Nuovo record del debito pubblico: pesa il sostegno ai fondi Ue "salva Stati"

Sull'ennesimo incremento pesa il sostegno finanziario ai paesi dell’area dell’euro. Dal 2010 il contributo italiano è stato oltre i 55 miliardi

Il governo dei record. Negativi, ovviamente. Mentre il premier Enrico Letta si trova in Messico per siglare importanti accordi, la Banca d'Italia certifica un nuovo fallimento dell'esecutivo in carica. Lo scorso novembre il debito della macchina statale è, infatti, aumentato di 18,7 miliardi: raggiunge così un nuovo massimo storico superando i 2.104 miliardi di euro. A questo si aggiunge il dato negativo delle entrate tributarie che, nei primi undici mesi del 2013, sono in marginale calo. Nonostante il governo Letta abbia inasprito la pressione fiscale, le entrate si sono attestato sopra i 339 miliardi di euro, contro i 340,7 miliardi registrati nello stesso periodo del 2012.

Secondo gli analisti di via Nazionale l’aumento del debito pubblico è riconducibile principalmente al fabbisogno del mese (6,9 miliardi) e all’aumento a 11,5 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro che hanno raggiunto 59 miliardi. "Come negli anni passati - fanno notare dalla Banca d'Italia - nel mese di dicembre è molto probabile che il debito si sia fortemente ridotto, riflettendo un consistente avanzo e il netto calo delle disponibilità liquide del Tesoro, tornate a fine anno poco al di sopra del livello di fine 2012". Nei primi undici mesi del l’incremento del debito a 114,6 miliardi di euro ha riflesso principalmente il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche, che si aggira intorno ai 90,2 miliardi, e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro che, invece, si attesta sui 24,6 miliardi.

Per quanto riguarda il fabbisogno, gli analisti di via Nazionale hanno fatto presente che ha inciso per 12,8 miliardi il sostegno finanziario ai Paesi dell'Eurozona. "In particolare - si legge nel report - la quota di competenza dell’Italia dei prestiti erogati dall’European Financial Stability Facility è stata pari a 6,7 miliardi". I versamenti della terza e quarta tranche della sottoscrizione del capitale dell'European Stability Mechanism (Esm), effettuati nei mesi di aprile e ottobre, sono stati complessivamente pari a 5,7 miliardi. Dal 2010 il contributo italiano al sostegno finanziario ai Paesi dell’Eurotower è stato pari a 55,1 miliardi, di cui 33,6 miliardi riguardanti la quota dell’Italia dei prestiti dell’European Financial Stability Facility (Efsf), 11,5 riguardanti la sottoscrizione del capitale dell’Esm e 10 miliardi relativi ai prestiti bilaterali in favore della Grecia (la cui erogazione è terminata alla fine del 2011).

Commenti

canaletto

Mar, 14/01/2014 - 11:11

FINCHE SI CONTINUERA AD EMETTERE PRESTITI PER PAGARE GLI INTERESSI IL DEBITO PUBBLICO NON CALERA MAI. BISOGNA BLOCCARE IL DEBITO, RIDURRE DRASTICAMENTE E IMMEDIATAMENTE LE SPESE DELLA CASTA E PIANO PIANO FARE RIMBORSI DI DEBITO SENZA PIU EMISSIONI, INSOMMA TIRARE LA CINGHIA MA SOPRATTUTTO PIU LAVORO PER RIPORTARE RICCHEZZA E POI FUORI DA EURO E SCHENGEN

Benado

Mar, 14/01/2014 - 11:16

i50.000.000.000 di @ dati per il fondo salva? Nome e cognomi dei responsabili.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 14/01/2014 - 11:17

Già, 50 miliardi sull'unghia a quel totem sacrificale chiamato Europa. Grazie Monti, grazie Letta. Ci ricorderemo di voi al momento giusto.

edoardo55

Mar, 14/01/2014 - 11:18

Se fossimo rimasti alla lira con una gestione della moneta da parte della Banca d'Italia, mantenendo il debito all'interno della Nazione non ci sarebbero stati problemi poichè un debito dello Stato sarebbe corrisposto con un credito dei cittadini e Banche italiane. Come avere un debito in famiglia, con la propria moglie o con i propri genitori. La finanziarizzazione imposta dall'Europa con il divorzio fra Tesoro e Banca d'Italia (1981), autori quei cervelloni di Andreatta e Ciampi, ha portato al raddoppio del debito e ad una gestione impossibile da parte dell'

fedez

Mar, 14/01/2014 - 11:20

55 mld dati dall'Italia per sostenere le banche francesi e tedesche!!!! Non solo, ma siamo anche quotidianamente presi in giro e umiliati da Parigi e Berlino!!!! E gli spagnoli con i 40 mld che hanno ricevuto si sono comprati Telecom!!!!! FUORI DALL'EUROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Agostinob

