Marina Berlusconi sul voltafaccia di Bollorè: "Ecco gli effetti di una finanza malata"

Marina Berlusconi dopo lo strappo di Bollorè: "È un capitalismo cannibalistico". E rivendica i propri valori: "La nostra non è una finanza malata"

Marina Berlusconi denuncia duramente l'"incredibile voltafaccia" di Vincent Bollorè. La presidente di Fininvest non ha infatti digerito lo strappo di Vivendi che nei giorni scorsi ha rotto l'accordo strategico con Mediaset. Una mossa che, in una lettera al Corriere della Sera, viene definita senza troppi giri di parole "grave" a tal punto che è "impossibile ricordare precedenti analoghi". "Sia Mediaset sia Fininvest hanno già espresso pubblicamente la loro valutazione sul fatto che un grande gruppo internazionale si sia permesso di stracciare un contratto valido e vincolante - scrive Marina Berlusconi - è stato anche spiegato che cosa lascia intravvedere questo sconcertante 'abbiamo scherzato': il tentativo, nascondendosi dietro uno sbandierato disegno industriale, di garantirsi, in modo inaccettabilmente scorretto, una posizione di rilievo nell'azionariato di Mediaset".

"Sappiamo perfettamente che il mondo degli affari ha le sue dure regole, che la legge del mercato può essere spietata. Ma sempre di regole e di leggi si tratta". Nella lettera al Corriere della Sera, Marina Berlusconi parla di "capitalismo cannibalesco", quello cioè che "non cerca il profitto investendo, definendo progetti industriali, concorrendo e rischiando sui mercati, in una parola creando benessere e opportunità di sviluppo". "Al contrario - spiega - il capitalismo cannibalesco prospera grazie alla distruzione della ricchezza altrui, costruisce il proprio successo sull'altrui rovina. È come una metastasi che si nutre della parte sana del corpo".

Il caso Vivendi diventa l'occasione per analizzare i mali della finanza. E a presidente di Fininvest lo fa spiegando chiaramente quali patologie affliggono la finanza di oggi. "Quando fa il suo mestiere, la finanza è un supporto prezioso, insostituibile, per le imprese, fornisce loro gli strumenti per dare concretezza alle idee - spiega nella lettera al Corriere della Sera - è la finanza malata a seguire altre logiche, la finanza dei raider, abituati a scalare società per prosciugarne le casse, a lanciarsi in spericolate speculazioni, dove il denaro è virtuale, ma i guasti terribilmente reali". È proprio da questa finanza malata che Marina Berlusconi ha sempre preso le distanze. Una scelta netta che viene rivendicata anche oggi. "Da queste logiche la mia famiglia ha sempre voluto restare rigorosamente lontana - mette in chiaro - noi siamo imprenditori". E per dimostrarlo ricorda i recenti investimenti della famiglia Berlusconi. Investimenti che vanno dall'accordo strategico con Vivendi all'acquisizione di Rcs Libri e arrivano fino all'intesa con Banzai Media.

"Essere imprenditori significa anche questo, a nostro avviso - conclude Marina Berlusconi - credere nel proprio Paese. E noi nell'Italia crediamo. Nonostante tutto, mi verrebbe da dire, visto che in tanti hanno fatto il possibile e anche l'impossibile per renderci la vita difficile. Ma noi qui siamo, qui restiano e non abbiamo intenzione di fare il minimo passo indietro, anzi. Non per eroismo, ma per convinzione". Insomma, per la presidente di Fininvest essere imprenditori significa "rispettare le regole, attenersi alle norme", ma soprattutto "non venire mai meno a quella che è una etica di un sistema economico sano e del mercato". Questo rispetto è del tutto mancato a Vincent Bollorè.

Commenti

rosa52

Ven, 29/07/2016 - 09:42

questo messaggio dovrebbe essere di monito per tutti gli sciacalli di cui s' e' contornato Renzi !!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 29/07/2016 - 09:45

Gli altri rubano, loro no, sempre santi.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 29/07/2016 - 10:32

Ma dove troveremo mai un Presidente del consiglio cosi?La caparbietà e la capacità di tenere testa a prepotenti e pseudo capitalisti gangster la ingigantisce , al suo cospetto i pifferai fiorentini e l'entourage di comodo annichiliscono e scompaiono.Auguriamoci non si stanchi e tenga testa a quella masnada di "imprenditori funerari" dai quali siamo accerchiati peggio dell'isis. Grande Marina.

idleproc

Ven, 29/07/2016 - 10:34

Capirlo sulla propria pelle non guasta. Capito cosa avrebbe comportato quando Monti diceva che era necessario che in Italia anche le medie aziende si quotassero in borsa? Perdere le aziende. Il gioco è truccato.

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 29/07/2016 - 10:42

Parole indiscutibili!peccato che i nostri politici siano al servizio di qualcun altro...purtroppo!

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 29/07/2016 - 10:44

Per quelli che odiano il capitalismo,il problema e'nelle regole!!. il resto e'fuffa!

