Rinasce il mercato immobiliare: dove investire con profitto con le ristrutturazioni domestiche

In un periodo in cui tutto cambia il settore immobiliare che è sempre stato trainante per l’economia globale sembrava essersi fermato irrimediabilmente, ma da qualche tempo ci sono novità interessanti che potrebbero cambiare tutto

In un periodo in cui tutto cambia il settore immobiliare che è sempre stato trainante per l’economia globale sembrava essersi fermato irrimediabilmente, ma da qualche tempo ci sono novità interessanti che potrebbero cambiare tutto. Chiediamo un’opinione all’arch. Danilo Doronzo uno dei maggiori protagonisti della scena immobiliare degli ultimi 30 anni e titolare di Ristrutturare Italia una delle nuove aziende di ristrutturazioni che usa gli strumenti di internet ma che lavora “come una volta”.

Buon giorno architetto, quali novità ci sono nel panorama immobiliare italiano? E’ vero che il mercato immobiliare non è morto come si credeva?

"Posso confermarlo, l’attività immobiliare sta rinascendo prepotentemente, anche se sotto forme profondamente diverse che tengono conto delle moderne tecnologie, alle quali però bisogna fare molta attenzione. Poiché innanzitutto bisogna saperle usare per evitare di sprecare un patrimonio in budget pubblicitari che non portano lavoro nuovo, ma soprattutto per evitare insidie che la pubblicità ingannevole mette continuamente davanti ai clienti con un fiorire di offerte ingannevoli di preventivi gratuiti che nascondono solo l’acquisizione dei dati dei clienti che poi sono i primi a pagarne le conseguenze. Il cliente deve essere cosciente che una ristrutturazione non è come acquistare una polizza assicurativa od uno smartphone o un televisore.Quindi se sceglie solo in base al costo su internet rischia di pagare un prezzo altissimo, anche il doppio o il triplo di quanto si immaginava. A questo scopo abbiamo pubblicato un E- book gratuito con i consigli per non rovinarsi la vita che si può scaricare qui: https://ebook.ristrutturareitalia.it Consiglio caldamente di scaricarlo. Lì c’è scritto tutto".

Molto interessante, mi piacerebbe approfondire, magari più avanti, ma intanto quali sono le aree nelle quali conviene investire per le persone comuni?

"Guardi i fenomeni emergenti sono sicuramente: Il fenomeno degli affitti a breve termine Iniziato con Air B&B e poi seguito da altri. Un appartamento ben gestito e ristrutturato può rendere fino al 10% all’anno del valore dell’immobile con una tassazione tutto sommato modesta. Il fenomeno delle ristrutturazioni che ha spostato il 70% degli investimenti in edilizia dalle nuove costruzioni al recupero delle case esistenti. Va riconosciuto che le agevolazioni fiscali hanno un ruolo importantissimo. La disponibilità di immobili provenienti dai non performing loans che dovrebbe mettere sul mercato molti appartamenti a basso prezzo".

Tutte e tre questi fenomeni passano comunque dalla assoluta necessità di riqualificare l’alloggio che si vuole comprare.

"Si infatti per questo scopo è nata Ristrutturare Italia. Srl. Noi abbiamo una lunga tradizione nelle ristrutturazioni di semplici appartamenti come di grandi palazzi antichi fino dal 1985, ma abbiamo ritenuto di creare un’azienda specializzata nel ristrutturare appartamenti o case di piccole dimensioni, proprio per venire incontro al cliente normale che desidera ristrutturare il proprio alloggio per sé o per poterlo vendere ad un presso superiore. Nello stesso modo vi sono molti clienti che desiderano comprare casa e vogliono sapere quanto dovranno spendere".

Visto che avete oltre 30 anni di esperienza in cosa si differenzia la vostra azienda?

"Può sembrare una frase fatta ma noi amiamo i nostro lavoro e lo facciamo con passione, quindi riusciamo ad avere i prezzi più competitivi, grazie alla conoscenza del mercato dei fornitori, alle maestranze collaudate da anni, ed alla capacità dei nostri professionisti. Questo senza aumentare i costi per il cliente. Inoltre forniamo ai nostri clienti “ASSISTENZA GLOBALE GRATUITA” una serie di servizi di consulenza di enorme valore che vanno dai preventivi, all’assistenza dedicata ad ogni cliente da parte di un architetto regolarmente iscritto all’Ordine, dal disbrigo delle pratiche comunali, alla scelta dei materiali, alla direzione lavori fino alla fine degli stessi. Voglio citare soprattutto la consulenza sulle detrazioni fiscali pari al 50 e fino al 65% che possono arrivare a dimezzare letteralmente i costi di ristrutturazione. Si tratta di uno dei pochi casi in cui lo stato offre un vero aiuto al cittadino. E sono davvero un affare. Se avremo tempo ne parleremo diffusamente. Ma desidero soprattutto ribadire che siamo una vera impresa fatta di persone, che lavora seriamente oggi come un tempo, pur senza rinunciare ai vantaggi che la moderna tecnologia mette a disposizione. Su di noi la globalizzazione non ha avuto nessun effetto. Chiunque può visitare il nostro sito internet dove può trovare tutte le spiegazioni necessarie, oppure se lo desidera, scriverci o telefonarci. Troverà sempre una voce umana e non un risponditore automatico, o peggio un anonimo call center".

Commenti

Pigi

Ven, 16/03/2018 - 21:16

In questo campo consiglio di tener presente che ciascuno tira acqua al suo mulino. La cosa migliore è farsi stilare un dettagliato computo metrico da un professionista e richiedere diversi preventivi. Usare un foglio excel e confrontare voce per voce gli importi. Valori abnormi, in più o in meno, sono sospetti. Se c'è troppa differenza tra i prezzi, probabilmente occorre più precisione nel descrivere i lavori. I sopralluoghi delle imprese sono un'ottima occasione per ascoltare suggerimenti che migliorano il progetto iniziale, perché la casa deve piacere a voi, non all'architetto.

Altoviti

Ven, 16/03/2018 - 23:00

Togliete i migranti e l'IMU di torno e l'economia tornerà a fiorire se non fate tutte due le cose, l'Italia andrà sempre peggio.

Altoviti

Ven, 16/03/2018 - 23:00

Togliete i migranti e l'IMU di torno e l'economia tornerà a fiorire se non fate tutte e due le cose, l'Italia andrà sempre peggio.

idleproc

Gio, 12/04/2018 - 13:22

Tranquilli, siete solo arretrati e non aperti al progresso. Una tenda è meglio, non sarete vincolati allo stesso luogo e se vi riunite in tendopoli intorno al fuoco rispettando però le direttive europee sui fuochi liberi ed aver compilato gli appositi moduli e pagato la tassa, riforiranno anche i rapporti umani. Ottimo anche il sacco piumino con protezione impermeabile sostituibile. Non dimenticate di avere l'apposita App per pagare le tasse di stazionamento. Se innalzerete anche una bandiera con +europa, avrete lo sconto sulla tassa per i panni stesi.