Morire di euro: così la moneta unica ha ucciso l'Italia

La moneta unica ha impoverito anche le regioni più ricche d'Italia, ora finite in fondo alla classifica delle aree più ricche del Continente

Il dato ora c'è, ed è inequivocabile. L'Euro ha ucciso anche le regioni ricche d'Italia. Ce lo aspettavamo, gli imprenditori lo avevano annunciato. Ma non gli hanno dato retta. La classifica regionale del pil pro-capite, pubblicata dall'Eurostat con i dati riferiti al 2014 , dice chiaramente che tra le 30 regioni europee più ricche d'Europa non ci sono territori italiani. E c'erano, prima della crisi e dell'Euro: ben 5. Ora, invece, al massimo riusciamo a tenere qualche posizione in classifica tra le prime 100.

Anche per Renzi e tutti i governi da Letta in poi, le notizie non sono positive. Dal 2011 le politiche economiche di Palazzo Chigi hanno impoverito il tessuto economico nazionale. Siamo sempre cresciuti meno degli altri Paesi, anche l'anno scorso, quando Renzi ha ben pensato di vantarsi di un debole segno +.

Per farsi un'idea del disastro creato dall'ultima crisi economica, bisogna guardare ai confronti fra regioni italiane ed europee. Chi vive al Sud, ha un tenore di vita e un Pil pro-capite simile a quello di chi vive in Romania e Polonia. Peggio dei campani, per dire, solo Ungheria e Bulgaria. Chi ha casa e lavoro nel centro Italia, invece, è come se vivesse a Dresda, ovvero nelle zone più povere della Germania. E se una volta ci si vantava di avere un Nord e Nord-Est a livelli di ricchezza invidiabile, bisogna ricredersi: un veronese ha lo stesso Pil di Helsinki.

I veri ricchi sono ad anni luce di distanza. In media le regioni sono passate dai 31mila euro annui di Pil a 26mila. E la regione che ha fatto peggio è il Lazio: i suoi abitanti hanno perso 7mila euro annui. Cosa c'entra l'Euro? Se si guardano i dati, dal 2002 (primo anno di circolazione della moneta unica) 17 regioni hanno perso posizioni in classifica (Piemonte ne ha perse 98, il Friuli 88, l'Umbria 80, la Toscana 69, la Liguria 66, il Veneto 63, l' Emilia Romagna 54 e la Lombardia 41). Non è, non può essere un caso.

Annunci

Commenti

Una-mattina-mi-...

Mer, 09/03/2016 - 13:29

L'Euro ha ucciso l'italia, l'europa le ha scavato la fossa e l'immigrazione l'ha sepolta.

Iacobellig

Mer, 09/03/2016 - 13:31

RINGRAZIARE PRODI E CIAMPI. ANCHE NAPOLITANO CHE HA FATTO GLI INTERESSI DELLA GERMANIA COL COMPLOTTO CONTRO BERLUSCONI. IN MANO A CHI SIAMO!!!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 09/03/2016 - 13:38

Solo Prodi e Ciampi potevano pensare che una cazzata del genere fosse una valuta buona.

Totonno58

Mer, 09/03/2016 - 13:41

Chi parte con la filastrocca "E'colpa di Prodi?" (per tacere su quella tutta di Berlusconi sul cambio che "si doveva fare a 1.500"...meno male che se l'è dimenticata, altrimenti avremmo dovuto regalargli un sussidiario...)

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mer, 09/03/2016 - 13:47

Chi va a fare la spesa tutti i giorni se ne accorto dal 2002, un euro uguale a mille lire, mentre il concambio è 1.963,36 immutabile grazie a ciampi & C.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mer, 09/03/2016 - 14:15

Se ne accorgono adesso, meglio tardi che mai. Quindi indire subito un referendum per uscire dall EU

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mer, 09/03/2016 - 14:38

Ma perché non ne usciamo? Chiediamo, in piazza, a milioni, il referendum, e poi vediamo quanti sono gli imbecilli che vogliono rimanere in questa moneta assassina.

