Non hai soldi per Imu e Tasi? Si può pagare con piccoli lavori per il comune

Il sindaco di un paese sul Lago Maggiore: "Lo prevede una norma dello Sblocca Italia, l'abbia già inserito nell'albo pretorio". E già iniziano a lavorare i primi cittadini morosi

In tempi di crisi pagare le tasse può diventare impresa improba, si sa.

Tasi e Imu vanno pagate, chi non ha i soldi per mangiare non fa eccezione. Eppure a Invorio, nel Novarese, il sindaco Dario Piola ha escogitato una soluzione che pare salvare capra e cavoli.

Chi è in debito con il comune potrà pagare potando gli alberi o imbiancando gli asili: il primo cittadino lo ha ribattezzato "baratto amministrativo" e sostiene che si tratti di una misura perfettamente conforme alla legge. La norma a cui si fa riferimento è la 164 del 2014, il cosiddetto "Sblocca Italia", secondo cui sono lecite "misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio."

Senza por tempo in mezzo, così, il sindaco ha fatto votare il regolamento dalla giunta e quindi l'ha fatto pubblicare nell'albo pretorio. Un'ora di lavoro, spiega il Secolo XIX, equivarrà a 7,5 euro. Già da lunedì inizierà a lavorare il primo moroso, quattro ore al giorno per due mesi. Si tratta di un moroso incolpevole delle case popolari, che è stato aiutato dal comune a pagare le spese. "Anche mia moglie – racconta - è disoccupata e non vogliamo pesare sui nostri figli che hanno già famiglia. Vogliamo sentirci a casa nostra e compensare gli affitti che non riusciamo a pagare."

Tra gli interventi di "lavoro figurativo" previsti vi sono pulizia e manutenzione di aree verdi, piazze e strade; interventi di decoro urbano e recupero di aree dismesse; riuso di immobili inutilizzati o degradati di proprietà comunale.

Commenti

libertyfighter2

Mer, 15/07/2015 - 11:39

"Si sa". Ma si sa cosa? Che è più importante "pagare le tasse" che vivere? Signori miei questo non è "baratto", questi si chiamano "lavori forzati" e il corrispettivo status del cittadino che non può pagare la stracazzo di tassa messa a cappella dal comune, si chiama "schiavitù". Abbiamo ripristinato i lavori forzati e lo schiavismo. Adesso mi concentrerei sui pochi residui di habeas corpus. Siate maledetti per 77 volte 7 generazioni.

epc

Mer, 15/07/2015 - 11:52

Mi sembra giusto. E per le amministrazioni pubbliche che non pagano i fornitori? Verrà l'amministratore o il ministro o il sottosegretario a pulire i cessi dell'azienda creditrice?

cgf

Mer, 15/07/2015 - 12:10

DIAMO QUALCHE POSSIBILITÀ ANCHE ALLE RISORSE CHE VENGONO IN ITALIA AFFINCHÉ POSSANO SDEBITARSI CON GLI ITALIANI.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 15/07/2015 - 12:18

Lavori forzati e schiavitù. Perché non fanno fare sta roba a chi commette delitti? No no se ne guardano bene, ai negri danno soldi ogni giorno per far nulla... ma uno che non paga una tassa deve essere schiavizzato. Io andrei a lavorare per loro sabotando ogni cosa e se fosse danneggiamento aggravato andrei in galera a spese dello stato.

libertyfighter2

Mer, 15/07/2015 - 14:13

@mariosirio. Non dubiti che andrà così. Un mare di persone adesso ha più da guadagnarci che da rimetterci facendosi campare in galera. E sarà ancora peggio. Comunque concordo con lei, se a me chiedessero di fare i lavori forzati, li saboterei a valanga. Però poi aboliranno l'habeas corpus e verremo frustati dal direttore dei lavori...

cgf

Mer, 15/07/2015 - 22:58

@mariosirio sono moltissimi i 'rifugiati' che commettono piccoli furti per essere incarcerati, ottengono subito che non possono mandarli via, hanno vitto ed alloggio con riscaldamento invernale ed aria condizionata estiva, facendo piccoli lavori all'interno vengono anche pagati, dentista e cure mediche senza sborsare nemmeno il ticket (e senza fare attese di mesi per un esame), per chi è solo e non ha nessuno, a conti fatti conviene [a loro].

Ritratto di falso96

falso96

Gio, 16/07/2015 - 06:49

Ai carcerati pasti caldi tv e altro.... Ai cittadini onesti i lavori forzati....

swiller

Gio, 16/07/2015 - 09:05

Non vedo perchè gli statali no partecipino alla crisi comunque sia loro hanno lo stipendio assicurato, questo è un atteggiamento criminale e antidemocratico è proprio vero partiti, politici dirigenti pubblici e statali sono una banda di criminali.

cgf

Gio, 16/07/2015 - 13:13

#swiller era così anche in Grecia, aspetti e vedrà.