Mar, 14/01/2014 - 11:21

Ricordo che, anche su questo blog, quando c'era Berlusconi, la colpa del debito che saliva era assolutamente e solo sua in quanto incapace di fare azioni che frenassero questa crescita. Oggi, che il debito continua a crescere, è difficile per i comunisti dire che forse le colpe erano altre. Probabilmente, anzi, si dirà ( e mi aspetto che qualcuno lo scriva) che le colpe sono ancora di Berlusconi perché, andandosene dal Governo, ha messo Letta in difficoltà nella gestione di questo problema.

Boxster65

Mar, 14/01/2014 - 11:23

Bene, continuiamo ad accolarci oltre al nostro anche il debito pubblico degli altri. Un vero popolo di coglio** gli Italioti!!

edoardo55

Mar, 14/01/2014 - 11:24

Questa notte non prendevo sonno e mi sono vista in TV la replica dello sceneggiato su Mattei interpretato dal bravo Massimo Ghini. Confrontavo i personaggi di allora e quelli attuali. Quelli che hanno svenduto sul Britannia le attività publiche italiane ai grandi finanzieri internazionali. l'opposto di quello che fece Mattei, rischiando la propria vita, per renderci in dipendenti dalla grande finanza e dalle sette sorelle. Ci vuole una svolta a destra, democratica e lungimirante che abbia a cuore gli interessi nazionali delle nostre imprese, pubbliche e private,piccole e grandi Quest'anno o si riprende o si affonda.

max.cerri.79

Mar, 14/01/2014 - 11:32

Alé, avanti così

gianfran41

Mar, 14/01/2014 - 11:42

Ma di questi fondi salva stati non dovremmo essere noi i primi beneficiari? Non lo sa l'Europa che il nostro debito pubblico ha sfondato il tetto dei 2.100 miliardi? Mah!

ilbarzo

Mar, 14/01/2014 - 11:43

Ma cosa gliene fotte ai politici se il debito pubblico continua ad aumerntare e l'Italia va a fondo.Loro sono al coperto,non hanno nulla da temere, hanno rubato tutto quanto cera da prendere,arricchendosi alle nostre spalle.

Libertà75

Mar, 14/01/2014 - 11:45

@canaletto, così i risparmiatori che hanno titoli di stato devono aspettare lentamente i rimborsi per poter spendere i propri soldi e favorire la crescita... una cinghia stretta per sempre insomma... bella ricetta

duxducis

Mar, 14/01/2014 - 11:45

Ha senso indebitarsi per sostenere uno "Status Quo" insostenibile? RNPI.IT

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 14/01/2014 - 11:56

Intanto sanno DOVE prenderne altrettanti e di più!!! per esempio un prelievo forzoso sui C.C., un po dalle pensioni, un'altro colpettino all'IVA , carburanti,... ecc..ecc. E SE, per caso, ne avanzassero potrebbero approfittarne per un ulteriore aumento ai LORO scarni stipendi di un'ulteriore 30% come hanno appena fatto!!!!Passato in gran sordina ... ma solo sui giornali compiacenti.

edoardo55

Mar, 14/01/2014 - 11:58

Quando ad una puntata di Ballarò, la brava e carina Lidia Undiemi espose i meccanismi assurdi e perversi dell'ESM, quell'ignorantone saccente di Massimo Giannini e quell'ottuso di Zanda, scesero dalle nuvole e quasi derisero la Undiemi. Se l'informazione e la politica è a quei livelli si capisce perchè siamo finiti come siamo. Ora speriamo che la sana informazione renda edotti gli italiani i quali, spero, sapranno fare delle scelte intelligenti.

fabiou

Mar, 14/01/2014 - 12:01

monti e letta volutamnte mandano il paese in bancarotta per costringere gli itliani asvendere i gioielli di famiglia che se si compreranno gli amici degli amici. ora privatizzano poste e finmeccanica. volgiono vendere tutto come durante le riunioni sul panfilo britannia del 1992 con mario draghi

fcf

Mar, 14/01/2014 - 12:04

Credo che si sia superato abbondantemente il limite della imbecillità e della inettitudine esterofila. E i crucchi si incazzano se invece del 3% raggiungiamo il 3,02 ! BASTA!!!!!!!!!!

