Spesa pubblica alle stelle In 15 anni è salita del 69%

La spesa è aumentata di 296 miliardi. Secono la Cgia di Mestre l'impennata è iniziata con la legge Bassanini sul federalismo amministrativo

La spesa pubblica è esplosa. La conferma arriva dal Centro Studi della Cgia di Mestre che ha calcolato che dal 1997 ad oggi, al netto degli interessi sul debito, è aumentata del 68,7%. Ma, al di là della percentuale, è impressionante il calcolo dei soldi: quasi 296 miliardi di euro. Alla fine di quest’anno le uscite, ammonteranno a 726,6 miliardi. Per contro, le entrate fiscali che comprendono solo tasse, imposte, tributi e contributi pagati dagli italiani sono cresciute del 52,7%. A fronte di un aumento di 240,8 miliardi, il gettito complessivo nel 2013 ammonterà a 698,26 miliardi.

Nel periodo considerato l’incremento è stato del 58,8% . Ma analizzando il trend delle tasse locali ci accorgiamo che sono praticamente "esplose": +204,3% (pari, in termini assoluti, a +74,4 miliardi di euro), con un gettito che nel 2013 sfiorerà i 111 miliardi. Una mazzata. Quelle centrali, invece, sono incrementate solo (si fa per dire) del 38,8% (pari a +102,6 miliardi in valore assoluto), anche se nel 2013 le entrate di competenza dello Stato ammonteranno a ben 367 miliardi di euro. 

In linea generale, spiega lo studio, la spesa pubblica ha viaggiato ad una velocità superiore a quella registrata dalle entrate fiscali, anche se a livello locale la tassazione ha subito una vera e propria impennata.

Questo ha contribuito ad aumentare il carico fiscale generale, portandolo a toccare un livello mai raggiunto in passato; in aggiunta, alla luce di una spesa pubblica complessiva che in questi anni è sempre stata superiore al totale delle entrate finali, la dimensione del nostro debito pubblico è continuata a crescere in maniera allarmante.

L’anno di partenza di questa analisi combacia con l’approvazione della prima legge Bassanini che diede avvio al federalismo amministrativo e alla semplificazione burocratica. "Appare evidente - spiega il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi - che qualcosa non ha funzionato. Se i rapporti tra i cittadini e la Pubblica amministrazione sono oggettivamente migliorati, in materia di federalismo le leggi Bassanini e le riforme che sono state realizzate successivamente non hanno partorito i risultati che tutti ci aspettavamo". 

Commenti

MagoGi

Sab, 24/08/2013 - 14:21

Ben svegliati! Non se n'era accorto nessuno

unosolo

Sab, 24/08/2013 - 14:35

ma guarda caso ce ne accorgiamo ora ? ci sono i bilanci , quelli che tutti i parlamentari e i dirigenti di partito guardano , si guardano se ci sono altre possibilità per elargire soldi alle P.A. e aumenti ai dipendenti della camera e del senato , quello che importa è mantenere alte le tasse ed elargire alle persone che girano intorno a loro , poi aiutare i sindacati e sistemargli il personale che fa da galoppino , i porta voti in caso di elezioni..

gigi0000

Sab, 24/08/2013 - 14:38

Tutte le colpe sono sempre di Berlusconi, ma Bassanini non mi sembra un berlusconiano, anzi è uno dei tanti esempi dell'incapacità totale di governare dei SINISTRI BUFFONI, che agevolano soltanto le assunzioni degli statali e loro protetti, in cambio di voti. Ma la magistratura non se ne occupa, essendo troppo indaffarata a valutare lo scambio di "favori" tra Berlusconi e De Gregorio.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 24/08/2013 - 14:45

Una bella minchiata del comunista Bassanini....e credo che ne abbia fatte quattro. Comunque andiamo avanti.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Sab, 24/08/2013 - 15:14

Se questo Bassanini ha fatto danni quelli venuti dopo hanno fatto peggio, visto che non hanno posto rimedio a certe scelte.

goliotok

Sab, 24/08/2013 - 15:56

"Spesa pubblica alle stelle. In 15 anni è salità del 69%" E allora? Cara Luisa De Montis, invece di ripetere a pappagallo il mantra sul debito pubblico con lo spauracchio del quale è da oltre vent'anni che ci stanno lavando il cervello (riuscendoci!)quegli squallidi derivati di eurocrati alla Monti e compagnia mefitica, compreso Letta, al servizio e/o a libro paga di criminali elite finanziarie franco-tedesche (e non solo), si documenti cosa sia veramente la spesa pubblica per uno Stato sovrano (sovranità che l'Italia assieme agli altri pigs d'Europa ormai non ha più!) e perchè non solo è indispensabile, ma addirittura è troppo poca. Se anche lei vuole cominciare ad emanciparsi da tutte le menzogne che continuano a raccontarci inizi a documentardi da qui e si prodighi per divulgare e ristabilire la verita per il benessere di tutti: http://memmt.info/site/il-piu-grande-crimine/ http://memmt.info/site/programma/

palmiro roberspierre

Sab, 24/08/2013 - 16:22

incolti senza intelletto:1) mi sembra che dopo la Riforma Bassanini abbia governato il POPOLINO DELLA LIBERTA' E Berlusconi sia a livello nazionale che a livello regionale (nel 1999 D'Alema si dimise perchè aveva perso in tutte le regioni). 2)il popolino della libertà non era alleato della lega che aveva come principale obiettivo il federalismo fiscale? 3) andate studiare pecore senza dignità

vince50

Sab, 24/08/2013 - 16:28

Troppo semplice e ovvio dare la colpa ai rom,dicendo che sono sporchi incivili e maleducati.Fanno quello che gli Italioti senza palle ne autorevolezza gli consentono di fare,anzichè criticare tutto e tutti prendiamo atto che NON meritiamo di essere rispettati.

