Renzi in campagna elettorale: "Taglio dell'Irpef già dal 2017"

Il governo promette un maxi taglio delle tasse: "È allo studio anche l'anticipo del calo dell'Irpef". Ma è solo una mossa elettorale

Il governo è in piena campagna elettorale. E così si prodiga in promesse a lungo termine che sa bene di non poter promettere. Slogan che potrebbero valerghli qualche punticino in più in una consultazione elettorale che rischia di rivelarsi indigesta per Matteo Renzi. L'ultima boutade arriva dal viceministro dell'Economia Enrico Morando che, in una intervista ad Affaritaliani, sventola un maxi taglio delle tasse, magari da anticipare tutto al 2017, per completare la riduzione del carico fiscale annunciata e in parte già avviata in questi primi due anni di governo.

Dopo aver siglato la tregua con il presidente della commissione Ue, Jean Claude Juncker, Renzi vorrebbe giochersi tutto sul filo della flessibilità sui conti che l'esecutivo conta di vedersi concedere da Bruxelles anche per il prossimo anno. Già nella conferenza stampa di fine anno il premier aveva lasciato intendere di avere in mente un piano più corposo del solo taglio dell'Ires, spiegando che era troppo prematuro entrare nei dettagli, anche per non "sconvolgere Padoan", visto che in ogni caso la discussione, aveva detto, sarebbe entrata nel vivo solo "nell'estate 2016". Ora che si avvicinano le elezioni amministrative e che i sondaggi danno il Pd in ribasso, Renzi vuole sfoderare uno dei cavalli di battaglia: il taglio delle tasse. In realtà, come già spiega il responsabile economico del Pd Filippo Taddei, "non è adesso il momento delle decisioni".

Nel regno dell'ipotetico il ministero dell'Economia dice che c'è tutto l'interesse a "vedere quanto possiamo accelerare un percorso che comunque è già in atto" . All'orizzonte Taddei dice di vedere "una riduzione strutturale da oltre 23,5 miliardi già attuata (10 con gli 80 euro, 5 di Irap, circa 5 tra Tasi, Imu anche per agricoltura e imbullonati e 3,3 di Ires, ndr)" cui si aggiungono "altri 5 miliardi di interventi per il solo 2016 tra maxi-ammortamenti e decontribuzione". L'elenco delle tasse tagliate va, però, a sbattere con i dati sulla pressione fiscale reale che, secondo un recentissimo studio della Cgia di Mestre, è salita al 50,2%. E anche sul futuro c'è molta incertezza. Taddei rinadisce il taglio "dell'Irpef per il 2018" e la riduzione del "costo del lavoro a tempo indeterminato per tutti e in modo strutturale. Ma per ora dire se e quando è prematuro. Perché, ammette lo stesso Taddei, "prima bisogna vedere gli spazi che ci sono". E con la crescita meno brillante di quanto ci si poteva aspettare solo qualche mese fa, infatti, l'Italia con le sue sole forze non sarebbe in grado di anticipare il programma di abbattimento delle tasse, mantenendo allo stesso tempo il processo di aggiustamento dei conti verso quell'obiettivo di medio termine, il pareggio di bilancio, già fatto slittare due volte. Per questo diventa indispensabile spuntare nuovi margini sul deficit anche per il 2017.

Annunci

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 28/02/2016 - 22:31

Bbbbuuuuuummmmmmm.a riecco er bomba......

fgerna

Dom, 28/02/2016 - 22:52

C'è ancora qualcuno che crede a questo racconta balle? spara, spara, sparo solo fregnacce come al solito, non ne ha fatta una delle promesse fatte a parte dare qualche soldo qua e la per voto di scambio

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 28/02/2016 - 22:57

Pinocchio perde il naso, ma non il vizio!

vinvince

Lun, 29/02/2016 - 03:19

Troppo facile fare dichiarazioni di questo genere ... !!! Una volta rieletti è sufficiente abbassare l'irpef dello ZERO VIRGOLA e il gioco è fatto !!! Dovremo esigere che vengano espresse percentuali ben precise.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 29/02/2016 - 07:28

Taglio dell'Irpef? Si, dello 0,0013%! Frottolo, nessuno ti crede più, esclusi i PDioti, of course!

entropy

Lun, 29/02/2016 - 07:33

pensavo fosse stato il vicino a svegliarsi con urgente e flautolente necessità del bagno, invece avevo acceso il Mac su questa news dell'enesima sparata bimbominkia cannoniere.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 29/02/2016 - 07:49

Boutade tipica di chi sente aprirsi la botola sotto ai piedi.CIALTRONE

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 29/02/2016 - 08:29

Quando il taglio dell'Irpef era nel programma del CDX la sinistra tacciava di pressappochismo, di mentire, al meglio di voler scientemente affamare tutta la burocrazia. Quindi delle due una, o dicevano il FALSO allora o dicono il FALSO ora ! Sono di sinistra, mentire é il loro DNA comportamentale, lo insegnava Lenin, l'importante é ottenere vantaggi, non fare quello che sarebbe giusto.

amedeov

Lun, 29/02/2016 - 09:05

mia nonna diceva:il monte di pietà non prende chiacchiere ma oro,argento e biancheria nuova.ma il puffo fiorentino pensa che gli italiani credono ancora alle sue s@@@@@@e?

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 29/02/2016 - 09:22

Sempre annunci per l'anno successivo, intanto si tira a campare e si stabilizza il vitalizio.

linoalo1

Lun, 29/02/2016 - 09:28

Siamo alle solite!!!Il Marinaio Renzi ha fatto un'altra delle sue Promesse!!!Però,questa volta,contrariamente al solito,non ci ha messo la faccia!!!!Che,forse,non ci creda nemmeno lui????

semprecontrario

Lun, 29/02/2016 - 09:48

non ti crede più nessuno buffone

moshe

Lun, 29/02/2016 - 09:59

buffone, dicci anche cosa aumenterai in cambio, e con quali interessi !

Mr Blonde

Lun, 29/02/2016 - 10:44

se taglia ancora la spesa è possibile, vedremo (e speriamo)

Duka

Lun, 29/02/2016 - 11:24

IL CAROSELLO DELLE B A L L E è già iniziato ???

fcf

Lun, 29/02/2016 - 11:31

I pagliacci ci fanno ridere, Renzi no.

unosolo

Lun, 29/02/2016 - 18:13

poverino è stato preso a calci non doveva parlare e forse lo sostituisce , non ha capito che deve parlare solo chi autorizzato dalla Serracchiani o dalla ministra , lo manderanno in pensione anticipata.