a.zoin

Mar, 14/01/2014 - 12:08

Questo governo, dimostra di essere INEFICENTE in tutti i sensi. Con Berlusconi almeno c`era una possibilità, nel suo limite dava o cercava di dare lavoro ai giovani. Questi FALSI-PARLAMENTARI devono lasciare la poltrona dorata e con essa tutte le agevolazioni,COMPRESA la PENSIONE,( prima che ci vendino veramente agli stranieri ). Se questo non avviene al più presto,penso proprio che tra non molto comincino a cadere le prime teste. SE LO MERITANO, QUESTI CORNUTI.

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 14/01/2014 - 12:23

fabiou :QUEI TRE' (monti letta e il loro RE' colui che li ha seduti sul trono del governo a dispetto del voto popolare)... Vogliono la guerra civile!! che è poi la famosa guerra dei poveri. Ecco cosa mirano!!!

edoardo55

Mar, 14/01/2014 - 12:35

Se il debito pubblico fosse in una valuta nazionale e contenuto nei confini interni, controllato dalla Banca d'Italia non sarebbe un problema poichè un debito dello Stato corrisponderebbe ad un credito( per cui ricchezza) dei cittadini detentori dei titoli.Ciò che ha rovinato tutto è stato il divorzio fra Banca d'Italia e Tesoro del 1981, imposto dall'Europa complici Andreatta e Ciampi (vedi Nino Galloni).

Ritratto di VT52na

VT52na

Mar, 14/01/2014 - 12:35

... UNA UNIONE EUROPEA ED UN GOVERNO ... CHE CI STANNO "DISTRUGGENDO" !!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 14/01/2014 - 12:37

la sinistra al potere fa + debiti tanto vi sono i pecoroni italiani che pagano i loro lussi e stipendi.

glasnost

Mar, 14/01/2014 - 12:38

Sapete da dove vengono questi soldi? Dalle nostre tasse. Così come i finanziamenti di miliardi alle imprese decotte amiche della sinistra, mentre le altre soccombono per l'assurda tassazione. Ma su questo neanche l'innovatore renzino dice qualcosa.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 14/01/2014 - 12:42

facciamo debiti per finanziare altre nazioni che ci faranno concorrenza, quanto avremmo risparmiato senza euro. Ormai l'Italia è uno zombie tenuto in vita dai conto correnti degli italiani sempre + poveri

claudio faleri

Mar, 14/01/2014 - 12:45

che puttanata il fondo salva stati, sarebbe interessante sapere quanti ci mangiano

Mr Blonde

Mar, 14/01/2014 - 12:48

okkio che il fondo salva stati, gli acquisti di titoli della bce, i vari ltro di draghi e l'eventuale utilizzo del fondo salva stati ci avvantaggiano, altro che scemenze varie, solo il minispread di questi giorni ci dà 1,5 mld annui di rispermi, oggi tra l'altro record negativo di tassi sui btp a 3 anni all'1,5%. Dite quello che volete, insultate o esaltate questo o quell'altro politico, intanto sono soldi che rimangono in italia, poi sceglieremo i politici che ce li gestiscono meglio. Inoltre le cose vanno dette per intero, il bollettino banca d'italia se è valido per novembre dovrebbe esserlo anche per dicembre dove prevede un forte calo del debito.

Ritratto di freeskipper

freeskipper

Mar, 14/01/2014 - 12:54

Stiamo sprofondando nel baratro, e adesso la colpa sarà sempre di Silvio Berlusconi? certo che No! La colpa è di quel perverso Sistema-Italia che vuole cambiare neppure una virgola in termini di privilegi e protagonismi di una "casta" che è dura a morire! Iniziamo noi cittadini col dire: BASTA CASTA! - BASTA DISUGUAGLIANZE! - BASTA INGIUSTIZIE E PRIVILEGI! - BASTA LAVORATORI DI SERIE "A" E LAVORATORI DI SERIE "B"! - BASTA STIPENDI D'ORO: A PARITA' DI REQUISITI, PARITA' DI RETRIBUZIONE IN TUTTA LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE! - NON E' PIU' ACCETTABILE CHE UN DIPENDENTE DEL QUIRINALE, DELLA CAMERA O DEL SENATO GUADAGNI CINQUE, SEI VOLTE DI PIU' DI UN IMPIEGATO DEL CATASTO CON PARI REQUISITI. - E' INACCETTABILE PER GLI STESSI DIPENDENTI PUBBLICI. - E' INACCETTABILE PER I CITTADINI CHE LI PAGANO A FRONTE DI TASSE SEMPRE IN AUMENTO E SERVIZI SEMPRE PIU' CARENTI. - E' ARRIVATO IL MOMENTO DI RIDURRE SPRECHI E PRIVILEGI. - MIGLIORIAMO L'EFFICIENZA E L'EFFICACIA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ---> FIRMA ANCHE TU LA P E T I Z I O N E su >>> www.firmiamo.it/

