Manovra, l'Ocse boccia il governo: "L'Italia è un rischio per l'Europa"

Da Parigi durissime critiche alla legge di Bilancio: bocciati sia il reddito di cittadinanza sia quota 100. Ed è allarme spread: "Penalizza banche e famiglie"

"L'Italia rappresenta un rischio per l'Europa". Presentando l'Economic Outlook 2018 a Parigi, la capo economista dell'Ocse, Laurence Boone, lancia l'allarme ponendo l'accento soprattutto sull'innalzamento dello spread tra i Btp decennali e i Bund tedeschi, anche se almeno per il momento "il contagio è limitato". A preoccupare, però, non è solo il differenziale. Secondo il report, infatti, "la crescita economica dell'Italia ha perso slancio e resterà debole", tanto che le stime del nostro Pil per il 2019 sono state riviste al ribasso e portate a +0,9% dal +1,2% prospettato a settembre. Per il 2020, poi, l'istituto prevede una crescita dello 0,9%. Valori nettamente inferiori rispetto a quelli previsti dal governo Conte che nel Def aveva stimato un Pil in crescita dell'1,5% nel 2019 e dell'1,6% nel 2020.

Nel giorno della bocciatura della manovra economica, l'Economic Outlook pubblicato dall'Ocse getta nuova benzina sul fuoco perché fa a pezzi tutte le stime che il governo gialloverde aveva messo nero su bianco. Tra tutti gli indicatori sballati, a preoccupare gli economisti di Parigi è soprattutto il deficit pubblico che, stando ai loro calcoli, dovrebbe aumentare dall'1,8% del 2018 al 2,5% nel 2019 e, senza correzioni di bilancio né aumenti dell'Iva, salire al 2,8% nel 2020. Percentuali ben lontane dal disavanzo al 2,4% del Pil nel 2019 e all'1,8% nel 2020 stimato dall'esecutivo gialloverde nel Def. "Data la crescita lenta - si legge nel rapporto - l'aumento dei costi per interessi e il maggior deficit, il rapporto debito pubblico cesserà di diminuire e rimarrà a circa il 130% del Pil". Questo perché per l'anno prossimo è previsto un bilancio in espansione, con misure pari al'1,2% del Pil per lo più costituite da incrementi di spesa, che "rischia di mantenere, o addirittura di aumentare, i premi al rischio sovrano, che peseranno sulla crescita".

Quella degli economisti di Parigi è una bocciatura a 360 gradi. Della manovra economica non viene salvata una sola misura. Perché, sebbene il governo abbia "giustamente l'obiettivo di aiutare i poveri", data la composizione della legge, "i benefici sulla crescita di queste saranno probabilmente modesti, soprattutto a medio termine". Il reddito minimo garantito, per esempio, risulta inefficace se il governo non accelera le riforme per migliorare la ricerca di lavoro e i programmi di formazione, nonché le politiche di inclusione sociale. La "quota 100", la misura proposta per superare la riforma Fornero sulle pensioni, viene invece criticata perché "peggiorerà la disuguaglianza intergenerazionale, aumentando la già alta spesa pensionistica e ridurrà la crescita a lungo termine, riducendo l'età lavorativa della popolazione".

Sui mercati gli effetti di questa manovra si sono già fatti sentire. Dalla metà del 2018 i rendimenti dei titoli di stato sono aumentati di ben 185 punti base. "Le rinnovate turbolenze dei mercati finanziari accelererebbero l'aumento degli oneri finanziari per famiglie e imprese e la sfiducia, riducendo la crescita degli investimenti e dei consumi", emerge dall'Economic Outlook dell'Ocse secondo cui "un ulteriore aumento sostenuto dei rendimenti dei titoli di Stato danneggerebbe i bilanci delle banche e i coefficienti patrimoniali, il che potrebbero portare a minori prestiti". Dopo aver suonato il campanello d'allarme, però, gli economisti dell'Ocse consigliano all'Italia di "proseguire sulla strada delle riforme economiche e sociali e di una prudente politica di bilancio, se vuole migliorare la coesione sociale e stimolare la crescita". Quindi il consiglio di innalzare gradualmente il surplus di bilancio primario e stimolare la crescita è la chiave per una riduzione duratura del rapporto debito pubblico/Pil: "Senza politiche di bilancio sostenibili, inevitabilmente il settore pubblico avrà meno spazio per fornire benefici e aiutare i poveri".

