Moody's taglia il rating dei titoli di Stato italiani

Abbassato il giudizio sui nostri titoli di Stato. Ma l'asta di Btp va bene. Tutti contro l'agenzia di rating, anche chi prima la difendeva per andare contro il Cav. Monti: "Puniti anche se virtuosi" Chiuse le indagini a Trani: "Da Moody's informazioni false"

La scure di Moody's torna nella notte ad abbattersi sul nostro Paese. Con un tempismo strano, giudicato "inappropriato" anche dalla Commissione Europea, che valuta soprattutto gli "sforzi senza precedenti intrapresi dall'Italia". E delle motivazioni molto politiche. Ma questa volta tutti si rivoltano contro l'agenzia di rating. Anche quelli che, quando tutto faceva brodo per tentare di scalzare il Cavaliere, pendevano dalle labbra di Moody's. C'è rischio che la nostra economia sia contagiata dai mercati della Grecia e della Spagna, ma c'è anche l'incertezza - lo dice l'agenzia di rating nel suo comunicato - relativa alle elezioni nella primavera del 2013.

Il declassamento dei titoli di Stato italiani, di due gradini, da A3 a BAA2, con un outlook ancora negativo, dipende anche dall'incertezza di tutta l'Eurozona e dal rischio che l'Italia finisca vittima di un contagio da parte della Spagna e della Grecia. Il giudizio articolato da Moody's sottolinea il rischio che l'Italia veda "salire i tassi di finanziamento o di non riuscire ad avere accesso ai mercati finanziari a causa della fiducia sempre più fragile e dei timori di un effetto contagio".

In avvio di giornata lo spread tra Btp e Bund continua a salire e si attesta a 481 punti, in deciso avanzamento rispetto al dato di ieri, soprattutto a causa del declassamento arrivato durante la notte. Il rendimento supera la soglia critica del sei percento, fermandosi al 6,03%.

Misure eccessive

Appena arrivato all'assemblea dell'Ance il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, ha commentato il declassamento, sminuendone il valore: "Moody’s ha fatto una valutazione e noi non possiamo farci niente. Penso che il nostro paese manifatturiero sia molto più forte di quello che appare nella valutazioni". Della stessa opinione il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, che parla di un giudizio "ingiustificato e fuorviante".

Asta Btp positiva

I risultati dell'asta odierna hanno portato il livello medio di finanziamento del debito pubblico italiano al 3,34 per cento, in rialzo di solo due punti base e su un livello comunque inferiore rispetto al 3,61% del 2011.

Severo anche il commento del presidente del Consiglio Mario Monti: "L’Italia è virtuosa ma invece di premiarci ci puniscono, e tutto questo è creato da disturbi da Paesi terzi."

Nel tardo pomeriggio arriva un'altra bastonata nei confronti di Moody's. I Pm di Trani hanno chiuso le indagini e bocciano senza appello l'operato dell'agenzia di rating: Gli analisti di Moody’s Abercromby e Wassemberg "fornivano intenzionalmente ai mercati finanziari informazioni tendenziose, distorte (e, come tali, anche falsate) in merito all’affidabilità creditizia del sistema bancario italiano, idonee a disincentivare l’acquisto di titoli bancari italiani e deprezzarne, così, il valore". E, per una volta, oltre al tempismo di Moody's c'è stato anche quello della giustizia italiana.

Commenti

utonto

Ven, 13/07/2012 - 19:35

Si vergognino questi signori di rovinare l'economia altrui per il proprio beneficio! uTonto.

utonto

Ven, 13/07/2012 - 19:36

Si vergognino questi signori di rovinare l'economia altrui per il proprio beneficio! uTonto.

killkoms

Ven, 13/07/2012 - 19:57

come volevasi dimostrarequesti signori lo fanno di notte,come i ladri,proprio alla vigilia dell'asta di titoli di stato!è comunque è il 2°declassamento per il professore"sò tutto io";perchè quella crapa di bersanovich non attacca il mantra"si diimeettaaa"?

