Sicilia, Sardegna e Campania ci costano più del resto d'Italia

Altro che spending review, continua a lievitare la spesa per i dipendenti a tempo indeterminato. In Sicilia arriva a 575 milioni di euro e costa 115 euro procapite

Il Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta

Costi record per il personale nelle isole e in Capania. In Sicilia la spesa per i dipendenti a tempo indeterminato arriva a 575 milioni di euro e costa 115 euro procapite. Rispetto al Trentino Alto Adige, ultimo in classifica, ogni contribuente paga quindici volte di più.

Secondo i dati contenuti nel sito del governo elaborati dall'Adnkronos, nei primi undici mesi del 2014 la spesa complessiva per le "competenze fisse per il personale a tempo indeterminato" è arrivata addirittura a sfondare la drammatica soglia del miliardo e mezzo di euro. Con le prime tre classificate (Sicilia, Sardegna e Campania) che hanno speso da sole la metà del budget. Dietro alla Sicilia si è posizionata la Campania con 139,8 milioni di euro e la Sardegna con 128,6 milioni. La situazione cambia leggermente quando si prende in esame la spesa procapite: al secondo posto si è piazzata sempre la Sardegna con 78,41 euro procapite, ma al terzo posto si è posizionato il Friuli Venezia Giulia con 71,81 euro.

All’ultimo posto, in entrambe le classifica, c’è il Trentino Alto Adige, con una spesa complessiva di 8,1 milioni che costa ai contribuenti 7,72 euro procapite. La spesa affrontata dai veneti è stata di poco superiore: 11,53 euro per un costo complessivo di 56,3 milioni. Dall’elenco manca la Valle d’Aosta, che non compare nel censimento del sito.

Commenti
Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Ven, 26/12/2014 - 16:20

ma va la'...non lo avrei mai immaginato...auhushuah

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 26/12/2014 - 16:28

Questo NOI l'abbiamo sempre detto e per tale motivo, CI CHIAMANO RAZZISTI!!!! LOL LOL Buon Santo Stefano dal Leghista Monzese

@ollel63

Ven, 26/12/2014 - 16:29

ELIMINARE queste tre regioni, o meglio, i loro politicastri, e lasciare solo una prefettura per ciascuna di loro.

Ritratto di gammasan

gammasan

Ven, 26/12/2014 - 16:30

Fino a quando dovremo sopportare questa situazione? Non vorrei sentire "qualcuno" dire che la cose le sta cambiando e che già dal 2035 cominceremo a vederne i primi benèfici effetti....

terzino

Ven, 26/12/2014 - 16:30

Nelle prime posizioni regioni a statuto speciale, sarebbe ora di finirla. La Campania non è a statuto speciale ma è una regione speciale ed è noto altrimenti la disoccupazione a livello nazionale aumenterebbe di un punto percentuale.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Ven, 26/12/2014 - 16:34

Regione Trentino -Alto Adige la più virtuosa? Ma non avete considerato che la suddetta Regione con pochissime competenze è costituita dalle Province Autonome di Trento e Bolzano. Provate a verificare con questa integrazione e vedrete che se non al primo la suddetta Regione si posizionerà nelle primissime posizioni quanto a costi sia assoluti che procapite. A quando l' abolizione delle Regioni a statuto speciale? vere macchine mangiasoldi pubblici?

gillette

Ven, 26/12/2014 - 16:40

Ma no... non lo sapevamo !!! E quelli a tempo determinato non sono conteggiati? dentro li ci sono i forestali... 22 mila in sicilia....

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 26/12/2014 - 16:48

Cose note e risapute.

camucino

Ven, 26/12/2014 - 16:50

Noi veneti siamo sempre i più coglioni: costiamo solo 11,5 euro a cranio, contro i 115 dei siciliani, per una spesa complessiva di 56 milioni di euro contro i 575 euro della Sicilia. 1 a 10. Siamo proprio dei coglioni... SVEGLIAMOCI!

he2web

Ven, 26/12/2014 - 16:53

Sono convinto che, con la necessaria esclusione del Trentino Alto Adige, che deve il suo attuale status ad accordi internazionali, tutte le altre Regioni a Statuto speciale vanno ridotte a Regioni tali e quali le altre, aboliti i privilegi ed i costi faraonici. Dopo di che vanno abolite tout court, le Regioni e se qualcuno non ci sta, è libero di accomodarsi. La Sanità deve tornare in capo allo Stato ed il Titolo V della Costituzione radicalmente riformato.