Sabino GALLO

Ven, 29/07/2016 - 10:56

Non si può riassumere meglio i fatti! Quale Tribunale dovrà giudicarli? Quali possono essere gli appigli di Vivendi?

greg

Ven, 29/07/2016 - 10:58

Questa donna, Marina Berlusconi, all'apparenza una specie di bambolina, è invece un gigante, come intelligenza e capacità imprenditoriale. Ha detto una cosa che anch'io, come imprenditore, per quanto piccolo, insisto a ripetere a chiunque mi chieda un giudizio sull'imprenditoria d'assalto, (alla maniera dei De Benedetti, tanto per citare un esempio deteriore), ed riporto la sua frase: ""è la finanza malata a seguire altre logiche, la finanza dei raider, abituati a scalare società per prosciugarne le casse, a lanciarsi in spericolate speculazioni, dove il denaro è virtuale, ma i guasti terribilmente reali"". Grazie Marina, per avere detto chiaramente che oggi siamo sotto due attacchi, di questa finanza malata, selvaggia e virtuale, e del tentativo, di quelli che si considerano i padroni del mondo, di spersonalizzare le eredità culturali dei popoli occidentali facendoci invadere da masse di gente ai cui cervelli una religione bestiale impedisce l'uso della ragione.

Mr Blonde

Ven, 29/07/2016 - 11:04

TI PAREVA che la colpa non era di qualcun alrto, mica dei conti disastrosi della pay tv? quanto alla finanza malata spieghi le 23 scatole cinesi della prima fininvest prima di fare la morale

Giacinto49

Ven, 29/07/2016 - 11:15

Senza nulla togliere ai meriti conquistati sul campo da ciascuno: ci vogliono una quindicina di Parisi per fare una Marina Berlusconi.

Ritratto di drazen

drazen

Ven, 29/07/2016 - 11:17

Brava Marina!

marygio

Ven, 29/07/2016 - 11:47

mediaset stona nel disegno di renderci tutti deficienti. su sky, ad esempio,nelle dirette dalla germania, minimizzano il fattore islam sposando la tesi dei fuori di testa. poi qua gli intrecci sono complessi e vanno da generali ass a telecom; il tutto con la regia di mediobanca che io considero alla stregua della spectre ....ahhhhh

nerinaneri

Ven, 29/07/2016 - 11:49

...tutti i vecchi/e voterebbero marina...

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 29/07/2016 - 12:05

Ma dove troveremo mai un Presidente del consiglio cosi?La caparbietà e la capacità di tenere testa a prepotenti e pseudo capitalisti gangster la ingigantisce , al suo cospetto i pifferai fiorentini e l'entourage di comodo annichiliscono e scompaiono. Auguriamoci non si stanchi e tenga testa a quella masnada di "imprenditori funerari" dai quali siamo accerchiati . Grande Marina.

marygio

Ven, 29/07/2016 - 12:09

i conti sono una scusa. questa è una scalata.

Ritratto di combirio

combirio

Ven, 29/07/2016 - 12:49

Le differenze ci sono e come, anche fra industriali. Prendiamo un esempio a caso, la tessera numero 1 di un certo partito, e un industriale che va avanti con i suoi mezzi. Mister tessera ne ha fatte di tutti i colori, dai morti per l' amianto alle sovvenzioni del Monte che poi è iniziato l' inizio della sua fine per le sue Aziende costantemente decotte. Oppure l' Agnelli che quando c' era da guadagnare OK, poi quando c' era crisi era sempre dallo stato a farsi pagare la cassa integrazione per gli operai. Decisamente è un raffronto che non si può nemmeno accostare!

greg

Ven, 29/07/2016 - 13:08

POCO MR BLONDE - voi sinistri sempre a guardare sotto il letti altrui, ma se solleviamo i vostri tappeti saltano ancora fuori gli ammazzati Kulaki in Unione Sovietica del 1930. Comunque Mediaset è una azienda che paga regolarmente E OGNI MESE stipendi a oltre 5000 dipendenti, mentre la RAI ci ruba in tasca, canone in bolletta eletrica che si deve obbligatoriamente pagare, e chi non dove pagare non rivedrà mai più indietro i suoi soldi estorti, oltre che incassare publicità e spendere l'80% dei ricavi per il personale: cioè ci sono 185 dirigenti con stipendi minimo di 200.000 € anno = 37.000.000 di euro buttati dalla finestra. E in più la Rai ogni anno è in perdita, e dobbiamo ripianare noi i suoi debiti, perchè è una azienda di stato. Vada a fare la sua propaganda in cellula PCVI/PD

garibaldo

Ven, 29/07/2016 - 13:26

110 e lode per il modo sintetico ma chiaro e preciso col quale hai ricordato a tutti che la finanza dovrebbe essere al servizio dell'economia reale e non viceversa. Poche frasi che valgono un intero libro di economia.

vince50_19

Ven, 29/07/2016 - 13:32

Mr Blonde - Quindi Marina B. dovrebbe desistere e accettare quanto preteso da Vivendi in virtù di quanto da lei segnalato? Quale il nesso fra le due vicende di rilevanza giuridica? La magistratura ha eccepito alcunché in quella materia da lei segnalata? Siamo al solito gioco degli schemi secondari di Popper? Sia chiaro che non difendo o accuso nessuno: se ci sarà una causa la magistratura deciderà chi ha torto o ragione, indipendentemente da quello che lei sostiene.

