Una start-up per oggetti smarriti: FindMyLost cerca nuovo equity

Maddalena Camera

Punta a raccogliere 100mila euro tramite equity crowdfunding sulla piattaforma Tip Ventures, FindMyLost, startup italiana fondata da Elena Bellacicca che ha sviluppato una piattaforma digitale per la gestione della ricerca degli oggetti smarriti. L'investimento è aperto a tutti e la quota minima per partecipare è mille euro. Una opportunità aperta a tutti e se FindMyLost diventasse un servizio digitale di successo, mille euro investiti potrebbero produrre buoni frutti.

Speranze a parte FindMyLost parte da una idea ben precisa: digitalizzare e rendere social il servizio per il ritrovamento degli oggetti smarriti. Un problema reale se si lascia un oggetto in treno o nel taxi o in qualsiasi altro posto. Con FindMyLost il servizio oggetti smarriti diventa più semplice. Per questo è stata adottata da Trains Wales che ha messo la piattaforma al servizio dei suoi utenti. E quindi in Galles chi perde (o trova) qualcosa su un treno può cercarlo o restituirlo con FindMyLost. Si inseriscono i dettagli dell'oggetto per poi, se si trova, contattare l'ufficio oggetti smarriti per organizzare il ritiro oppure per farselo spedire all'indirizzo di destinazione scelto.La piattaforma, essendo praticamente gratuita per gli utilizzatori, ha trovato un modello B2B, ossia business, offrendo a comuni, aeroporti, stazioni, parchi divertimenti, catene di hotel, car sharing, car rentals, centri commerciali, università, compagnie di trasporti pubbliche e private, palestre, compagnie aeree, musei, cinema, taxi la possibilità di creare il proprio Lost & Found digitale insieme a servizi di customer care a valore aggiunto, fungendo da aggregatore. C'è anche una formula dedicata agli utenti consumer. Quest'ultima prevede che, tramite la community, chiunque ritrovi un oggetto possa entrare in contatto con il legittimo proprietario, restituirglielo e ricevere una ricompensa. Il mercato per questo tipo di servizio, è ampio: è stimato in 1,1 miliardi di euro.