Ritratto di matteo844

matteo844

Ven, 26/12/2014 - 16:56

Le regioni costano agli italiani milioni e milioni di euro. Vanno ridimensionate,accorpate. Tale ipotesi e' caldeggiata dagli esponenti di tutti gli schieramenti politici da destra a sinistra fino alla lega nord il cui fautore/premonitore Umberto Bossi da anni chiede il federalismo. I suoi successori autorevolissimi non che esponenti di spicco del centro-destra ma anche di sinistra ritengono indispensabile e di modernizzazione una riforma del genere. Naturalmente contrari sono sempre le regioni del sud che bivaccano e si nutrono coi soldi che gli mandano gli altri. In ultima analisi permettetemi,lo schifo (non trovo parola migliore) di mafia capitale che assorbe denaro da ogni parte d'Italia.

Giorgio Mandozzi

Ven, 26/12/2014 - 17:01

Continuiamo così che tutto va bene! Credo infatti che, quelli che si preoccupano, sono dei gufi e dei menagramo (come dice il ns. eccellentissimo premier). Infatti, tutto sommato, mi pare che le cose vadano bene nonostante i 10 milioni di poveri ed emarginati, i 3 milioni abbondanti di disoccupati, gli 0 posti di lavoro per i giovani, le aziende che continuano a chiudere a ritmi vertiginosi e qualcuno osa pure pensare che stiamo andando male? Gufi!!!

tarvos

Ven, 26/12/2014 - 17:02

Non dimentichiamo però che il confronto tra regioni ordinarie e speciali non è omogeneo. Queste ultime ripartiscono le competenze e le spese per il personale in modo diverso. Quindi, consultando la stessa fonte, si può vedere che la sola Provincia Autonoma di Bolzano ha speso finora nel 2014 ben 430 milioni di Euro... Alla faccia del poco che costerebbe la Regione Trentino Alto Adige!!

claudio63

Ven, 26/12/2014 - 17:03

la spending review si fa sempre in casa di chi paga. Le tasse e le lettere di equitalia minacciano ed estorcono chi sanno che alla fine mugugnamdo paghera', ed e' qui che bisognerebbe rompere la catena, organizzare uno sciopero fiscale diretto e specifico contro quelle regioni che spednono di piu' e commissariarle quando sono fuori budget. il federalismo per spendere ma non per pagare fa troppo comodo ai soliti cialtroni, moralmente superiori e dalle tasche profondissime.

Aristofane etneo

Ven, 26/12/2014 - 17:03

Ad oggi nessuno è riuscito a farmi vergognare di essere nato nella mia bella e dissanguata Sicilia. Ad oggi nessuno è riuscito a farmi vergognare di essere nato nella mia bella e dissanguata Italia. La Sicilia come metafora in peggio dell'Italia. Fino a quando esisterà l'art. 67 della Costituzione italiana (la più bella del Terra) qualsiasi paraculo si prenderà gioco di chi l'ha eletto e continuerà a mettersi al servizio servo dei potentati economici degli Alieni Terrestri anti italiani ed anti europei.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 26/12/2014 - 17:05

Non è una novità, le palle al piede che trascinano questo Paese a fondo. Poi, guarda caso, sono le stesse regioni dove i ras politici, di qualsiasi colore, che amministrano la spesa pubblica locale, sono più generosi dei mecenati. Spendono e spandono come Grandi di Spagna creando voragini nei bilanci, prontamente ripianati da Pantalone. Sarebbe ora di finirla, LADRONI SPUDORATI!!!