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 14/01/2014 - 12:58

Tutto fa brodo, lungo l'ardua strada che conduce al default!!

Sandro'75

Mar, 14/01/2014 - 13:10

finche' rimarrete a brontolare al computer non cambiera' nulla. quelli proseguiranno col loro piano criminale perche' sanno che gli italiani sono dei pecoroni rammolliti che vanno a sbraitare nei social network e in tv

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 14/01/2014 - 13:15

Default-italia...inevitabile.

migrante

Mar, 14/01/2014 - 13:18

leggo molti parlare di governo inefficente e politici incapaci...no, carimiei...non sono incapaci, sono dei traditori...loro e tutti gli sgherri dell'informazione, mentono in modo scientifico...Il "fondo salva stati", ma quale salva stati...per caso la Grecia e` stata salvata ?...e salvata da che ?..per un "buco" di 8Mld si e` fatto schizzare lo spread a 2300 !!! si sono attuate misure che hanno dimezzato il Pil, aumentato il debito sino al 190%, portato la disoccupazione al 30%...e gli aiuti ? i 130Mld( per inciso piu` del 50% del Pil precrisi) dove sono finiti ?...a cosa sono serviti ? Monti parlava di "successo" riguardo all'"operazione Grecia"..andrebbero ben studiati questi eventi...si capirrebbe come certi personaggi meritino un "processo di Norimberga" con tanto di condanna all'impiccagione !!!

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mar, 14/01/2014 - 13:20

E comunque facico notare che il bollettino Bankitalia dice chiaramente che le entrate tributarie del 2013 sono state inferiori a quelle del 2012. L'autore si è "dimenticato" di riportarlo, impegnato com'è a denigrare Letta e il PD...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 14/01/2014 - 13:21

canaletto la immagini l'Italia fuori dall'euro? Sarebbe peggio della Grecia , ormai lo avete preso in quel posto ringraziate Prodi, D'Amato,Ciampi e infine la Bonino tutti patrioti amanti della Italia degli italiani e sopratutto dell'EURO.LA VOSTRA ROVINA. Memphis35 quando vi ricorderete al momento giusto lui e gli altri compagni saranno già bel zavvorati di...palanche

Nebbiafitta

Mar, 14/01/2014 - 13:24

I miliardi per finanziare l'Europa si trovano, quelli per togliere l'IMU sulla prima casa e salvare le industrie italiane no. Con Monti prima e Letta ora tutto va bene, non oso pensare se ci fosse stato Berlusconi: apriti cielo!!

gioch

Mar, 14/01/2014 - 13:32

Gli zerbini sinistri prim(sponsor D'Alema) regalano Telecom agli amici degli amici,poi hanno acconsentito a che il fondo salva Stati finanziasse una banca spagnola in difficolytà la quale ha finanziati Telefonica che ora si compra(a prezzi di saldo)Telecom.Maledetto Berlusconi?

