Carlo Sangalli confermato presidente di Confcommercio

Rieletto per acclamazione dall'assemblea che rappresenta 700mila imprese associate. Tra gli obiettivi del quinquennio 2015-2020: rafforzamento del ruolo di rappresentanza nei confronti delle istituzioni e della politica, soprattutto sui temi di fisco, lavoro, credito, legalità, turismo

Carlo Sangalli confermato alla guida di Confcommercio - Imprese per l'Italia anche per il quinquennio 2015-2020. Conferma arrivata ancora una volta per acclamazione da parte dell'assemblea, in rappresentanza delle oltre 700mila imprese associate del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti.

Nella sua relazione Sangalli ha evidenziato tra le azioni più significative della consiliatura appena conclusa, l'avvio di un importante processo di riorganizzazione, riqualificazione e rinnovamento della confederazione, anche grazie all'adozione del nuovo statuto e del bilancio sociale, con l'obiettivo di rendere il sistema associativo più moderno, più agile e più efficace a tutti i livelli.

"Un processo - ha proseguito Carlo Sangalli - la cui completa realizzazione rappresenta uno degli obiettivi centrali della Confederazione nei prossimi anni insieme al rafforzamento del proprio ruolo di rappresentanza nei confronti delle istituzioni e della politica, soprattutto sulle questioni legate al fisco, al lavoro, al credito, alla legalità, all'impegno per restituire al turismo la centralità che merita nelle politiche economiche del Paese, alla valorizzazione delle imprese del terziario di mercato".