Lo spread è alle stelle? È stangata sulle bollette

L'aumento dello spread potrebbe far sentire i suoi effetti anche sulle bollette: ecco cosa può succedere da gennaio

L'aumento dello spread potrebbe far sentire i suoi effetti anche sulle bollette. A quanto pare l'impennata del differenziale tra i bund tedeschi e i titoli di Stato avrà effetti anche sulle bollette di luce e gas. Secondo quanto riporta ilFatto, una proiezione delle tariffe dell'energie effettuata da Ref-e potrebbe portare ad un aumento di 460 milioni l'anno a partire dal 2019. L'aumento legato alle procedure per rivedere i parametri che risentono del "rischio Paese" da parte dell'Arera (Autorità per l'energia, le reti e l'ambiente), potrebbe ammontare a 80 centesimi al Megawattora per l'elettricità e di 5 centesimi per ogni 100 metri cubi di gas. Un aumento che però si va ad aggiungere a quelli già previsti per l'alatalena del consto delle materie prime.

"La nostra però è solo una simulazione - sottolinea Claudia Checchi di Ref-e, intervistata dal Sole 24 Ore - È un esercizio che isola l'effetto spread in un contesto complesso. E comunque a decidere non è solo la matematica, l'Autorità un po' di discrezionalità per intervenire ce l'ha". Insomma bisognerà attendere l'inizio del nuovo anno per capire quali saranno gli effetti sulle bollette. Ma di certo il rischio di un rincaro è dietro l'angolo...

Commenti
Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Ven, 19/10/2018 - 13:52

Non solo, l'aumento dello spread mi ha procurato effetti benefici sull'organismo, altro che pillole blu!

nerinaneri

Ven, 19/10/2018 - 13:58

...chi è quel bolscevico che pensa 'sti articoli?...

Massimo Bernieri

Ven, 19/10/2018 - 14:46

Tutte le scuse sono buone per aumentare tariffe di generi indispensabili.Aumenteranno anche le tariffe telefonia e cellulari dove se voglio,non telefono?

jaguar

Ven, 19/10/2018 - 15:10

Sono soltanto simulazioni, ma bisogna ugualmente creare allarmismo. Se il cavaliere fosse al governo, un articolo del genere non lo pubblicavano.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Ven, 19/10/2018 - 15:16

Ma come sarebbe, ma lo spread, oltre ad essere spalmabile sul pane, non era una cosa ininfluente? Chi se ne frega dello spread, dell'Europa, delle agenzie di rating... Tanto a maggio saranno spazzati via tutti etc. etc. Che cos'è ora questo potrebbe influenzare la crescita delle bollette? Vuol dire che ce le pagheranno quelli della lega, tanto loro sono abituati a fare le collette per ripianare i capolavori dei loro beniamini.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 19/10/2018 - 15:46

Ma che ca@@o state a di'...ormai ne inventate una al giorno...altro che babbei pensionati come Nerinaneri vi credono ancora.

Franz Canadese

Ven, 19/10/2018 - 17:04

Nella ricerca parossistica di scuse per attaccare Salvini e portare acqua al mulino sinistro, alcuni lettori sembra si siano fayyi prendere la mano. Mi spiego. Usando i dati dell'articolo (80 centesimi di euro / megawatt) e i consumi medi della famiglia italiana (agenzia energia : 2700 kW / anno), l'aumento delle bollette elettriche dato l'aumento dello spread ammonterebbe a pochi centesimi di euro/mese (meno di una ventina). Certo una cosa negativa in quanto aumento, ma non qualcosa per cui soffrire di insonnia. Come strategia di risparmio: sarebbe piu' importante controllare la quantita' di nutella spalmata sul pane, nevvero?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 19/10/2018 - 17:25

Ennesima scemenza sullo spread. FAccio presente che il costo dell'eenrgia elettrica è appena aumentata ad Ottobre e lo spread NON C'ENTRA NULLA ! Caso mai è il prezzo del petrolio che fa variare il costo deliberatro da ARETRA. Le cavallette quando arrivano ?

Ritratto di mailaico

mailaico

Ven, 19/10/2018 - 17:26

80 centesimi ? semmai 80 euri. Se consumi un metro cubo di gas (e' aria) fa un euro ? e altri 20 di tassa. E nessuno, LEGA e 5S DICE NIENTE!

VittorioMar

Ven, 19/10/2018 - 17:35

..E CHI SE NE FREGA !!..paghiamo già tanto per tutti coloro che non pagano i Servizi..le UTENZE..i CONSUMI...TARSU ed ALTRE TASSE OCCULTE...non ci cambia la vita...ci FA' SOLO I"INCAZZARE" !!

Mr Blonde

Ven, 19/10/2018 - 18:46

Maximilien1791 sicuramente è come dice lei, del resto si parla di 2 euro a bolletta, però immaginiamo il costo del petrolio tornati alle lire

Ritratto di hardcock

hardcock

Ven, 19/10/2018 - 18:59

Piuttosto che lo spread che il signor Franco Grilli scriva sull'andamento delle monete per esempio Yuan cinese euro cosi ne avrebbe da scrivere delle belle. Mao Li Ce Linyi Shandong China

lento

Sab, 20/10/2018 - 07:05

Lo spread alto fa perdere denari e clienti alle banche? W lo spread a MILLE!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 22/10/2018 - 09:00

2.Ma come di calcola il rendimento di un titolo di Stato? Ogni titolo ha un rendimento dato dalla componente cedolare più il guadagno o perdita in conto capitale. La componente cedolare è data dai flussi di interessi che il titolo periodicamente paga. Il guadagno o la perdita in conto capitale è dato dalla differenza fra quanto il risparmiatore ha pagato il titolo e quanto viene rimborsato a scadenza che è quasi sempre il 100% del valore nominale. Il tutto viene rapportato al prezzo di acquisto del titolo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 22/10/2018 - 09:06

5.Si può dire che uno spread ampio sta a significare che il mercato ha paura e che richiede rendimenti più alti per investire su titoli dello Stato italiano. Va comunque segnalato che si tratta di un rischio percepito, e non è detto che alla lunga si traduca necessariamente in un default. Quando lo spread aumenta, vuol dire che stanno aumentando i dubbi sull'affidabilità dell'Italia da un punto di vista finanziario. Quando diminuisce, che l'Italia sta riguadagnando credibilità. Ma è anche possibile che lo spread aumenti perché il rendimento del Bund diminuisce a causa dell'aumento della domanda di mercato. Bisogna sempre contestualizzare quando si parla di economia e finanza.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 22/10/2018 - 09:10

lento si e di voi perdere i soldi......Tanto maggiore è lo spread, tanto più alto è il rischio che il mercato percepisce associato al Btp italiano. In altre parole tanto maggiori sono i dubbi dello stesso sulla capacità dello Stato italiano di rimborsare regolarmente i propri debiti.