Dema

Ven, 13/07/2012 - 20:07

bisogna vendere i titoli tedeschi in portafoglio e' l'unica possibilità che abbiamo se no non se ne esce più

gi.lit

Ven, 13/07/2012 - 20:28

Cominci la stampa ad ignorare completamente gli oracoli delle agenzie di rating. In quanto ai partiti politici evitino di speculare sui dati che le agenzie diffondono usandole contro i governi che a loro non piacciono facendo così il gioco degli speculatori. Non si potrebbe ogni tanto anteporre il bene del Paese alle convenienze partitiche?

Giustopeppe

Ven, 13/07/2012 - 20:47

E guarda caso quando Berlusconi decide di scendere nuovamente in campo. Non appena sentono il fiuto di Cavalierei Moody’s e qualche giornale sinistroso diventano dei cani rognosi con la rabbia

erminiamusolesi...

Ven, 13/07/2012 - 21:54

è vergognoso che le agenzie di rating americane(da cui non dimentichiamoci è partita la crisi)si permettano,senza neanche dati certi,di dare pareri verso gli stati europei.Nel loro stato che giudizio danno? uno Z00001,questo il giudizio del popolo Italiano,gli piace ai sapientoni di moods'?un'arrabbiatissima......

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Ven, 13/07/2012 - 22:07

Ma chi sono i proprietari di Moody's e chi gli speculatori, la partita sembra truccata.

guidode.zolt

Ven, 13/07/2012 - 22:34

..a quando un'Agenzia di Rating Italiana che metta sottopressione l'economia statunitense...? e li faccia neri...? aspettiamo che ci affondino...?

guidode.zolt

Ven, 13/07/2012 - 22:37

..a quando un'Agenzia di Rating Italiana che metta sottopressione l'economia statunitense...? e li faccia neri...? aspettiamo che ci affondino...?

giottin

Ven, 13/07/2012 - 22:57

qui sarebbe ora di tagliare le palle a qualcuno... ma nache dei nostri.

gardadue

Ven, 13/07/2012 - 23:32

Ma MOBIS invece di tagliare il rating non può tagliare i politici?

arkangel72

Ven, 13/07/2012 - 23:37

Tutti vanno da lui a rendergli omaggio e a giustificare le scelte economiche, ma nessuno ha capito che è proprio Obama che ci sta rovinando! Le agenzie di rating non parlano a caso e senza il suo consenso!

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 14/07/2012 - 00:27

Tutta colpa del Presidente Berlusconi, non doveva rendere pubblica l'idea di tornare: la paura fa novanta e Moody's fa il suo porco lavoro...Nulla di cambiato sotto il sole...E.A.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 14/07/2012 - 00:45

Sono ancora contenti i sinistrorsi trinariciuti ora che il giudizio di moody's non può essere usato come bastone contro Berlusconi? Ci facciano sapere cosa ne pensano.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Sab, 14/07/2012 - 08:50

Lamentarsi di Moodys è come se un paziente si lamentasse perchè il dottore gli ha detto la verità sulla diagnosi

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 14/07/2012 - 10:16

Che "L’Italia sia virtuosa",e che "invece di premiarci ci puniscono,.. e tutto questo è creato da disturbi da Paesi terzi..." con tutto quello che abbiamo sotto gli occhi(senza poter accedere ai conti...).e che i "il nostro paese manifatturiero sia molto più forte di quello che appare nella valutazioni",come afferma Squinzi,sono frasi vuote,lontane dalla realtà. Ch poi Moody's,come tutte le Società di rating,ci mangino sopra,e manipolino certi dati,è altrettanto vero. Qui siamo come a scuola,l'alunno va male,però gli si poteva dare un 6,invece di un 4.A quello che va bene,che è intorno all'8,alla meno peggio gli arriva un 6. Un'economia reale,ancora troppo ancorata su lavori da "cinesi",l'economia "virtuale" che galoppa sui "derivati",il costo della politica,dei "servizi" resi dallo Stato, elevatissimo,che non si vuole toccare,l'assistenzialismo a 360°,i privilegi in "uso capione", tenuti stretti dalle varie "caste",il sistema fiscale iniquo,...come si può pensare di avere un bel VOTO? Chi ha comperato questi BTP,non ve lo chiedete?

