Per ponte Morandi offerta in cordata con Salini Impregilo

Fincantieri, Salini Impregilo e Italferr (Fs) hanno presentato in cordata un progetto e una proposta preliminare rispondendo all'avviso del commissario Marco Bucci per la ricostruzione del ponte di Genova. Lo rivela l'agenzia Radiocor. Lunedì 26 novembre alle 12 scade infatti il termine fissato da Bucci per partecipare alla consultazione di mercato. Poi verranno mandati gli inviti ufficiali alla procedura negoziata senza bando per l'affidamento dell'appalto di demolizione del ponte Morandi e la ricostruzione di un nuovo viadotto sul Polcevera.

Non c'è solo Genova nel carnet di Salini Impregilo. Nel 2018 Condotte d'Acqua non ha pagato le sue quote per i lavori del Terzo Valico, e ora il gruppo guidato da Pietro Salini, tornata di recente in sella al general contractor Cociv (di cui controlla oltre il 64% e Condotte il 34%), va in pressing sui commissari della società: o Condotte trova i soldi per proseguire i cantieri, o cede le quote. Nel frattempo, Salini Impregilo ha ricevuto la conferma del rating di lungo termine («BB+») dall'agenzia Dagong che ha rivisto l'outlook da «stabile» a «in evoluzione».

Commenti

stefi84

Lun, 26/11/2018 - 19:04

Il problema è quando verrà ricostruito. Ci sono centinaia di regole, modelli da compilare, pareri, la burocrazia è fra i mali numero uno dell'Italia, eppure in altri paesi anche dell'Ue le cose si fanno prima, per non parlare della cina o della Russia.