Massimo Bocci

Mar, 14/01/2014 - 13:32

Via non facciamo tanto i difficili per un regime di MERDE COMUNISTE-CATTO come questo, già essere stati accettati anche sotto UN LAUTISSIMO PIZZO ESTORZIVO  ( 2 miliardi mese più extra e extra comunitari imposti)  E' stata una bella botta di culo,(o culatello ROSSO come quello fatto agli Italiani sarebbe l'espressione del mortazza) Per un regime di CONCLAMATI,TRUFFATORI e LADRI!!!!  Si perché quando nel 99 e cascato il muro del TERRORE dei criminali comunisti BOSCEVICHI  (FALLIMENTO e BANCAROTTA,FRAUDOLENTA) come da statuto CCCP, il satellitino,regimetto nostrale coop ,pensava già' di avere i minuti contati e di aver perso con i rubli (che percepivano come traditori),anche la MANGIATOIA DI STALIN,NOSTRANA, che gli Italiani li avrebbero come nella DDR e in URSS,presentato il conto e forse appesi a testa in giù in qualche pubblica piazza dal nome comunista Gramsciano e ricacciati nelle loro sedi naturali LE FOGNE, e con essi FINISC  del regime dei ladri,truffatori 47, fine delle magnate amicali (il sacco) finte privatizzazioni,chiusura coatta per la mangiatoie coop degli anti Italiani, malfattori!!!! E tra gli infingardi era scoppiato il panico,ma poi con le solite mistificazioni di regime, (tipo l'Occhetto che secretario del partito comunista,non sapeva delle Foibe o del Veltroni con vissuto da comunista che non lo era mai stato, cioè i comunisti non solo mistificano la verità e la storia ma rinnegano anche loro stessi,gentaglia che afferma che con i comunisti ci stava solo per RUBARE!!!! Dunque questa gentaglia del piffero, cambi nome, statuti,millanterie e truffe di ogni tipo, tutto per salvare la pagnotta, ha iniziato il pellegrinaggi  IV Reich - EURO, dopo le suppliche (mortadellare) e soprattutto la convincente estorsione perpetuata contro il popolo Italiano, i nuovi padroni UE ci hanno consentito di entrare (da miserabili) da zerbini,addetti ai cessi,raggiunto il loro massimo obbiettivo,erano si addetti ai cessi ma avevano salvato il regime dei ladri 47, potevano continuare a rubare pagando (cioè facendoci pagare un'altra tangente) e finche con brogli e magistratura associata sono riusciti nelle mistificazioni e brogli a mantenere il regime in carreggiata,quando poi sono stati inchiappettati dall'unico vero Italiano mai apparso nel regime,che ha cominciato non più prono a fare gli Interessi degli Italiani e a contrastare i padroni IV Reich, facendogli  le corna, o ha chiamato con il il suo veo nome la ledi mele di lamierino zingaro, i VERI PADRONI hanno chiamato il comunista sul colle e hanno  PRETESO L'OBBEDIENZA e ordinato e orchestrato il GOLPE!!! SPREAD!!! Quindi parliamo a voce bassa, paghiamo i PIZZI  UE-EURO altrimenti ci potrebbero aumentare l'estorzione, ne va del residuale regime storico comunista-Catto, se gli casca anche questo dove andranno a RUBARE COOP, ( farebbero la fine dei dinosauri) e questa banda di LADRI ANTI ITALIANI, tutti li conoscono per storia e misfatti non avrebbero spazzi nemmeno in Corea del Nord,meno male per loro (e poveri noi) che tra un po' avranno completato anche l'invasione extra, c'osi potranno rubare impunemente per altri 65 anni senza Italiani veri a rompere i COGLIONI , in fondo avevano messo anche i cartelli (come all'Aquila) non disturbare il REGIME STA RUBANDO!!!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 14/01/2014 - 14:06

@Massimo Bocci quoto alla grande tutto

Duka

Mar, 14/01/2014 - 14:23

NON VENGA LETTA A DIRE CHE NON LO SAPEVA. Questo è il regalo del Fiscal Compact che Monti approvò. Ci costerà 55Mld. anno il che tradotto in parole più facilmente comprensibili E' IL NOSTRO FALLIMENTO. A meno che il trio Napolitano, Monti, Letta lo paghino di tasca propria.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 14/01/2014 - 14:23

...la neurozona.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 14/01/2014 - 14:26

l' UE è un regime criminale in quanto manovrato da criminali (i plutocrati della finanza). Affonda però in un mare di ridicolaggine finora sconosciuto alla storia umana.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 14/01/2014 - 15:30

@canaletto. Daccordo su tutto fuorché il finale. Una volta che sei a posto con i conti, che non ti dissangui a pagare interessi, una moneta forte e stabile aiuta, Germania docet.

Higgs

Mar, 14/01/2014 - 15:37

Al nostro debito contribuisce questo schifo: http://www.wallstreetitalia.com/article/1658006/sprechi/sprechi-farnesina-a-ginevra-villa-da-264-mila-euro-l-anno.aspx Non c'e' niente da fare piu'.

unclesam1

Mar, 14/01/2014 - 15:37

PER EDOARDO 55.Leggete il suo post è più che sufficiente per capire perché siamo nella m..a. Unito naturalmente agli sprechi e privilegi della casta e alle imposizioni europee, che comportano tasse altissime e quindi miseria e niente soldi per far ripartire l'economia. Lo capiscono tutti tranne le teste di c..o, Renzi compreso, che sono a Roma

glasnost

Mar, 14/01/2014 - 16:39

Ma è un concetto troppo difficile da capire? Se le imprese non crescono e non producono, non creano ricchezza né posti di lavoro. Ed il PIL non può crescere per decreto. Se questi cavolo di governi dei burocrati distruggono, fanno chiudere od emigrare le imprese, in Italia non crescerà nulla, solo la disoccupazione ed il debito. Nessuno può pensare di risanare il debito pubblico a forza di tasse che deprimono la domanda. Eppure ci pensano, Monti e Renzi compresi....

