Milleproroghe, giallo in aula sui precari a scuola

Approvato un emendamento di LeU al decreto Milleproroghe. Così verrebbero immessi nelle graduatorie 150mila docenti. Ma il governo è pronto a cambiarla

È giallo su un emendamento di Liberi e Uguali al decreto Milleproroghe. Subito dopo il voto, infatti, molti senatori della maggioranza sostenevano che la norma non fosse stata approvata ma, dopo la pubblicazione del resoconto stenografico, si sono accorti che la modifica era stata approvata dalla maggioranza, dopo il parere favorevole del relatore Stefano Borghesi (Lega) e del rappresentante del governo, il sottosegretario Maurizio Fugatti.

La modifica è stata salutata con favore dai deputati e dei senatori di Leu e dai sindacati, in particolare l'Anief. Con questa modifica, infatti, verrebbero immessi in graduatoria oltre 150mila docenti, molti dei quali provenienti dalla terza fascia e diplomati magistrali anti 2001/2002.

Dal governo fanno però sapere che sulla norma è contrario. Secondo quanto riferisce PublicPolicy, la maggioranza è intenzionata a correggere il decreto durante il passaggio a Montecitorio, che si terrà probabilmente a settembre. Il voto in aula - spiega un senatore della Lega - "è avvenuto molto in fretta, oggi abbiamo esaminato tantissimi emendamenti, e su quello c'è stato un errore. Questo governo e il Miur non sono intenzionati a riaprire le Gae".