Trentinowalsche

Ven, 26/12/2014 - 17:16

Il Trentino Alto Adige in effetti spende abbastanza bene il proprio denaro, cercando di rendere efficiente la gestione delle proprie competenze esclusive. Le regioni indicate rappresentano lo spreco e la cattiva gestione e non credo ci siano rimedi per cambiare la situazione. L'unico vero rimedio sarebbe di abbandonarle al loro destino. Tanto quella gente non ne risentirà in eccessiva misura: è abituata a qualsiasi degrado.

pinosan

Ven, 26/12/2014 - 17:26

Andiamo avanti così.Il governo non vede non sente non parla.La sicilia e la Campania non si possono toccare.Sono miniere di voti per la sinistra.E' meglio ammazzare di tasse il nord,si protestano,ma continuano a lavorare e pagare le tasse.I furbi restano furbi e cosi i coglioni che pagano per i furbi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 26/12/2014 - 17:29

Quello che ci fa notare TARVOS è interessante!!! Ovvero Le regioni a statuto speciale suddividono le spese in modo diverso Perchè???? Perchè cosi riescono a "NASCONDERE" i SOLDI IN MENO CHE TRASFERISCONO ALLO STATO CENTRALE ed a "NASCONDERE" i TRASFERIMENTI in piu, che RICEVONO. OVVERO LE POTREMMO CHIAMARE LE REGIONI FURBE!!! Fin che i vari S/governi che si succedono Dx o SX glie lo lasciano fare chiamali SCEMI!!!! A chi obbiettera che nei S/governi di DX c'eravamo anche NOI, rispondo che quando si è in una COALIZIONE NON SI PUÒ FARE TUTTO QUELLO CHE SI VORREBBE FARE. Termino con ARISTOFANE, CARISSIMO come ho gia scritto l'unica colpa dei Siciliani è quella di scegliersi MALE la classe politica che li governa, ORLANDO DOCET a Palermo. Buon Santo Stefano dal Leghista Monzese

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 26/12/2014 - 17:29

...Sopprimere queste tre regioni, sarebbe cosa buona e giusta!

Ritratto di .MAFIAcapita£e.

.MAFIAcapita£e.

Ven, 26/12/2014 - 17:30

ladri, parassiti e mafiosi

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 26/12/2014 - 17:35

Da non crederci!

michetta

Ven, 26/12/2014 - 17:35

Riecco ricordare, quali ECCELLENZE esistano tra le nostre Region i! Queste tre, ma vi aggiungerei anche la Puglia, sono l'ESSENZA della BRAVURA POLITICA E FINANZIARIA di chi le ha sempre governate! Gli attuali governi poi, sono la schifezza della schifezza piu' totale che potesse capitare a quei cittadini, che pero' si meritano, in quanto votanti di tanta m....da. Come fare, per cambiare? Non basterà certo cambiare colore al governo! Come per la Nazione tutta, occorre SOSTITUIRE TOALMENTE TUTTI, MA PROPRIO TUTTI, quelli che hanno fatto politica finora, senza incarico e con incarico! Understand? Capito? Un meccanico, un falegname, un idraulico, ho detto perfino un prete o soldato che sia, questi debbono essere eletti e poi, come diceva qualcuno, dopo 5 anni, RAUS, CAMBIARE DI NUOVO! UNDERSTAND? CAPITO? COSì, forse, POTREMO SPERARE ANCORA! Abbasso tutti i politici attuali da nord a sud!

Settimio.De.Lillo

Ven, 26/12/2014 - 17:36

Mi piacerebbe sapere che K....o fanno in Sicilia 22 mila forestali? Giocano a mosca cieca?

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 26/12/2014 - 17:44

ma la Sardegna non doveva comperarla la Svizzera ??

