Mutui, comprare una casa è impossibile: i tassi salgono del 103%

I tassi di interesse dei mutui sono cresciuti del 103% in un anno: per pagarli in fumo un terzo del reddito degli italiani. Settore edile in ginocchio. E tra Imu e rincari nel 2012 si spendono 2300 euro in più

Brutte notizie per chi deve pagare un mutuo: i tassi di interesse a maggio 2012 sono cresciuti del 103% in un anno, attestandosi al 4,12%. Un aumento che porta gli italiani a spendere quasi un terzo del proprio reddito (30,9%) per pagare le rate. Secondo Confartigianato, infatti, il tasso è sceso fino al 2,51% a giugno 2010, per poi tornare a crescere raggiungendo livelli record negli ultimi due anni. In Italia a fine 2011 erano stati accesi mutui per complessivamente circa 318 milioni di euro, l'80,7% dei quali al Centro Nord e il resto a Sud.

Eppure il settore dell'edilizia è tutt'altro che florido: le compravendite crollano del 17,8% e circa 97800 (-5,1% lavoratori del ramo hanno perso il lavoro. E non finisce qui. In un anno, tra giugno 2011 e giugno 2012, le imprese di costruzioni sono diminuite del 1,36%, attestandosi a 899.602. E in particolare a subire la crisi sono le imprese artigiane, vero motore del settore (rappresentano oltre il 64% del totale), scese a 577.588 (-1,17%).

A rincarare la dose ci si mettono le associazioni dei consumatori. Secondo Adusbef e Federconsumatori, infatti, tra Imu e rincari vari gli italiani spenderanno in media 2300 euro in più rispetto all'anno scorso. Il tasso di inflazione reale si aggirerà infatti attorno al 5,5-6%. Pesa soprattutto l'aumento del costo del trasporto pubblico locale, che tra treni e bus registra un +30% in un anno (circa 48 euro rispetto al 2011). Anche luce (+21%, pari a 110 euro), gas (+11%, pari a 113 euro) e tarsu (+11%, pari a 63 euro) si fanno sentire. A questo va aggiunto l'incremento nei prezzi degli alimentari (+392 euro in 12 mesi) e dei carburanti (+276 euro).

Commenti

antiquark

Sab, 18/08/2012 - 11:55

Ma è quello che volevano le banche! Basta mutui a rischio, le banche prendono i soldi all'1% dalla BCE e comprano titoli italiani al 6%, senza rischi. Perchè dovrebbero aiutare gli italiani. L'economia? Pazienza, PIL in crollo verticale, disoccupazione, lavoro solo all'estero, recessione... sistema di Polizia Politica per massacrare chiunque sembri un evasore, siamo ai limiti della sopravvivenza. Bravo Monti, hai fatto i compiti che ti hanno assegnato. Tanto tu le ferie le fai in Svizzera, a 50.000 euro al mese di reddito a carico dei contribuenti lo farei anch'io

killkoms

Sab, 18/08/2012 - 11:58

ringraziamo l'imu!

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Sab, 18/08/2012 - 12:02

Si parla costantemente di crisi per industriali, artigiani, professionisti, in poche parole, gente che rischia in proprio. Dattilografi della camera, camerieri e barbieri di Montecitorio, portaborse scodazzanti, presidenti e giunte di enti inutili, milioni di impiegati, con o senza divisa, che non hanno mai rischiato nulla di proprio e, per lo più, dediti al fancazzismo specializzato, non hanno mai crisi? Gli ineffabili Monti e Napolitano riescono a comprendere questa turpe ingiustizia, o son troppo occupati a gongolare?

Carlo R.

Sab, 18/08/2012 - 12:02

PIL in caduta libera, tasse+tasse+tasse, disoccupazione giovanile alle stelle, industria che se non soccombe scappa all'estero. Chi ha i soldi e il coraggio di ipotecare il futuro incerto in un mutuo?