Commenti
Ritratto di moshe

moshe

Mer, 21/11/2018 - 13:08

"Italia un rischio per l'Europa" ... ... ... bene, allora usciamo da questa mafiosa UE, così non rischierà più !!! IL FATTO E' CHE L'ITALIA FA UN GRAN COMODO ALL'EUROPA !!! ...

jaguar

Mer, 21/11/2018 - 13:10

Invece l'Europa è molto più di un rischio per l'Italia.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 21/11/2018 - 13:17

Onefirsttwo(detto AK47) dice : E che problema c'è ? STOP Da un lato c'è l'EU , dall'altro l'UA STOP Basta uscire dall'Unione Europea ed entrare nell'Unione Africana STOP E che vantaggi !!! STOP Avere un leone in piscina o un coccodrillo in giardino fa chic ! STOP Andare a passeggio con una scimmia invece che con il solito cane ! STOP Invece che parlare con il solito cane , parlare con un leone o una scimmia ! STOP I coccodrilli ancora non parlano , ma non sia mai che una volta a Napoli ... non imparino anche loro ! STOP Bye , Bye STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

CALISESI MAURO

Mer, 21/11/2018 - 13:38

Dunque gli usurai della terra avvisano: (Quindi il consiglio di innalzare gradualmente il surplus di bilancio primario e stimolare la crescita è la chiave per una riduzione duratura del rapporto debito pubblico/Pil: ) Dunque continuano a turlupinare, l' Italia e' gia' da 20 anni che ha avanzo primario calcolato in 750 mld tolti all'ecoomia, nonostante cio' ha accumulato un deficit di 2300 mld... in cosa?... In interessi naturalmente presso le banche da loro controllate. Chiaro no?

Libertà75

Mer, 21/11/2018 - 13:39

nel 2011 il rapporto debito/pil era al 117% ed è stato mandato via Berlusconi, nel 2018 dopo 7 anni di governo PD è al 132%, però la colpa è del governo gialloverde... non fa una grinza, se sei moralmente disonesto troverai sempre a chi dare la colpa perché non avrai il coraggio di assumerti le tue responsabilità... e non basta essere bocciati dagli elettori, si continuerà a dire bugie perché è l'unica cosa che si sa fare bene

lappola

Mer, 21/11/2018 - 13:44

Siamo un rischio per l'europa. Siamo un rischio per l'europa ma l'europa non cade mai. Se cadesse a causa del nostro bilancio, quasi quasi ...... NON CAPITA, MA SE CAPITA ....

Malacappa

Mer, 21/11/2018 - 13:44

Da Parigi non mi aspettavo nulla di piu'

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 21/11/2018 - 14:01

Tutti ma proprio tutti contro, solo gigino il bibitaro e il capitan fracassa dalla felpa candida continuano a insistere che sono nel giusto .. mi sa che verranno tempi duri per noi poveri cittadini ...

ulio1974

Mer, 21/11/2018 - 14:13

@jaguar Mer, 21/11/2018 - 13:10: hai ragione, almeno tanto quanto i professori per uno studente somaro agli esami.

Maura S.

Mer, 21/11/2018 - 14:24

L'Italia ha scelto come paese con un proprio governo. Questo è quanto.

gneo58

Mer, 21/11/2018 - 14:35

e allora cacciateci (pagando) -ci farete un favore.

Nero81

Mer, 21/11/2018 - 15:08

@ Maura S. L'Italia come paese non ha mai scelto questo governo e non ha mai avuto modo di visionare prima del voto il loro famigerato "contratto". Il 30% degli italiani ha votato 5stelle, il 18% Lega che, le ricordo, erano alternative ed avevano programmi elettorali (giusti o sbagliati) ma non sovrapponibili. Buona parte dei problemi di questa manovra idiota sono dettati dal fatto di averci buttato dentro a forza tutte le misure improduttive (ma foriere di voti facili) che erano state proposte in campagna elettorale, e nessuna misura produttiva sul lato degli investimenti - semplicemente perchè non c'erano più soldi!

