Il regalo di Natale del Fisco: valanga di accertamenti sullo spesometro

A Natale il Fisco sarà più attivo che mai. Il provvedimento emanato ieri dall'Agenzia delle Entrate di fatto dà il via all'invio di numerose lettere ai contribuenti Iva

A Natale il Fisco sarà più attivo che mai. Il provvedimento emanato ieri dall'Agenzia delle Entrate di fatto dà il via all'invio di numerose lettere per segnalare ai contrbuenti Iva gli scostamenti tra i dati dichiarati e quelli in possesso del Fisco. Insomma proprio sotto le Feste le Entrate si preparano ad una stretta con una valanga di accertamenti. Come sottolinea Italia Oggi, l'Agenzia metterà a disposizione dei contrbuenti tramite avvisi tutta la documentazione che dimostra le eventuali anomalie evidenziate dall'incrocio dei dati.

Le comunicazioni arriveranno via mail con un messaggio alle Pec attivate oppure per via posta ordinaria. All'interno della comunicazione del Fisco verrà inviata la lista delle operazioni comunicate dal contribuente. In un secondo momento chi sarà oggetto di contestazione potrà verificare tutti i rilievi nel proprio "cassetto fiscale" e consultare anche il portale "fatture e corrispettivi". Il contribuente poi può effettuare le eventuali correzioni oppure chiedere ulteriori approfondimenti. L'operazione lanciata dall'Agenzia delle Entrate mira a mettere in atto alcune procedure per mettere ai contribuenti di mettersi in regola.

Commenti
Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 18/12/2018 - 20:26

TERRORISTI!... Sempre gli stessi, da 72 anni… Con ovvia impunità per i creatori del "tutto a tutti" per fini demagogici ed elettorali, dando così in via all'impennata del neonato debito pubblico e del disavanzo incontrollato!... Bravi, "professionisti della politica", vivi o morti che siano!

Duka

Mer, 19/12/2018 - 08:08

GOVERNO DI BIDONISTI : fate schifo!!!!!!

Gio56

Mer, 19/12/2018 - 10:47

E dove sta il problema,mica ti mettono al muro e poi ti fucilano. Nell'articolo si parla di eventuali anomalie tra i dati in loro possesso e quelli che tu hai dichiarato.Comunque se non hai fatto il furbo non hai niente da temere.

tonipier

Mer, 19/12/2018 - 10:51

" BISOGNA FRENARE QUESTA IMPS SPECIALMENTE QUELLA DI BRINDISI" Questa continua a minacciare ultra ottantenne con cifre da oltre 2000 euro, inviado all'ufficio delle entrate cifre inesistente di oltre 25 anni fa, sotto la voce gestione commercianti...cosa centra l'IMPS di brindisi con la gestione commercianti, cosa vuol dire gestione commercianti??ma non solo, costui è residente al Nord da oltre 25 anni...la truffa, la paura, al contribuente continua?...sembra di si.