rep_banane

Sab, 14/07/2012 - 10:25

se ci fosse stata la task-force Berlusconi-Tremonti-Bossi (a proposito Tremonti è introvabile, dov'è?) i nostri rating sarebbero ad un livello decente. Per una crisi come questa ci vuole gente creativa in grado di produrre economia e finanza creative. Qualcuno vada a veder dov'è Giulio Tremonti! Forza Silvio!!

lunisolare

Sab, 14/07/2012 - 10:49

Dal comportamento delle agenzie di rating sembra che l'Italia sia l'ultimo baluardo da abbattere per mandare in crisi l'euro zona. L'Italia tra mille difficoltà sta cercando di riordinare la sua situazione economica e sembra che questo dia fastidio a chi cerca di mettere in difficoltà l'Europa.

Ritratto di orcocan

orcocan

Sab, 14/07/2012 - 11:37

Non mi fiderei nemmeno dei titoli tedeschi. I tedeschi non hanno mezze misure, la loro storia e' fatta di stelle e stalle in tempi rapidi e non e' la prima volta che questa nazione dopo periodi fulgidi in un batter d'occhio precipitano trascinando con loro i vicini. Le agenzie di rating? Loro danno la tripla A solo alle culture anglosassoni.

ilducanero

Sab, 14/07/2012 - 12:00

cari sinistroidi ,il vostro lurido progetto di affondare l'italia,non è riusciuto ,come si doveva ,avete combattuto sempre con l'aiuto di questa marmaglia di magistrati di fede e sangue rosso ,sono felice del declassamento per l'italia, i nostri poveri proffessori ,tutti così intelligenti ,hanno fatto solo danni fino adesso ,l'economia è allo sfascio ,il lavoro idem ,ma i nostri poveri politici prendono sempre il loro bel stipendio ,il nostro re King George ,siede sempre sul suo trono sempre più dorato ,costa più della casa Bianca e della Regina Inglese ,Moddy ,ha visto bene ,il nostro paese è in mano ai sindacati ,a persone che hanno paura di fare i tagli veri ,perchè hanno paura ,preferiscono prendere il sangue ai poveri cristi che prendono pochi € al mese ,e la casta invece rimane immune,complimenti proffessori ,per la vostra intelligenza . come volevasi dimostrare, hanno paura di lasciare la "cadrega"

michele lascaro

Sab, 14/07/2012 - 12:02

È lampante, come il sole, che questi "enti spazzature" ricevono suggerimenti dai grandi speculatori. Ma chi li ha eletti a censori dei****altrui?

plaunad

Sab, 14/07/2012 - 13:02

Basta vedere chi sono i padroni delle Agenzie di rating per capire a che gioco stiano giocando. La cosa più divertente é che l'attuale crisi mondiale l'hanno provocata proprio loro. Ed hanno ancora il coraggio di emettere giudizi.

armando.milost

Sab, 14/07/2012 - 14:53

Uso questo spazio per vedere se riesco a inserire i commenti. Per ora, non sono riuscito e non capisco il nuovo metodo usato per inviare i commenti. Aam31.

armando.milost

Sab, 14/07/2012 - 14:52

Uso questo spazio per vedere se riesco a inserire i commenti. Per ora, non sono riuscito e non capisco il nuovo metodo usato per inviare i commenti. Aam31.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 14/07/2012 - 15:56

Chi pensa che declassamenti e valutazioni negative per l'Italia da parte delle agenzie di rating siano frutto di "dilettantismo" o superficialità, o è stupido o ci marcia... L’oggetto sociale di queste privatissime società è la vendita di valutazioni sull'affidabilità di imprese, banche e nazioni. Moody's (ma le altre due non sono da meno) tra il 2005 e il 2009 ha avuto profitti (intendo: utili, guadagni!) per 2,8miliardi di Dollari (si, miliardi!) e pensate siano frutto di "dilettantismo"? No, questa è la scienza "inesatta-manipolata" (ma perfettamente mirata agli scopi) della speculazione finanziaria planetaria unita alla ricerca del controllo di popoli sovrani perseguito dai padroni ufficiali e nascosti di queste "Agenzie-Avvoltoio". Questi giudici inappellabili e senza alternativa, emettono condanne o assoluzioni in processi finanziari dove non è ammessa nessuna giuria, nessuna difesa, nessuna accusa terze. Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch nel 2009 hanno, complessivamente avuto…

