La scure di Moody's si abbatte sull'Europa

Il rating dell'Ue passa sta stabile a negativo

Una nuova batosta per l'Eurozona: la scure di Moody’s è calata sulle economie del Vecchio Continente. I tecnici dell'agenzia di rating statunitense hanno, infatti, rivisto al ribasso l’outlook dell’Unione Europea declassandolo da stabile a negativo.

Nel report pubblicato questa mattina, Moody's evidenzia che il rating di lungo termine dell'Eurozona resta "Aaa". Resta, tuttavia, la variazione dell’outlook che, spiegano gli analisti dell’agenzia, riflette le prospettive negative assegnate ai Paesi con un rating "Aaa" che forniscono un contributo chiave per la formazione del bilancio dell’Unione europea. Si tratta, stando alla nota di Moody’s, di Germania, Francia, Regno Unito e Paesi Bassi, che insieme rappresentano circa il 45% delle entrate del bilancio dell’Unione europea. L’agenzia, inoltre, ritiene "ragionevole" pensare che "il rating dell’Unione europea di debba muovere in stretta connessione con i singoli rating degli Stati più forti che ne fanno parte in considerazione dei legami degli stati membri dell’Ue". Di conseguenza, conclude la nota, "la prospettiva per il rating dell’Ue potrebbe essere quella di un ritorno a stabile se questa fosse la medesima prospettiva degli Stati membri con rating 'Aaa'".

Annunci
Commenti

Luigi Farinelli

Mar, 04/09/2012 - 10:44

Le solite manovre subdole per spingere i Paesi "in difficoltà economica" (sarebbe meglio dire "spinti a essere considerati in difficoltà economica") a farsi fagocitare nel processo di globalizzazione in atto che, in questo caso particolare, si riassume con la frase dell'articolo: "il rating dell’Unione europea si deve muovere in stretta connessione con i singoli rating degli Stati più forti che ne fanno parte in considerazione dei legami degli stati membri dell’Ue"... La scure bisognerebbe cominciare a usarla contro le agenzie di rating, la Commissione Europea, gli speculatori alla Soros, i sionisti alla Rothshild e Rockefeller (da non confondere i sionisti con il resto degli Ebrei, moltissimi dei quali sono antisionisti e disapprovano la politica sionista ed egemonizzante d'Israele) che avendo in mano danaro assommante al PIL di intere Nazioni, rubato con truffe, speculazioni, raggiri, lavaggio mentale al cosiddetto "popolo bue" del pianeta, stanno spingendo verso uno Stato totalitario che non ha precedenti nella storia per la maniera con la quale si sta costruendo, all'insaputa della gente comune, sottoposta a un vero e proprio plagio mentale dei media asserviti alla massoneria.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 04/09/2012 - 12:01

Per un aiuto all´ uomo bianco di waschington.

agosvac

Mar, 04/09/2012 - 12:10

Molti pensano che le agenzie di rating, visto che hanno sede negli Usa, siano strumenti del Governo americano. Niente di più sbagliato. Esse sono la longa manus dell'alta finanza. Fanno ciò che l'alta finanza comanda: attualmente, per far soldi, conviene speculare su alcuni stati europei, domani , sempre per far soldi, potrebbe convenire speculare su altri stati, quelli che ancora hanno, mercè loro, la tripla A. La procura di Trani, pur con le coglionerie commesse in altri casi, ha avuto il coraggio d'inquisire tutte le agenzie di rating per le malefatte commesse. Ovviamente questo non porterà a niente finchè ad inquisirle non saranno direttamente gli Stati che hanno subito i danni da loro fatti. Solo un intervento massiccio potrebbe bloccarle, intervento a cui, ovviamente si opporrebbero quei miserabili che hanno ancora il loro appoggio!!!

a.zoin

Mar, 04/09/2012 - 12:28

Se guardiamo bene,non c`è nulla da meravigliarsi: -1- Ì Paesi Bassi, hanno inventato le banche,E i più grandi schiavisti d`Europa. -2- Inghilterra, hanno colonizzato mezzo mondo, Ora i problemi, sono sulle spalle dei cittadini del MEDITERRANEO, e non in Inghilterra. -3- La Germania, due guerre PERSE, sembra che ora voglia la rivincita. -4- Il paese del SCIOVINISMO, dalla RIVOLUZIONE in qua. -5- Se Garibaldi non avesse unito l`ITALIA, il nord Italia , sarebbe un paese SOVRANO.La più grande PIAGA, è da ROMA in giù,con i suoi senatori e ministri, con la mafia, la camorra e la n`draghete. Tutto l`insieme che viene dalle tasse pagate NEL NORD-ITALIA !!!!

killkoms

Mar, 04/09/2012 - 15:23

@azoin,la tua stroia funziona al contrario,almeno nell'ultima parte!libri di storia alla mano,era il sud d'Italia un paese sovrano,poichè il nord era diviso in una miriade di staterelli!a parte il regno di sardegna.il lombardo veneto cosidetto era un possedimento austriaco,l''emilia romagna era divisa tra stato pontificio,ducatodi parma e piacenza e qualche altra piccola entità,il granducato di toscana era in mano ad una dinastia di origine austriaca!è pur vero che dopo la 2^ guerra d'indipendenza,casa savoia era arrivata alla toscana e alla lombardia,ma lì si sarebbe fermata senza glinoltre 10 milioni di allora abitanti del sud!la scusa di impedire a garibaldi di proclamare la repubblica del sud convinse i francesi a lasciare mano libera a casa savoia per occupare romagna,marche ed umbria,allora papaline!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 05/09/2012 - 09:04

Meno male che ci sono le agenzie di rating a informarci: nessumo si era accorto che la UE e la sua valuta sono nella cacca fino al naso.....