Daniele Sanson

Ven, 29/07/2016 - 13:59

Marina Berlusconi for President forever Daniele Sanson

Libertà75

Ven, 29/07/2016 - 14:04

e te pareva che i trinariciuti non dovessero offendere degli imprenditori italiani, rei soltanto di non essere al loro servizio... loro difendono il de benedetti che risiede all'estero o gli agnelli che stanno spostando gli utili corporate... ma tanto è che sono convinti che le tasse nelle casse dello Stato arrivino da bruxelles e non da chi è sul territorio a lavorare... vaglielo a spiegare che senza soldi non si fa benessere per la società... loro stanno ancora pensando alla patrimoniale

Libertà75

Ven, 29/07/2016 - 14:16

@mrblonde, e te pareva che capitava con questi commenti fuori tema... scatole cinesi per costruire sono una cosa diversa da scatole cinesi per distruggere... lo si capiva anche dall'articolo, non serviva una laurea... le stesse cose sono state usate anche da TronchettiProvera e da DeBenedetti. Secondo, Vivendi denuncia alti costi del personale (ristrutturabili), bassa redditività degli abbonati (ma in un'offerta sistemica aumentano) e mancanza di garanzia sui diritti champions post 2018 (ma non son stati ancora messi in vendita). Va da sè che sono scuse quelle espresse o per avere sconti o per concentrarsi su una scalata a mediaset!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 29/07/2016 - 17:49

mrblonde visto che lei sa le cose,ce le spieghi,non ci vuole molto magari anche noi comuni mortali riusciremo a farcene un'idea.

Aristofane etneo

Ven, 29/07/2016 - 17:51

Grazie coraggiosissima, tosta, imprenditrice italiana. Grazie di aver detto ciò che molte persone perbene - imprenditori, economisti, politici, nazionali e non - vanno predicando sui pericoli dell'anarchia finanziaria mondiale che sta distruggendo economie e civiltà millenarie.

guido.blarzino

Ven, 29/07/2016 - 18:09

Ha detto una semplicissima verità. Gli imprenditori Confindustria sono legati a doppio filo al governo di turno se concede vantaggi. Imprenditoria fasulla. E ilsole24ore, sempre di Confindustria, ottiene finanziamenti pubblici: che senso ha ???

Antonio43

Ven, 29/07/2016 - 22:23

Mr Blonde, è naturale che si abbiano idee diverse e per queste ce ne possiamo dire di tutti i colori, ma quando a casa nostra ci vogliono venire per fregarci, allora dobbiamo essere compatti, è così che fanno gli altri paesi, perfino i francesi, pensi un po'! Questa è solo l'ultima porcata che riceviamo da costoro, ma stavolta questo pezzente francese ha trovato pane per i suoi denti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 30/07/2016 - 00:35

È l'effetto "Procura di Milano". Dopo aver visto come certa magistratura italiana abbia depredato e messo alla gogna Berlusconi per più di vent'anni, SI È SCATENATA LA FRENESIA AGGRESSIVA DEI PEGGIORI SQUALI CAPITALISTI STRANIERI. Una certa magistratura, imbevuta di ideologia anticapitalista, ha insegnato loro che nel nostro paese si può fare ciò che si vuole nel più assoluto spregio delle regole della società civile.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 30/07/2016 - 08:38

Antonio43,lei colto nel segno,purtroppo il disfattismo costruito a dovere dal pci a partire dal dopoguerra a forgiato i nuovi itagliani senza senso di appartenenza a una nazione, ma molluschi con l'odio verso chi ha qualche soldo in piu'.il resto e'fuffa. Basta vedere anche quel che sta succedendo ora,ci sono quei 5 o 6 che postano aria fritta ideoligicamente condita delle sxxxxxxxe che io sentivo negli anni 70.

soldellavvenire

Sab, 30/07/2016 - 08:40

noi? nooooo, noi noooooo! (mondani- vianello)

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 30/07/2016 - 10:51

soldellavvenire,si spieghi e ci illumini.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 30/07/2016 - 11:03

----niente da fare----ho tentato più volte di dire la mia sull'imprenditore berlusconi et familia---ma non c'è verso di passare-----tutto sommato è anche giusto così----il giornale difende i suoi interessi---hasta siempre

Antonio43

Sab, 30/07/2016 - 14:41

elkid, non c'è bisogno che te lo pubblichino. Un tuo commento su Berlusconi e la sua famiglia ce lo possiamo immaginare. Vale anche per te il discorso fatto ai mrblonde.