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 24/08/2013 - 16:55

Aboliamo comuni al di sotto dei 100.000 abitanti,, regioni, province e facciamo una sola camera con 23 depudati. Eliminiamo gli enti inutili che sono oltre 5000 e licenziamo tutte le persone che vi lavorano. Secondo me,questa spending review porta un risparmio di oltre 120 miliardi di euro l'anno.

blues188

Sab, 24/08/2013 - 16:57

E per risolvere la spesa pubblica invece di tagliare cose inutili (e ce ne sono a bizzeffe) cosa fanno? Ahahah, quasi pleonastico: assumono altri 12mila persone, dei quali 850 e più dirigenti. E dopo reclamano se al Nord odiamo Roma e le sue porcheriole senza limiti?

titina

Sab, 24/08/2013 - 17:24

e i tagli agli sprechi quando li fanno? le province,gli enti inutili, i finaziamenti a pioggia a editoria, sindacati, associazioni varie, ecc ecc. P.S. le poltrone Frau che hanno comprato in parlamento le facciano pagare a chi le ha ordinate.

LAMBRO

Sab, 24/08/2013 - 17:55

QUANDO VI DECIDETE A RIDURRE GLI SPRECHI!! NON DATECI LE SOLITE SPIEGAZIONI IPOCRITE!!! TAGLIATE IL 10% DELL'AUMENTO E AVRETE I SOLDI PER IMU,IVA e LO SVILUPPO!!!

makeng

Sab, 24/08/2013 - 18:07

ecco i veri responsabili del disastro italiano. Il FEDERALISMO DI SINISTRA è è la vera causa del disastro italiano. LA SINISTRA HA DISTRUTTO L'ITALIA, ALTRO CHE BERLUSCONI!!! HANNO SACRIFICATO LE FINANZE CENTRALI PER POTER GESTIRE CLIENTELISMI E FAVORITISMI REGIONALI COME SCAMBIO DI VOTI. E il bello è che fanno finta di niente.....ladri spudorati!

nebokid

Sab, 24/08/2013 - 18:22

Bassanini ha iniziato ma Bossi ha continuato con tenacia fino ad arrivare a sto punto di non ritorno.

m.m.f

Sab, 24/08/2013 - 18:47

ladri!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Sab, 24/08/2013 - 19:10

vedi bene che se i numeri sono questi ti sei perso un sette (senza virgola)! E poi, quindici anni fa erano lire che in pochi anni avete svalutato , con l'euro, di almeno il cinquecento per cento. C i o è la spesa è impazzita del seicentottantasette per cento. Si fa presto a spostare le virgole ma la realtà rimane!!!

rossono

Sab, 24/08/2013 - 23:20

bergat che fa scherza?vuole licenziare

rossono

Sab, 24/08/2013 - 23:22

bergat Scherza? vuole licenziare i sinistri?

Ritratto di nutella59

nutella59

Dom, 25/08/2013 - 04:25

Se Berlusconi & C. fossero stati dei VERI liberali e non dei social-fascisti, avrebbero DIMINUITO la spesa pubblica in tutti gli anni di governo. Ma I FATTI sono altri dalla propaganda del "liberalismo" fatta da codesti signori, che di liberale non hanno nulla, ma di catto-fascio-social-comunista tutto. Loro sono per lo stato TUTORE, lo stato mamma, lo stato prezzemolo, NON PER IL CITTADINO LIBERO MA SUDDITO.

Duka

Dom, 25/08/2013 - 07:40

Questo che rappresenta il Problema con la maiuscola nessuno lo tocca. Le CASTE (sono 3): Palazzo, Giustizia, Sanità pozzi senza fondo amministrarti da farabutti e ladri basterebbe recuperare il 10% dei soldi RUBATI agli italiani negli ultimi 20 anni per rimettere l'economia al primo posto VIRTUOSO in UE.

swiller

Dom, 25/08/2013 - 09:05

Politici siate maledetti.

blues188

Dom, 25/08/2013 - 09:19

gigi0000, mi sa che anche lei parla (come me) ai sordi con in più le mani a coprire le orecchie. Questi che ci dirigono son tutti nativi dello stesso parallelo. Cioè gente che 'gliene frega assaie'.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 25/08/2013 - 09:49

Comincino a togliere il carburante e le motovedette ed altri mezzi che pattugliano il mediterraneo per andare a raccattare,le carrette. Via il quirinale che non serve a niente,(costa più del pres Usa, via il senato, tutti i carrozzoni rai ecc ecc. portare i deputati a 300(forse anche troppi). Così si potra parlare di riforme.

franco@Trier -DE

Lun, 26/08/2013 - 09:27

TITINA MAGARI PAGASTE SOLAMENTE LE POLTRONE FRAU DEI VOSTRI POLITICI, IL BRUTTO è CHE VI FANNO PAGARE ANCHE LE FRAU CHE SI PORTANO A LETTO CON I VOSTRI SOLDI E VOI PAGATE.

lorenzo464

Lun, 26/08/2013 - 12:07

è il nuovo miracolo italiano