Squinzi apre a Renzi: "No art.18 ai neoassunti? Una buona proposta"

Il presidente di Confindustria promuove a (metà) il segretario del Pd e boccia la legge di stabilità di Letta

Gli industriali aprono alla proposta di Matteo Renzi sull'articolo 18. "Sicuramente è un'idea che va nella direzione giusta -ha commentato il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi -. Anche se, non è sufficiente perch‚ per assumere bisogna prima creare le condizioni per avere più lavoro". "Solo così, creando cioè le condizioni per avere più lavoro, si possono fare assunzioni, altrimenti rimane un provvedimento sulla carta".

Mezza promozione per il segretario del Pd e completa bocciatura per il governo di Enrico Letta: "La legge di Stabilità non è sufficiente per la ripresa dell’economia italiana. Qualche elemento positivo c’è - ha detto il presidente di Confindustria -, ma certamente non è quello che ci aspettavamo e pensiamo che non sia sufficiente per far ripartire il Paese. Dunque, il nostro giudizio non è certamente positivo, si è ricalcato un pò il metodo del passato".

 

Commenti

Giampaolo Ferrari

Gio, 19/12/2013 - 14:23

Nel nostro stupido paese chi vuole fare le regole sul lavoro,spesso non ha mai lavorato,inoltre quasi la totalità di questi esseri non hanno mai avviato un'attività privata che genera utili,praticamente esseri che fanno politica per sbarcare il lunario,il risultato lo stiamo vedendo.Vorrei ricordare che un imprenditore mai lascerà a casa un bravo dipendente,se lo fa è perche la sua azienda chiude, se chiude articolo 18 o 22, chiude comunque.

enrico09

Gio, 19/12/2013 - 14:25

No all'articolo 18 ma allora pagate di più, almeno i neodiplomati che oggi in Italia fanno la fame a scapito dei pochi che intascano

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 19/12/2013 - 14:30

Squinzi,bella gioa,questa "idea",non mi dica che è stato solo il guitto Renzi,ad averla ora!Lei non ci ha mai pensato,a Renzi,"prima",non era venuta in mente?A nessun politico non era mai venuta in mente!Bravi!Giusto,"le condizioni di lavoro"...Che si fa?Tagli alla spesa pubblica?Nisba!Mai proporre cose concrete,commentare sul finanziamento truffaldino dei partiti,parlare della montagna di mangiatori ad UFO sul territorio,che non producono un cavolo di beni VENDIBILE,ma solo carte,poltrone,privilegi,agevolazioni a destra e sinistra(vedi coop bianche e rosse),vedi tutto il marciume politico,il degrado ambientale,l'arrembaggio dell'immigrazione(i suoi costi diretti ed indiretti),sempre parole....del cavolo,oltretutto!

dukestir

Gio, 19/12/2013 - 14:31

Qualcuno che per fortuna pensa al Paese invece che alle proprie magagne...