Il Pil torna a crescere: +1,2%, record dal 2010

Nel primo trimestre di quest’anno il Pil è salito dell’1,2% su base annua, rivisto al rialzo rispetto alle stime preliminari

Nel primo trimestre di quest’anno il Pil è salito dell’1,2% su base annua, rivisto al rialzo rispetto alle stime preliminari che lo davano a +0,8%. Si tratta, secondo l’Istat del livello più alto dal quarto trimestre del 2010. La stima preliminare diffusa il 16 maggio 2017 scorso aveva rilevato un aumento congiunturale dello 0,2% e un aumento tendenziale dello 0,8%.

L'Istat rileva che il primo trimestre del 2017 ha avuto due giornate lavorative in più sia rispetto al trimestre precedente, sia rispetto al primo trimestre del 2016. La variazione acquisita per
il 2017 è pari a 0,9%. Rispetto al trimestre precedente, i principali aggregati della domanda nazionale hanno registrato una crescita dello 0,5% dei consumi finali nazionali e un calo dello 0,8% gli investimenti fissi lordi. Le importazioni sono aumentate dell'1,6% e le esportazioni dello 0,7%. La domanda nazionale al netto delle scorte ha contribuito per 0,3 punti percentuali alla crescita del PIL (0,3 i consumi delle famiglie e delle Istituzioni Sociali Private (ISP), 0,1 la spesa della pubblica amministrazione (PA) e -0,1 gli investimenti fissi lordi).
Anche la variazione delle scorte ha contribuito positivamente alla variazione del pil (0,4 punti percentuali), mentre l'apporto della domanda estera netta è stato negativo per 0,2 punti percentuali. Si registrano andamenti congiunturali positivi per il valore aggiunto di agricoltura (+4,2%) e servizi (+0,6%), mentre quello dell'industria risulta negativo (-0,3%).

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 01/06/2017 - 11:29

il pil torna a crescere...dunque ora tira ? forse mi sono confuso , stiamo parlando di pil o di pilo .

Mr Blonde

Gio, 01/06/2017 - 11:49

la sola idea che il cav torni con la grande coalizione fa crescere pil e occupati più del previsto!

blackandblu

Gio, 01/06/2017 - 13:02

Si legge sui vari siti di "dato inaspettato ". Inaspettato =casuale =fortunoso=segnale di un paese fuori controllo.

accanove

Gio, 01/06/2017 - 14:25

idioti, aspetta che gli immigrati continuino ad entrare e voi a finanziarli con altri 5 mld, aspetta che scattino le regole di salvaguardia con un iva al 25 che voi incapaci non siete riusciti a neutralizzare e vedrai dove va il pil e tutta la nostra economia.

istituto

Gio, 01/06/2017 - 14:28

Toh guarda....Fino a poco tempo fa il PIL era allo 0,8 poi 0,9 e segnali di ripresa non se ne vedevano neanche col telescopio....Adesso a ridosso delle probabili elezioni è passato addirittura al + 1,2% .....ma guarda che sorpresa....ma chi volete prendere per fessi !!!

CHEMONDO

Gio, 01/06/2017 - 15:34

Da qualche parte ho letto che se tutti si vaccinano aumenterà il PIL. Eppure il "bomba" è stato sostituito...

paolonardi

Gio, 01/06/2017 - 16:33

L'ISTAT in soccorso del contadono di Rignano in vista delle prossime elezioni per far vedere come e' bravo e come ci fara', con le sue bischerate, uscire dalla crisi. Peccato che gli italiani ormai conoscono il giochetto.

Zizzigo

Gio, 01/06/2017 - 17:23

Non si può scrivere che si tratta di un PIL elettorale?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 01/06/2017 - 17:57

Allora significa che Renzi aveva fallito? Con tutto il PD? e con tutta la cricca dei milioni di comunisti che l'hanno votato? Oppure è Gentiloni l'incapace? Mettetevi d'accordo! Ah, scusate non lo sapete neppure voi che li votate.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 01/06/2017 - 18:46

Solito aiutino prima delle elezioni, ma stavolta hanno sbagliato i conti, o forse taroccare più di tanto non si può. La verità è che abbiamo una CRESCITA NEGATIVA rispetto alla media UE e che il dato gravissimo del crollo degli investimenti ci dice che il nostro tessuto industriale è al collasso. E questo grazie al Renzi, lo ha capito persino Orlando che saluta e molla la compagnia. Lo capiranno finalmente anche gli elettori del PD?

rokko

Gio, 01/06/2017 - 22:38

Eppure era prevedibile, niente di sorprendente per uno capace di intendere e di volere (quindi, ad esempio, non per Leonida55): tutta l'Europa e il mondo hanno iniziato di nuovo a crescere, e quindo cresciamo anche noi per merito dell'incremento dell'export. Il problema qual è? Anche questo è semplice: a noi manca la componente di crescita dovuta ai consumi interni, che le varie politiche a partire da Berlusconi e finendo a Renzi hanno depresso. Dunque, cresciamo meno degli altri.