Il mercato applaude le pulizie di Mediaset

Il mercato brinda al piano di efficienze di Mediaset e scommette su un recupero della redditività già entro fine anno. Il titolo del Biscione, all'indomani del bilancio 2012 (il primo in rosso della sua storia) ha infatti chiuso la giornata in Borsa in rialzo del 5,2% a 1,632 euro, in decisa controtendenza rispetto al listino, e con volumi pari a tre volte la media giornaliera. A far decollare Mediaset (+8% il massimo di seduta), come sottolinea Mediobanca nella Wake up call, sono le attese di una revisione al rialzo del consensus sul colosso tv presieduto da Fedele Confalonieri e, di conseguenza, di un ritorno di fiamma sul titolo. Il che potrebbe sembrare un controsenso visto che Mediaset ha chiuso lo scorso anno con un rosso di 287 milioni (da un utile 2011 di 225) superiore alle stime degli analisti. Ma ad incidere sulla redditività del gruppo è stata un'operazione di pulizia di bilancio su vasta scala: 307 milioni tra svalutazioni e accantonamenti che, sottolinea la società, «adeguano al nuovo contesto i valori dei principali diritti sportivi e delle risorse artistiche».
Tutto questo «avrà un impatto visibile sugli ammortamenti 2013», commenta Mediobanca. Le svalutazioni effettuate nel 2012 permetteranno infatti al colosso tv di ridurre gli ammortamenti nei prossimi anni e quindi di rilanciare la cosiddetta «bottom line». Il 2013 potrebbe già quindi segnare ritorno all'utile. Mediaset non si è sbilanciata al riguardo ma Piazza Affari si mostra decisamente più ottimista. Per gli analisti di Equita (il cui giudizio è «reduce» a 1,61 euro) l'ebit a fine anno dovrebbe toccare quota 185 milioni (da una precedente stima a 129 milioni) mentre l'utile netto dovrebbe attestarsi a 28 milioni (da una previsione di perdita netta pari a 16 milioni) «grazie a minori ammortamenti (115 minori) e a minori costi operativi (15 milioni)». Kepler («hold» a 1,5 euro) prevede invece per fine anno un utile netto di 22 milioni (rispetto alla precedente stima di un rosso di 14 milioni).
Anche Barclays ha rivisto al rialzo la propria raccomandazione su Mediaset, portandola a equal weight dal precedente underweight. Qualche spiraglio di luce arriva anche sul fronte della raccolta pubblicitaria (-16% nel 2012). Nonostante il primo trimestre segua il trend registrato negli ultimi tre mesi dello scorso esercizio (con la raccolta in flessione del 19-20% circa), ad aprile il management ha indicato qualche segnale positivo.