una sola parte. Dalla parte dei delinquenti, mentre dall'altra sono tutti santi, immacolati, anche quando qualcuno anziché uscire dalla porta esce dalla finestra.. Qualcosa non torna.

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 03/08/2013 - 10:13

Il berlusca "non poteva non sapere", mentre gli scherani komunisti si possono permettere anche "di potere non sapere niente di niente", o volano dalla finestra. - L'ho già detto la Giustizia ridotta a liquame, dai porci di questo Paese che la faranno ancora franca. Ma non soffierà sempre da una parte, il vento.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 10:21

Non indagare non indagare non indagare.

LAMBRO

Sab, 03/08/2013 - 10:21

Mancini stai attento!! Ricordati del povero Rossi!!Questi hanno rubato 4 Miliardi ma i giudici dicono che non ci sono mazzette!! Te pareva? Naturalmente decideva tutto PD e Margherita ma Bersani GUAI A CHI LO TOCCA lui POTEVA NON SAPERE!!! CHI TOCCA MUORE peggio dei 220mila Volt.

baio57

Sab, 03/08/2013 - 10:23

@ luigipiso - Sedici consiglieri su diciannove in area PD ,da sempre nominati da Comune e Provincia di Siena ,i cui vertici in caso di importanti decisioni avevano filo diretto con Fassino e D'Alema ,leggere a tal proposito l'intervista a Consorte sul Fatto dove parla di lotte interne tra il gruppo Senese e i Bolognesi di Unipol ai tempi della famosa "scalata" . Dire che il PDL c'entra in egual misura è veramente disonesto. Tuttavia non mi stupirei che gli unici che pagheranno saranno Verdini ed ovviamente il Cav. Si attende anche una sua iscrizionwe nel registro degli indagati sul "Forteto" e perchè no ,anche sull'"affaire Serravalle" dove pare abbia istigato il Filippo Provinciale a quella scellerata operazione, costringendolo a tenere all'oscuro il suo capo Gargamella....

LAMBRO

Sab, 03/08/2013 - 10:30

PD e MARGHERITA decidevano TUTTO!!! ma BERSANI POTEVA NON SAPERE?? Ma vi pare che si possa bere una MISTIFICAZIONE come questa!! Lo possono solo i Trinariciuti mentecatti!! Questi si sono fregati 4 Miliardi!! Ma i giudici li FARANNO SANTI!!Hanno cominciato a dire che non ci sono state mazzette: cosa erano valigie(di soldi)? Italiani sveglia o fra un po' vorranno far credere che GESU' è morto di raffreddore!!! Le DITTATURE SONO COSì!!! lo so perché c'ero!!

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 10:31

Certo che decideva tutto il PD !!! Altrimenti non si capirebbe il motivo per cui hanno messo tutto a tacere anche su consiglio del nostro beneamato presidente della Repubblica. A Siena lo sanno anche i bambini. Ci fosse stato il PDL...beh...allora sarebbe stato doveroso approfondire e senz'altro Berlusconi non poteva non sapere. Questa formula magica "non poteva non sapere" funziona solo per una parte politica. Ora mi domando: o nel centrosinistra sono del tutto stupidi, e quindi la formula non funziona, oppure la giustizia orba guarda solo da una sola parte. Dalla parte dei delinquenti, mentre dall'altra sono tutti santi, immacolati, anche quando qualcuno anziché uscire dalla porta esce dalla finestra.. Qualcosa non torna.

roberto.morici

Sab, 03/08/2013 - 10:38

"le nomine dei vertici (di MPS) erano decise da DS e Margherita. I Drigenti DS e Margherita potevano e possono non sapere. Non è che da quelle parti siano un pò imbecilli?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 10:42

Leggendo l'articolo non si vedono reati! Una ok per una nomina si può dare, questo non e reato, ma quali sono i vantaggi che i partiti hanno ricevuto? Perchè è stato cercato il loro consenso nelle nomine? Chi ha dato il consenso per i DS/PD? Non e possibile che nessuno abbia guadagnato economicamente!! Non e da guardare nella pentola dei soldi persi ma in generale!! Le banche guadagnano nelle operazioni fatte/commisioni.