Ritratto di onollov35

onollov35

Mer, 09/03/2016 - 14:40

Senza tante parole,fare un referendum e vediamo se gli Italiani desideravano (grazie Prodi) entrare nell'euro o, desiderano uscirne al più presto possibile e ritornare alla nostra lira o rivedere il cambio,che mi pare eccessivo a 1936,27.

Ritratto di pedralb

pedralb

Mer, 09/03/2016 - 14:42

@Totonno58....probabile non hai capito un cazzz.....se il cambio era a 1.500 lire forse la nostra liretta valeva circa il 30% in più.....beh dimenticavo che sicuramente a te non interessa l'importante è inveire contro Berlusconi......guarda invece il tuo tesserato N° 1!!!!

Mr Blonde

Mer, 09/03/2016 - 14:46

PRimo il cambio l'ha fissato il mercato, secondo non c'erano partiti contrari men che meno a dx, anzi, terzo il confronto andrebbe fatto tra il 99 (perdita di sovranità monetaria) e il 2007 precrisi mondiale. Per capire come mai i primi 9 anni c'e' stato uno sbiluppo che non vedevamo da tempo e come invece di riformare tutto approfittandone si e' giochicchiato dietro a una classe politica / sindacale / imprenditoriale e dirigente in genere da fare schifo

amedeov

Mer, 09/03/2016 - 14:57

@@@ Totonno58 Come al solito tutte le sxxxxxxxe fatte dalla sinistra sono colpa di BERLUSCONI

Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 09/03/2016 - 15:00

Totonno58: a qualcuno come lei un cervello nuovo ma con un neurone in più. Proprio non ha capito una mazza.

glasnost

Mer, 09/03/2016 - 15:13

Ma è possibile che non riusciamo a capire che i governi della sinistra creano solo povertà? A forza di tasse (per pagarsi il consenso e per pagare le banche) tolgono ai cittadini i soldi che genererebbero domanda e crescita ed agli imprenditori tolgono la voglia di investire.

Il giusto

Mer, 09/03/2016 - 15:38

Totonno,lascia perdere!Parlare di economia con i silvioti è tempo perso!Sono ancora convinti che il cambio lo decida ogni paese per se!Credono che tornare alla lira voglia dire tornare a mangiare la pizza con 5 mila lire mentre nella realtà la pagheranno un 30% più di adesso!La lira varrebbe come le banconote del monopoli!Provate ad andare a bere un caffe con quelle....

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Mer, 09/03/2016 - 15:48

Via dall'Europa via dall'Euro! Se ci impegnamo tutti come si deve, ce la faremo.

Lucky52

Mer, 09/03/2016 - 15:56

Mr Blonde in realtà il cambio all'epoca lo fissò mr. Ciampi e non il mercato.

Scricciolo

Mer, 09/03/2016 - 16:17

Possibile che i nostri mali siano sempre colpa degli altri. L'euro per chi è stato capace è stato un vantaggio e fra questi non vi è solo la Germania se abbiamo avuto indipendentemente dal colore politico degli incapaci dobbiamo fare solo mea culpa, se invece di finanziare l'assistenzialismo di stato avessimo investito in ricerca e manifattura non saremmo in queste condizioni.

Mr Blonde

Mer, 09/03/2016 - 17:01

Lucky52 ciampi fissò il rientro nello sme, quello che il finanzial times definì un capolavoro. Oggi stavamo in africa

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mer, 09/03/2016 - 17:29

......@il giusto o meglio il saputello......lei non ha spiegato il perché.........come mai?.......perché capisce meno degli altri come funziona l'economia che Non c'entra nulla con il fatto del cambio avvenuto fra l'euro e le altre monete.......si rilegga la storia partendo dal 1992 e da quella moneta virtuale che si chiamava ecu......svegliati dal torpore ed esci a respirare un po' di aria fresca.....fa molto bene al cervello

paolo1944

Mer, 09/03/2016 - 17:39

Se ne esce (dall'euro) solo con un tracollo tipo seconda guerra mondiale. Però almeno, dopo, si riparte. Così continuiamo a sprofondare. E' una scelta tragica ma credo obbligata.