Ritratto di perigo

perigo

Ven, 26/12/2014 - 17:49

I "postifici" creati per piazzare, mogli, amanti, figli, cognati, compari di chi ha contribuito a saccheggiare le risorse pubbliche. Regioni, province e comuni sono un buco nero quanto a spese inutili. Il costo del personale raggiunge livelli insostenibili alla luce dell'attuale crisi economica che attanaglia il Paese, eppure non un solo posto pubblico è stato eliminato! Invece di rapinare ancora i cittadini con nuove e più esose tasse, pensassero a ridurre la spesa pubblica!

federico61

Ven, 26/12/2014 - 17:55

L'unica vera manovra per rilanciare l'economia è la riduzione del costo dei dipendenti pubblici di almeno il 40% attraverso il licenziamento degli stessi (a cominciare dalle regioni del sud) ovvero la riduzione con tagli lineari dei relativi stipendi. Con i risparmi si tagliano le imposte a chi produce nel lavoro autonomo e nell'impresa (privata).

Aristofane etneo

Ven, 26/12/2014 - 18:10

"Adesso basta. Qualcuno - Matteo Renzi? - dica basta, perché l'autonomia sarà cosa santa e giusta ovunque ma in Sicilia no, è un flagello e trascina nel baratro l'Italia)... (omissis...) è la fogna in cui nuota la mafia" Così inizia il libero-pamphlet "Buttanissima Sicilia" di Pietrangelo Buttafuoco (Bompiani, Milano, 2014, € 12,00). E penso con tristezza e simpatia ai lavoratori autonomi (artigiani, elettricisti, agricoltori ecc.) costretti a pagare il pizzo nonostante le numerose Polizie infarcite di colonnelli e generali.

mifra77

Ven, 26/12/2014 - 18:12

Niente che non fosse già risaputo! Quanto di più putrido e putrefatto è invece, la decisione di questo governo che si prefiggeva di cambiare il mondo ed invece ha toccato sempre gli stessi! Il tutto resta comprensibile solo se si guarda al numero degli assegni familiari che percepiscono insieme Renzi e Delrio, che sono più di una dozzina! Pensate che i siciliani e gli altri potrebbero contribuire per mantenere questa "squadra di calcio?

Lepanto71

Ven, 26/12/2014 - 18:14

L'Italia non può più andare avanti così ,la "baracca" salterà in aria.

fer 44

Ven, 26/12/2014 - 18:14

Settimio.De.Lillo, piantano i pini sulle pendici dell'Etna, vicino alle bocche del vulcano, per fermare la lava!!!!!!Ha Ha Ha

parnagossafB2

Ven, 26/12/2014 - 18:14

anche per ogni singola spesa delle Regioni, esamina

swiller

Ven, 26/12/2014 - 18:16

Delinquenti mafiosi criminali ecco il sud.

Ritratto di cable

cable

Ven, 26/12/2014 - 18:17

Ora aspettiamo l'idiota di turno, tale mar75, che dirà le sue fregnacce che negheranno quanto (finalmente) pubblicato. Lo 'strano' fatto, però, è che quando c'era la Lega con B a comandare, queste cose delle tre regioni/voragine non venivano pubblicate. Non si sarà scoperto ora che i siciliani e napoletani vivono alla grande ma senza lavorare, no?

linoalo1

Ven, 26/12/2014 - 18:23

In merito,ognuno dice la sua!Chi a ragione e chi non!Per tagliare la testa al toro,perchè non eliminiamo anche tutte le Regioni e non facciamo solo la Regione Italia?Perlomeno,avremmo solo le indicibili spese di una sola Regione Parassita!Ma,nel frattempo,avremmo eliminato tutte le altre Regioni Fotocopia,con,si spera,relativa riduzione dei Mangia-Mangia!!Lino.

Cesare46

Ven, 26/12/2014 - 18:23

Cari giornalisti ...o giornalai, perchè spesso scrivete cose non troppo veritiere, Vi chiedo perchè queste "belle" notizie le date a noi, che oltre all'incazzamento non possiamo fare altro ? Non sarebbe opportuno denunciare alle autorità competenti ? E questi governanti leggono e tacciono ? massa di magna magna.