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Sab, 18/08/2012 - 12:05

tra mutui e tasse la casa è l'ultima riserva di caccia del sistema politico-bancario al potere con monti e abc... il settore dell'edilizia purtroppo è destinato a subire lo stesso crollo di quello dell'auto... il motivo in fondo è lo stesso, ovvero gli alti costi associati al loro possesso

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 18/08/2012 - 12:10

Gli italiani dovevano dare retta a me, almeno due anni fa! Di seguito un mio commento del 01 marzo 2010 : Ilgiornale - Disoccupazione, è record: massimi dal 2004: +8,6% Pil a -5%: peggiore dal '71 ! commento inviato lunedì 01 marzo 2010 - ore 11:23 - In effetti i disoccupati sono molto di più, perché bisogna calcolare anche coloro che non sono iscritti e coloro che hanno trovato solo un lavoro a metà giornata! Non bisogna farsi illusioni, é necessario stoppare l'immigrazione al 100% e se possibile diminuirla rimpatriando gli stranieri che hanno commesso crimini, togliendo loro il permesso di soggiorno e la nazionalità italiana se ce l'hanno già! Non é cattiveria, é necessario l'ORDINE ma anche il LAVORO, affinché tutti gli italiani possono vivere una vita dignitosa! La legge fondamentale italiana é : la Dignità Umana é inviolabile, essa deve essere rispettata e tutelata! Quindi l'Italia ha bisogno di me come presidente della Repubblica!

Ritratto di florenceale78

florenceale78

Sab, 18/08/2012 - 12:25

informazione deviata e allarmistica: il mio mutuo è ai minimi storici, sceso più di un 15% rispetto a 6 mesi fa, grazie all'euribor che oggi è al minimo storico...tasso bce 0,75 minimo storico... anzi è ora il momento di comprare casa come fanno in germania del resto... verificate le notizie prima di pubblicarle, non solo voi ma anche tutti gli altri giornali...

guidode.zolt

Sab, 18/08/2012 - 12:27

senza parlare dell'indotto...ferro, cemento, laterizi, infissi, trasporto e tutto cio' che serve poi a completare una casa. Quando si muove l'edilizia si muove tutto il paese! e, in questo momento, sarebbe vitale farla ripartire..

Luigi Farinelli

Sab, 18/08/2012 - 12:37

Quando si comincerà finalmente a prendere coscienza che Monti sta facendo nè più nè meno che gli interessi dei suoi amichetti massoni e banchieri della Golden Sachs, della Morgan Stanley, del Bilderberg, dell'FMI, della Trilaterale, del Club di Roma, delle Compagnie di Rating e della Commissione Europea (che non è eletta da nessuno ma ormai impone tutto ciò che vuole anche in campo etico e morale) per far collassare l'Italia appropriandosene sarà sempre troppo tardi. Ci hanno già provato nel 1992 e gli squali di allora, vedi Soros, Draghi, Prodi, Tremonti, e compagnia sono ancora in circolazione. L'intento è sempre lo stesso: ad effetto domino, tutte le nazioni dovranno alla fine divenire delle semplici entità territoriali governate da marionette (come avviene già ora) del vero potere che procede lungo la strada della globalizzazione mercantilista.

franzle

Sab, 18/08/2012 - 12:52

LAPIDARIO: MONTI E SOCI: SMONTATE SUBITO!!!!!|

mrbianco

Sab, 18/08/2012 - 13:01

Nessuno si ricorda che l'IMU è del ministro Tremonti? Nessuno si ricorda che molte leggi 'ingiuste' sono una eredità del governo precedente (vedi la fusione degli enti tipo Inps e Inpdad con la ricongiunzione dei parametri pensionisti a pagamento)? Sempre a prendere l'ultimo arrivato come capro espiatorio, mai a guardare oltre... Monti non sarà un santo o un giusto, ma almeno non si è barricato dietro al processo breve o al processo lungo senza guarda il caos generato dal 2008 da un sistema economico totalmente fuorviante e fallito (sistema economico virtuale). Siamo giunti quasi ad un punto di non ritorno, non solo noi ma tutta l'Europa grazie all'eredità di tutti, e sottolineo tutti, i governi dagli anni 70 ad oggi. Basta con la demagogia, basta con tutto, o tutti i politici si decidono a cambiare l'idea che li governa (solo soldi) oppure torneremo al medioevo senza tanti fronzoli, però sinceramente basta con dare la colpa solo ai soliti capri espiatori...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 18/08/2012 - 13:06

Comperare una casa OGGI,ai prezzi di OGGI,come investimento-rifugio:PAZZESCO! Comperarla(ammesso di avere un congruo anticipo a disposizione),significa ipotecare il proprio futuro.Bisogna mettere in conto la MOBILITA',sarà sempre più alta,per cui il concetto di Prima casa STANZIALE,è da rivedere completamente!Cosa d'altri tempi! Come negli USA,compra e vendita devono essere facilitate,da un mercato immobiliare snello,con burocrazia e spese ZERO,con tasse di compra-vendita ZERO....cose impensabili con il SISTEMA attuale...