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 14/01/2014 - 17:12

Al salasso mancavano giusto i miliardi a palate dati all'Europa per salvare le banche tedesche, greche e spagnole! Con immenso sgomento, è da giorni che sono attanagliato da un pensiero fisso: Non c'è davvero più nessuna speranza per il Popolo Italiano! Perché l'origine, la causa, la fucina del disastro che stiamo vivendo viene da noi stessi. Perché ci sono generazioni di Italiani che, nonostante l'evidenza e tutto quello che è successo davanti agli occhi (e sulla pelle) di tutti noi, continuano a votare a sinistra o, in un impeto autodistruttivo, al massimo si sono messi a votare M5S... riempiendo la siringa per l'ultima iniezione letale all'Italia. Eppure sono sicuro che tantissimi Italiani hanno coscienza di questa aberrazione unica nel mondo occidentale, ma non hanno più il coraggio di mostrare un moto d'orgoglio, di dignità, di autodifesa. L'ideologia sinistra (per lungo tempo "a braccetto" di quella targata DC e catto-comunisti vari), manovra e impesta, la nostra storia dal '43 eppure, ancora oggi, ci sono "ammassi di tessuti simil-umani" (tanti stanno scrivendo per l'ennesima volta i loro deliri anche per questo articolo) che per il disastro attuale non sanno far altro che fare un nome: Berlusconi. Ormai, anche il più "distratto" o partigiano degli Italiani sa benissimo che l'affossamento dell'Italia ha radici molto lontane nel tempo e che gli ultimi "mal-governi" a trazione rossa hanno saputo in breve tempo fare disastri esponenzialmente ancora più tragici per tutti noi. Un po' di numeri: dal 10 Aprile 1994 (data del 1° governo del "nemico" degli "anti-Italia") a oggi, il centrodestra ha governato 3327 giorni, mentre per gli altri 3865 giorni hanno governato le sinistre o "i tecnici" messi lì da Presidenti "sinistri" o a spinta decisamente "sinistra". Ancora un po' di dati per i "fortetos-trinariciuti-diversamente utili idioti": il debito pubblico nel 1966 (il "nemico" aveva 29anni...) era meno del 40% del PIL (attualizzato, circa 100miliardi di Euro / 1700Euro pro-capite circa), quell'anno la Consulta (che voi e Napolitano amate tanto perché "garante" della nostra bellissima e intoccabile Costituzione) buttò alle ortiche l'art.81 permettendo da quel momento di finanziare la spesa pubblica "in deficit" con l'emissione di titoli di stato (che detto articolo espressamente vietava)... bene, nel 1993, il debito pubblico arrivò al 121,8% del PIL (attualizzato, circa 1500miliardi di Euro / 20.000Euro pro-capite circa). Il 31 Maggio 2006 (fine governo Berlusconi III) era di 1579,50miliardi; al 31 Maggio 2008 (fine governo Prodi II) era di 1649,11miliardi; a Novembre 2011 (defenestrazione Napolitan-Europea del governo Berlusconi IV) era di 1905miliardi. Al 31 Marzo 2013 (fine governo imposto Monti) era di 2034miliardi e oggi Letta e compagni sono riusciti a portarlo a 2104miliardi (con, in aggiunta, il PIL in caduta libera). Ci sono "disastri storici" che hanno inferto al'Italia le ferite profonde che oggi sono diventate cancrena allo stadio terminale; la spesa per interessi sul debito pubblico esplose subito dopo il divorzio Tesoro-Bankitalia e passa dal 4% all'8% del PIL in meno di 4 anni (dall' '81 all' '84), eppure Berlusconi non era né ministro del Tesoro né governatore della Banca d'Italia.... Ma voi pensate che a qualcuno dei suddetti "fortetos-trinariciuti-diversamente utili idioti" venga anche solo il minimo dubbio che l'attuale disastro che ci sta uccidendo possa venire dai 56anni (più circa 250giorni) di governi partigian-democristiani-socialisti-comunisti-tecnici che (a braccetto con sindacati rossi e quasi-rossi, magistratura sempre più rossa, informazione vatican-rossa, istruzione e pubblica amministrazione catto-comuniste, burocrati incolori ma insaziabili e intoccabili, banche, ecc...) salassano, paralizzano, infangano, sfruttano, ideologizzano l'Italia e gli Italiani dalla (perché voglio essere buono) prima Legislatura dell'8 Maggio 1948? Noooo! Tutti gli errori e i debiti è riuscito a farli Berlusconi in 9anni e 42 giorni! Tutto deriva dai 4 governi Berlusconi, non dagli altri 55 (partendo dal '48)!!! E questi stanno ancora discutendo sul come far rientrare dalla finestra il finanziamento ai partiti, come dare cittadinanza e voto alla marea di clandestini che ci invade ogni giorno da anni, quale legge elettorale scegliere che dia le stesse garanzie (a loro rossi) del "Porcellum", permettere i matrimoni gay, insabbiare le storie dei "compagni che sbagliano", inchinarsi (riempiendo però le loro casse) all'Europa della Merkel e della speculazione, e mille altre ennesime indecenze/coltellate alle spalle dell'Italia.... e che i Marò si fottano! Mica possono perdere tempo con tali quisquilie. Buona agonia Italia!!!