Ritratto di caster

caster

Ven, 26/12/2014 - 18:24

mia moglie è sarda e ho avuto prova dell'inefficienza della gestione pubblica della giustizia....per un errore di trascrizione una sentenza di divorzio è diventata una barzelletta ...sposata a un deceduto!!e quindi impossibilitata a divorziare,peccato che la data l'hanno sbagliata loro(al tribunale).Nessuno con cui parlare,attese al telefono esagerate,incazzatura mia con rischio di denuncia per ,diciamo,aver perso la pazienza.solo l'intervento del mio comune di residenza ha sbloccato il tutto ,dopo attese assurde e vaghe risposte.e vabbè,problema risolto ma inefficienza totale di persone ben pagate e NON in grado di gestire un banale contrattempo burocratico(da loro effettuato).Ma se la responsabilità e la correttezza fossero applicate, le cose andrebbero meglio nel comparto pubblico.(forse!)

mifra77

Ven, 26/12/2014 - 18:28

Tutti sanno tutto e nessuno ha le palle per fare qualcosa per portare questa situazione ad una normalità! Che sia come a Roma dove magnano tutti tranne i destinatari dei fondi?

Ritratto di V_for_Vendetta

V_for_Vendetta

Ven, 26/12/2014 - 18:44

ma no e' impossibile, quelle regioni governate dalla sinistra dall'alta integrita' morale...... Dico solo una cosa, SECESSIONE, NORD LIBERO!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 26/12/2014 - 18:46

questi terroni affondano la Italia.

Beaufou

Ven, 26/12/2014 - 18:58

Peccato che abbiano fatto fuori Gheddafi. Forse gli si sarebbe potuta vendere la Sicilia, guadagnandoci pure parecchio (in petrolio)...

ghorio

Ven, 26/12/2014 - 19:00

Per la Sardegna e la Sicilia urge abolire l'autonomia, vale anche per le altre regioni autonome. Alla Campania tagliare i viveri e costringere la regione a fare i tagli agli sperperi.

marcoghin

Ven, 26/12/2014 - 19:01

Salvini, vuoi ancora conquistare il Sud? WSM

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 26/12/2014 - 19:05

Siamo onesti: non hanno mai detto per chi era la revisione, al ribasso, della spesa. Per le famiglie italiane essa funziona benissimo.

tormalinaner

Ven, 26/12/2014 - 19:07

Queste regioni dovrebbero mantenersi da sole senza aiuti dallo stato, non è giusto che noi dobbiamo mantenere dei parassiti!

garyapples

Ven, 26/12/2014 - 19:19

La Sardegna??????

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 26/12/2014 - 19:26

questi arabi legalizzati vi spellano loro.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 26/12/2014 - 19:30

Salvicchio se ci sei batti un colpo. Ma i voti a sud a chi li vai a chiedere??? A soreta?

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Ven, 26/12/2014 - 19:40

Non resta che affidarsi a Crocetta!

Aristofane etneo

Ven, 26/12/2014 - 19:42

... ERRATA CORRIGE: Aristofane etneo - Ven, 26/12/2014 - 18:10 "Adesso basta. Qualcuno - Matteo Renzi? - dica basta, perché l'autonomia sarà cosa santa e giusta ovunque ma in Sicilia no, è un flagello e trascina nel baratro l'Italia)... (omissis...) è la fogna in cui nuota la mafia" Così inizia il LIBRO-pamphlet dal titolo "Buttanissima Sicilia" di Pietrangelo Buttafuoco (Bompiani, Milano, 2014, € 12,00). E penso con tristezza e simpatia ai lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, elettricisti, agricoltori ecc.) costretti a pagare il pizzo nonostante le numerose Polizie infarcite di colonnelli e generali.

Cowpuncher

Ven, 26/12/2014 - 19:52

Finchè in democrazia conterà il numero dei voti meglio rassegnarsi. Le regioni meridionali hanno più votanti e la maggior parte dei voti sono indirizzati verso partiti favorevoli allo status quo. Quindi, per il proprio benessere, meglio rinunciare a isterie senza alcun positivo effetto.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 26/12/2014 - 20:34

