La "paghetta" che fa crescere

«Genitori, date la paghetta ai vostri figli e ve li ritroverete più educati finanziariamente». Sembra banale ma non lo è. Abituare a gestire del denaro, anche piccole somme, sin da bambini, aiuta i ragazzi a crescere con una consapevolezza finanziaria maggiore rispetto ai coetanei che non hanno beneficiato di questo valore aggiunto. Il dato è stato misurato. Lo ha fatto il Centro Studi Einaudi in collaborazione con Intesa Sanpaolo nell'Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani, versione 2017. Quella generata dall'uso e dalla gestione della paghetta è un'educazione finanziaria indotta, «informale», come la definisce la ricerca stessa e permette alle «nuove leve» di avvicinarsi al mondo dell'economia senza doverlo, in qualche modo, subire in maniera forzosa dall'esterno.

L'indagine, proprio nella parte legata all'educazione finanziaria, sottolinea come «la conoscenza diventi veramente utile solo se se ne possono verificare gli effetti concreti sulla vita e sulle scelte degli individui». Ecco perché, i ragazzi che hanno fatto esperienze di «piccola economia» hanno evidenziato margini di competenza finanziaria crescenti. Tanto crescenti che, e l'indagine lo ha evidenziato, i giovani cominciano ad essere, in quest'ambito, più preparati dei loro genitori.

Insomma, sarà la paghetta, una banale paghetta, a mettere fine alla diseducazione generata da anni ed anni di Bot? Di investimenti in titoli di Stato che hanno reso miopi gli italiani illudendoli con tassi allettanti e tassazioni favorevoli? La diseducazione, con i tassi a zero, la si sta pagando a suon di mancati rendimenti. Manca la fiducia nelle scelte. Manca la capacità di scegliere. Ma non scegliere è già una scelta, di per sè, e non scegliere oggi, rischia di impoverire ancor più gli italiani ed il Belpaese. Di questo si parlerà nel corso della trasmissione «Mercati Che Fare», in onda, domani, sabato, alle 20.30 su TgCom24 di Mediaset.

leopoldo.gasbarro@me.com

Commenti

idleproc

Ven, 29/09/2017 - 12:56

Il mondo è andato avanti e si è "finanziarizzato". Infatti oggi come oggi, quando li anno, gli danno la "paghetta" perché non si prostituiscano come i "VIP" in Tv, per mettersi addosso qualche marchio o l'ultimo status symbol elettronico o meno.