Ritratto di ADM

ADM

Sab, 18/08/2012 - 13:17

...ma anche venderla è altrettanto impossibile !!! Si perde più omeno la metà! Allegria...ragazzi! Ma, mia nonna diceva sempre " Tenere sempre ciò che fa ombra" . Forse aveva ragione, anzi ha ragione. Grazie e buona domenica.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 18/08/2012 - 13:20

Già. E allora cosa intendiamo fare prima di soccombere a questo governo di aguzzini?

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 18/08/2012 - 13:58

Questo governo, impostoci dall'Europa dei burocrati e dei banchieri, sta affossando a velocità supersonica l'economia italiana, distruggendo giorno dopo giorno il benessere conquistato in decenni di sacrifici e conquiste. L'Italia deve uscire dall'Euro al più presto per potersi riavvare da sola fuori da quei giochini speculativi messi in atto da banditi e predatori finanziari, in combutta coi massimi vertici tedeschi ed europei.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Sab, 18/08/2012 - 14:02

antiquark perche se tu fossi al posto di Monti che faresti per fare rientrare i conti?

maumen

Sab, 18/08/2012 - 14:06

Si aumenti ulteriormente la tassazione sulle seconde, terze, .. case e si otterrà finalmente un calo dei prezzi. Ma come si giustificano prezzi così alti in Italia rispetto alla Germania?

federico61

Sab, 18/08/2012 - 14:42

Esiste un unico sistema per ridare fiato al settore: vietare alle banche italiane di sottoscrivere titoli di stato; se puoi le aste vanno deserte poco male: si possono sempre ridurre gli stipendi dei dipendenti pubblici che mi pare siano molto alti e cresciuti molto piu di quelli privati; così si risana e si fa dimagrire anche lo stato spreca-risorse!

rokko

Sab, 18/08/2012 - 15:52

Gli italiani hanno poca memoria.. Qualcuno ricorda che già a ottobre dello scorso anno i tassi di interesse erano schizzati in alto, causa spread? Tra l'altro l'avevo pure scritto in un post, come risposta al commento di uno che diceva "chi se ne frega dello spread".. Poi lo recupero e lo posto di nuovo come prova. Per antiquark: a lei mancano le basi, l'abc per capire perché le banche italiane sono in difficoltà. Cerco di rimediare per quanto posso: se posseggo un titolo di stato ed il tasso di interesse di quest'ultimo schizza in alto, io ci perdo non ci guadagno. Questo è il contrario di quello che pensa lei, ma è ovvio: fatto 100 il valore nominale di un titolo mettiamo al 2 percento di interesse, il fatto che chi lo compra vuole il 6 percento significa che, se manca un anno alla scadenza, io lo devo vendere a 96, con perdita secca di 4 punti. Ciò è esattamente quello che sta capitando alle banche italiane: sono imbottite di titoli di stato che si sono deprezzati e per giunta, per non farli precipitare (pena l'annullamento del patrimonio) sono costrette a tenerli se non addirittura a comprarne di altri, figuriamoci se hanno liquidità per erogare a piene mani prestiti e mutui. Spero di essere stato chiaro