Scoperta dell'acqua calda!!!!Quanti voti sono?La stragrande maggioranza sono voti,che assecondano questo andazzo,questa enorme greppia.Ecco perchè nessuno vuole chiudere il cerchio ENTRATE-USCITE,localmente(anche con qualche concessione "solidale"...),per cui,il tutto debba chiudersi,con "risorse" territoriali,corresponsabilizzando il territorio,riducendo il "mangia-mangia",con i vari "servizi pubblici",intonati,con mezzi e persone,al territorio,che se li gestisce,li vota,se li merita,e se li tiene.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 26/12/2014 - 20:40

Gente,non si deve toglire l'autonomia delle USCITE(pagate dal resto del paese),anzi,dare loro autonomia anche sulle ENTRATE,per cui con le LORO sole ENTRATE,facciano pure quello che credono,in fatto di USCITE(spese)!!!!Salvini,attento,di Garibaldi ne è bastato UNO!!!

clamajo

Ven, 26/12/2014 - 21:00

C'è una sola soluzione....non sarà la lega a portarla a termine... verrà da sola...come una mela marcia cade dal ramo...

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 26/12/2014 - 23:30

E chi sarà mai quel politico così co,,,,ne che andrà a chiedere i voti ai campani,siciliani,sardi ecc. promettendo nel suo programma di licenziare il 50% dei dipendenti???? Ormai , complici anche i nostri sindacati, siamo in un tunnel da cui non ci si potrà rivoltare per potere cambiare direzione.

timoty martin

Ven, 26/12/2014 - 23:43

Ormai lo sanno anche i topi che quelle regioni sono le sanguisughe dell'Italia. Perchè non chiedono l'indipendenza e si gestiscono da sole? A noi lavoratori farebbe molto piacere liberarci da quei fanulloni.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 27/12/2014 - 00:07

Ma è possibile che non esista una commissione di probiviri che metta fine una volta per tutte alle folli spese di questi screanzati governatori di regioni? IL CONTROLLO DELLA SPESA PUBBLICA È UN'ESIGENZA DI PRIMARIA IMPORTANZA. A questi governatori sembra che non importi nulla scialare il denaro pubblico. SONO GOVERNATORI O DEVASTATORI DEL NOSTRO PAESE?

Esculoapio

Sab, 27/12/2014 - 00:19

guarda caso, le stasse regioni sono in testa a: evasione fiscale, truffe, furti, mafia e altro di peggio. Uno statuto speciale servirebbe davvero, ma speciale nel senso del rispetto coatto delle regole!

claudio63

Sab, 27/12/2014 - 01:42

omar, i voti al sud si vanno a chiedere agli uomini e donne veri, quelli che veramente vogliono cambiare le carte in tavola e ce ne sono tanti, milioni,e tu, mio malgrado, potresti essere uno di loro.

Iacobellig

Sab, 27/12/2014 - 08:06

...perciò ci vuole il federalismo così ogni regione si mantiene attraverso il vivere sapiente dei propri cittadini, salvo ovviamente le situazioni particolari che finiscono a carico di tutti. Praticamente simile ad un condominio rispetto ad un altro. Se poi si considera che questa discrepanza esiste tra i dipendenti, specie tra quelli delle aziende private.

dementina1

Sab, 27/12/2014 - 08:17

susate ma lo stato dov e???????????????????? e continuano a stanziare fondi x il mezzogiorno cxxxo prederanno i bastoni prima o poi si sveglieranno questi italiani o no??????????????????

giovaneitalia

Sab, 27/12/2014 - 11:00

Strano che in questa negativa classifica non compare la Calabria, vi assicuro che come spesa non é di meno alle altre regioni citate. Povera Italia!

Balare

Sab, 27/12/2014 - 11:22

Ci costano a chi? In Sardegna secondo lo Statuto di Autonomia le spese della pubblica amministrazione sono esclusivamente dei residenti in Sardegna attraverso il 70% dell'Irpef e dell'Iva (pagati in Sardegna) che lo Stato dovrebbe restituire. Che poi non lo faccia da 20 anni e che il debito dello Stato italiano verso la regione autonoma sia di quasi 12 miliardi di Euro è un fatto secondario, che magari al Giornale e a chi commenta qui non interessa. Comunque prima di sparare titoloni magari informarsi sarebbe meglio.