Luigi Farinelli

Mer, 21/11/2018 - 16:07

Direi meglio: questa Europa, elitaria, ipocrita, truffaldina, inconcludente, inutile e mortifera è un rischio per l'Italia. E chi non l'ha ancora capito che per cambiare le regole occorre la rivoluzione non fa altro che far continuare a segare il ramo in cui siamo scomodamente seduti.

poveriitaliani

Mer, 21/11/2018 - 16:13

Ma chi la vuole questa Europa ? Io da comune mortale NO

Klotz1960

Mer, 21/11/2018 - 16:24

L' OCSE non c'entra nulla e dovrebbe solo farsi gli affaracci suoi.

agosvac

Mer, 21/11/2018 - 16:41

L'OCSE ha sede a Parigi ed è appoggiata dalla Germania. Non credo le si debba dare molta importanza. Sarebbe stato strano se essendo Francia e Germania quel che sono, avesse appoggiato l'Italia. E, comunque, i conti veri si faranno tra qualche mese.

luigirossi

Mer, 21/11/2018 - 17:00

Anche la NASA ci boccia:Italia rischio per la Luna

ulio1974

Mer, 21/11/2018 - 17:00

@agosvac Mer, 21/11/2018 - 16:41: quindi, leggendo tra le righe il su commento, Lei appoggia questa manovra!?!?!!?

bremen600

Mer, 21/11/2018 - 17:04

tria elimina la fattura elettronica.

Libertà75

Mer, 21/11/2018 - 17:05

@agosvac, in realtà questa manovra è sterile fino a marzo, ergo in piene europee non ci sarà nessun discostamento e per cui questi si venderanno anche come martiri della UE. La cosa grave è che non se ne accorgano gli euroinomani

Lucmar

Mer, 21/11/2018 - 17:48

Tanto per fare una citazione, anche la NASA ha bocciato la manovra?

samdecket

Mer, 21/11/2018 - 18:27

il giornale che cita l'ocse come se fosse un Mantra è come cicciolina che cita santa maria goretti!

flip

Gio, 22/11/2018 - 10:18

Boone gli asini sanno solo ragliare e tu sei uno di questi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 23/11/2018 - 14:36

se uscite dalla Comunità come la GB dovete pagare tanti soldi che dovrete vendere la Italia intera per saldare il conto.Chiederete un prestito alla europa o alla Germania?

rokko

Ven, 23/11/2018 - 15:28

Nessun problema, per questo governo la crescita non è un risultato, ma un dato di partenza che si può ottenere come e quando si vuole. Se non dovesse bastare la manovra per ottenere 1.5, si pensioneranno i 50enni, poi i 40enni e così via, fino ad ottenere la crescita desiderata. Se ancora non dovesse essere sufficiente, l'arma finale: reddito di cittadinanza di 3000 euro/mese a quelli ancora rimasti a lavorare.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mar, 02/04/2019 - 10:01

1)OCSE BOCCIA L’ITALIA, MA CHI È IL RESPONSABILE NON MATTARELLA? IN POCHE PAROLE IL Centro Destra aveva vinto le consultazioni ma com’era previsto Mattarella seguendo le orme di Napolitano eccovi questo Governicchio assurdo e si vede che M5s perde ovunque, viceversa il Centro Destra va avanti. Ma per essere sincero anche se le cose andavano come il voto aveva decretato ma sempre con Mattarella e l’Anm-Md l’Italia sarebbe ancora nel baratro con sentenze e pretese di alcuni magistrati che non basta avere il Potere indipendente ma pure l’assoluta immunità o voi avete visto che Giudici e Pm che sbagliano vengono puniti? Possibile che dopo Tangentopoli pretendono il predellino “ rivolteremo l’Italia come un calzino? ” Ebbene, meglio avere un Governo dei Giudici e PM cancellando voto e Popolo Italiano?