Quei 500 mila pensionati con l'assegno da 36 anni

In Italia ci sono oltre 474.000 pensioni liquidate prima del 1980, quindi in vigore da oltre 36 anni. Il dato emerge dalle tabelle Inps

In Italia ci sono oltre 474.000 pensioni liquidate prima del 1980, quindi in vigore da oltre 36 anni. Il dato emerge dalle tabelle Inps sugli anni di decorrenza delle pensioni sugli assegni di vecchiaia (comprese le anzianità) e ai superstiti del settore privato, esclusi quindi sia gli assegni di invalidità previdenziale, sia quelli agli invalidi civili sia le pensioni sociali oltre naturalmente ai trattamenti degli ex dipendenti pubblici. Per le pensioni di vecchiaia l’età media alla decorrenza era di 54,9 anni mentre per quella ai superstiti l’età media era di 41,3 anni.

In questi dati non sono compresi i baby pensionati del pubblico impiego che sono riusciti a uscire dal lavoro prima del 1992 con almeno 14 anni, sei mesi e un giorno di contributi se donne spostate con figli. L’ Inps infatti al momento non diffonde statistiche anche sugli anni di decorrenza delle pensioni del settore pubblico. Guardando solo al settore privato sono in pensione di vecchiaia da oltre 30 anni (pensioni con decorrenza antecedente al 1986) oltre 800.000 persone mentre altri 527.000 assegni sono ai superstiti. Una parte dei trattamenti potrebbe riferirsi alla stessa persona (nel caso abbia già prima di trent’anni fa avuto diritto alla pensione di vecchiaia e essendo anche superstite di assicurato). L’età media alla decorrenza era molto inferiore all’attuale perchè ci si ritirava per vecchiaia a 55 anni se donne e a 60 se uomini. Se si guarda solo alle pensioni antecedenti al 1980 (quindi in vigore da almeno 36 anni) erogate per ragioni diverse dalla vecchiaia e dall’essere superstiti, le invalidità previdenziali sono 439.718 (44,5 l’età alla decorrenza) le pensioni sociali 24.308 (33 anni l’età media alla decorrenza) e 96.973 le pensioni agli invalidi civili (23,21 anni l’età alla decorrenza). Nel 2015 le pensioni liquidate per anzianità sono state 238.400 con un età media alla decorrenza di 62,55 anni mentre quelle ai superstiti sono state 173.378 con un’età media alla decorrenza di 73,89 anni.

Commenti

killkoms

Dom, 03/04/2016 - 13:46

la scoperta dell'acqua calda!si va tardi in pensione adesso per comnpensare i troppi che ci sono anticipatamente andati prima..!

freevoice3

Dom, 03/04/2016 - 14:50

Domanda : Perchè noi continuiamo a pagare accise sui carburanti da 70 anni? Dalla guerra in Etiopia alle varie missioni, i terremoti e quant'altro, siamo sempre stati spremuti a milioni. Strano che la Fornero non sia intervenuta sui 500 mila pensionati proponendo di toglierli di mezzo. Qui l'insulto sarebbe d'obbligo ma lascio perdere.

massimocubo

Dom, 03/04/2016 - 15:30

La mia ex-moglie , insegnante di educazione fisica alla scuola media , è in pensione da 18anni ed ha oggi 60anni !!! La cosa assurda è che il Giudice mi ha condannato a pagarle 1000€ al mese come alimenti invece di dirle di andare a lavorare se con la pensione di 850€ non ce la facesse ad andare avanti !!! a 60anni si può lavorare senza alcun problema !!! Ma è più facile starsene a casa a non fare niente piuttosto che lavorare : e TUTTI i dipendenti dello Stato fanno esattamente questo "poco lavoro con retribuzioni ELEVATISSIME se rapportate al pochissimo lavoro svolto". Ciao