Mutui, dopo 18 rate non pagate arriva il pignoramento della casa

Più tutele sui mutui: si diventa inadempienti dopo 18 rate non pagate. Arrivano le clausole anti-insolvenza

Arrivano più tutele sui mutui. Il Consiglio dei ministri ha dato via libera al decreto legislativo che rafforza le garanzia in favore dei consumatori che sottoscrivono contratti di credito per beni immobili, mutui immobiliari garantiti da ipoteche o finalizzati all'acquisto del diritto di proprietà su un immobile. Le nuove norme prorogano a "18 mesi di rate mensili non pagate la soglia oltre la quale si ha 'inadempimento' da parte del consumatore". Tra le novità introdotte ci sono poi le clausole anti insolvenza e la garanzia di una maggiore trasparenza.

Recependo i contenuti dei pareri parlamentari, il provvedimento del governo cerca di andare incontro alle esigenze dei consumatori a rischio insolvenza. In questa cornice, però, la Banca d'Italia dovrà avere un riguardo maggiore nei confronti dei casi di eventuale stato di bisogno o di debolezza del consumatore, oltre agli obblighi informativi e di correttezza del finanziatore. "Nella stipula del contratto - si legge nel comunicato diramato alla fine del Consiglio dei ministri - le parti possono convenire, attraverso clausola espressa, che in caso di inadempimento del consumatore la restituzione o il trasferimento del bene dato a garanzia, o dei proventi della vendita del bene stesso, comportino l'estinzione dell'intero debito anche se il valore o i proventi del bene restituito siano inferiore al debito residuo". Qualora il valore dell'immobile o i proventi dalla vendita siano invece superiori al debito residuo, il consumatore ha diritto all'eccedenza. Il consumatore può, poi, acconsentire al trasferimento della proprietà dell'immobile "in caso di inadempimento prevede l'applicabilità solo per i futuri contratti". Per il consumatore che intende sottoscrive questa clausola è prevista l'assistenza obbligatoria di un consulente.

Il Consiglio dei ministri ha anche predisposto la stesura di una sorta di codice di condotta per finanziatori e intermediari del credito. Questi, spiegano, "dovranno attenersi a canoni di diligenza, correttezza, trasparenza e attenzione ai diritti e agli interessi dei consumatori".

Commenti

swiller

Mer, 20/04/2016 - 19:11

Un'altra legge fatta per le banche dal governo renzi governo di cialtroni corritti inconpetenti lobbisti.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 20/04/2016 - 19:16

Fatemi capire...faccio un mutuo di 20 anni=240 rate mensili,ne pago solo 222 rate(più del doppio del costo iniziale della casa)e la banca me la pignora e la rivende a qualche suo cumpare ad un prezzo iniquo per non dire infimo e devo stare "cornuto e mazziato"????

redy_t

Mer, 20/04/2016 - 19:45

Secondo me le Banche stanno sghinnazzando a più non posso perchè al di là delle belle parole (come al solito) e della "nobiltà di intenti" il coltello dalla parte del manico ce l'hanno sempre e solo loro.

soldellavvenire

Mer, 20/04/2016 - 20:04

@bandog, sì, caro, così impari a fare il furbo

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 20/04/2016 - 20:24

RENZI AIUTA I POTERI FORTI CHE VE LO HANNO IMPOSTO, IN ITALIA E' FACILE SIETE UN POPOLO DI PERDENTI, PRIVI DI DIGNITA' E SPINA DORSALE. ATTENTI A NON PERDERE IL LAVORO RIMARRETE A DORMIRE SOTTO I PONTI

fft

Mer, 20/04/2016 - 20:37

Swiller, prima i mesi erano meno.

rokko

Mer, 20/04/2016 - 21:34

bandog 18 rate sono un anno e mezzo, se non paghi perché la banca deve rimetterci le 18 rate?

luigi.muzzi

Mer, 20/04/2016 - 22:16

significa che posso tranquillamente NON pagare le ultime 17 rate ?

ObiWanKenobi

Mer, 20/04/2016 - 22:24

Dittatura mondiale finanziaria, economica, informatica (maledette Centrali Rischi che impediscono a chi è in difficoltà, e lo siamo quasi tutti noi "normali", di acquistare anche un ferro da stiro a rate solo perchè magari non hai pagato una bolletta ed hai un "rating di rischio "non congruo"!!!! Figuriamoci un mutuo, un finanziamento od un affidamento bancario!!! E i Panamensi se la spassano allegramente (finora)!!! Se deciderò di suicidarmi ve lo faró sapere, ma vorrei farlo in un modo assolutamente imusuale ed originale, altrimenti non farebbe più notizia!!!!

ObiWanKenobi

Mer, 20/04/2016 - 22:38

Dittatura mondiale finanziaria, economica, informatica, a danno di noi comuni mortali, mentre i "Panamensi se la ridono"!!! Sto pensando di suicidarmi, ma vorrei farlo in un modo talmente inusuale, altrimenti non farebbe nemmeno notizia!!! Se lo troverò ve lo farò sapere!!!

moichiodi

Gio, 21/04/2016 - 06:40

Sergio rame scrive: più tutele sui mutui. Ma i commenti prendono fischi per fiaschi. Preoccupante!

epc

Gio, 21/04/2016 - 08:31

@bandog: sì, più o meno è così. A meno che lei non sia amico della famiglia Boschi: in quel caso può prendere prestiti di qualche milione di Euro e non ripagarli mai, tanto faranno un decretuccio per far pagare qualcun altro.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 21/04/2016 - 09:17

soldellavvenire Mer, 20/04/2016 - 20:04 Grazie ad esseri come te,la Mia Bella ITALIA è sempre più nella me..lma.Ciaparatt! Rokko, se uno non paga,molto spesso non è che sia nella sue intenzioni, vedi esodati,licenziati da ditte che de-localizzano e non più assunti perché sono cinquantenni e/o colpiti di gravi malattie...

epc

Gio, 21/04/2016 - 09:24

@bandog: sì, più o meno è così. A meno che lei non sia amico della famiglia Boschi: in quel caso può prendere prestiti di qualche milione di Euro e non ripagarli mai, tanto faranno un decretuccio per far pagare qualcun altro......

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 21/04/2016 - 09:30

Beh buttata li con quel titolo, la notizia è fuorviante! Se un soggetto persona fisica per ben 18 mesi non riesce a pagare le rate del mutuo, che non dimentichiamo, è un contratto, significa che il medesimo soggetto è in stato di insolvenza conclamato. Certo è una brutta la situazione ma tant'è! Ora per questi casi estremi, la legge stabilisce che lo stesso soggetto inadempiente, possa sotto l'egida della magistratura, chiedere al giudice preposto l'apertura della procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento con conseguente liquidazione del patrimonio posseduto. Una specie di procedura fallimentare utile per chi non può essere soggetto appunto, a fallimento! Vedasi la legge n. 3 del 2012, successivamente modificata con il D.L. 18 Ottobre 2012, n.179.