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 14/07/2012 - 15:55

Chi pensa che declassamenti e valutazioni negative per l'Italia da parte delle agenzie di rating siano frutto di "dilettantismo" o superficialità, o è stupido o ci marcia... L’oggetto sociale di queste privatissime società è la vendita di valutazioni sull'affidabilità di imprese, banche e nazioni. Moody's (ma le altre due non sono da meno) tra il 2005 e il 2009 ha avuto profitti (intendo: utili, guadagni!) per 2,8miliardi di Dollari (si, miliardi!) e pensate siano frutto di "dilettantismo"? No, questa è la scienza "inesatta-manipolata" (ma perfettamente mirata agli scopi) della speculazione finanziaria planetaria unita alla ricerca del controllo di popoli sovrani perseguito dai padroni ufficiali e nascosti di queste "Agenzie-Avvoltoio". Questi giudici inappellabili e senza alternativa, emettono condanne o assoluzioni in processi finanziari dove non è ammessa nessuna giuria, nessuna difesa, nessuna accusa terze. Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch nel 2009 hanno, complessivamente avuto…

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 14/07/2012 - 15:57

Chi pensa che declassamenti e valutazioni negative per l'Italia da parte delle agenzie di rating siano frutto di "dilettantismo" o superficialità, o è stupido o ci marcia... L’oggetto sociale di queste privatissime società è la vendita di valutazioni sull'affidabilità di imprese, banche e nazioni. Moody's (ma le altre due non sono da meno) tra il 2005 e il 2009 ha avuto profitti (intendo: utili, guadagni!) per 2,8miliardi di Dollari (si, miliardi!) e pensate siano frutto di "dilettantismo"? No, questa è la scienza "inesatta-manipolata" (ma perfettamente mirata agli scopi) della speculazione finanziaria planetaria unita alla ricerca del controllo di popoli sovrani perseguito dai padroni ufficiali e nascosti di queste "Agenzie-Avvoltoio". Questi giudici inappellabili e senza alternativa, emettono condanne o assoluzioni in processi finanziari dove non è ammessa nessuna giuria, nessuna difesa, nessuna accusa terze. Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch nel 2009 hanno, complessivamente avuto…

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 14/07/2012 - 15:57

Chi pensa che declassamenti e valutazioni negative per l'Italia da parte delle agenzie di rating siano frutto di "dilettantismo" o superficialità, o è stupido o ci marcia... L’oggetto sociale di queste privatissime società è la vendita di valutazioni sull'affidabilità di imprese, banche e nazioni. Moody's (ma le altre due non sono da meno) tra il 2005 e il 2009 ha avuto profitti (intendo: utili, guadagni!) per 2,8miliardi di Dollari (si, miliardi!) e pensate siano frutto di "dilettantismo"? No, questa è la scienza "inesatta-manipolata" (ma perfettamente mirata agli scopi) della speculazione finanziaria planetaria unita alla ricerca del controllo di popoli sovrani perseguito dai padroni ufficiali e nascosti di queste "Agenzie-Avvoltoio". Questi giudici inappellabili e senza alternativa, emettono condanne o assoluzioni in processi finanziari dove non è ammessa nessuna giuria, nessuna difesa, nessuna accusa terze. Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch nel 2009 hanno, complessivamente avuto…

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 14/07/2012 - 15:59

Chi pensa che declassamenti e valutazioni negative per l'Italia da parte delle agenzie di rating siano frutto di "dilettantismo" o superficialità, o è stupido o ci marcia... L’oggetto sociale di queste privatissime società è la vendita di valutazioni sull'affidabilità di imprese, banche e nazioni. Moody's (ma le altre due non sono da meno) tra il 2005 e il 2009 ha avuto profitti (intendo: utili, guadagni!) per 2,8miliardi di Dollari (si, miliardi!) e pensate siano frutto di "dilettantismo"? No, questa è la scienza "inesatta-manipolata" (ma perfettamente mirata agli scopi) della speculazione finanziaria planetaria unita alla ricerca del controllo di popoli sovrani perseguito dai padroni ufficiali e nascosti di queste "Agenzie-Avvoltoio". Questi giudici inappellabili e senza alternativa, emettono condanne o assoluzioni in processi finanziari dove non è ammessa nessuna giuria, nessuna difesa, nessuna accusa terze. Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch nel 2009 hanno, complessivamente avuto…