Balare

Sab, 27/12/2014 - 11:25

Esculapio la Sardegna in testa a evasione fiscale, furti e mafia? Peccato per te che le sue Province siano tra le prime come qualità della vita e sicurezza (fonte Sole 24 Ore)

Lepanto71

Sab, 27/12/2014 - 15:22

Per responsabilizzare i popoli di queste tre regioni e la classe dirigente da questi espressa (ogni popolo ha il governo che si merita !), devono essere abbandonate al loro destino,devono esser rese indipendenti cosicché saranno costrette,dallo stato di necessità, a darsi di fare. Se rimangono nella stessa barca continueranno a far remare gli altri e loro a suonare il mandolino. Sarà sempre così checché ne dica ora Salvini ,chi è quel fesso che rinuncia al mandolino per mettersi a remare?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 27/12/2014 - 15:54

@Lepanto:vedo che siamo d'accordo!

Balare

Sab, 27/12/2014 - 16:19

La Sardegna si paga già tutto da sola Lepanto, informati.... E inoltre l'anno scorso, sotto la giunta Cappellacci, sono stati ridotti i consiglieri regionali da 80 a 60, il loro stipendio dimezzato e tutte le province abolite attraverso referendum. Per cui l'anno prossimo i dati saranno completamente differenti.

tommaso.rivolta

Sab, 27/12/2014 - 18:32

In generale, prima arrabbiarci, sarebbe meglio verificare i dati invece di prender per buono qualsiasi bufala ci propinano. Una tirata d'orecchie anche a chi li diffonde senza nemmeno averli letti (e con tanto di titolo). Nell'elenco manca la Lombardia, non certo l'ultima regione italiana! Comunque con un po' di lavoro di rielaborazione dei dati originali questo è il risultato "vero". Ma se qualcun'altro lo verifica, ancora meglio. Spesa per abitante (dal costo minore) LOMBARDIA € 6,36 VENETO € 11,53 TOSCANA € 13,49 EMILIA-ROMAGNA € 14,49 PUGLIA € 14,56 LAZIO € 16,20 MARCHE € 17,82 LIGURIA € 17,89 CALABRIA € 21,92 PIEMONTE € 22,16 CAMPANIA € 24,23 ABRUZZO € 29,64 UMBRIA € 31,19 BASILICATA € 35,30 MOLISE € 52,33 FRIULI-VENEZIA-GIULIA € 72,26 SARDEGNA € 78,41 SICILIA € 115,00 TRENTINO-ALTO ADIGE € 811,28 VALLE D'AOSTA € 937,54

mifra77

Sab, 27/12/2014 - 18:39

Io per la Sardegna avrei fatto un discorso a parte rispetto alle altre due regioni citate come vincitrici del festival dello spreco. Mi piacerebbe sapere in questa classifica di sanguisughe, quale posto nella graduatoria, occupano la Calabria e la Vendoliana Puglia.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 27/12/2014 - 18:48

@tommaso.rivolta:dati molto istruttivi!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 28/12/2014 - 20:35

Sono le regioni più produttive d'Italia , ajajajajaj

tommaso.rivolta

Lun, 29/12/2014 - 11:07

In risposta a mifra77. Puglia e Calabria non sono certo le peggiori, anzi direi che la Puglia (€ 14,56) è paragonabile all'Emilia (€ 14,49) per la spesa del personale. E anche la Calabria (€ 21,92 il dato ha sorpreso anche me) è a livello del Piemonte (€ 22,16) e ben meglio di regioni come Umbria (€ 31,19) o Friuli-Venezia-Giulia (€ 72,26). Ma secondo me la cosa più importante è quando si parla di trasparenza amministrativa (che poi sono dati verificabili) sia presentata correttamente dai giornali, senza pregiudizi e senza faziosi "punti di vista" o ancor peggio maliziose "omissioni" che puzzano molto. Stiamo vigili!

swiller

Lun, 29/12/2014 - 12:09

Regaliamo il sud, basta un cancro una metastasi così non è più possibile fuori dalle palle i sud e i suddisti.