ninitirabuscio

Mar, 14/01/2014 - 17:22

Quante belle chiacchiere, i vostri commenti. Non dimenticate però, di mettere la sveglia presto domani e di andare a fare la fila alle poste per pagare. Questo è il paese che ci meritiamo. Pecore siamo e pecore rimarremo. Beeee Beeee

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Mar, 14/01/2014 - 17:50

hellmante sei proprio sodo ,secondo te il minor gettito da dove arriva? le aziende chiudono,fesso

gianfran41

Mar, 14/01/2014 - 18:11

Hai ragione arcistufa se quelli del PD ragionano come helmante, siamo messi proprio bene!

Ritratto di Mariador

Mariador

Mar, 14/01/2014 - 19:15

Molto più lentamente del previsto il piano Napolitano-Monti si sta attuando. Le tasse aumenteranno ulteriormente. I tagli della spesa pubblica, per evitare scioperi di massa, verranno effettuati quando la situazione sarà insostenibile cioè dopo patrimoniali multiple e successivi tracolli fiscali. Infine ci svenderanno all'asse franco-tedesco. Cui prodest? Semplice, alla sinistra alla quale è stato promesso il potere GESTIONALE del paese. Sempre meglio che andare a lavorare!

Duka

Mar, 14/01/2014 - 19:43

@freeskipper- Sei abbastanza ottimista a scrivere che siamo sull'orlo del baratro. Guarda che siamo di fatto già falliti. Ci tengono a galla solo perchè mollarci sarebbe peggio. La Germania ne subirebbe le conseguenze rischiando lei stessa il default. Già basterebbe osservare come si stanno comportando gli appartenenti alla CASTA ovvero i politici ad ogni livello. Non si sono tolti un solo centesimo, anzi il magna-magna è alle stelle. Di Mr. Lusi o Penati l'Italia è piena.

piertrim

Mar, 14/01/2014 - 20:17

Poveri noi con questi fessacchiotti che ci governano spendendo e spandendo per tutti fuorchè per gli italiani.

angelovf

Mer, 15/01/2014 - 02:15

Noi non possiamo vivere e regaliamo i miliardi a destra e a manca, perché non ci facciamo i cazzi nostri in casa nostra? Invece di costruire le città ad altri, per esempio, la Polonia? Che furbamente ha messo a nuovo tutte le città e ha costruito tutte le strade senza entrare nella moneta unica, con lo scopo di portare in casa loro la moneta pregiata, che sono, l'euro, la sterlina, il dollaro, che col cambio fanno la vita da signori, e noi da pezzenti, e con questo vantaggio, e sapendo il problema dell'euro si terranno lontani dal adottarlo, ma se anche fosse, loro non farebbero la nostra fine, che hanno aumentato i prezzi senza tener conto del valore lira/ euro, come era nei patti, tutti hanno aumentati i prezzi, anche la RAI, che da 100 mila ora prende 113 euro, che sono il doppio, perché delle mie 100 mila lire, adesso mi danno 50 euro, ma nessuno vuol capire questo.