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 10:45

Un solo consiglio a Mancini. Stai lontano dalle finestre.

papik40

Sab, 03/08/2013 - 10:58

Questo invece il titolo di Il Fatto Quotidiano: NOMINE DECISE DALLA SINISTRA. CON L'OK DI GIANNI LETTA E BERLUSCONI che mi ha spinto ad inviare il seguente post! ******Siete proprio dei faziosi mistificatori! Il titolo lascia intendere inequivocabilmente che Letta e B. abbiano dato il loro assenso a TUTTO il CDA di MPS mentre nell'articolo non avete potuto fare a meno di dire che l'assenso era sul SOLO membro del PDL! Ma quanti vostri lettori leggeranno l'articolo? Dato che vi ergete sempre a paladini della giustizia e della correttezza è questo il vostro modo di onorare la deontologia della vostra professione? Inoltre anche se il PDL avesse dato l'OK a tutto il CDA qual'è la loro corresponsabilità? E' noto che la stragrande maggioranza di questo CDA era formato da membri di "provata fede e per meriti politici dei DS e d'intorni" e che gli altri membri facevano solo numero e non erano in grado di incidere minimamente sulla gestione della banca così come non ha alcun senso denunciare il fatto che B. fosse fra i CLIENTI "privilegiati"! Sicuramente con B. Il MPS ha avuto molti benefici a differenza del loro cliente “privilegiato” il PCI al quale gli hanno abbonato Lit. 50 miliardi sulla ristrutturazione del debito di Lit. 250 miliardi! Non vi bastava godere per vedere B. condannato in via definitiva anche senza alcuna prova se non perché "non poteva non sapere"? E' questo il vostro alto senso di giustizia? Come mai però questo principio non fu mai applicato ai vari Agnelli, Pirelli, De Benedetti etc etc? Parlate di verdetto ineccepibile pronunciato da una “magistratura indipendente” ma sapete bene che chi ha promosso i processi ed anche in appello vi erano giudici noti per avere idee politiche dichiaratamente contrarie a quelle di B. D'altronde in Italia le istituzioni sono state occupate da persone di sinistra per convinzione o solo per convenienza essendo diventate classe dominante che prevaricano quelli di destra e sia gli agnostici! Comunque per onestà intellettuale sono anch'io convinto che B. era a conoscenza del sistema delle sovra-fatturazioni e della creazione di fondi esteri ma ciò non toglie, sempre per onestà, che la Legge deve condannare tenendo fermo il principio della convinzione "al di là di ogni ragionevole dubbio" sulla base dei FATTI e non su IPOTESI. Vi siete domandati come mai queste ipotesi e congetture valgono solo per B.? Non è forse una prova dell’IMPARZIALITA’ della magistratura o, per lo meno, di chi l’ha giudicato? Lascio la risposta alla vostra coscienza - se anch'essa insieme al vostro cervello - non è definitivamente ottenebrata dall'ODIO ! Adesso però che il vostro NEMICO è stato condannato e lo chiamate DELINQUENTE, appellativo che poche volte avete utilizzato anche verso chi ha commesso reati molto più esecrabili a dimostrazione del vostro ODIO, vorrei sommessamente che vi occupaste dei tanti "delinquenti" che evadono il fisco usando il sistema della sovra-fatturazione e lo sapete benissimo: SONO TANTI e tutti insieme altro che € 380 milioni di evasione in 20 anni! Inoltre è facile scovarli. E’ sufficiente analizzare i certificati di origine delle merci importate e controllare che ha emesso la fattura. Un esempio su tutti: molti abiti in vendita a € 2’000/2'500 sono stati fabbricati in Cina (o Asia) al costo massimo di € 70/100! Scommettiamo che le fatture di importazione non sono inferiori ad € 1'000 e che la proporzione fra imposte evase e pagate non è di € 380 milioni su oltre € 9 MILIARDI?*****

roberto.morici

Sab, 03/08/2013 - 11:07

@LAMBRO. Non so se tutti gli altri Dirigenti DS e Margherita siano nelle condizioni di "non sapere". Bersani e Rutelli? Credo che si tratti di casi a parte: li ha guardati bene?