rokko

Sab, 18/08/2012 - 16:01

federico61, se non fosse un pò troppo traumatico sarebbe la ricetta giusta

blackbird

Sab, 18/08/2012 - 16:08

Da una prima indagine condotta da SERPICO risultano non congrui con i redditi dichiarati 4 italiani su 5! Le maggiori percentuali di incongruità, oltre l'80%, tra i giovani con meno di 28 anni e gli ultraottantenni. Quando un ragazzo si diploma o si laurea è abbastanza usuale che i genitori gli regalino un'auto, fattore determinante al fine della verifica di congruità del reddito, e siccome il ragazzo non lavora e non ha reddito scatta l'accertamento, idem quando due si sposano e cercano di comprar casa con l'aiuto delle famiglie o se vanno in viaggio di nozze regalato dagli amici: sono atti che fanno scattare la verifica con conseguente incongruità. Per i vecchi, è il ricovero in casa di riposo con retta, integrata in buona parte dai figli, molto superiore alla pensione a far scattare il buon SERPICO. Verifiche, controlli, tempo perso per cittadini e soprattutto i funzionari che in questo modo sono automaticamente distratti dal lavoro di ricerca degli evasori veri. Chi ha ideato la comparazione spesa-reddito non ha tenuto conto dei forti legami famigliari esistenti in Italia e della capacità degli italiani di risparmiare in anni buoni per spendere poi in anni difficili! Grande idea in aiuto degli evasori!

Bozzola Paola

Sab, 18/08/2012 - 16:17

Per prima cosa dovrebbero togliere l'imu dalla prima e seconda casa in base ai redditi.Chi ha lavorato tutta una vita e a 60 anni HA LA CASA SUA (NON VILLE O PALAZZI) e il BILOCALE AL MARE P.ES.non deve suicidarsi per pagare certe tasse o svendere quello per cui ci ha messo una vita per averlo.Pagare la seconda casa va bene , anzi benissimo per chi ha più di due case, redditi sia da lavoro che pensionistici da POLITICI, eredità macroscopiche, non case rurali disabitate e fatiscenti che danno solo dei costi. Chi ha appartamenti a iosa in città che affitta, ville al mare o in montagna sarebbe giusto pagasse, NON IL PENSIONATO SOLO E CHE STA IN UN RICOVERO PER ANZIANI E PAGA L'IMU SULLA CASA VUOTA DOVE ABITAVA COME SE FOSSE UNA SE CONDA CASA.hanno fatto una legge del c...o senza guardare fasce diverse. Oggi avere un appartamento dove vivi è diventata una colpa per certi figuri. Poi lasciano spendere fior dei nostri soldi per far fare le vacanze ad un fini||||Se li dovrebbe pagare lui i guardaspalle(con i soldi che si pappa)

Massimo Bocci

Sab, 18/08/2012 - 16:54

Anche questo, come mangiare 3 volte al giorno rimarrà un privilegio del regime comunisti catto,in fondo anche questo è un ritorno ai fondamentali 47,...fame,miseria,disoccupazione e baraccati, terreno fertile per la lotta do classe, ma ora il padrone chi lo fa??? Le pan coop,i pan sindacalisti, la pan magistratura, o pan comunisti,......speriamo che con tutti questi pan (sarà una bella faida di regime) ci rimanga un p'ò di pan PANE anche al BUE, l'unico che il suo ruolo lo conosce da sempre fare il Bue chi altri vorrebbe un ruolo di MER..DA simile senza un "PAN".

little hawks

Sab, 18/08/2012 - 17:14

Voglio pagare le tasse necessarie per mandare avanti il mio paese, ma non capisco a cosa serve l'IMU. Quali servizi mi da il comune a fronte di questa tassa che io non ho già abbondantemente pagato e strapagato con tasse dirette e indirette? Non sarà che serve solo a coprire le spese per mantenere la Casta nel suo dorato benessere?

antiquark

Sab, 18/08/2012 - 17:46

Rokko... ma perchè le banche dovrebbero dare via titoli di stato al 6% per erogare mutui al 3%? E' vero che lo spread aumenta, ma non intacca i titoli da nuovo, ma solo quelli già emessi. Quelli italiani si svalutano, ma da nuovi vanno benissimo. In più grazie a Draghi i soldi me li da l'Europa all'1% e ora addirittura allo 0.75% Se un industriale ha bisogno di fondi, va in banca e trovail credit crunch, non può investire e se non ha fondi di riserva chiude e provoca disoccupazione. Oggi ci vuole la politica di Roosvelt, non quella della Merkel, almeno per l'Italia

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Dom, 19/08/2012 - 07:26

questa sarebbe la abilita' di Monti?