vince50_19

Mer, 15/01/2014 - 06:38

Sperando nel "buon cuore" dell'amministratore di turno, vorrei dire che è da tempo - dai primi del 2012, dal mese di febbraio quando Monti firmò la nostra partecipazione all'E.S.M. senza darne opportuna comunicazione - che sostengo che queste "pazze tasse" lettiane, altro non sono che il prosieguo di quelle montiane per coprire la nostra quota appunto per E.S.M. pari a 125 miliardi. Letta, Saccomanni, con il concorso interno di Angelino il nuovo "destro" (pura fantasia naturalmente), sono lì per questo: del resto se ne fregano altissimamente (Alfano, pur di mantenere la cadrega, calerà le braghe su unioni civili e ius soli, vedrete), dato che ai poteri forti altro non interessa, compresa la vicenda dei marò in cui il nostro governo sta facendo una figura che definire di merda è pura "carità"! Se non lo capisce uno come Luigipiso, "steel ingroian" e che campa di berluconofobie allo stato parossistico niente male, ma se non lo capiscono quelli che "tifano" Pd con loro granu salis, allora sono proprio alla frutta. Anche Giavazzi, noto economista di sinistra, dice - dalle colonne del Corsera e de Il foglio che questo governo ripete tutti i giorni che intende rispettare il parametro del 3 per cento per il rapporto deficit/pil. Ma allo stesso tempo dimostra tutti i giorni di NON voler tagliare la spesa pubblica e di NON voler fare le riforme. Così però la strada cambia pendenza e la salita è assicurata: “Già quest’anno - conferma Giavazzi - il risultato sul deficit non è certo. Se il pil sale meno delle attese, cioè meno dell’1,1 per cento, sforiamo”. Allora vogliamo fare qualcosa di serio, Letta, il suo mentore del Colle e compagnuzzi di cordata - compreso Angelino il pavido: jetevenne e che Dio vi abbia in gloria. Ora et semper

CARLINOB

Mer, 15/01/2014 - 07:55

Pesano i mancati tagli della Politica , il non fare del Governo di Letta , molto peggio nella realtà del Governo Monti . questo veramente a parte il bla bla quotidiano su stupidate mal gestite , ptoprio non sta facendo e non ha intenzione di non far niente!!Sono degli inetti in malafede!1

Holmert

Mer, 15/01/2014 - 08:50

L'Italia sta con il clo per terra, impiagato e secernente umori puteolenti, come si addice a chi è malato in maniera irreversibile. Un debito pubblico che se fosse in lire sarebbe impronunciabile per la cifra astronomica che ne verrebbe fuori, un debito pubblico che continua a crescere come se fosse alimentato da un lievito particolare, che noi sappiamo essere la spesa sociale e le ruberie a man bassa di Alì Babà e gli innumerevoli ladroni, impenitenti, irriducibili. Quelli che una volta entrati nella stanza dei bottoni, credono di avere raggiunto lo scopo finale della loro esistenza, per fare una vita da sceicchi con i soldi dei contribuenti, spesi a piene mani. Ladri ovunque: nei comuni, nelle regioni, nelle province. Un disastro ambientale, una tragedia come il terremoto, diventa un'occasione per riempirsi la bisaccia di quattrini, alla faccia della dabbenaggine di uno stato menefreghista ed incapace. Paesi interi ristorati da vagonate di soldi che mai sono sufficienti, dati erga omnes a pioggia, invece di andare a verificare chi è stato danneggiato e chi no, chi ne ha diritto per danni subiti e chi no per danni materiali non subiti e per non perdita di stipendio o di attività. Vedi ultimi avvenimenti all'Aquila e dintorni, uno schifo a cielo aperto. Chissà dove sono adesso le carriole ed i soliti capaci solo a scendere in piazza e nulla più? Un'Italia impazzita, che attanagliata dalla crisi, stracciona, con gente che si suicida perché non sa come andare avanti, che si permette di finanziare l'UE per aiutare altri stati in affanno. Come se un anemico andasse a donare il suo sangue per rinvigorire altri anemici cronici. Un'Italia che chiama a raccolta nelle sue città migliaia di africani da accudire e sfamare, sensibile al grido del nuovo papato, che si guarda bene dal metterli sotto le ali della sua protezione per il loro sostentamento. Una spesa pubblica che nessuno ha il coraggio di bloccare. Ed allora la tassa rimane l'unica risorsa, finché anche il nuovo filone di espoliazione del ceto medio verrà ad esaurimento ed allora scenderà il sipario e che ognuno si arrangi come può. L'Italia ormai non è più una nazione, ma un casino a porte aperte.