Stella

Sab, 03/08/2013 - 11:22

Ma guarda caso, è l'unico partito a farla sempre franca! Per i magistrati il PD e i suoi vertici "possono e devono sempre non sapere". L'Italia è l'unico Paese che si è involuto mentre tutti gli altri, compreso il terzo mondo, qualche passo avanti verso la democrazia lo hanno fatto. In Italia siamo ostaggio di un veterocomunismo camuffato da democrazia mentre vige una dittatura di stampo comunista! Fa venire i brividi tutto ciò, Berlusconi come Craxi e come il povero Moro vanno tolti di mezzo, Moro lo hanno trucidato perchè non potevano incriminarlo di nulla. Ma si può mai permettere ancora che questo accada in Italia come fosse una ineluttabile fatalità? Penso di no, chiunque abbia una coscienza non può e non deve permetterlo!

cgf

Sab, 03/08/2013 - 11:35

Tranquilli.. nessun PDuista verrà incriminato ne condannato!!! quando mai?

m.m.f

Sab, 03/08/2013 - 11:49

........ma il PD a breve non esisterà più. E' giunto al capolinea,sparisce per sempre il PD e tutto quello e quelli chi girano li intorno.Finita un epoca.E molti di loro li troveremo all'estero a breve.Non scemi cechi e sordi nemmeno i loro elettori.

giovauriem

Sab, 03/08/2013 - 11:52

egregio malpica,state perdendo tempo a denunciare il mal'affare mps,lei dovrebbe sapere che la magistratura italiana si attiva solo se a chiederlo è la repubblica,il corriere della sera o il fatto quotidiano

Ritratto di limick

limick

Sab, 03/08/2013 - 11:58

Ma cosa vuoi che sia? E' solo una festa dell'unita' allargata... a tutta la cittadinanza senese, collusa coi giochi di potere, sono poi quelli che vanno in piazza a dire che la politica fa schifo, ancora con le mani sporche di marmellata rubata...

Ritratto di limick

limick

Sab, 03/08/2013 - 12:00

baio57 Sab, 03/08/2013 - 10:23 Certo che Luigipisellino e' disonesto, non starebbe qua a difendere dei ladri.. o a voler giocare a tutti colpevoli tutti i nnocenti, l'ideologia e' una brutta bestia. Crea combattenti pronti a tutto per il partito..

cicero08

Sab, 03/08/2013 - 12:01

Ma guarda! Deve essere sfuggito a tutti che Verdini e Letta zio fanno da tempo parte del PD ÷L...

herbavoliox

Sab, 03/08/2013 - 12:17

Signori miei... gli italiani non sono stupidi. E' evidentissimo che le toghe se hanno a che fare coi ds mettono tutto a tacere e, in caso opposto alzano polveroni a tutto spiano. Vedi Unipol, coop rosse, MPS, cirio prodi, hanno rubato miliardi e sono tutti fuori; ora che accusano apertamente veltroni e rutelli voglio proprio vedere come va a finire... Anzi, so già come andrà a finire. A schifio. A quando una pulizia totale con candeggina e disinfettante?

losqualo

Sab, 03/08/2013 - 12:27

conosco bene il sangimignanese mancini, prima come chierichetto in duomo a san gimignano poi a leccare,leccare e leccare da tutte le bparti, ma data la statura arrivava solo agli inguini percià si limitava con la leccatura

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 03/08/2013 - 12:41

Invece, nonostante il buco di 20mld (per ora)ripianato a suon di IMU, uno strano suicidio, e adesso pure questa confessione, chissà per quale ragione la procura di Siena ritiene che il PD sia estraneo ai fatti. La solita procura rossa?

Libertà75

Sab, 03/08/2013 - 13:00

Renzi, Bersani, Letta, Bindi, ecc... non potevano non sapere... In ogni caso questi sono soldi, il progetto di promozione omosessuale e pederastia perpetuato dalla sinistra toscana nell'esperimento chiamato "il forteto" mi sembra tuttoggi ancora peggiore

timoty martin

Sab, 03/08/2013 - 13:00

E si sono visti i risultati!

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:28

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

Giobbicio

Sab, 03/08/2013 - 13:37

Vi siete dimenticati che anche Querci, anche lui quota pdl, era stato indicato da Letta dopo l'assenso di Berlusconi e di Caltagirone. Infine Mussari ha pure dichiarato che vwniva ritenuto da Letta il suo riferimento in mps.magari se questo giornale foSse meno fazioso ...