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Dom, 19/08/2012 - 09:53

little hawks: paga e taci, la tua possibilità la avrai in cabina elettorale

rokko

Dom, 19/08/2012 - 10:15

antiquark, i nuovi titoli sono una goccia nel mare dei titoli circolanti! Il problema non è che la banca deve cedere "titoli al 6%" per "erogare mutui al 3%" (e comunque in questo caso ci perde il 3 percento netto), ma che la banca ha poca liquidità da erogare avendola quasi tutta impegnata in titoli di Stato che sono deprezzati. Fino a quando lo spread era basso, i titoli di Stato erano equivalenti al denaro, ora non più perché chi li compra vuole il 6 percento di rendimento. Spero sia chiaro.. Aggiunga poi che le banche estere non prestano più denaro alle banche italiane (e spagnole) perché non si fidano, ed avrà il quadro completo. Le operazioni ltro all'1% della Bce sono state appena sufficienti per far sopravvivere le nostre banche, tenga presente che sono prestiti a tre anni quindi non a lungo termine. Gli altri finanziamenti Bce (quelli al tasso ufficiale) sono talmente di breve durata che le banche difficilmente li utilizzano per rigirarli sotto forma di mutui e prestiti. Dia retta a me, l'unica cosa che può spezzare questa morsa del credito sono altre operazioni ltro della Bce a quantità illimitata (o equivalenti, tipo prestatore di ultima istanza), oppure un improvviso dato positivo sulla crescita italiana (improbabile) che faccia crescere la fiducia dei mercati finanziari sui titoli italiani o lacrime e sangue. Non ci sono altre strade.

Carlo R.

Dom, 19/08/2012 - 10:15

Vi do un indizio: le "riforme" (esempio delle pensioni), accise, nuove tasse, etc.. sono servite per coprire il deficit. L'unico fine dell'aumento delle tasse fu quello, il resto sono stupidate per fregare la gente.

antiquark

Dom, 19/08/2012 - 11:35

Rokko... sicuramente "in mediocritas virtus est". Secondo me le banche hanno perso miliardi in borsa, ma sono sempre li, aprono nuove sedi, nuove filiali. Dove prima c'erano 6 impiegati ora ce ne sono tre, ma le sedi nuove aprono. I fondi della BCE sono diversi miliardi di Euro, ma nessuna attività privata ne ha beneficiato, sono tutti finiti in bot/cct hanno finanziato l'attività dello Stato che li ricompensa con leggi ad hoc Con le poche liquidità da attività precedenti non hanno soldi per finanziare nessuno, infatti aziende e privati non possono ottenere ne credito ne mutui. Per ottenere una fideiussione devi prima fornire i contanti che la banca ti può prestare ( è successo a mio fratello ) Per uscire dalla crisi bisogna dare un colpo di spugna, fondare una nuova repubblica, ELIMINARE alla radice la vecchia classe politica ladra e clientelare, eliminare la burocrazia e tornare alla vecchia cara lira. Tutto il peggio che può succedere tornando alla nostra moneta lo abbiamo già nelle nostre attività, ma almeno la lira ce la stampiamo e mangiamo tutti, all'Europa penseremo dopo

igor_cerry

Dom, 19/08/2012 - 11:49

Giusto a titolo di cronaca, 103 punti base equivalgono ad un aumento di 1,03 punti percentuali, aumento che va fi pari passo con lo spread pertanto non c'è nulla di eclatante... ma certo, 103% (ovvero tassi più che raddoppiati) colpisce in maniera drammatica. Peccato che sia sbagliato!

rokko

Lun, 20/08/2012 - 10:22

antiquark, non è che io voglia difendere le banche italiane, anzi, secondo me in periodo di vacche grasse facevano extra-profitti approfittando della mancanza di concorrenza e della connivenza con alcuni personaggi influenti. Però adesso, mi creda, le banche sono davvero in difficoltà, per i motivi che ho spiegato. Non è che non erogano crediti perché vogliono fare profitti, ma perché i crediti stessi sono diventati più a rischio e perché ci sono problemi di liquidità. Tutti questi sportelli nuovi sinceramente non li vedo, anzi nella mia città (nel torinese) molti sportelli sono stati chiusi.