Ritratto di onollov35

onollov35

Mer, 09/03/2016 - 18:06

Caro Totonno,siamo entrati nell'euro con Mister Prodi, col cambio per me eccessivo di 1936,27.Smettiamola di dare sempre la colpa di tutte le porcherie politiche a Silvio Berlusconi.Le voglio ricordare a lei e quanti lo denigrano,che questo Signore dà lavoro a tante persone compreso i giovani.

Agev

Mer, 09/03/2016 - 18:07

I poteri sottili interdimensionali non sono più in grado di intervenire..Rimangono le entità impotenti quali addetti/idioti sul campo che sono programmati e strutturati ad agire così..Hanno creato 11/9..I falsi terroristi da loro stessi creati/finanziati, ISIS..Le guerre in Libia.. Siria..Ucraina ed altro .. Il tutto per tenervi nella sopravvivenza/paura/schiavitù.. Tutte le chiese con tutti i loro concetti/pensieri distorti della realtà ne sono più o meno consapevolmente responsabili e da ultimo la peggiore la chiesa del socialismo reale. Sappiate che il loro tempo è finito per sempre .. Sono alla fine ..Mi risulta che una nuova finanza/economica è già in essere e a breve sarà operativa e verrà annunciata a tuta l'umanità. In realtà la ricchezza è infinita e di tutti e verrà messa al servizio del uomo e umanità quale inizio e strumento di Unità e cooperazione nel mondo. Gaetano

flip

Mer, 09/03/2016 - 18:19

grazie al PirlaDemente mortadella, ciampi e al peggior predellarep. che abbiamo avuto per oltre sette anni e che ancora rimescola le carte.

lamwolf

Mer, 09/03/2016 - 18:28

Fuori dall'Europa una razzumaglia di Stati dove ognuno pensa a se stesso e che ha creato catastrofi di ogni genere, Poi non parliamo dell'Euro una monnezza che ha impoverito decine di milioni di persone in tutto il vecchi continente. Viaaaaaaaa

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/03/2016 - 18:35

Ecco la solita propaganda e disinformazione stile Pravda! L'economia delle Regioni, e dell'Italia tutta, fu distrutta in quegli anni dagli sciagurati Governi Berlusconi, che tra l'altro era in sella quando l'Euro fu adottato, e VERGOGNOSAMENTE CONSENTI`, che specialmente i COMMERCIANTI, traducessero i prezzi 1 Euro=1000 Lire, di fatto raddoppiando i prezzi al consumo da un giorno all'altro. Ecco di cosa ci si dovrebbe vergognare. In ogni caso, se fossimo rimasti con la Liretta, la speculazione e la pressione di Euro, Dollaro e Sterlina, avrebbero riportato l'Italia all'eta` della pietra, incapace di comprare per esempio petrolio e gas ai prezzi di allora.

LAMBRO

Mer, 09/03/2016 - 18:38

SOLO ADESSO ABBIAMO CAPITO DI AVER SUBITO UNA SVALUTAZIONE DEL 100%? ERA EVIDENTE E LO SCRIVEVAMO GIA' NEL1995 .. INASCOLTATI

raffa910

Mer, 09/03/2016 - 18:44

La Germania accettò di rinunciare al marco a condizione che l'economia italiana venisse distrutta, ed è quello che hanno fatto politici traditori. Adesso stanno portando via le case e tra un po' i risparmi degli Italiani. Tutto calcolato a tavolino da una dittatura finanziaria

DEMIS

Mer, 09/03/2016 - 18:45

Ovvio!!! E' normale!! L'Italia prima dell'Euro era competitiva solo svalutando la propria valuta e non per la qualità dei suoi prodotti!! Non diamo colpa all'Euro! Facciamoci un "mea culpa" piuttosto, e cerchiamo di competere con la qualità!!!!!

il veniero

Mer, 09/03/2016 - 19:10

non so se è così semplice . Di sicuro la ricchezza è piombata a causa della demolizione della PMI da parte , prima degli ultimi 2 gov Berlusca in cui hanno fatto poco o nulla e poi dalla azione , mirata e voluta , della sx che ha sterminato il bacino elettorale della dx . Lo stato è IL PROBLEMA . Ha il fine di mantenere il consenso x mantenere benefici piccoli e grandi dei suoi adepti . Ormai siamo in una vera dittatura fiscale con tanto di propaganda mediatica .