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 14/07/2012 - 15:59

Chi pensa che declassamenti e valutazioni negative per l'Italia da parte delle agenzie di rating siano frutto di "dilettantismo" o superficialità, o è stupido o ci marcia... L’oggetto sociale di queste privatissime società è la vendita di valutazioni sull'affidabilità di imprese, banche e nazioni. Moody's (ma le altre due non sono da meno) tra il 2005 e il 2009 ha avuto profitti (intendo: utili, guadagni!) per 2,8miliardi di Dollari (si, miliardi!) e pensate siano frutto di "dilettantismo"? No, questa è la scienza "inesatta-manipolata" (ma perfettamente mirata agli scopi) della speculazione finanziaria planetaria unita alla ricerca del controllo di popoli sovrani perseguito dai padroni ufficiali e nascosti di queste "Agenzie-Avvoltoio". Questi giudici inappellabili e senza alternativa, emettono condanne o assoluzioni in processi finanziari dove non è ammessa nessuna giuria, nessuna difesa, nessuna accusa terze. Moody’s, Standard&Poor’s e Fitch nel 2009 hanno, complessivamente avuto…

precisino54

Sab, 14/07/2012 - 21:40

Prima ke la procura di Trani aprisse un fascicolo sull’ipotesi di insider trading e concorrenza sleale in capo alle agenzie di rating, avevo supposto ke tutto qsto declassare, ma nke le dichiarazioni di rischio di declassamento, fossero funzionali a un particolare interesse. Credo di ricordare ke la p. di Trani abbia avuto modo di accertare ke le stesse sorelle del rating avessero in esclusiva un sistema operativo ke riuscisse a elaborare i dati in maniere infinitesimalmente + veloce in modo da trarne vantaggio da ciò x le loro speculazioni! Ke poi i declassamenti avvenissero in concomitanza con qualcosa di particolare quasi a contrastare i provvedimenti presi dall’esecutivo italiano e comunitario sembra ormai evidente. Purtroppo l’angoscia di addebitare da parte di una area tutti i mali a B ha fatto si ke non si aprissero gli occhi, all’insegna del bene comune ma si plaudesse a dichiarazioni utili alla loro parte. La stessa ke oggi parla di ipotesi “agghiacciante”!

precisino54

Dom, 15/07/2012 - 08:03

Prima ke la procura di Trani aprisse un fascicolo sull’ipotesi di insider trading e concorrenza sleale in capo alle agenzie di rating, avevo supposto ke tutto qsto declassare, ma nke le dichiarazioni di rischio di declassamento, fossero funzionali a un particolare interesse. Credo di ricordare ke la p. di Trani abbia avuto modo di accertare ke le stesse sorelle del rating avessero in esclusiva un sistema operativo ke riuscisse a elaborare i dati in maniere infinitesimalmente + veloce in modo da trarne vantaggio da ciò x le loro speculazioni! Ke poi i declassamenti avvenissero in concomitanza con qualcosa di particolare quasi a contrastare i provvedimenti presi dall’esecutivo italiano e comunitario sembra ormai evidente. Purtroppo l’angoscia di addebitare da parte di una area tutti i mali a B ha fatto si ke non si aprissero gli occhi, all’insegna del bene comune ma si plaudesse a dichiarazioni utili alla loro parte. La stessa ke oggi parla di ipotesi “agghiacciante”!

p.quayle

Dom, 15/07/2012 - 09:01

tanto scandalo ma quando (fino a pochi mesi fa) il MOnti faceva parte del Consiglio di Moody's e sabotava il Govdrno Berlusconi nessuno faceva una piega! Oggi è dalla Banca di cui fu dipendente per alcuni anni, ma di nuovo nessuno commenta. Come sempre gli italiani hanno il Governo che si meritano. Avanti con l'IMU 2