Netflix, abbonati record oltre quota 100 milioni

Titolo boom in Borsa: +11%. In tre mesi 5 milioni di nuovi utenti, quasi il doppio delle attese

Netflix vola in Borsa a Wall Street, +11%, dopo aver presentato i risultati del secondo trimestre migliori delle attese. Il sogno del suo visionario fondatore, Reed Hastings, si sta dunque avverando. Ora la net tv più potente del mondo, capace di ottenere nomination a raffica per gli Emmy award con le sue serie tv di successo e di produrre film candidati ad Oscar e Leoni d'Oro, ha ormai superato la soglia dei 100 milioni di utenti.

Ma è a livello internazionale che la piattaforma segna i suoi obiettivi più entusiasmanti. Così, per la prima volta nella sua storia, il numero degli iscritti fuori dagli Usa, pari a 52,03 milioni, seppur di pochissimo, superano i 51,92 milioni di nordamericani regolarmente abbonati. Insomma un successo planetario che fa rosicare d'invidia grandi imprenditori della tv a pagamento come Vincent Bollorè (Vivendi/Canal Plus) e Rupert Murdoch con la sua Time Warner Sky.

I grandi successi di Neflix sono nomi ormai noti: House of Cards, giunto alla quinta stagione e Orange is the New Black. Oltre a una miriade di titoli di serie tv che possono essere viste a raffica nel giro di 24 ore. Insomma un palinsesto on demand che evidentemente sta incontrando i gusti degli utenti. Così nel secondo trimestre sono arrivati 5,2 milioni di nuovi abbonati quasi il doppio rispetto alle previsioni che parlavano di una crescita pari a 3,2 milioni. Di questi nuovi utenti 1,7 milioni di iscritti si trovano negli Stati Uniti, mentre i restanti 4,14 derivano dall'espansione internazionale del colosso. Non è un caso che Netflix a maggio abbia assunto oltre 400 persone nella sola Europa. Bene anche l'utile cresciuto del 60% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso a 66 milioni di dollari, registrando un +60% rispetto allo stesso stesso periodo dello scorso anno. Le aspettative di Wall Street erano di 0,16 centesimi per azione. E anche se il risultato si è attestato a un centesimo in meno, 0,15 dollari, i ricavi sono cresciuti molto bene mettendo a segno una crescita del 32,3% a 2,79 miliardi di dollari contro stime che parlavano di 2,76 miliardi.

Un boom che neanche Netflix si aspettava: «Nel secondo trimestre abbiamo sottostimato la popolarità dei nostri contenuti, che hanno invece portato a un'acquisizione maggiore di abbonati ovunque», si legge in una nota. E per il prossimo trimestre Netflix si aspetta di crescere ulteriormente. Certo Netflix investe e non poco. Non solo in produzioni ma anche in tecnologie. L'azienda ha sposato non solo il 4K, ma anche la resa perfetta dell'alta definizione e l'audio avanzato Dolby Atmos.

Un investimento che si traduce, secondo quanto stimato dagli analisi, in una spesa di 6 miliardi di dollari in produzioni originali entro fine 2017, un dato che potrebbe addirittura crescere per il futuro 2018.