Ernestinho

Mer, 09/03/2016 - 19:20

Io lo temevo appena ne sentii parlare. I prezzi non sono raddoppiati, sono addirittura triplicati. Ed anche le tasse ed i servizi. Senza alcun controllo da chi lo doveva fare, anzi lo stato (in minuscolo) è stato il primo ad imbogliare. E se un tempo con mille lire si poteva vivere abbastanza agevolmente, ora €. 500 sono ... una miseria!

Adinel

Mer, 09/03/2016 - 19:29

Era prevedibile! Tutto cio che tocca "Prodi " ê destinato a fallire" Dovevano chiamare il Popolo a votazione! Ma non viene piu ascoltato! Perciò mi chiedo , da chi viene mai rappresentato se al Governo ognuno guarda per la propria sedia? Perchê non ha piu voce il Popolo????

Pincopallinocurioso

Mer, 09/03/2016 - 20:03

E ci voleva tanto a capirlo?

fisis

Mer, 09/03/2016 - 20:05

L'euro è un disatro. Ma ancor di più lo è questa ue di burocrati e di banchieri. Il buon senso (fior di economisti sono di questa idea) vorrebbe che si uscisse dall'euro. Ma anche questa ue sarebbe da mandare al diavolo, come probabilmente faranno i più furbi inglesi. Ma molti italiani, come dei drogati che esigono sempre più eroina, anche se questa alla lunga li distrugge, vorrebbero addirittura dosi più massicce di questa ue maledetta.

linoalo1

Mer, 09/03/2016 - 20:10

E chi dobbiamo ringraziare????Sempre un Sinistrato!!!Chissà perché,ma sono sempre loro che combinano i Danni Maggiori all'Italia!!!Due nomi per tutti??Prodi e Napolitano!!!!!

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 09/03/2016 - 20:26

Ma che bella propaganda e disinformazione stile Pravda! L'economia delle Regioni, e dell'Italia tutta, fu distrutta in quegli anni dagli sciagurati Governi Berlusconi, che tra l'altro era in sella quando l'Euro fu adottato, e VERGOGNOSAMENTE CONSENTI`, che specialmente i COMMERCIANTI, traducessero i prezzi 1 Euro=1000 Lire, di fatto raddoppiando i prezzi al consumo da un giorno all'altro. Ecco di cosa ci si dovrebbe vergognare. In ogni caso, se fossimo rimasti con la Liretta, la speculazione e la pressione di Euro, Dollaro e Sterlina, avrebbero riportato l'Italia all'eta` della pietra, incapace di comprare per esempio petrolio e gas ai prezzi di allora.

Stepas2

Mer, 09/03/2016 - 20:47

Lo stesso PIL di Helsinki e' una buona cosa. La Finlandia e' uno dei paesi UE piu' ricchi.

Massimo.G

Mer, 09/03/2016 - 20:48

Ma non era il mortadella che diceva ,con l'euro lavoreremo un giorno in meno,praticamente 4 giorni a settimana? praticamente il paradiso europeo,rivelatasi poi la più grande truffa del secolo.

beale

Mer, 09/03/2016 - 21:25

e non è finita lì. con l'accesso ai dati bancari verrà dato il colpo di grazia. passiamo dal reddito sommerso a quello "annegato" morto insomma.in Italia non è salutare produrre ricchezza; il paese sta morendo di burocratite. ma la crisi per i burocrati e dipendenti pubblici sta arrivando. non pensino di galleggiare con il quantitative easing.

guardiano

Mer, 09/03/2016 - 22:04

totonno e blonde, non perdete mai l'occasione di dimostrare la vostra imbxxxxta, spiegatemi perchè il professorone prodi accettò il cambio lire 1936x1 euro, mentre il cambio euro marco è stato di 1x1 in quel momento il cambio marco lira era 1 a 990, il cambio giusto sarebbe stato 1euro=1000lire, grazie al prodino lo abbiamo pagato il doppio, sò che per voi è difficile da capire, difatti votate partito dementi.

