Mondadori diventa il primo editore digitale

Arnoldo Mondadori Editore informa di aver perfezionato oggi l'acquisizione di Banzai Media Holding (vertical content), in esecuzione dell'accordo già comunicato al mercato

Arnoldo Mondadori Editore informa di aver perfezionato oggi l'acquisizione di Banzai Media Holding (vertical content), in esecuzione dell'accordo già comunicato al mercato. Il valore della transazione è di 24,6 milioni, sulla base di un enterprise value di 41 milioni e di un indebitamento finanziario netto normalizzato di 16,4 milioni (include debiti finanziari verso controllante Banzai e 3,3 mln per componenti differite di prezzo relative ad alcune partecipazioni). Il corrispettivo, spiega una nota, è stato regolato oggi per cassa, tramite l'utilizzo di una linea di credito dedicata a disposizione del gruppo. È inoltre previsto un earn-out, pari a 4 milioni a favore di Banzai, che sarà corrisposto all'eventuale conseguimento di risultati predeterminati relativi al triennio 2016-2018. Il perimetro acquisito - che verrà consolidato dall'1 giugno 2016 - ha registrato nel 2015 ricavi per 24 milioni, un ebitda (ante non ricorrenti) di 4 milioni, con 17,1 milioni di utenti unici. Nel primo trimestre 2016 i ricavi sono in crescita del 20% circa (a 6 mln rispetto ai 5 mln del 31 marzo 2015, anche per effetto del consolidamento della piattaforma di mobile advertising AdKaora acquisita da Banzai a ottobre 2015) e l'ebitda ante non ricorrenti è di 0,7 milioni (0,5 mln al 31 marzo 2015).

Con questa operazione Mondadori diventa il primo editore italiano in ambito digitale, forte di una leadership in settori chiave (women, food, health&wellness) complementari e sinergici con i brand già in portafoglio. L'integrazione della piattaforma e delle competenze di Banzai Media con i contenuti di Mondadori, consentiranno al gruppo di sviluppare il posizionamento dei propri brand nel digitale