manente

Mer, 09/03/2016 - 23:17

Non si tratta di un caso, la "moneta unica" è stata lo strumento di un piano messo in atto da Germania e Francia con la deliberata e colpevole complicità di Prodi e dei suoi sodali, al fine di deindustrializzare il nostro Paese diventato un concorrente troppo temibile per i due Paesi di cui sopra. E' stato lo stesso Kohl a confermarlo pubblicamente, aggiungendo che la Germania era al corrente del fatto che Prodi avesse taroccato i conti pubblici italiani per renderli conformi ai parametri richiesti dalla Germania, ma fece finta di nulla in vista dei vantaggi che ne avrebbe tratto. Cosa aspettiamo ad uscirne, Dio solo lo sa !

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 09/03/2016 - 23:57

Bene! Allora perché continuate a dar contro a Salvini e a Borghi, che queste cose le diconmo da anni? Perché il pdl prima e forza Italia poi si sono sempre fatti ingabbiare in questa spirale malefica, senza mai cercare di uscirne? Perché continuate a nascondervi dietro vuote filastrocche come quella "ci vuole più europa", o "dobbiamo arrivare all'unione politica europea", quando sapete benissimo che non ci si arriverà MAI? Prendete una posizione, nella vostra vita, una posizione netta e precisa, e seguitela! Vedrete come torneranno i consensi!

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 10/03/2016 - 00:00

centocinque Va bene maledire, e io per primo lo faccio tutti i giorni, prodi, ciampi e il vecchio comunista, ma mi spiega perché nel 2008, caduto il governo prodi, chi gli è succeduto non ha fatto niente per cambiare questo stato di cose?

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 10/03/2016 - 00:06

glasnost è vero quello che lei dice a proposito dei governi di sinistra, ma mi dica: chi ci difende da questi malnati? Cosa hanno fatto in questi anni i governi sedicenti di destra per difenderci dall'euro, dall'egemonia tedesca, dal dominio delle banche e della finanza, dalla massoneria, dagli interventi in sciagurate guerre come quella in Libia? Se questi sono i nostri amici, Dio ce ne scampi!

Esculoapio

Gio, 10/03/2016 - 00:43

proviamo a paragonare l'euro a una medicina; se la cura mi fa stare peggio non si puo' dire che sia buona. domanda semplice: stiamo meglio o peggio conn l'euro?

brunog

Gio, 10/03/2016 - 02:43

Un'altra favola per trovare un alibi. Perche' non dire che le regioni settentrionali hanno fatto passi indietro perche' la questione meridionale e' una voragine a cielo aperto e Dio solo lo sa se ci sara' una soluzione, per non parlare della criminalita' annessa. Quanto costa in piu' l'amministrazione pubblica italiana in piu' a causa dell'inefficienza rispetto a quella di altri paesi, poi si possono aggiungere i danni provocati dalla magistratura e dal sindacato. In Italia ci sono problemi irrisolti che nessuno osa affrontare per paura di intaccare gli interessi di gruppi ben definiti che sostengono il potere.

Ritratto di campoworld

campoworld

Gio, 10/03/2016 - 07:01

Gli italiani non hanno ancora capito che i referendum non contano niente anche se dovessero vincere. In Italia è già da un pezzo che non c'è più democrazia. Bisogna uscire immediatamente dall' Euro ,senza aspettare le prossime elezioni che non ci saranno mai. Tutti i politici hanno interesse a spostarle sempre più in là , finché passeremo il punto di non ritorno.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 10/03/2016 - 07:56

L'Euro è solo il capitolo finale della mattanza Italia. Noi facevamo scomodo a tanti con il nostro sistema misto (a compartecipazione statale per intenderci). E così, a largo di Civitavecchia, una sera calda di Giugno 1992 sul panfilo di Sua Maestà la Regina d'Inghilterra (il Britannia) l'Italia veniva svenduta a partire dai gioielli di famiglia. Nel 1992 non c'era ancora l'euro ma lo smantellamento dell'azienda Italia era già iniziato. Eravamo scomodi alla Francia, Inghilterra e Germania e pertanto andavamo eliminati. Per poi non parlare dei poteri d'oltreoceano che però erano interessati all'Italia più dal punto di vista strategico che economico.